Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Mondo Universo Zombi

Ada fa nell’ universo di Walking Dead Season 2: Episode 2

Adesso era possibile entrare nell’ universo di  Walking Dead Season 2: Episode 2 e decisi di andarci con Ada Knight visto che voleva andare li per vedere qualche nuovo luogo che poteva essere bello . Voleva andare li per vedere se in questo nuovo universo c’ era qualcosa che le poteva interessare . Salimmo in macchina e andammo in questo universo con una grande velocità e una volta arrivati iniziammo a cercare cose davvero molto belle . Una tra le cose che vedemmo fu una ragazzina con un martello in mano che stava per uccidere uno zombie . Ci mettemmo li vicino e Ada prese la mia macchina fotografica che era nel cruscotto della mia macchina e vide che io ci tenevo un sacco di cose li dentro per esempio una foto in cui c’era il Napoli che aveva vinto contro la Roma l’ altra volta e c’ erano molte altre cose che adesso non vi dico . Ada aveva in mano la mia macchina fotografica e mise lo zoom adatto e fece la foto in modo perfetto . Prima di andare Ada Knight voleva vedere se la ragazzina che stava facendo tale pazzia ce la faceva . Clementine aveva colpito lo zombie ma non era ancora morto e stava per colpire la ragazzina . Ada in fretta e furia prese la pistola che aveva vicino al suo seno sinistro e fece un foro enorme nella testa dello zombie . Noi lo potevamo fare visto che dovevamo proteggere chiunque e anche una ragazzina da uno zombie .

 

Categorie
5535 Cattedrale Gabriella Griffiths Shadow Black

Gabriella Griffiths impara a controllare i poteri con l’ aiuto di K.A.R.E.N

Gabriella si era risvegliata insieme a Shadow Black e non aveva sentito nessun dolore né fisico né mentale . Se il Tuffo nel Cuore va male distrugge tutto quello che c’ e nel tuo cuore , distrugge il cuore , il tuo corpo e la tua mente ma se tutto va come programmato ti aiuta a superare tutto anche le tue peggiori paure . Gabriella si riposo un po’ visto che quello che aveva fatto era stato molto pensante non solo nel modo fisico ma anche mentale si riposo tre ore buone . Una volta riposata andò da sola nella Sala degli Allenamenti e inizio a pensare cosa fare con i suoi poteri e come prendere il loro controllo . Il primo potere che provo fu quello della telecinesi e fece alzare da terra per poco un bilanciere che era li per terra . Ci provo di nuovo e non ci riusci , il bilanciere non si alzo nemmeno di un metro da terra e questo era dovuto al fatto che Gabriella si concentrava con la testa e non con il cuore come diceva molte volte Shadow Black . K.A.R.E.N vide che Gabriella stava facendo tutto da sola e capì che cosa voleva fare cioè capire da sola e senza nessun aiuto come controllare i suoi poteri , voleva fare da sola per fare in modo che fosse autonoma ,per far capire agli altri che non era più quella bambina che era a Whitechappel , ma che era cresciuta ed era divenuta una persona nuova . K.A.R.E.N vedeva che Gabriella ci metteva tutta se stessa per fare questo cambiamento e non ci riusciva e non capiva come mai .

K.A.R.E.N alla fine decise di apparire dietro a Gabriella come un ologramma e le disse con calma – Senti se vuoi che i tuoi poteri funzionano devi smettere di pensare con la testa e iniziare a pensare con quello che ti batte nel petto . Quello che ti fa battere il corpo , quello che fa scattare l’ adrenalina che ti fa sentire viva quando scatta dentro il tuo cuore che batte . Devi lasciare perdere il fatto di pensare con la testa e pensare con quello che ti fa restare viva cioè il tuo cuore. Gabriella aveva provato tutto e alla fine decise di provare questo che aveva detto la I.A K.A.R.E.N . Aveva detto tra se e se “ Se ci provo non perdo niente “ e cosi provo e quando provo il cuore aperto e svuotando la mente e non pensando a niente il bilanciere si alzo . Shadow Black era li nell’ ombra e aveva visto e sentito tutto e non era per niente arrabbiato , anzi era felice che Gabriella aveva scoperto di potersi fidare del suo grande cuore che gli batteva nel petto e se solo si fidava di quello Gabriella poteva fare tutto quello che voleva . Dopotutto quando una persona cara a noi e in pericolo , il nostro cuore scatta e risveglia qualcosa dentro di noi e cosi possiamo tutto quello che serve per proteggere quella persona a cui teniamo tanto .

Shadow Black era felice di sapere che tra Gabriella e la I.A K.A.R.E.N si è sviluppato un rapporto di fiducia ed erano divenute amiche davvero molto intime e a Gabriella serviva parlare con qualcuno che non fosse solo Shadow Black . 

Categorie
Befana Gabriella Griffiths Ladra Shadow Black

Shadow Black cura le ferite di Gabriella Griffiths

Anche se Gabriella Griffiths anche se aveva qualche piccolo dilemma se voleva diventare una ladra e alla fine dopo aver visto delle cose davvero molto brutte. Vedeva dei ragazzini e ragazzina che erano nella sua stessa situazione e quindi alla fine decise di farlo per salvare quei ragazzini da situazione molto brutte . Gabriella sotto il nome della Befana vedeva bambini che avevano tremore alle mani , ferite su mani , braccia e alcune che fanno orrore . Quei ragazzini erano nella sua stessa situazione dopotutto pure lei è successa qualcosa di brutto visto che veniva violentata dal padre . La madre diceva alle figlie con uno sguardo fiero come se fosse un onore fare questa cosa ma non lo era affatto – lo si deve fare per andare in paradiso . La Befana nella sua vita ha avuto molte ferite sulla schiena , bruciature , ferite . Alcune di queste ferite non sono guarite totalmente , alcune era talmente fatte per durare negli anni per farla ricordare che lei non doveva più tornare in quella casa e se lo avesse fatto sarebbe morta con la gola tranciata in due . La Befana dormiva ma non molto bene per colpa di tutte le sue ferite che erano sulla schiena . Shadow Black aveva visti solo i lividi spirituali ma non quelli sulla schiena , li teneva nascosti per non dare nessuna spiegazione . La Befana li nascondeva con i cosmetici e aveva fatto tutto per nasconderli ma dopo una settimana i trucchi finirono e la Befana mise la maglietta che le copriva tutta la schiena e andò a fare colazione . Shadow Black inizio a fare colazione con Gabriella e vide che la sua schiena era tutta coperta e capi che c’ era qualche problema nella schiena di Gabriella . Shadow Black guardo Gabriella con questa maglietta e si mise dietro Shadow Black e vide con i suoi occhi attraverso la maglietta e vide bruciature e ferite molte gravi . Shadow Black aveva visto ragazzini e ragazzine con ferite ma quello che c’ era sulla schiena della Befana era davvero molto brutto e si mise le mani dentro i capelli per far capire che la situazione era molto grave . Shadow Black fece alzare dalla sedia Gabriella dopo che aveva finito di fare una buona colazione e la porto in infermeria e la fece stendere su un lettino . Shadow Black guardo Gabriella che era su un lettino e le disse – togliti la maglietta e adesso ti levo tutte le ferite che hai sulla tua schiena . Shadow Black cerco in tutte le parti della farmacia una siringa e poi prese un po’ del suo sangue . Shadow Black stava andando verso Gabriella con una siringa in mano , Gabriella quando vide la siringa scappo dal lettino . Shadow Black la blocco e gli inietto la siringa nel braccio e la Befana torno sana come un pesce e tutte le ferite e tutte le malattie che aveva erano sparite . La Befana aveva paura delle siringhe e poi le fece molto male il sedere , ma la schiena stava davvero molto bene . La Befana era scesa dal lettino e si mise la maglietta con calma , Shadow Black guardo la Befana con uno sguardo molto severo sopratutto per il fatto che lei aveva coperto le ferite con i cosmetici – Gabriella la prossima volta che hai qualche ferita dimmelo subito , non coprire tutto con i cosmetici , io sono qui e sono un tuo amico e di me ti puoi fidare di me .

La Befana non era molto contena di ricevere una ramanzina da Shadow Black , ma un po’ si e le disse con calma – non volevo nascondere tutte le ferite ma non sapevo se fidarmi o no di te e questo il punto . Shadow Black sapeva che la Befana veniva in un posto in cui si doveva combattere da solo e quindi non si poteva fidare molto delle persone – Adesso ti puoi fidare una persona di me , non come facevi li a Whitechappel . Ma adesso con me sei al sicuro . 

Categorie
Detective Emily Brown Francesca Francesco Russo Kara King Laura Russo Mara Russo Marina Melissa Mcarthur Morgana Tamara

Melissa Mcarthur parte 6

Kara King si era svegliata verso le 6 , si fece una bella doccia calda e poi una volta vestita e fatta una buona colazione si mise subito al lavoro . Kara prese una borsa e ci mise tutto l’ occorrente che le poteva servire per quel lavoro , era davvero molto importante se gli Osservatori erano venuti da lei per fare questa cosa significava che era davvero molto importante e se mandava a monte questo lavoro gli Osservatori non si sarebbero più fidata di lei quindi se non avesse salvato Melissa Mcarthur non avrebbe perso solo il suo lavoro ma anche la sua vita . Usci da camera sua e poi si mise subito a cercare Melissa Mcarthur e la trovo nel suo appartamento e la prima cosa che fece fu fare una foto di lei e seguirla e cercare di capire la sua giornata quotidiana . Per Emily Brown e per il suo nuovo amico noto come Il Cavaliere Nero potevano attaccare in ogni momento della giornata e a loro non importava se era pronto o no .L’ unica cosa che Emily Brown voleva era vederla morta e questo per il Cavaliere Nero era l’ unica cosa importante , da lei traeva forza e rabbia e viceversa . Emily Brown era molto cambiata da quando lei era passata con il Cavaliere Nero , aveva tolto tutti dalla sua vita per fare spazio unicamente all’ eliminazione di Melissa Mcarthur . Kara inizio a seguire Melissa nel suo Dipartimento e li dovette fare finta di niente per quello che è successo a casa sua . Quello che era successo a casa sua era orribile e nessuno ci poteva fare niente e sopratutto lei non ne poteva parlare con nessuno perché quello che è successo li è orribile e se qualcuno lo sapesse lei non avrebbe più una vita e per questo non disse niente nemmeno a Laura la sua migliore amica e patologa forense . Poi si mise alla sua scrivania e penso alla visione che ieri aveva avuto e si stava chiedendo sarò uscita pazza oppure no , lo devo scoprire . Andò a scuola dove era stata rapita Francesca Russo questa piccola ragazzina di 9 anni , Melissa prese la foto dalla sua giacca rossa e disse – questo piccolo angioletto e stata rapita davanti a tutte le persone e sicuramente nessuno mi vorrà dire molto . Kara che era vicino a Melissa vide la foto e poi chiamo Settembre il capo degli Osservatori – Vorrei sapere informazioni su una ragazzina di 9 anni nota come Francesca Russo e non voglio altre domande o altro . Voglio tutte le informazioni oppure lascio il caso e questa cosa ve la dovete sbrigare voi sono stata chiara . Settembre alla fine decise di dire a Kara tutto quello che che sapeva su Francesca Russo e disse – grazie adesso so come procedere . Grazie alle informazioni e grazie a un piano ben congegnato Kara fece un piano per far sapere a Melissa Mcarthur l’ubicazione dei criminali e della ragazzina . Il piano di Kara era fare questo cioè andare li nel Dipartimento di Polizia dove lavorava Melissa , entrare li e dire che sapeva dove trovare i criminali che avevano portato Francesca Russo , quali armi avevano e chi erano le persone che avevano fatto tale cosa e sopratutto perché . Melissa era li nella scuola dove Francesca era stata rapita ma come sapeva prima di entrare li dentro e interrogare gli amici di Francesca nessuno aveva visto con certezza le due persone che si erano spacciate per amici di Francesco e Mara Russo . Come dare torto ai bambini loro volevano solo tornare a casa e l’ andata via di Francesca con i suoi rapitori è stata rapida e cosi nessuna li ha potuta vedere in volto e nessuno ha potuto dire qualche particolare . Melissa Mcarthur per quel caso era nel buoi più totale , era in un baratro vuoto senza avere niente . Kara invece era a casa sua e stava li a fare in modo che la sua storia fosse la più credibile possibile . Kara doveva dare tutte le risposte giuste e non doveva vacillare per nessun motivo , se falliva nel fare il finto testimone non era in gioco la sua vita ma quella di una ragazzina di 9 anni che era spaventata a morte e nessuno le diceva cosa succedeva e lei visto che è piccola non capisce ma non è colpa ma colpa di suo padre e di sua madre . Francesco e Mara erano due criminali che negli anni avevano fatto affari con gente molto pericolosa , negli anni avevano deciso di smettere di fare questa vita pericolosa sopratutto perché un giorno Mara diede la notizia più bella al mondo che lei era incinta . Francesco fu molto felice e alla fine smisero questa vita e iniziarono a vivere come delle normali persona . Francesco e Mara alla fine decisero di andare al Dipartimento di Polizia e disse a Melissa Mcarthur – ci arresti , noi due abbiamo fatto del male a moltissime persone e per colpa nostra che Francesca è in pericolo . Melissa prese le manette arresto Francesco e Mara e li separo , uno fu portato in una camera di interrogatorio e sua moglie in un altra . Confessarono tutto quello che avevano fatto , Melissa chiese molto cose a Francesco e poi fece una domande – Perché vi siete fatti arrestare ? . Francesco anche se le mani incatenate si mise la mano sul cuore e disse – io e mia moglie ci siamo costituiti per salvare nostra figlia . Noi due vi daremo i nomi di tutti i nostri nemici e insieme vi aiutiamo a cercare di capire chi ha preso nostra figlia . L’ elenco che Melissa fece insieme a Melissa era lunghissimo e quello era il numero dei nemici , controllarli tutti sarebbe stata un impresa e ci sarebbe voluto davvero molto tempo e il tempo era una cosa che Francesca non aveva . Se quelli che avevano preso Francesca erano loro nemici se non si muovevano in fretta chissà cosa avrebbero fatto a Francesca . Kara grazie all’ aiuto degli Osservatori che l’ avevano portata li e le facevano vedere tutta la scena e cosi capì chi erano i nemici , che armi avevano e dove erano e che Francesca era viva e vegeta . I tre uomini erano ben armati con Ak 47 ed erano pronti a utilizzarli contro chiunque si muovesse . Il loro capo era una donna ed era un ex militare il suo nome era Morgana , nessuno sapeva il suo cognome lo aveva perso e non se lo ricordava più e non lo voleva riavere . Le altre persone che erano con lei ed erano pure loro ex militari ben addestrate e pronte a uccidere Francesco e Mara per quello che gli avevano fatto . I loro nomi erano Marina e l’ altra era Tamara , solo con i nomi si chiamavano e non voleva essere chiamate per cognome in nessun modo , loro tre erano amiche da sempre e prima di andare nel servizio militare loro erano state in una casa famiglia con una madre che era un mostro e esigeva da loro il suo rispetto e se non lo facevano lei gli spezzava le mani . Il servizio militare per loro fu come un modo per fuggire da quell’ inferno noto come “ Casa “ . Durante i loro anni loro divennero delle mercenarie e fecero affari con Francesco e Mara Russo , fecero affari con loro per molto tempo ma un colpo fini male . Loro finirono dentro e Francesco e Mara Russo se ne andarono via come piccioni con 50 mila , quei soldi erano stati utilizzati per avere una nuova vita e fare in modo che Francesca non nascesse in queste cose bruttissime come avevano fatto loro . Stavano provando a cambiare i futuro questo caso era divenuto molto di più e Melissa non lo voleva abbandonare in nessun modo . Kara alla fine era pronta e decise di andare li e disse – Ho informazioni molto importanti nel caso di Francesca Russo . La poliziotta fece venire Melissa e cosi Kara inizio a dire a Melissa tutto quello che sapeva per intervenire li dentro e cosi sconfiggere Morgana , Martina e Tamara . Mandarono li tutte le unita disponibili e chiamarono le forze speciale e furono loro ad intervenire ed a mettere fuori gioco queste tre mercenarie che chissà cosa avevano fatto nella loro vita . Spesso chi decidi di essere dipende dai propri genitori e purtroppo in rari casi le persone che pensano di essere diverse da chi è stato violento con loro non è cosi e diventano esattamente come loro . Laura visito la bambina e vide che era sana e salva e non le avevano torto un capello e Morgana disse alla Dottoressa Laura – saremo pure delle criminali ma noi non avremo mai alzato le mani contro una bambina , noi volevamo solo uccidere i suoi genitori e non uccidere Francesca . Laura vide che la bambina aveva mangiato , bevuto e loro l’ aveva trattata con una umanità incredibile . Melissa era felice di sapere che Francesca era sana e salva e questo dovette ringraziare Kara King che non doveva intervenire in questo modo ma spesso ma uno pensa di sapere troppo l’ universo cambia e spesso quello che noi avevamo deciso di fare non lo possiamo più fare e noi dobbiamo cambiare i nostri piani . Ma anche se il piano di Kara non era questo lei in un modo o nell’ altro aveva salvato una ragazzina ma adesso doveva stare attenta perché Emily Brown e Il Cavaliere Nero avrebbero attaccato in ogni momento e ogni secondo e Kara non doveva perdere tempo e salvare subito Melissa da questa minaccia perché loro avrebbero utilizzato tutto per fare quello che avevano in mente e neanche se uno si metteva davanti a loro non si sarebbero fermati anzi uccidevano pure chi era davanti al loro obbiettivo . Francesca con calma e pazienza ci chiese se poteva vedere i suoi genitori , Melissa lo fece e tolse a loro le manette per fare in modo che Francesca non li vedesse cosi e poi loro due spiegarono la situazione cioè che lei non li avrebbe potuto vedere per molto tempo e poi Mara chiese a Melissa – devi trovare una famiglia per Francesca ,una buona e senza che come noi abbia una relazione con il crimine , lei deve essere al sicuro e noi l’ abbiamo messa solo in pericolo . Facci solo questo favore e la nostra ultima cosa che dobbiamo fare prima di andare in prigione e non poter mai più vedere il vostro della nostra amata Francesca .Melissa alla fine disse – certo , se questa è la vostra ultima richiesta allora provo a fare di tutto per Francesca e se non ci riesco la adotto io stesso e le cerco di dare un futuro io stesso . Sentire quelle parole fu un sollievo per Francesco e Mara Russo , ma adesso sapevano che sulla loro figlia c’ era una persona buona e gentile e sopratutto una persona che avrebbe dato a Francesca un nuovo futuro e senza essere legato al mondo del crimine .

 

Categorie
2013 Allenamento Landris Mondo Parlare con la Rete Parlare con Rebecca Schiava Shadow Black Spazio Tempo Universo

Rebecca disperata per la morte di Gabriele

Dopo essere tornata a casa e aver pianto sul corpo di suo fratello Gabriele che era molto per salvare la sua dolce sorellina da quel mostro che non disse il suo nome , non disse niente . Uccise Gabriele e basta , senza pensarci due volte , lo fece e basta , quanto a Rebecca non lo fece , nessuno lo sa perchè non uccise la ragazzina o non fece come gli aveva detto qualcuno di portala sul pianeta Landris dove si commerciavano schiave sia belle , sia brutte . Forse perchè non gli andava o forse perchè vide la ragazza negli occhi e vide che se andava in quel posto cosi brutto , lei non sarebbe mai tornata viva . Visto che in Landris , gli schiavi vengono trattati peggio , nel senso vengo frustati , le persone gli fanno delle cicatrici sul qualunque parte del corpo e poi ridevano , facevano quelle cicatrici perchè non dovevano essere più belle dei loro padroni . Una volta ho visto una cosa del genere e Sarah la Fenice Rossa mi vide che stavo per intervenire , ma mi blocco e disse – non puoi intervenire ? io la guardai negli occhi – che succede se intervengo ? e lei mi disse – vieni uccisa davanti a tutta questa persona , senza nessuna possibilità di sopravivvere , per favore non fare niente .Purtroppo dovetti stare fermo , senza poter far niente , vidi una persona intervenire quello che vidi fu peggio di qualunque altra cosa che ho visto . Delle persone preserò la ragazzina e anche  l’ uomo che stava provando a prendere la ragazzina per portala via da quel luogo disumano  , altri disserò – mettegli dritta la testa e fategli aprire gli occhi . Gli uomini lo tenevano fermo li e poi davanti agli occhi dell’ uomo ucciserò la sua bambina senza poter far niente .Anche se loro avevano ucciso una ragazzina innocente o una donna , nessuno verrà arrestato li , perchè li c’ e una persona che fa leggi e se qualcuno prova a fare qualcosa lui li uccide con i poteri dell’ oscurità senza nessuna pietà . Sarah la Fenice Rossa mi disse – non potevi fare niente per salvare la ragazzina . Rebecca che era tornata in camera sua era disperata , stava sul letto a pensare a suo fratello morto e lei e stata inutile , non ha potuto fare niente . Inizio a piangere moltissime lacrime , il suo pianto er infinito e senza tregua , neanche la notte finiva . La madre andò li a coccolare la sua piccolina , cercò di risollevarle il morale perso dopo quella missione nella quale lei è tornata viva e lui no . Per questo Rebecca si sentiva in colpa , alla fine dopo diversi giorni il fantasma di suo fratello arrivò e disse – sorellina smettila di sentirti in colpa , non potevi fare niente per , non potevi salvarmi , non avreti potuto fare proprio niente . Alla fine lei si addomentò e nei suoi sogni apparì Shadow Black . Rebecca ebbè un pò paura e disse a lui che era davanti a lui – cosa vuoi da me ? eShadow Black disse – voglio farti diventare una persona forte , decisa , sempre pronta ad agire e non impotente come quel giorno in cui è morto tuo fratello . Comunque condoglianze . Rebecca disse – come vuoi diventare forte , voglio sapero . Shadow Black disse – voglio darti dei poteri , dei grandi poteri . Rebecca disse – forse stai scegliando la persona sbagliata , non ho fatto niente per aiutare mio fratello . Shadow Black le disse – alcune volte non fare niente è la cosa più saggia , voglio dire hai fatto bene a scappare , non potevi fare niente contro quel tizio . Rebecca disse – se mi alleno sia con questi poteri , sia fisicamente , sia mentalmente pensi che un giorno potrò diventare una persona forte , pronta a tutto . Shadow Black – non lo so , devi solo credere in te stessa e solo tu potrai sapere se ci riuscirai oppure no a superare questo brutto momento . Rebecca alla fine decise di non piangere più , inizio ad allenarsi , a diventare più forte sia fisicamente sia mentalmente . Il padre vide che sua figlia Rebecca non era più quella ragazzina che non riusciva a fare niente , lei era in gamba ed era diventata molto forte . Lei voleva esserlo sia con i poteri sia senza .

Categorie
2013 Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Racconto

Alyssa ferma uno stupro su una giovane ragazza

Alyssa è andata a lavorare all’ ospedale , perché quel giorno avevo molti pazienti da visiti e da curare . Il primo paziente era un ‘uomo di mezz’età che per il troppo fumo aveva il cancro ai polmoni , quindi mia sorella Alyssa anche un po’ amareggiata non poteva fare niente . L’ unico modo per salvare la vita a quel paziente era mandarlo in chirurgia e farlo operare , se il cancro era molto piccolo c’è la poteva fare se era grande avrebbe avuto il 50% di possibilità di farcela . Il Secondo paziente era una ragazza che non era tanto grave , lei era li solo perché aveva avuto una piccola botta alla spalla ed era li per curarla .La pazienta di nome Sara diceva alla madre che non era niente , ma la madre prudentissima , aveva deciso di portare la figlia all’ospedale Saint Mary . Il Terzo paziente era una ragazzina a cui avevano sparato al cuore ed era andata in coma . Anche se i chirurghi poteva togliere il proiettile dal cuore , per lei non ci sarebbe stata niente da fare . Ma Alyssa avrebbe potuto cambiare la situazione di quella ragazzina e quando nessuno era nella stanza e nessuno poteva vedere Alyssa utilizzare i propri poteri , decise di curare quella ragazzina con i suoi poteri di guarigione . Dopo pochi minuti la ragazzina si riprese e stava benissimo , la madre teneva la mano della figlia e la figlia chiamò la madre . La madre si sveglio e abbraccio la figlia , dopo aver salvato la figlia di quella madre disperata , lei se ne stava andando a casa a riposarsi un po’ . Quando lei verso un bar per prendersi qualcosa da mangiare e ci andò con la sua moto . Una vota preso un cornetto al cioccolato e una bella tazza di caffè non molto bollente , lei senti dietro l’ angolo una ragazzina di nome Laura Russo che sta gridando . Un uomo di 27 anni , capelli neri e lunghi , maglietta nera e pantaloni blu e scarpe nera , lui aveva iniziato a violentare quella giovane donna . Alyssa si precipito li e gridò a lui – Polizia , mani in alto , l’ uomo inizio a scappare ma mia sorella fu più veloce di lui , prese le manette e l’ arresto . Poi andò verso la donna ancora sotto shock , cercò di farla calmare e la portò a casa sua che non era neanche tanto lontano . Prima di arrivare a casa sua , la ragazzina guardò mia sorella negli occhi e disse – Io sono Laura e mia sorella disse a lei – io sono La Dottoressa Alyssa Saintcall . Una volta arrivati a casa sua , la donna ancora in stato di shock , si andò a prendere un po’ d’ acqua . L’ acqua però non la fece calmare , anzi la fece agitare di più e poi dopo quando si mise a sedere e cerco di raccontare come erano andate le cose , inizio ad avere un po’ di confusione . Prima della confusione ,c’ era l’ ansia , inizio ad essere agitato e per questo mia sorella per farla calmare gli fece un po’ di tè . Poi gli chiese a lui – quanto zuccherò vuoi ? , Laura rispose – due zollette di zucchero . Laura inizio a bere con molta calma il tè .Anche se un po’ si è calmata , in lei c’era della confusione , non riusci a raccontare bene le cose a mia sorella , poco dopo qualche minuto senti un po’ di intorpidimento alle mani , le sentiva ma era come se qualcosa le impediva di muoverle . Lo stupro fatto da questa ragazzina non è avvenuto completamente , seno la sua situazione sarebbe stato peggiore . Alyssa decise di rimanere con lei fino a quando lei non si sarebbe calmata un po’ , Senti ho deciso di fare questo , di rimanere con te fino a quando non ti calmi – disse a Laura . Laura disse a lei ancora sempre shoccata disse – va bene .  

Categorie
2013 2014 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie dal Mondo Pattinaggio sul Ghiaccio

Carolina Kostner sfida le russe per il quinto titolo

Firenze, 25 gennaio 2013 – Solo chi era a Vancouver, nella notte in cui Carolina Kostner precipitava in continuazione sul ghiaccio, forse può comprendere appieno il senso di una resurrezione sportiva che poi è anche realizzazione di un sogno umano e professionale.

Perché tre anni fa, in Canada, la carriera della pattinatrice sembrava mestamente consegnata all’album delle illusioni: sì, d’accordo, da ragazzina aveva alimentato speranze, però poi aveva mantenuto ben poco… A distanza di nemmeno trentasei mesi, la Kostner è la campionessa mondiale in carica e da oggi a Zagabria si esibisce per conquistare quello che sarebbe il quinto titolo europeo. Da Incompiuta a Fata vincente, passando (anzi, danzando) attraverso il deserto dell’anima, perché nulla come la sconfitta assicura la solitudine. Adesso, Carolina è scampata alla sindrome dell’isolamento.

‘Per me’. Nella capitale della Croazia si gareggia a livello continentale, ma la competizione può ben essere considerata una sorta di prologo della Olimpiade bianca del 2014. Anche perché arrivano dalla Russia le nuove sfidanti della azzurra. «Tuktamisheva e Sotnikova — racconta Carolina — hanno quasi dieci anni meno di me, sono ancora minorenni. Un po’ mi rivedo in loro, nel loro entusiasmo. Poi , da avversaria, mi auguro che avvertano la tensione…».

La Kostner ha vinto molto, vorrebbe aggiungere altre perle alla collana dei successi, ma non è più schiava della ossessione. «Ho trovato un equilibrio interiore da quando ho capito che pattino per me stessa, non debbo dimostrare nulla a nessuno. Sono serena, non sarà una medaglia in più o in meno a cambiarmi la vita».

Oggi, nel programma corto, Carolina si esibirà sulle note della colonna sonora di ‘Frankenstein junior’. Domani, gran finale con il ritmo del ‘Bolero’. Ieri frattanto storico bronzo per Stefania Berton ed Ondrej Hotarek che hanno conquistato la prima medaglia italiana nelle coppie d’artistico ad una rassegna continentale.

Categorie
Alieni Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kyra Saintcall Oliver Saintcall

Insieme alla mia famiglia dico a Pandora un mio segreto

250px-AidenRender

Noi tutti eravamo lì in cucina e con noi c’ era la piccola Pandora . Prima di dire questa cosa a Pandora , guardai mia zia Kyra e poi mi avvicinai – le posso dire il mio segreto ? . Lei sa degli dei e quindi lei è una ragazzina dalla mentalità molto aperta e quindi saprà accettare non solo me ma anche voi . Kyra sapeva che era tutto vero visto che pure loro mi avevano aiutato a trovare Pandora e cosi mi lasciarono dire questa cosa a Pandora . Ci sedemmo tutti quanti e senza nessun pelo sulla lingua – noi siamo alieni . Pandora era li e aveva sentito questa cosa e poi ci guardo in faccia – per me non fa nessuna differenza , visto che vi vedo in modo normale e voglio far parte di questa famiglia . Ma non so cosa significa e quindi forse non sono tanto sconvolta perchè non so cosa significa alieno e non so molte altre cose . Quindi me lo dovete spiegare voi e poi forse capire cosa volete dire e forse dopo averlo saputo sarò sconvolta oppure non cambierà niente tra me e voi . Kyra con il suo potere di leggere le bugie aveva letto le parole di Pandora e videro che erano sincere – adesso noi ti spieghiamo tutto e cosi capirai tutto e nel futuro saprai tantissime altre cose .