Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Snowpiercer: nuovo trailer francese e locandina per il thriller post-apocalittico di Bong Joon-ho

Disponibile Un trailer francese e una locandina per il thriller fantascientifico a sfondo post-apocalittico del regista coreano Bong Joon-ho (The Host).

La storia è ambientata in una nuova era glaciale causata da un esperimento fallito che aveva l’intento si fermare il riscaldamento globale che aveva ucciso quasi tutta la vita sul pianeta. Gli unici sopravvissuti vivono ora su un treno chiamato Snowpiercer e lottano contro il sistema di classi che si è implementato a bordo, con vagoni divenuti veri e propri ghetti e le prime carrozze che invece ospitano tra gli agi chi detiene il potere (un po’ come accadeva nel recente Elysium).

Questo nuovo trailer particolarmente coinvolgente fornisce ulteriori elementi sulla trama, sequenze con effetti visivi inedite e ci mostra anche il personaggio di Alison Pill (Midnigh in Paris) nel cast insieme a Chris Evans, Tilda Swinton, John Hurt, Jamie Bell, Ed Harris, Ewen Bremner, Octavia Spencer, Kang-ho Song e Ko Asung.

Snowpiercer attualmente non ha una data di uscita americana, ma ha già debuttato in patria con grande successo e la Weinstein Company ha acquisito i diritti del film per gli Stati Uniti, annunciando la futura distribuzione di una versione tagliata.

 

Categorie
2012 Foto Foto del Giono Mondi Fantastici Mondo Storia Tempo

Foto del Giorno : La fine dei ghiacci del polo nord

(Tim Vollmer/Caters News Agency/Iberpress).

Con il caldo di questo periodo anche solo pensare ai ghiacci polari provoca una sensazione di refrigerio, ma per come si stanno evolvendo le cose tra qualche anno potrebbero diventare solo un ricordo.
L’ennesimo allarme arriva da voci diverse, come quelle dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), degli istituti meteorologici e del National Snow and Ice Data Centre americano: tutti concordano sul fatto che i ghiacci del Polo Nord si stanno sciogliendo sempre più rapidamente. Solo 50 anni fa la superficie delle acque gelate durante l’estate era il doppio rispetto a quella attuale.
Riscaldamento globale e cambiamenti climatici hanno fatto registrare i minimi storici del ghiaccio artico, sia in termini di superficie che di spessore (guarda il video girato da un satellite della Nasa), che a giugno si è sciolto a un tasso doppio rispetto al normale perdendo dai 100 ai 150 mila chilometri di ghiacci al giorno.
Alle preoccupazioni degli scienziati per la possibile catastrofe ambientale legata allo scioglimento della calotta artica  si affiancano gli appetiti di governi e multinazionali che vedono nella scomparsa dei ghiacci nuove opportunità di business sia dal punto di vista estrattivo – il Polo Nord è ricco di minerali, ma soprattutto si stima possa nascondere enormi giacimenti di gas e petrolio – che commerciale, per l’apertura di nuove rotte navali.
Per questi motivi gli Stati che si affacciano sull’Artico si preparano a sfruttare al massimo questo prezioso e delicatissimo ecosistema in ginocchio, lanciandosi in una vera e propria corsa alla conquista del Polo Nord. A disputarsi le risorse del sottosuolo artico Russia, USA, Norvegia, Danimarca e Canada che da tempo stanno giocando una partita a suon di rivendicazioni di proprietà e ricorsi.
Dai ghiacci artici 10 meraviglie da salvare.
Il “lato B” del Polo: il mondo nascosto sotto la banchisa dei ghiacci artici raccontato attraverso straordinarie immagini subacquee.