Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto

Person of Interest – RAM

Molte persone si sono sempre chieste ma come fa Finch a rivelare le persone che sono in pericolo . Nessuno lo sa ma oggi in questa nuova storia c’ e una svolta che cambia tutto e ci svela il grande di Harold Finch . In questa storia c’ e un grande flashback e vediamo come siamo arrivati agli eventi di oggi . Durante un nuovo numero scoprirete tutto questo , noi lo abbiamo scoperto ma Ada mi sta guardando storto in modo che tipo mi dice che non lo devo dire . Per l’ occasione io e Ada senza farci vedere da nessuno abbiamo fatto foto e video e sono molto belli e che vi racconto alcune che noi non possiamo parlare ma con quelli vi possono svelare un pò .

 

Categorie
Google Tablet

Google presenta il nuovo Nexus 7

Nexus 7 diventa ufficialmente una linea di prodotti con l’annuncio del secondo modello, in arrivo già la prossima settimana, il 30 luglio, sul mercato americano con prezzi a partire da soli 230$ nelle consuete versioni Wi-Fi da 16 e 32 gigabyte. Un modello LTE è in arrivo successivamente, almeno in USA.

Progettato ancora da Asus, vede tra i miglioramenti principali la risoluzione dello schermo che sale a 1920×1200 pixel su un display IPS da 323 punti per pollice. La CPU è un S4Pro quad core da 1,5 gigahertz mentre la GPU è un’Adreno 320. La dotazione RAM è di 2 gigabyte e tra le caratteristiche c’è anche il supporto a Bluetooth 4 oltre alla nuova versione di Android, la 4.3. Non mancano NFC e la compatibilità verso SlimPort, standard dedicato al collegamento con i televisori. Da notare la presenza di due mini altoparlanti stereo e l’immancabile doppia fotocamera: frontale da 1.2 megapixel e posteriore da 5 megapixel.

Come vedete dall’immagine dimensioni e aspetto sono simili al predecessore, anche se il nuovo modello sarà più sottile e leggero.

 

Categorie
2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony

PS4: titoli acquistati in digitale disponibili su qualunque console

Neil Brown, responsabile del team di ricerca e sviluppo di Sony, ha svelato che sarà possibile giocare i propri titoli digitali da qualunque PlayStation 4 ci si possa collegare alla rete.

“Potete andare a casa di un amico, accedere al vostro account e usare qualunque gioco della vostra biblioteca digitale, il che è una cosa positiva”, ha spiegato Brown alla conferenza Develop.

L’uomo di Sony ha inoltre posto l’accento sulla possibilità di iniziare a giocare anche durante il download, una funzionalità resa possibile dall’elevato quantitativo di RAM montato su PS4.

 

Categorie
2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Videogiochi Xbox One

Microsoft spiega il nome di Xbox One

Vi state ancora chiedendo perché Microsoft abbia chiamato la sua terza console Xbox One?

Jeff Henshaw, dirigente del colosso di Redmond, ci spiega il motivo di questa scelta.

“C’è da qualcosa di davvero potente in questo nome”, è stato il suo commento a CNET. “Xbox One incarna davvero il concetto che questo è il primo dispositivo, la combinazione di questa console molto potente che include tutti i suoi otto core, 8GB di RAM, memoria super veloce, sottosistemi audio e video super potenti”.

Inoltre, Xbox One è “l’incarnazione di un unico dispositivo che assolve a tutte le funzioni di intrattenimento che potete volere sul vostro TV e lo fa in un modo così semplice che può essere anche il solo sistema di input connesso”.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Videogiochi

Le prime immagini di Dogs of War Online

Basato sul celebre boardgame, Dogs of War Onlinesarà disponibile su PC nel corso del secondo trimestre dell’anno e offrirà un’esperienza strategica a turni in multiplayer, adottando peraltro il modello free-to-play.

Il giocatore potrà creare la propria squadra di mercenari, composta unità di sua scelta e la invierà a combattere in feroci battaglie contro altri giocatori. Cyanide ha fedelmente trascritto lo spirito del gioco originale, con movimenti e contatti basati su un sistema di caselle esagonali.

Il giocatore deve dimostrare doti di leadership e far fronte a frequenti colpi di scena legati alla vita di una compagnia di mercenari: diserzione, tensione tra i soldati, furto, e altri problemi di vita quotidiana…. Tra le battaglie, per assicurarsi che i propri soldati non passino il loro tempo libero a saccheggiare il quartiere, il giocatore sarà in grado di inviarli in missione e così incrementare le proprie vittorie. Infine, ogni allenatore sarà in grado di personalizzare i suoi mercenari o migliorare il suo esercito acquistando nuovi oggetti e unità.

Ambientato in un mondo dove l’onore è un concetto sconosciuto, Dogs of War Online offre tre eserciti al lancio: Ram, composto da servitori non morti, uno più minaccioso dell’altro, Lion con i suoi cavalieri dal nobile aspetto, meglio conosciuti per la loro avidità e il loro inganno, e Wolfen pericolosi predatori che considerano ogni straniero come una preda.

 

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto della Ram visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora la Ram

Dopo aver detto a Kratos e Pandora tutto sul Monitor , dissi a loro due – adesso vi spiego tutto sulla Ram e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sulla Ram – In informatica la memoria ad accesso casuale, acronimo RAM (del corrispondente termine inglese Random-Access Memory), è una tipologia di memoria informatica caratterizzata dal permettere l’accesso diretto a qualunque indirizzo di memoria con lo stesso tempo di accesso.

 

La memoria ad accesso casuale si contrappone alla memoria ad accesso sequenziale e alla memoria ad accesso diretto rispetto alle quali presenta tempi di accesso sensibilmente inferiori motivo per cui è utilizzata come memoria primaria.

 

La tipologia di memoria ad accesso casuale più comune attualmente è a stato solido, a lettura-scrittura e volatile, ma rientrano nella tipologia di memoria ad accesso casuale la maggior parte delle tipologie di ROM (inteso nell’eccezione più comune e non come memoria a sola lettura), la NOR Flash (una tipologia di memoria flash), oltre a varie tipologie di memorie informatiche utilizzate ai primordi dell’informatica e oggi non più utilizzate come ad esempio la memoria a nucleo magnetico.

 

Esclusivamente l’acronimo RAM (non il termine “memoria ad accesso casuale”) ha anche una seconda accezione più ristretta ma attualmente più diffusa secondo cui la RAM è una memoria ad accesso casuale della tipologia più comune cioè a stato solido, a lettura-scrittura e volatile.

 

Tipologie

 

Nelle SRAM, acronimo di Static Random Access Memory, ovvero RAM statica ogni cella è costituita da un latch realizzato da due porte logiche. Le celle sono disposte a matrice e l’accesso avviene specificando la riga e la colonna.

 

Consentono di mantenere le informazioni per un tempo infinito, sono molto veloci, consumano poco e quindi dissipano poco calore. La necessità di usare molti componenti, però, le rende molto costose, difficili da impacchettare e con una scarsa capienza.

 

Proprio per la loro bassa capienza, sono solitamente usate per le memorie cache, dove sono necessarie elevate velocità in abbinamento a ridotti consumi e capienze non troppo elevate (dell’ordine di pochi Mb).

 

DRAM

 

La DRAM, acronimo di Dynamic Random Access Memory, ovvero RAM dinamica, è costituita, a livello concettuale, da un transistor che separa un condensatore, il quale mantiene l’informazione, dai fili di dati. A livello pratico non viene usato un vero condensatore ma si sfruttano le proprietà elettrico/capacitive dei semiconduttori. È così possibile usare un solo componente per ogni cella di memoria, con costi molto ridotti e la possibilità di aumentare notevolmente la densità di memoria.

 

A causa del non perfetto isolamento il condensatore si scarica, quindi dopo un breve lasso di tempo il suo contenuto diventa inaffidabile. Si rende necessario perciò ricaricarlo, l’operazione è detta di “refreshing”, provvedendo ad eseguire un’operazione di lettura fittizia e riscrittura entro il tempo massimo in cui il contenuto può essere considerato ancora valido. Queste operazioni sono eseguite da un circuito interno alle memorie stesse. Oltre a comportare un certo dispendio di energia rendono più lenta la memoria in quanto, mentre si sta eseguendo il rinfresco, non è possibile accedervi. Le memorie DRAM si possono considerare abbastanza affidabili anche perché molto spesso ad ogni riga della memoria è associato un bit di parità, che consente di individuare eventuali errori singoli all’interno della riga, oppure una serie di bit (login), che opportunamente impostati nel momento di ogni scrittura, generano il codice di Hamming corrispondente, che consente di individuare e correggere errori singoli e individuare errori doppi.

 

È importante sottolineare come l’operazione di lettura sia distruttiva, in quanto nel momento in cui un dato viene letto viene anche perso; risulta quindi necessaria la sua riscrittura immediata e questa porta a uno spreco di tempo.

 

Le DRAM sono asincrone, ovvero l’accesso in scrittura ed in lettura è comandato direttamente dai segnali in ingresso al contrario delle memorie sincrone in cui il passaggio da uno stato all’altro è sincronizzato ad un segnale di clock.

 

Per ogni cella sono presenti un numero basso di componenti che permettono di ottenere un’alta capacità complessiva del dispositivo, un basso assorbimento di potenza e costi ridotti, sono dunque utilizzate generalmente per la memoria principale del sistema.

 

SDRAM

 

La SDRAM, acronimo di Synchronous Dynamic Random Access Memory, ovvero DRAM sincrone, si differenzia dalla DRAM normale per il fatto che l’accesso è sincrono, ovvero governato dal clock. Tale segnale di clock temporizza e sincronizza le operazioni di scambio di dati con il processore, raggiungendo una velocità almeno tre volte maggiore delle SIMM con EDO RAM.

 

Tipicamente saldata in un modulo di tipo DIMM, è normalmente impiegata come memoria principale dei Personal Computer di tipo Pentium e successivi.

 

Alcuni esempi sono classificati come:

 SDR SDRAM: indica le originarie memorie SDRAM. Con l’evoluzione tecnica, questa tipologia ha preso il suffisso SDR ossia Single Data Rate, per differenziarle dalle successive SDRAM con controller DDR. Il single data rate indicava l’accettazione di un comando e il trasferimento di 1 word di dati per ciclo di clock (tipicamente 100 e 133 Mhz). Il data bus era diversificato ma tipicamente erano impiegate su moduli DIMM da 168 pin e potevano operare su 64 bit (non-ECC) o 72 bit (ECC) alla volta.

 DDR SDRAM

 DDR2

 DDR3

 SODIMM: da notare che il package SODIMM non necessariamente contiene memoria SDRAM.

 

FeRAM

 

La FeRAM, acronimo di Ferroelectric Dynamic Random Access Memory, ha la peculiarità di mantenere i dati senza l’ausilio del refresh di sistema. Utilizzano un materiale denominato ferroelettrico che ha la capacità di mantenere la propria polarizzazione anche dopo esser scollegato dalla fonte energetica.

 Memoria a cambiamento di fase [modifica] Per approfondire, vedi la voce Memoria a cambiamento di fase.

 

Le memoria a cambiamento di fase sono delle memorie ad accesso casuale che utilizzano il cambiamento di fase di un materiale per memorizzare le informazioni. Questo permette alle memoria di mantenere le informazioni anche senza alimentazione, come le memorie flash ma rispetto a queste hanno alcuni vantaggi. La principale è la velocità di scrittura che può arrivare ad essere più rapida di 30 volte, come ciclo di vita 10 volte maggiore e nota non trascurabile un costo minore dato dalla lavorazione più veloce.

 Frequenze

 

PC1600 200 MHz

 PC2100 266 MHz

 PC2700 333 MHz

 PC3000 366 MHz

 PC3200 400 MHz

 PC3500 433 MHz

 PC4300 533 MHz

 PC5300 667 MHz

 PC6400 800 MHz

 PC8500 1066 MHz

 PC10600 1333 MHz

 PC12800 1600 MHz

 PC14400 1800 MHz

 PC16000 2000 MHz

 PC17066 2133 MHz

 PC17600 2200 MHz

 RDRAM PC800 800 MHz

 RDRAM PC1066 1066 MHz

 RDRAM PC1200 1200 MHz