Categorie
Ada Knight Dominatrice di Poteri

Rebecca porta Ada Knight nel suo rifugio

Ada Knight

Rebecca aveva dovuto dire a Ronny dove si trovava Ada Knight e cosa poteva indossare di tanto caro o di tanto prezioso addosso . Rebecca lo aveva fatto per far restare vivo una persona che era dentro una cella cioè suo fratello maggiore . Ronny lo aveva rapito e aveva detto a Rebecca mettendola una volta vicino al muro e tenendola per i capelli in modo molto forte – tu adesso sarai la mia informatrice . Tu mi dirai dove solo le persone con oggetti cari e preziosi . Tu prova solo a darmi una pista falsa e io non uccido tuo fratello ma farò in modo che sia stata tu a premere il grilletto della pista . Come ti sentirai dopo ? . Rebecca dovette abbassare la testa in segno di resa – accetto mio padrone . Rebecca aveva dovuto fare un sacco di cose ingiuste ma quel giorno in cui vide Ada Knight stesa li a terra con la bocca piena di sangue decise di farne una giusta . Prima che arrivassero altre persone che voleva far del male alla piccolina solo per prendere i suoi vestiti o qualche altre cosa arrivo Rebecca . Rebecca prese il corpo di Ada Knight con calma e senza nessuno sforzo . Rebecca aveva una moto degli anni 50 o 60 . La moto era fatta di un posto in cui si sedeva il pilota e l’ altro dove si sedeva il copilota . Rebecca prese il corpo di Ada e lo mise nel posto del copilota e poi andarono verso la scuola abbandonata . Una volta arrivati alla scuola erano al sicuro . Rebecca aveva nascosto il volto di Ada Knight con una sciarpa nera e le aveva alzata il cappuccio che era dietro la testa . Fece entrare la moto nel cancello e poi lo chiuse a chiave . Ada Knight si risveglio e vide Rebecca provare ad aprire la porta ma non ci riesce – non ci puoi riuscire . Quella porta si apre solo le scassini . Rebecca scassino la porta e poi porto Ada Knight dentro – se cerchi un letto dove farmi stendere lo trovi una volta salito le scale e andando verso l’ ultima porta . Rebecca fece esattamente come diceva Ada Knight . Una volta portata al letto la guardo – ti devo guarire le ferite . Ada Knight si alzo dal letto e fece vedere a Rebecca che le ferite erano guarite completamente . Rebecca non capiva una cosa e decise di chiedere alla fonte – se eri guarita durante il viaggio che abbiamo fatto perché non hai detto nulla o ti sei arrabbiata perché ho detto a Ronny del tuo ciondolo . Ada si mise a bere un po’ di coca cola verso la finestra per vedere se c’ era qualche pericolo o qualcuno – l’ ho fatto perché ho visto la tua espressione . Tu odi Ronny più di me . Ha preso qualcosa pure a te . Puoi dirmi di no ma la tua faccia dice il contrario . Rebecca guardo Ada Knight in faccia – si ha preso mio fratello . Ora mi puoi dire perché mi vuoi qui . Perché da quello che ho capito io e te siamo simili e noi due ci vogliamo riprendere qualcosa da Ronny . Ada andò vicino alla sua scrivania e li c’ era una mappa completa della base di Ronny . Rebecca la guardo da lontano e capì chi era la ragazzina travestita da prostituta – allora eri tu che facevi finta la prostituta e tutto per capire della base di Ronny . Ada si avvicino a Rebecca – che ne dici ? . Tu ti riprendi tuo fratello e io il mio ciondolo . Rebecca prima di iniziare questa follia – loro sono un sacco e noi due . Quindi se c’ e l’ hai un piano dimmelo . Il piano che aveva in mente Ada Knight era molto pericoloso – io ho deciso di bruciare l’ accampamento di Ronny . Tutta l’ attenzione punterà su di me e tu invece non te devi preoccupare . Rebecca vide che Ada era seria su questo piano – no , non te lo lascio fare . E troppo pericoloso e tu sei solo una ragazzina . Se dobbiamo fare questa cosa dobbiamo creare un piano che funzioni oppure tu non vai da nessuna parte . Se provi a fare questa cosa ti faccio arrestare per vagabondaggio e sopratutto per rissa e per altri crimini . Quindi adesso io e te creami un vero piano che non possa fallire e poi lo mettiamo in atto . Ada dovette obbedire oppure finiva in galera per chissà quanto tempo .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto World of Warcraft

World of Warcraft

250px-AidenRender

Sono sempre informato di nuove razze e di grandi cambiamenti dentro ogni universo visto che li visito momento dopo momento e mi piace un sacco . Oggi con Ada ero andato a visitare World of Warcraft per vedere un importante cambiamento per la razza dei Tauren . Questo grande bestione versione femminile le potemmo vedere in un bar ed era bello grosso . Tutti avevano paura di lei e della sua grande stazza . Nessuno si permetteva di dirgli qualcosa . A lei questa cosa non piaceva visto che aveva una faccia tipo per dire ” Oggi voglio fare una bella rissa ” . Il suo volto era quello e non lo cambiava . I più grandi guerrieri che erano dentro al bar non vedevano l’ ora di fare una bella rissa contro questo Tauren versione femminile . Io e Ada l’ abbiamo esaminata per tutto il tempo e poi abbiamo fatto due foto per farvi vedere come si comportava nei momenti in cui noi l’ abbiamo vista .

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino E3 E3 2013 Edward Kenway Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Assassin’s Creed IV: Black Flag, il trailer mostrato all’E3 da Ubisoft stupisce tutti

Direttamente dal palco dell’E3 losangelino, i ragazzi di Ubisoft Montreal ci mostrano una straordinaria sessione di gioco in salsa next-gen di Black Flag e accompagnano questo succoso materiale multimediale dedicato al prossimo, attesissimo capitolo della saga di Assassin’s Creed con una serie di dettagli inediti sul plot narrativo e sulla nuova impostazione data al gameplay dagli autori canadesi.

Sulle note dell’onirica Brennisteinn dei Sigur Ros, il filmato propostoci da Ubi per chiudere in bellezza la loro conferenza ci catapulta all’interno di una squallida bettola per farci indossare i panni logori del protagonista dell’avventura, il giovane e intraprendente Edward Kenway, nell’istante immediatamente precedente a una violenta rissa sedata a malapena dall’arrivo in massa della sua inseparabile ciurma di bucanieri, gli stessi giovanotti con cui, a giudicare dalle dichiarazioni rilasciate in questi mesi dal team di sviluppo, dovremo condividere la maggior parte del nostro tempo virtuale.

Sia dalle scene immortalate nel filmato di cui sopra che dalle parole pronunciate per l’occasione dal produttore Jean Guesdon una volta conquistato il palco dell’evento californiano, scopriamo così che il titolo farà tesoro (è proprio il caso di dirlo!) della potenza computazionale garantitagli dalle nuove piattaforme casalinghe di Sony e Microsoft per tratteggiare un’esperienza interattiva estremamente libera e aperta. Pur continuando a seguire le orme dei capitoli precedenti per fare in modo che la trama mantenga una sua centralità nell’economia di gioco, dalle parti di Ubisoft Montreal promettono che la storia “andrà a braccetto” con il gameplay attraverso una serie di trovate legate, ad esempio, alle battaglie navali, alle sessioni d’esplorazione pura per la ricerca di antichi tesori ed ancora più brutali sessioni di combattimento all’arma bianca, tutto “merito” del contesto piratesco scelto dagli autori per imbastire la trama della campagna in singolo (e per gettare le basi del multiplayer competitivo).

La commercializzazione di Assassin’s Creed IV: Black Flag è prevista per il 31 ottobre su PC, PlayStation 3, Wii U e Xbox 360, con le versioni Xbox One e PlayStation 4 pianificate tra novembre (mese di lancio della nuova console Microsoft) e la fine dell’anno (nell’attesa che Sony sveli l’uscita del suo prossimo monolite nero).