Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Confermate le modalità di Battlefield 4

Battlefield 4 avrà dieci mappe e sette modalità multiplayer online al lancio dell’1 novembre.

Le modalità includono le classiche Conquest, Rush, Team Deathmatch, Squad Deathmatch e Domination, oltre alle new entry Obliteration e Defuse, quest’ultima senza respawn (ironia della sorte).

 

Categorie
2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Videogiochi Wiiu

Shadow of the Eternals: Precursor Games spiega perché ha bloccato la raccolta fondi

Poche ore fa i Precursor Games hanno momentaneamente interrotto la raccolta fondi per il loro attesissimo survival horror Shadow of the Eternals, seguito “più che spirituale” di Eternal Darkness, gioco di culto uscito su GameCube.

Molti hanno visto questa cosa come una mossa per salvarsi la faccia: i fondi raccolti su Kickstarter e in parallelo sul sito ufficiale del gioco erano ben distanti da raggiungere gli obiettivi prefissati dalla software house. Il CEO Paul Caporicci ha spiegato dalle pagine di Polygon che non è assolutamente questo il caso:

«A causa del grande supporto che abbiamo ricevuto nel corso della campagna, sono affiorate nuove ed emozionanti opportunità per rendere il gioco addirittura migliore di quel che speravamo. Il miglior modo per integrare queste opportunità è di interrompere temporaneamente la raccolta fondi di Shadow of the Eternals sia su Kickstarter che sulla nostra pagina ufficiale. Presto condivideremo con voi e con la community i dettagli, appena queste opportunità saranno divenute certe»

Caporicci non ha voluto chiarire quali sarebbero queste “interessanti opportunità”, ma ha promesso di fornire tutti i dettagli entro qualche settimana. Così sui due piedi potrebbe venirci in mente che il gioco possa passare da essere indipendente a venire prodotto da un publisher importante, che ha intravisto le potenzialità del progetto. Questa ipotesi, però, non sarebbe compatibile con il fatto che la sospensione della raccolta fondi è stata definita “temporanea”. Ma d’altra parte, anche quest’ultima dichiarazione potrebbe essere solo una sorta di depistaggio in attesa che un’eventuale acquisizione da parte di una “major” dell’industria videoludica si concretizzi o meno.

Messo davanti al fatto che la raccolta fondi stava andando piuttosto male, Caporicci ha poi continuato con argomentazioni che ci sembrano piuttosto vaghe e contraddittorie:

«In realtà abbiamo visto un grandissimo supporto da parte della nostra community, e ciò si è dimostrato uno delle nostre risorse più importanti. È grazie a questo supporto che ci è stata data la possibilità di rendere migliore questo gioco, meglio di quel che avevamo immaginato all’inizio. Abbiamo già raccolto una tonnellata di feedback dai nostri fan e crediamo che la nostra abilità di soddisfare e superare le loro aspettative sia cruciale per il futuro della raccolta fondi e per il successo finale del gioco»

Quindi una raccolta fondi che andava oggettivamente male è stata sospesa per motivi ignoti, ma al tempo stesso il supporto della community è stato “grandissimo” (allora perché così poca gente ha sborsato soldi?). Per ricapitolare, i Precursor Games avevano lanciato la raccolta fondi prima sul loro sito ufficiale, lo scorso 6 maggio, chiedendo 1,5 milioni di dollari per il primo capitolo della serie episodica. Il 13 maggio, poi, era stata lanciata anche la campagna su Kickstarter, dove l’obiettivo era invece di 1 milione e 350mila dollari. Prima dell’interruzione delle due campagne, poche ore fa, gli obiettivi erano lontanissimi: su Kickstarter, ad esempio, si erano raccolti solo 128.000 dollari, meno di un decimo del richiesto.

In ogni caso, continuiamo a sperare che questo gioco si farà, e che avrà il budget più ampio possibile: stiamo parlando del seguito di uno fra i migliori giochi della sua generazione, una vera e propria pietra miliare per ogni possessore della console cubica targata Nintendo. Ricoridamo che Eternal Darkness: Sanity’s Requiem era un gioco ispirato ai racconti di H.P. Lovecraft, un titolo che mescolava elementi di azione, avventura e survival horror. Uscì nel 2002 in esclusiva GameCube.

Non riusciamo, sinceramente, a capire come le due raccolte fondi parallele per Shadow of the Eternals possano essere andate così male. Almeno finora…

Il primo episodio di Shadow of the Eternals dovrebbe vedere la luce nel 2014 su PC e Wii U. Versioni per le altre console non sono confermate ma nemmeno escluse a priori dallo sviluppatore.

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Desmond Miles Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Omicidio Pc PLaystation 4 Ps3 Storia Tempo Xbox 360

Assassin’s Creed 4: che cosa aspettarsi dal Pax East di Boston

Si sta per aprire il Pax East di Boston, evento dedicato a PC, videogiochi e non solo che si terrà dal 22 al 24 marzo. Qui, come ormai ben sappiamo, parteciperà anche Ubisoft con un padiglione tutto dedicato ad Assassin’s Creed 4 Black Flags in cui, tra gadget e intrattenimenti, verranno svelati nuovi dettagli sul gioco. Che cosa, dunque, dobbiamo aspettarci?

Tra le tante possibili informazioni che potrebbero essere trattate nel corso dell’evento, alcune sono più probabili di altre, come l’annuncio delle collector’s Edition. I preordini del nuovo Assassin’s Creed 4 sono iniziati un po’ in tutti gli store del settore dove, però, è disponibile esclusivamente la classic edition del titolo. Sebbene manchi ancora molto tempo al 31 ottobre, data nostrana della release del gioco, in molti stanno aspettando l’annuncio dei cofanetti che, puntuali come ogni anno arriveranno in vari formati (e prezzi) anche in quest’ultima avventura. Molte le immagini di probabili collector’s edition sono ultimamente trapelate, alcune in palese versione fake, altre un po’ più realistiche e la curiosità, a riguardo, è davvero tanta.

Quasi sicuramente arriverà un nuovo video: che cosa c’è di meglio se non alcune immagini inedite per una conferenza? Tanto più che la prossima settimana avrà luogo anche la Game Developer Conference (la conferenza annuale degli sviluppatori videoludici) evento che potrebbe riproporre alcune delle novità in merito.

Più difficile, invece, che nel Pax East si risolva la questione su chi sostituirà Desmond Miles nel corso della storyline presente di questo Assassin’s Creed 4: già nella realtà alternativa sviluppata dal DLC La Tirannia di Re Washington (il cui terzo e ultimo capitolo arriverà il prossimo 24 aprile) si stanno sviluppando alcune idee che potrebbero portarci a una soluzione del caso!

 

Categorie
2013 Diablo III Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Videogiochi

Diablo III: la versione PS3 in nuove immagini

Gli sviluppatori di Blizzard accorrono al PAX East per mostrare al pubblico della manifestazione videoludica di Boston delle nuove immagini di gioco di Diablo III tratte dalla versione da destinare agli appassionati di action-GDR su PlayStation 3.

In virtù del nuovo contesto consolaro su PS3 e PS4 in cui sarà chiamato a muoversi questo famoso e controverso gioco di ruolo, il titolo potrà fregiarsi di un’interfaccia di gioco completamente riscritta e di tutta una serie di aggiornamenti legati ai livelli d’eccellenza, al Congegno demoniaco, alla Potenza dei mostri e alle Schermaglie.

Come ogni porting che si rispetti, naturalmente anche Diablo III riproporrà l’inquadratura simil-isometrica, la trama, le missioni e l’impianto di gioco del titolo originario, ivi comprese le funzionalità multiplayer con un massimo di quattro utenti per lobby. Saranno presenti anche tutti i contenuti aggiuntivi (con annessi aggiornamenti migliorativi) pubblicati in questi mesi dai Blizzard: l’unica nota dolente dell’offerta degli sviluppatori di Irvine (California) riguarda l’assenza del cross-play tra gli “universi virtuali” di PlayStation Network e Battle.net.

La data d’uscita di Diablo III non è stata ancora annunciata ma, presumibilmente, dovrebbe cadere durante le festività natalizie sia su PS3 che su PS4: quest’ultima versione potrà inoltre contare su tutte le funzionalità aggiuntive riconducibili all’uso del touchpad e del tasto “Share” del DualShock 4.