Beatrice Ferrante

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Beatrice prese dalla sua stanza una tela vuota dove li non c’ era disegnato niente e poi prese un pennello . Beatrice si mise davanti alla tela con il pennello in mano e poi chiuse gli occhi e si concentro sul futuro e sulla Foresta Oscura ma anche sul collare nero . Una volta aperta gli occhi Beatrice non aveva proprio l’ iride o li non c’era traccia dei suoi occhi . Daniela vide che gli occhi di Beatrice erano vuoti come non mai e poi la vide dipingere senza nessun freno . Inizio a dipingere gli alberi neri della Foresta Nera . Poi c’ erano loro che combattevano gli Heartless e poi li davanti a loro c’ era un grande albero e li c’ era su un ramo molto alto il collare nero di Beatrix . Angela era rientrata e aveva vista sua figlia Beatrice dipingere la Foresta Oscura , loro che combattevano gli Heartless e poi li su un ramo il collare nero di Beatrix . Beatrice si risveglio e vide gli occhi molto arrabbiati di sua madre e fece finta di niente ma era troppo tardi il dipinto era li e anche se lo nascondeva Angela Ferrante aveva visto tutto e il loro inganno di due giorni fa era fallito  – Ciao Mamma in che modo posso aiutarti . Angela mise le mano una dentro il suo braccio e la sua mano dentro l’ altro braccio e fece una faccia molto arrabbiata – mi avete mentito . Sedetevi  tutti e due e ditemi cosa volevate fare prima che mi dicevate tutto . Beatrice e Daniela si misero sedute e inizio a parlare Daniela – vede non volevamo mentirle ma se dicevamo che noi andavamo li da solo in solitaria nella Foresta Oscura a prendere il collare nero di Beatrix lei non ci avrebbe mai fatto andare li e prenderlo . Angela sbatte la mano sul tavolo non molto forte – questo è sicuro che non vi avrei mandato da soli ma vi avrei fatto scortare da due persone che sono in gamba . La prossima volta che dovete fare qualcosa me la dovete dire oppure se siete in pericolo non vi posso più aiutare . Beatrice e Daniela alzarono la testa – ci dispiace lo diremo la prossima . In quel momento pure Angela era coinvolta nella loro ricerca e volle sapere tutto per poi andare in avanti con loro due –  da dove si comincia ? . Beatrice e Daniela iniziarono a dire tutto ad Angela Ferrante e cosi insieme potevano iniziare le loro ricerche .

 

The Evil Within

Alcuni Detective non credono a mostri o creature che riescono a uccidere i tuoi compagni in un momento . Ma per il Detective Sebastian Castellanos tutto cambia quando tutta la sua unità viene uccisa e lui si ritrova da sola dentro un posto e in un nuovo mondo tutto fa paura e ci sono mostri ovunque . Noi abbiamo un fucile e una torcia visto che senza quella la luce non ci sarebbe proprio . Possiamo che quella e il nostro barlume di luce e se si spegne e meglio se cerchiamo subito il modo per rivere la luce oppure i mostri arrivano e ci uccidono solo per il piacere di farlo . Mentre ti uccidono li potrai vedere con un sorriso in faccia visto che è proprio questo che vogliono . 

Quando sei da solo in un corridoio che sembra vuoto stai molto attento visto che in un qualunque momento e anche dietro di te potrebbe spuntare fuori una di queste creature e tu potresti avere la peggio .

Alcune creature possono anche correre piano ma non significa che non sia molto violenti . Sta a te fare in modo che non ti prendono oppure tutto quello che ti accadrà sarà a tuo rischio e pericolo e non si fermerà davanti a niente e inutile che tu implori .

Pure dentro l’ acqua ci sono dei mostri davvero molto feroci e pronti a fare di tutto per prendere un tuo braccio o una tua gamba . Da quando si è entrato in un mondo di tenebra devi essere crudele prima che lo saranno loro contro di te .

A un certo punto della tua indagine vedi questo quadro che ti fa paura visto che i volti dei figli sono stati coperti dal sangue . Ma la domanda che mi stavo facendo io quando l’ ho visto perchè fare una cosa del genere ? . Forse tutto questo a che fare con un indagine passata di un omicidio di due ragazzi che sono morti qui dentro e forse dopo tutto questo tempo i loro spiriti sono divenuti malvagi e crudeli e hanno deciso di fare tutto questo o peggio .

 

Esploro l’ universo di The Wolf Amazong of Us

Quando era a casa mia , in camera mia ottenni una visione . I miei occhi erano divenuti completante bianchi e le mie pupille erano bianche . Quando Aqua mi vide visto che era li per chiedermi se poteva prendere il T.A.R.D.I.S per andare in un posto . Quando Aqua mi vide si spavento un pò visto che anche se vedi una persona avere una visione in quel modo un sacco di volte . Non ti accubiti molto visto che sembra avere una crisi , ma io non stavo avendo una crisi ma stavo avendo una visione . Aqua mi vide prendere il pennello e iniziare a dipingere di un grosso lupo con dei pantaloni e in una parte erano strappati come se una delle sue vittime gli avesse fatto un piccolo taglio . Quando alla fine ripresi coscienza vidi Aqua vicino a me , io la guarda e vidi che aveva quello sguardo di paura che vedevo in una persona quando mi succedeva questa cosa . Io andai verso Aqua e le mise la mia mano sulla sua spalla destra e poi per calmarla – adesso e tutto passato . Vuoi vedere con me cosa ho dipinto . Aqua decise di vedere con me cosa aveva dipinto visto che quello poteva essere un nostro problema visto che fare morti in un mondo poteva portare guai e questo bestione peloso ne poteva portare di caos dentro questo mondo . Mi stavo facendo la domanda ma chi è . Ho seguito la storia di un sacco di favole ma di un mostro del genere non se ne fa parole e io ero stato attento a ogni loro mossa . Aqua dopo averlo visto mi chiese in modo molto gentile – vuoi un aiuto per capire chi è questo essere ? . Io presi una sigaretta e me l’ accessi e dopo un pò cercai di non buttare il fumo davanti alla faccia di Aqua visto che una delle cose che Aqua aveva imparato e lanciare acqua con le sue dita . Dopo aver buttato il fumo a sinistra le dissi in modo gentile – si vai a chiamare Pandora e Kratos visto che avrò bisogno del loro aiuto per contenere questo tipo o almeno per farci una foto e cosi mandarla a Melissa Mcarthur e cosi può avvisare tutti di questa minaccia . Non voglio altri morti dentro questo universo e non ci devono essere . Aqua andò prima in camera di Pandora che era con mia sorella minore Rain che venne pure lei con noi e poi venne pure Kratos . Kratos voleva sapere perchè lo aveva chiamato e io gli feci vedere la mia visione del futuro e cosi decise di venire con noi . Prendemmo la mia macchina e ci dirigemmo verso un vicolo abbandonato visto che la mia visione lo collocava li mentre cercava di fare del male a una persona . Pandora intervenne e gli ferì un pò la caviglia fu grazie a lei che lui ebbe quella ferita alla gamba destra . Kratos e gli altri lo tenevano fermo per fare una foto di lui e cosi fare in modo a capire contro chi abbiamo di fronte . Vedere un mostro cosi forte visto che aveva quasi ficcato i suoi lunghi artigli dentro la testa di una vittima ma grazie a Pandora , Aqua e mia sorella minore Rain non ci riusci e insieme lo salvarono visto che il danno era molto grave e solo in tre era possibile salvarlo . Io e Kratos uniti cercavamo di tenerlo impegnato per fermare questo grande e potente mostro prima che si potesse avvicinare a loro tre . Senza che io lo sapevo nella zona c’ era anche Ada Knight che ci vide li ed era venuta per fare una foto a tale mostro . Mentre io e Kratos lo tenevano impegnato lui cercava in tutti i modi di buttarci giù e alla fine ci riusci visto che si arrabbio ancora di più . Ada in quel momento fece la foto ed era perfetta . Durante tutto il tragitto per andare al vicolo Ada si chiedeva chi era questo mostro a forma di lupo visto che non poteva Luca e noi adesso avevamo solo una foto di questo tipo e lo dovevamo trovare al più presto visto che poteva fare del male a un sacco di gente . Io andai verso Ada e lei vide che noi tutti stavamo bene e alla fine dissi alla mia collega – Manda quella foto a Melissa Mcarthur e dille che deve avvisare tutte le persone del mondo delle favole di questo pericolo prima che scoppi di mano la faccenda e prima che inizi a scorrere molto sangue per queste strade pulite .

Ada con il suo telefonino mandò la foto a Melissa Mcarthur e lo fece vicino a me e vicino alla squadra visto che il mostro poteva essere vicino e cosi prendere lei o ucciderla per averlo bloccato mentre uccideva o si sfamava .

 

Cerco di riprendere un quadro da una guardia

Ero in The City la città natale di Garret il grande maestro ladro , ma la città non si doveva solo preoccupare di lui anche di guardie che spesso utilizzavano il loro lavoro per prendere soldi , quadri e spesso la virtù dalle figlie delle persone che dalle quali rubavano loro e se uno diceva loro qualcosa finiva molto male . Mentre nel mio universo c’ era l’ ospedale con le tue tecniche per aiutare i malati , qui c’era l’ ospedale ma era lontano anni luce alle conoscenze che abbiamo nel nostro universo . Andai vicino a delle guardie che avevano benuto e stavano per picchiare a morte un uomo che voleva riprendersi il quadro di sua moglia . Arrivai li e li fermai , la guardia sulla destra mi stava per dare un pugno lo bloccai e poi gli diedi un pugno nello stomaco e lui si accascio a terra . Poi tocco all’ altro , era lui che aveva preso il quadro e lui che mi poteva dare informazioni . Cosi lo presi e dissi – dove si trova il quadro ? , lui mi guardò e disse – si trova a 360 metri da te , lui non mi poteva mentire aveva la mia spada puntata alla gola . Mi occupai prima del signore e lo curai con i miei poteri e poi dissi a lui – sta bene signore ? .

Si sto bene , grazie per avermi aiutato . Adesso se lei resta in casa io le prendo il quadro che è tanto importate per lei . Se ha rischiato di perdere una mano , quel quadro deve raffigurare una persona molto cara per lei . Roberto mi disse – si , raffigura mia moglie che è morte tre anni fa . Dopo andai a prendere il quadro e li c’ erano moltissime guardie , prendere il quadro sarebbe stata una impresa se non avessi fatto piano . Se avessi fatto solo un pò di rumore o mi avesserò visto le guardie tutte sarebbero scattate li . Decisi di fare con calma , mi misi nell’ ombra , l’ ombra della notte e con calma sconfiggevo le guardie una dopo l’ altro senza ucciderle . Se lo potevo lo evitavo e portare cadeveri non mi avrebbe fatto che portare guai , alla fine su un carro c’ era il quadro che raffigurava una bellissima donna . Io la riportai a Roberto e lui fu molto contento di vedere il quadro , quando lo vide vidi nei suoi occhi che il quadro era più importante della sua vita . Roberto aveva pure una figlia , purtroppo per lei era arrivato troppo tardi e non potevo fare nienre per te neanche tornare indietro nel tempo . Andai dalla ragazza e mi misi accanto a lei stava piangendo sul suo letto , io la abbraccai e dissi – ora è passato tutto , calmati . Serena non era più felice come lo era prima le era stata privata la propria virtù da un mostro e non si poteva riporre rimedio , nessun rimedio poteva fare qualcosa . Anche io che avevo i miei poteri o la mia macchina nel tempo poteva fare niente , io però per lei potevo fare una cosa sola cioè portare via Serena da li .Serena non se ne voleva andare e dissi – Senti Serena qui non sei al sicuro e tuo padre è stato più preoccupato di un quadro a te , quindi non è meglio che vieni con me e forse ti daranno a una famiglia più generosa e tu li possa rendere orgliosi oppure stare qui e farti fare le cose peggiori e senza che tuo padre faccia niente . Devi essere coraggosa , la scelta è tua soltanto , io fino a quando non  decidi tu non posso fare niente . Serena capì che era una sua responsabiltà vivere una vita felice e cosi mi diede la mano e io la portai via da li , da quell’ inferno che lei chiamava casa . Tutti giorni solo lei lavorava , possiamo dire che suo padre da quando era morta sua madre lui era morto . Nel mondo non c’era più niente per lei e lui tutti i giorni stava li a guardare il quadro . Per me è stato brutto portare via Serena al padre , ma Serena invece di un padre che era vivo , il suo possiamo dire che era morto lo stesso giorno in cui era morta sua moglie . Roberto aveva provato due o tre volte a togliersi la vita ma per il bene di sua figlia non l’ aveva fatto ma adesso che a sua figlia le avevano tolto la sua virtù e cosi secondo lui non poteva avere un erede lui con o senza Serena tra due o tre giorni si sarebbe tolto la vità .

Faccio conoscere a Pandora i Colori

250px-AidenRender

Pandora aveva visto la foto e ne era molto felice e li aveva visto che c’ erano un sacco di colori e tutti erano bellissimi . Ma adesso grazie al mio aiuto voleva capire come siamo arrivati a vedere questi colori non solo con i nostri occhi ma sopratutto grazie a una foto – Daniel mi puoi dire come abbiamo fatto a vedere questi colori grazie a una foto . Questo discorso era lungo e quindi cercai un modo per renderlo – allora tutto è iniziato grazie a pittori che sono riusciti a vedere quanto era magnifico questo mondo e grazie alla pittura loro sono riusciti a mettere sui loro quadri questa meraviglia . Invece grazie a un invenzione nota come la fotocamera noi siamo riusciti a vedere i colori anche sulle foto . Ma prima di poter vedere tale cosa ci voluti anni , molti tentativi ma alla fine noi siamo riusciti a vedere non solo con i nostri occhi ma anche con le foto i colori . Di colori nel mondo ce ne sono un sacco e sono uno più bell’ altro . Se li unisci ne uscono fuori nuovi colori . Pandora stava seduta sul letto e stava dondolando le gambe e mi stava sentendo e non vedeva l’ ora di vedere queste cose dal vivo – voglio vedere un esempio di questo che hai detto . Pandora lo inizio a vedere con i suoi occhi e vide che era bellissimo .

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: