Categorie
Bambine Irisa Prince Jenna Nave Spaziale Nemici Orfanotrofio Ragazzine Salvare Spazio Terra

Irisa Prince arriva sulla Terra

defiance103-1

Irisa Prince era li dentro la navicella con una coperta sopra il suo corpo per farla restare calda . i nemici dei Votan videro questa nave spaziale andare verso la Terra e cercano di fermarla a ogni costo . Capirono che stava andando sulla Terra visto che studiarono il computer che era li . Ogni nave si mise al suo inseguimento e cerco di abbattere quella nave ma all’ improvviso arrivo una pioggia di asteroidi e nascose la nave spaziali . Le navi dei nemici vedevano solo rocce ma mai la nave spaziale in cui c’ era la piccola Irisa l’ unica persona che era viva e vegeta e poteva dire di essere sopravvissuta al massacro dei Votan . Irisa non si era svegliata e la nave stava andando li dove doveva andare cioè in un punto imprecisato sulla Terra e a saperlo era solo James Prince e Lorelai , ma i nemici non lo seppero mai visto che non sapevano leggere la lingua dei Votan sopratutto la lingua degli Irathiens  . Gli asteroidi avevano salvato Irisa Prince ma adesso la stavano mettendo in pericolo . La nave inizio a precipitare e con calma Irisa si sveglio . Vide che era dentro una nave spaziale e li c’ era un altro pianeta , ma poi si giro e vide che la nave stava precipitando li . La nave spaziale di Irisa andò a finire dentro un orfanotrofio proprio nella soffitta di quel posto . Tutti sentirono il rumore ma nessuno si mosse visto che ci stava andando una giovane donna di 25 anni , molto carina con gli occhi neri e lo faceva per vedere se era tutto apposto oppure qualcuno era rimasto ferito . Una volta in soffitta vide una nave spaziale e li dentro c’ era una ragazzina svenuta . Jenna prese un estintore e distrusse i vetri della nave spaziale che era a terra visto che per colpa dello schianto era stato distrutta la parte di sotto della nave . Jenna fece uscire la ragazza in tempo visto che poi la nave inizio a dire ” Protocollo di Autodistruzione ” . Jenna aveva tra le braccia Irisa e poi fece uscire tutti quanti dall’ edificio . In pochi minuti il palazzo fu distrutto e Irisa era sana e salva ma era svenuta e non sapeva dove era .

Categorie
Ada Knight Creativi Creativi Principale Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto

The Tomorrow Children

MrAngry_grill

Una volta saliti in macchina e andando verso il mondo di The Tomorrow Children . Una volta entrati dentro il portale vedemmo una ragazzina con un zaino dietro le spalle e stava vedendo una faccia enorme e poi dietro di lei c’ erano delle bombe che cadevano

I Creativi per far diventare questi bambini più forti . Hanno fatto in modo che loro possano diventare più forti .

Questi bambini che stanno cercando di dare un futuro a tutti si devono scontrare controdei nemici che sono belli grossi

Una ragazzina stava vedendo se le persone della sua città sono tutte vive oppure sono morte

Ecco una delle ragazzina che diventando più forte

Dietro a un posto per vedere c’ erano delle bombe e li c’ era la ragazzina che stava vedendo se li dentro qualcuno sarebbe o se li veniva un mostro e cosi poteva mettersi a lavoro e ucciderlo

Dentro questo grande mondo si trovano anche tesori

Tutti i soldati devono avere un comandante che da loro gli ordini . E forse questo uomo con i baffi dagli ordini a questi bambini

In questo mondo vidi alcune con Ada e una tra questi e stata la sconfitta di una bambina e di una città . La bambina non ci era riuscita e la sua intera città era morta

Ecco che una ragazzina con un suo potere mette a terra un grande nemico

Ecco la bambina che vede il nemico arrivare da lontano

Ecco un altra bambina che si trova vicino a razzo o a un missile e sta li a vedere qualcosa che è davanti a lei

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Chicago Chicago PD Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto

Chicago P.D – Chicken, Dynamite, Chainsaw

Quando c’ e un rapimento in corso c’ e sempre una scadenza e alla fine non si fa più nulla . Angela era li nel suo ufficio e senti che a Chicago due teenager sono state rapite  . Adesso devono essere trovate oppure alla fine della scadenza può succedere di tutto a quelle ragazzine . Grazie a una fonte attendibile riescono a trovare il rifugio di queste persone . Halstead , Antonio e Lindsay sono li dentro quella casa . Ma secondo qualcuno glielo ha detto e se ne sono andati . Voight porta nel commissariato i padri delle due ragazzine perchè vuole capire come mai sono state rapite . In ogni rapimento c’ e sempre un motivo e pure in questo ci deve essere . Una volta arrivata alla cada vedemmo che una delle due ragazzine era stata colpita e lasciata li . Antonio e gli altri aiutavano gli infermieri a metterla dentro l’ ambulanza

Voight e uno della sua squadra sta dentro la macchina e forse sta vedendo qualcosa di sospetto

Due agenti della Intelligence stanno controllando un posto per vedere se li ci sono le ragazzine

Antonio e Lindsay intervengono dentro la casa

Voight sta dentro una scuola e li c’ e un uomo a terra . Forse gli sta chiedendo qualcosa prima che lui possa morire

Antonio sta guardando la vittima dietro le spalle per vedere se ha qualcosa

Halstead e Lindsay stanno vedendo qualcosa

Categorie
Clara Saintcall Deadseck Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kratos Pandora Rain Saintcall

Clara Saintcall conosce Kratos

Come vi ho detto adesso Kratos non è più dominato da una grande rabbia visto che adesso lui non ha più a che fare con gli dei dell’ Olimpo che gli hanno fatto distruggere la sua vita . Ma lui ha adesso ce la una nuova vita e ha una persona a cui è legato molto e questa è Pandora . Clara sapeva di Kratos visto che pure lui senza saperlo si era imbattuto nei Deadseck e stavano per uccidere una donna e Kratos visto che adesso ha deciso di essere un eroe davanti agli occhi di tutto e per questo la salvo . Ha visto il bene che ha fatto agli altri anche se aveva fatto del male però anche con il suo comportamento aveva portato del bene nel mondo visto che aveva tolto i mali dal corpo degli dei che erano tramite Zeus che voleva uccidere Kratos visto che si era messo contro di loro . Kratos era andato ad aggiustare la mia macchina visto che aveva preso il gusto di modificare le auto e correre nelle corse clandestine . Non ci mise molto a fare le modifiche visto che con la sua forza poteva alzare la macchina con una mano sola e ci mise con calma il NOS e poi fece i diversi test per capire se erano stati messi bene oppure no visto che lui voleva vincere e non perdere contro chi sfidava . Clara era scesa nel garage per vedere se c’ era qualcosa che poteva fare e li c’ era Kratos senza maglietta ed era sotto la sua macchina che li stava mettendo visto che si era fatto in due uno per tenere la macchina alzata e il suo io originale sotto la macchina per mettere i cavi e i bulloni . Visto che Kratos non ci arrivava al cacciavite stella Clara glielo prese dalla cassetta degli attrezzi e gliela passo . Kratos da sotto vide questa bellissima figura femminile e posso dirvi per certezza se Kratos e Clara non fossero imparentati si sarebbero messi insieme e non ci stavano male . Kratos si tolse da sotto la mia macchina e non la guardo con uno sguardo di odio ma con uno sguardo tipo per dire “ chi sei tu ? . Clara diede la mano destra a Kratos e si presento dicendo – io sono Clara Saintcall e molto bella questa macchina , mi piacciono le cose che vanno veloci . Kratos strinse la mano a Clara che stava toccando con la mano destra la sua macchina e poi dal nome capì che doveva essere una mia sorella e oltre – Piacere di conoscerti io sono Kratos e tu devi essere una sorella di Daniel . Vedo che ti piace la mia macchina se vuoi programmo un bel test al computer la mandiamo su di giri . Ti metti alla guida e vedi quanto veloce può andare ti va . Mia sorella prese dalla sua borsa a tracolla i suoi guanti da guida e inizio a mandare su giri la macchina di Kratos . Kratos piaceva a mia sorella Clara e Clara piaceva a Kratos . Clara mentre girava la macchina per fare una curva perfetta chiese a Kratos – come te la cavi con i bambini e con le ragazzine ? . Kratos aveva cresciuto molto bene sua figlia e poi si era presa molto cura di Pandora come se fosse una figlia – me la cavo bene visto che Pandora l’ ho cresciuta e tu mi hai fatto questa domanda perché con te c’ e una ragazzina e se me lo stai chiedendo si ti ho visto tramite il mio telefonino visto che volevo vedere chi c’ era e sto vedendo che Rain e Pandora hanno già fatta amicizia e a me sta bene e non vedo l’ ora di conoscere questa ragazzina forse come mi piaci tu , mi puoi piacere lei . Clara decise di raccontare un po’ di Rain a Kratos un po’ per fargli capire che tipo e – Allora Rain ama i motori come piacciono a te e ama stare in moto visto che ha una moto bellissima che se ne prende cura , ama combattere e se la cava molto bene con la spada e con la tecnologia e sopratutto è una grande guerriera secondo me appena la vedi capisce che andrete subito d’ accordo . Kratos da come l’ aveva descritta Clara era una ragazzina molto bella e aveva delle cose in comune con lui e per questo non vedeva l’ ora di conoscerla . 

Categorie
Angela Marini Azzurra Alfieri Erica Queen Foto Kane

Aspetto di Kane

Kane un uomo molto grande e davvero molto forte ma questo non significava che non era un uomo . Kane sapeva che Angela era un mostro glielo si leggeva negli occhi che era un mostro contro tutti i bambini ma Kane era diverso certo era una furia quando si arrabbiava ma quando si trattava di bambini che venivano fatti del male diventava lui una furia contro le persone che facevano del male a dei bambini . Lui utilizzava la sua grande forza contro le persone che lo meritavano e per questo lui era la seconda persona che aiutava le ragazzine li dentro . La prima era Azzurra Alfieri e ogni giorno Kane vedeva che la loro amica si prendeva tutto quello che le amiche non potevano resistere . Kane vedeva che Azzurra stava molto male ma non lo faceva vedere e cosi un giorno la porto dalla guaritrice Enrica Queen . Azzurra quando si riprese gli chiese – come mai mi hai aiutato ? , Kane si ricordo delle ragazzine li dentro e disse – tu stai proteggendo questi ragazzini e io faccio lo stesso ma tu lo fai anche quando non ci sono io e quindi tu servi a loro per fare in modo che Angela Marini non uccide nessuno di loro .

Categorie
Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Domino Harvey Dottore Dr Alyssa Saintcall Shadow Black

Alyssa cura Domino Harvey

Domino Harvey nella sua mente aveva il nome di Shadow Black , era dentro la sua mente ma non capiva chi era questa persona ma l’ unica cosa che sapeva era questo Shadow Black aveva un piano per sconfiggere i Collezionisti che se non avessero preso Angelica Wood o come la chiamavano loro cioè “ Quella Puttana Mutaforme “ . Domino Harvey voleva sapere chi era Shadow Black , cosa aveva fatto nell’ universo , nel tempo e nello spazio e voleva sapere tutto quello per capire se si poteva fidare di lui oppure no . Domino Harvey per molto tempo non si fidava molto degli uomini perché nel suo passato era stata picchiata . Nella sua infanzia era stata picchiata a sangue per un furto non riuscito molto bene . Domino viveva per le strada e per questo motivo doveva rubare , combattente e fare tutto quello che serviva per vivere anche se doveva infrangere le leggi lo faceva per restare viva . Domino viveva sul pianeta noto da tutti come Adrenalis 1 e li viveva fino ai 10 anni e poi andando su una nave spaziale che doveva andare sulla Terra e per questo pensava che era il luogo perfetto per vivere ma con il tempo capì che vivere li dell’Universing non era cosi semplice . Domino vide che la vita li nelle strade era dura , veniva tratta peggio che era trattata sul suo pianeta natale . Quello che aveva passato sul suo pianeta natale lo aveva usato come un allenamento e quindi quello che le succedeva nell’ Universing era niente . Una volta lei fu picchiata a sangue da quattro ragazzine e poi la misero dentro un magazzino e la lasciarono li . Domino era li nel magazzino che era sporco e li c’ era molto del sangue di Domino , aveva un occhio nero e lividi su tutto il corpo , sangue che gli usciva dalla bocca e dopo vari tentativi riusci ad alzarsi e con molto tempo arrivo all’ ospedale e all’ entrata cadde per terra visto che era senza forse e ferite molto . I Dottori presero il corpo di Domino che era davvero molto mal ridotto e per salvarla chiamarono i migliori dottori tra i quali mia sorella Alyssa che curo con molta cura Domino Harvey . Il corpo di Domino che era pieno di lividi , ferite , occhi nero , sangue che gli colava dalla bocca e dal naso e chissà cosa altro e adesso lei era totalmente in salute . Mia sorella Alyssa e le altre infermiere se ne andarono e la sera pure Domino se ne era andata e anche se Alyssa l’ aveva curate non le dissi grazie o altro , non le disse niente e se ne andò la notte . Da quel giorno Alyssa non incontro più Domino visto che Domino non voleva essere vista e non voleva essere trovata da nessuno sopratutto da mia sorella Alyssa . 

Categorie
1962 2012 2013 Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo scuola di magia

Sabrina la streghetta nella nuova serie animata in cgi su The Hub

Un paio di anni fa avevamo anticipato la produzione di una nuova serie animata. Il cartoonSabrina: Secrets of a Teenage Witch in cgi “rinnova” la serie intitolata Sabrina del 1992, in cui si narra della dodicenne streghetta alle prese con vita, scuola, famiglia e incantesimi. La nuova serie andrà in onda la prossima estate sul canale americano The Hub.

Il personaggio nasce dai fumetti “Sabrina the Teenage Witch” by Archie Comics del 1962 che ha compiuto proprio l’anno scorso 50 anni. La ragazzina dodicenne studia presso la scuola di magia ma non riesce a non mettere in pratica i propri poteri per risolvere i problemi quotidiani piccoli e grandi che hanno tutte le ragazzine alla sua età.

In questa nuova serie Sabrina è più grandicella, è un’adolescente per metà strega e per metà umana, e conduce due vite distinte, come studentessa di stregoneria e della scuola superiore. Quando i suoi due mondi si scontrano, Sabrina è l’unica capace di combattere i nemici, pur mantenendo la sua identità segreta.

Il personaggio che avrà la voce di Ashley Tisdale, attrice e cantante della serie “High School Musical”, sarà caratterizzato prendendo spunto dalle saghe fantasy molto popolari come Harry Potter, Twilight, e Buffy l’ammazzavampiri. Scritto da un alunno dell’autore di Buffy, il plot si concentra sul personaggio femminile che sembra avvicinarsi più alla figura del supereroe che a una classica strega per accaparrarsi anche il pubblico delle nuove generazioni. Lo stile e il design della ragazzina è sbarazzino con un taglio di capelli corto e trendy. Cosa vi aspettate dalla nuova serie?

 

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Notizie dal Mondo

Enrico Casella e il ruolo da Direttore: cosa cambierà?

Nel 2008 Enrico Casella, guru indiscusso della ginnastica artistica italiana, veniva designato come Direttore Tecnico Nazionale del settore femminile. Era l’anno delle Olimpiadi di Pechino e il nostro ingegnere nucleare era fresco dei grandi successi ottenuti dalla sua Vanessa Ferrari: l’oro mondiale ad Aarhus 2006, il bronzo di Stoccarda 2007 condito dal titolo europeo conquistato nello stesso anno. Quella stagione doveva rappresentare la definitiva consacrazione della nostra Campionessa che però sbarcò in Cina acciaccata e con un brutto infortunio che non le dava tregua. I Giochi non andarono come alcuni esponenti si aspettavano (o meglio sognava, visto che era difficile pretendere qualcosa in più dalla bresciana in quelle situazioni) e si tornò a casa a mani vuote e con gli Europei casalinghi di Milano da preparare nel 2009. Qualche mese prima dell’appuntamento meneghino Casella venne sollevato dall’incarico per alcune divergenze con i piani alti della Federazione che volevano approcciare un “cambio di filosofia” nel sistema.

A quattro anni di distanza il super allenatore (parola riduttiva per il suo caso) torna in sella. La prima assemblea federale post elezioni di dicembre ha riaffidato l’incarico al fondatore del sistema Brixia. In mezzo quattro lunghe stagioni, spesso difficili. Con la consapevolezza di esser riuscito a riportare Vanessa ai livelli che le competono (il quarto posto di Londra, col bronzo rubato, è la testimonianza principe); la certezza di aver continuato a crescere altre ottime ginnaste (Erika Fasana si allena al PalAlgeco per tre volte a settimana, Giulia Leni è una sua allieva); l’abilità di aver iniziato a formare alcune ragazzine che rappresenteranno il nostro futuro (Pilar Rubagotti, Sofia Busato e compagnia); i consigli dati alla nostra grandissima promessa Enus Mariani che, quando non si esercita a Lissone con Massimo Gallina e Federica Gatti, lavora a Brescia; l’invenzione di fondare una squadra e di portarla al vertice della disciplina in Italia; l’impresa di esser riuscito a farsi costruire una palestra spettacolare; e tanto altro. Può incutere timore a guardarlo (solo per la sua stazza da grande rugbysta, sia chiaro) maogni atleta che l’ha incontrato riconosce il cuore d’oro e le doti del 55enne.

Ad ottobre l’Australia gli aveva offerto la possibilità di assumere la guida della Nazionale femminile.Una proposta assolutamente allettante, soprattutto dal punto di vista economico (il valore preciso dell’ingaggio non è mai stato reso noto). Casella, in un’intervista rilasciata ad Ilaria Leccardi perTuttosport, ha dichiarato di averci pensato profondamente e che “ero pronto a partire. L’ho comunicato al Presidente Agabio che però mi ha chiesto di rimanere e assumere la direzione tecnica. Ho sentito riconosciuto il valore del mio lavoro in queste stagioni”. Per fortuna non ce lo siamo fatti scappare: una personalità del genere nasce una volta ogni cent’anni. A trattenerlo sicuramente l’amore per Vanessa e la consapevolezza di poter dare ancora tanto al nostro Paese.

Quali sono le sue idee? Cosa cambierà concretamente? Nell’intervista sopracitata ha posto come paletto principale quello di basare il sistema sulla meritocrazia. Dovrebbe essere una cosa scontata ma evidentemente in precedenza non funzionava così. Quindi un monitoraggio costante delle top 20 (una cerchia ipotizzata dal sottoscritto) per poi arrivare a convocare in body azzurro le migliori sul “campo” senza valutare fattori estranei alla prestazione ginnica. A nostro parere sarà un Direttore che entrerà costantemente in contatto con tutti gli allenatori, che collaborerà e consiglierà, vagliando attentamente passo a passo il lavoro delle sportive e proponendo magari anche alcune difficoltà specifiche. Si potrebbero vedere (ma questa è solo un’ipotesi) anche dei collegiali in più per confrontarsi e migliorarsi ulteriormente. In sostanza un Direttore più presente, più coinvolto nella vita di tutti i giorni, più preparatore, più stimolatore.

La prima ricetta è già stata presentata: alle tre Accademie Nazionali (ex Centri Federali, di Milano, Roma e Brescia) saranno affiancate anche altre accademie periferiche più piccole per tenere sott’occhio i nuovi talenti e le nuove promesse.

Ora tutti al lavoro che abbiamo di fronte un quadriennio in cui riuscire a dare il massimo.

Chiudiamo confermando la presenza di Vanessa Ferrari all’American Cup (quarta tappa della Coppa del Mondo 2012/2013) di marzo (notizia che si sapeva già da un mesetto, ma è sempre bene ricordarlo).