Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Olivieri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Dico a Carmilla di dirci tutto di lei

 

Anche se parlato con Carmilla , sapevo che non voleva dire la verità . Non ci voleva dire niente visto che secondo lei era una questione personale . Si poteva capire da alcune cose , per esempio il modo in cui ci guardava . Ci guardava come quegli occhi rossi e pronti a dirci sempre che noi non ci dovevamo interessare in questa storia e che ne dovevamo restare fuori . Ma eravamo li e li rimanevamo visto che dovevamo aiutare una ragazzina di 11 e fino a quando non era al sicuro non ce ne andavamo . Carmilla era nella stanza di Roberta con noi e poi ci lancio uno sguardo molto brutto ed era lo stesso degli altri . I nostri occhi rossi si incrociavano ed erano fissi come quelli di due cowboy ed quel momento in cui tutti rimane in silenzio . Non c’ e fiato , non c’ e parole , non c’ e nessun rumore solo noi e i nostri sguardi . Carmilla con passo lento e deciso venne verso di me che ero vicino alla porta per uscire e invece Ada era vicina a Roberta che stava dormendo con quell’ aria calma e davvero molto soffice . Carmilla una volta vicina a me , mi stava ancora vedendo con quello sguardo e poi mi disse con un piccolo sussurro e fece in modo che sua sorella Roberta non poteva sentire – tu e Ada potete venire fuori . Io feci con la testa ad Ada di uscire e dopo aver le dato un caldo bacio sulla fronte venne verso di noi e andammo verso l’ uscita della stanza di Roberta . Io la stavo guardando con uno sguardo meno brutto e la teneva fissa ancora visto che non sapevo cosa voleva fare . Carmilla si fermo vicino alla macchinetta del caffè e ci disse – ve ne dovete andare . Di mia sorella Roberta e della mia nemica , mi posso occupare io da sola . Io avevo sentito il nome di Mononoke e sapevo che se lasciavo da sola Carmilla non viveva più di un giorno anche se era stata allenata da lei – non ce la potrai mai fare da sola e poi io ti stavo guardando storto e anche Ada perché sappiamo che tu non hai detto tutta la verità . Mentre dicevi quelle cose ho sentito dei suoni e quando li sento , so che quella persona mi sta dicendo delle stronzante . So benissimo che non vuoi far soffrire tua sorella , ma come tutti lei merita la verità . Siamo qui fuori per convincerti a dire tutta la verità . La verità che tua madre ti ha detto quando eri li a casa sua un anno prima di essere uccisa e poi devi dire tutto su questo demone a tua sorella . So che forse una volta sentita può cambiare opinione su di te , ma la verità ti potrà togliere un peso dal cuore . Carmilla sapeva che io avevo ragione e decise di dire tutto a sua sorella Roberta – ho deciso gliela dirò . Gli dirò tutta la verità a mia sorella . Carmilla con passo lento e deciso e con noi dietro tornammo in camera di Roberta dove li c’ era Arya che vedeva se c’ era qualche demone oppure no . Arya era li per salvare Roberta ma voleva anche sapere di più su questo demone , visto che come noi sentiva che Carmilla non aveva detto tutto non solo a lei ma anche agli altri . Una volta tornati in stanza Carmilla prese una sedia e si avvicino al letto di Roberta . Roberta si sveglio e vide che li c’ era Carmilla che aveva la mano dentro la sua mano e quando la vide sveglia – sono cosi contenta che tu sei qui . Carmilla si alzo dalla sedia con calma e tolse i capelli dalla fronte e cosi fargli vedere pure dall’ altro occhio – io sono sarò sempre qui . Ma adesso tocca a me fare qualcosa per te . Roberta non capiva quello che diceva sua sorella e una volta messa con la schiena dritta e una volta alzata la parte superiore del letto chiese alla sorella con uno sguardo un po’ serio e un po’ deciso – che vuoi dire ? Di che cosa stai parlando ? . Carmilla si mise sulla sedia con le gambe una sopra l’ altra e sapeva che questo momento sarebbe arrivato da un momento all’ altro e decise di farlo visto che dentro di se sentiva un peso e per andare in avanti e superarlo doveva dire tutta la verità a sua sorella – Ho deciso che è arrivato il momento in cui ti devo raccontare tutto . Tutta la verità e anche se è molto brutta la devi sentire visto che è successo veramente . Roberta e non solo lei ma anche noi decidemmo di ascoltare la sua storia che era molto brutta , ma era una storia vera e non inventata .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Carmilla Olivieri Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Francesca

Io e Arya parliamo con Arya Strong

 

Una volta arrivati all’ ospedale dove era ricoverata Roberta Olivieri , chiedemmo a una delle infermiere . Francesca una ragazza di 26 anni , capelli gialli e davvero molto carina mi vide – cosa posso fare per voi ? . Io presi il mio distintivo e mi identificai – Io sono Daniel Saintcall e sto indagando della morte di Alice e Roberto Olivieri e sono qui per fare delle domande alla figlia e cosi posso vedere se posso catturare il sospettato . Poco dopo pure Ada si identifico con il distintivo – io sono Ada Knight e voglio aiutare questa giovane signorina a trovare il mostro che le ha fatto questo . Francesca ci indico la stanza 278 e li che si trovava Roberta . Io insieme ad Ada entrai nella stanza e ci identificammo e Arya si identifico pure lei e cosi ci porto un attimo fuori e decise di parlare da soli con noi . Io diedi la mano ad Arya e li vidi cosa era ed era per lo stesso motivo qui dentro e sarebbe aiutare Roberta Olivieri . Arya ci stava dicendo delle false informazione e io la fermai – sappiamo benissimo chi sei . Sei una invocatrice che proviene dai Figli della Notte . Ma non intendiamo farti perdere questa tua copertura ma ti vogliamo aiutare a salvare Roberta dal demone che sta facendo quello che dice Carmilla . Che ne dici altre due mani per aiutarti e non solo te ma anche Roberta . Arya decise di accettare visto che le non ho fatto cadere la copertura e mi ero fidata di lei in tutto e per tutto e pure Ada . Arya ci disse – ho scoperto che Carmilla conosce il demone che ha fatto tutto questo . Ada si stava bevendo un po’ di caffè bello caldo – come lo sai ? . Arya si fidava di noi e decise di dirci tutto seno noi non potevamo fare niente – Carmilla mi ha permesso di vedere i suoi ricordi e li ho visto un demone che lei conosce molto bene . Quindi credo che sia quel demone che ha fatto tutto questo non solo a Roberta ma anche a Carmilla . Io avevo capito cosa voleva che io facessi e sarebbe entrare dentro la stanza e iniziare a far dire tutto a Carmilla . Se dovevamo aiutare Roberta dovevamo sapere tutti i fatti e non false informazioni , ma delle informazioni vere . Se non avevamo quelle non potevamo fare assolutamente niente per aiutare Roberta . Se Roberta non veniva aiutata poteva passare la vita appresso al demone che Arya aveva visto nei ricordi di Carmilla grazie al suo permesso . Carmilla lo doveva fare e poi se lo faceva poteva avere più fiducia nel rapporto che si era appena creato tra lei e Roberta . Se non diceva la verità quel rapporto poteva venire distrutto in pochi minuti e per quanto aveva combattuto per salvare Roberta era stato tutto vano e inutile .

 

 

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Carmilla Olivieri Demone Demoni Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Arya parla con Carmilla

 

Arya usci per prima dalla stanza e poi fu seguita da Carmilla con un passo lento e calmo . Si misero a parlare non davanti alla porta di Roberta , ma in un stanza che era vuota e molto oscura . Arya una volta chiusa la porta dopo che era entrata Carmilla senza farsi vedere da nessuno . Carmilla voleva sapere perché era li dentro con una invocatrice – perché siamo qui dentro ? . Adesso era Carmilla che non si fidava di questa invocatrice – siamo qui dentro per farti fare una cosa . In un libro sui demoni che ho letto . Ho letto sulla 156 che i demoni più esperti possono far vedere a un invocatore i proprio ricordi . Vorrei che tu facessi questa cosa su di me . Cosi posso vedere se quello che hai detto non solo a me ma anche a Roberta sia una cosa vera oppure sono state tutte bugie . Tu potrai dire bugie ma la tua mente potrà dire la verità . Carmilla non si poteva tirare indietro visto che questo era il momento giusto per far vedere a un invocatore che si poteva fidare di lei . Questa era una grande opportunità visto che poteva far vedere ad Arya di non essere solo cattiva , ma di essere una persona che ha dovuto sacrificare davvero molto per vivere . Arya e Carmilla si presero entrambe le mani e Carmilla ad alta voce inizio a dire un incantesimo nella antica lingua dei demoni . In pochi minuti Arya era dentro la mente di Carmilla . Il primo ricordo che vide fu che lei era nata da Alice che era stata violentata e per questo decise di non tenere la bambina . Il secondo ricordo che vide fu quello in cui a 10 anni scopri i suoi poteri e li utilizzo per uccidere due demoni che erano dentro due uomini di colore e che stavano cercando di uccidere un uomo . Grazie a quell’ azione vide che poteva fare del bene , ma la sua vita sulla Terra fini a 15 anni quando fu uccisa in un massacro . Arya vide che la sua vita nell’ inferno e vide che fu infernale e vide che era un posto dove Carmilla per vivere doveva combattere giorno dopo giorno e non aveva un attimo di respiro e vide pure gli eventi dedicati alla nascita di Roberta . Vide che era felice di avere una sorellina e aveva deciso di buttare tutto all’ indietro . Quello che aveva fatto Alice era passato visto che un anno prima di morire aveva trovato i suoi genitori e loro gli spiegarono perché presero quella decisione . Carmilla lo accetto visto che era una cosa fatta con il cuore e non fatta senza il cuore . Carmilla per sapere dei suoi genitori si fece male a un braccio volontariamente con un coltello e andò in un ospedale e li si fece curare . Dopo essersi fatta curare chiese a un infermeria se poteva aiutarla a trovare la sua famiglia . Quella infermeria vide la ragazzina era cosi carina e cosi decise di farle fare questo favore che era cosi umano . Serena l’ infermeria che aveva deciso di farle quel favore cosi umano le disse – spero che tu riesca a trovarli tesoro . Prima che tu vada , tieni ti ho pure stampato il modo per arrivare a quell’ indirizzo . Grazie a quelle indicazione arrivo a casa sua e Alice la riconobbe subito e quando la vide – cosa vuoi ? . Carmilla le chiese in modo gentile – voglio solo sapere perché mi hai abbandonato . So cosa sono . So di essere una invocatrice , ma adesso voglio sapere perché mi avete abbandonato . Alice sapeva che voleva una risposta e decise di dargliela visto che pur sempre sua figlia – Ora ti spiego visto che tu sei una invocatrice , dovrai scappare da una organizzazione segreta nota come i Figli della Notte . Loro ti vorranno dalla loro parte non per salvare il mondo come stai facendo tu andando in posto in posto . Ma loro vorranno usare i tuoi poteri per fare del male e quindi ti dico adesso ti aiuto a uscire da qui , ma da adesso sta attenta . Ti vorrò bene e anche se dico che tu non sei mia figlia , tu lo sei e ti vorrò sempre bene . Ma adesso sta attenta a delle persone e utilizza i tuoi poteri per il bene . Arya vide che tutto quello che aveva detto Carmilla era vero e adesso si poteva fidare di lei e quindi poteva lasciarla stare da sola con Roberta visto che era sua sorella maggiore .

 

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Carmilla Olivieri Demone Demoni Invocatrice Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Carmilla dice a Roberta di essere sua sorella

 

Carmilla voleva avere una sorella minore e c’ e l’ aveva ma fino a quando non diceva la verità a Roberta , il loro rapporto tra sorelle non era concreto . Arya era nella stanza e voleva vedere se Roberta stava bene . Carmilla andò verso Arya – senti te ne puoi andare un attimo dalla stanza . Devo dire una cosa a Roberta ed è personale. Arya non si fidava del demone – se gli devi dire qualcosa , la dici davanti a me . Carmilla sapeva che Arya non avrebbe lasciato la stanza visto che dei demoni non si era mai fidata e cosi decise di dire la verità su chi era per lei a Roberta . Carmilla chiuse la porta e si avvicino a Roberta , gli tese la mano e poi inizio a dire – scusami , ti ho mentito . Ti ho detto niente bugie e invece te ne ho dette di bugie . Ma adesso devi sapere tutto su di me . E giusto cosi . Roberta e Arya non capirono – che vuoi dire spiegati meglio . Carmilla decise di guardare Roberta negli occhi – noi due siamo legati ma non sono come invocatrice e come demone . Ma perché io sono veramente tua sorella maggiore . Roberta rimase scoccata e poi in modo arrabbiato – perché non me lo hai detto prima ? . Perché me lo hai nascosto ? . Carmilla decise di dire tutto – ho scoperto che tu eri mia sorella molto tempo fa ti ho tenuta d’ occhio e ho cercato di tenerti fuori dai guai . Ma adesso quello che sta succedendo qui e una cosa molto brutta . Ora ti spiego non sono stata io a farti uccidere i nostri genitori . Roberta e Arya non sapevano se Carmilla stava dicendo la verità e la guardo in faccia con uno quello sguardo tipo per dire “ non so se fidarmi oppure no” – come posso sapere che stai dicendo la verità . Mi hai mentito . Sapevi che io ero tua sorella per tutto questo tempo e non me l’ hai detto . Se vuoi che mi fidi di te , di mia sorella devi dirmi il motivo se no me vado e non torno più indietro . Carmilla sapevo cosa era successo ma non sapeva chi poteva averlo fatto – ora ti spiego sorellina e pure a te Arya . I ricordi di quella sera sono confusi , come se sopra di esso c’ e una nube molto oscura che non ci fa ricordare bene le cose . Roberta aveva provato a ricordare tutto ma non ci era riuscita – hai ragione . Non volevo gridarti contro . Scusami sorella . Carmilla andò ad abbracciare sua sorella minore e le disse – scusami non ti volevo mentire . L’ ho fatto perché per il momento non so cosa sta succedendo . Ma lo devo scoprire non solo per me ma anche per te . Roberta prima di far andare via sua sorella Carmilla – mi puoi dire perché nostre madre non mi hai detto di te . Carmilla prima di andare decise di dire una parte del suo passato – Nostra madre Alice non so perché ma mi ha abbandonato quando era nata e io sono andata a vivere per le strade per maggiore parte del tempo . Quando ho saputo della tua nascita ho fatto di tutto per proteggerti . Ho fatto tutto quello il possibile per non farti correre dei rischi . Ora riposa Roberta e forse ti racconto tutto sulla mia vita e forse capirai come mai i nostri genitori non volevano farti fare il Sentiero dell’ Invocatore . Arya voleva un attimo parlare con Carmilla visto che non sapeva se tutto quello che aveva detto a Roberta era vero oppure tutta era una grande menzogna . Prima di volersi fidare di Carmilla voleva vedere se era stata sincera oppure era tutta una grande menzogna per prendere il possesso del suo corpo . Prima di andare Lenny inizio a parlare con Arya – senti e meglio se parli con Carmilla . Devi vedere se quello che ha detto a Roberta e vero oppure no . Se ti ha detto una bugia allora non ti puoi fidare , ma se invece ti ha detto la verità allora ti puoi fidare di lei e cosi capire chi possa aver fatto una cosa del genere non solo a Roberta ma anche Carmilla .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Io e Ada esploriamo la scena del crimine

 

Una volta preparati andammo sulla scena del crimine con la mia macchina . Mentre era li che guidavo mi chiedevo chi poteva aver ucciso questi due potenti invocatori . Se erano cosi potenti , allora la persona che ha fatto tutto questo deve essere stata molto veloce oppure ha agito quando dormiva . Visto che non ero ancora sulla scena del crimine potevo fare solo delle conclusioni affrettate , ma li sulla scena del crimine potevamo capire tutto . Ci mettemmo davvero poco ad arrivare sulla scena del crimine e davanti a noi c’ era questa casa che era davvero molto bruciata . Entrammo dentro e vedemmo che l’ ingresso era tutto bruciato e pure la porta lo era e non solo all’ interno ma anche all’ esterno . Ada aveva chiuso la porta e prima di andare aveva visto questo poliziotto di nome Carlos . Ada verso di lui e in modo molto calmo – nessuno apparte noi deve entrare dentro la casa . Carlos fece in modo che nessuno entrava dentro la scena del crimine e cosi dava a noi la possibilità di utilizzare i nostri poteri senza essere visti né da lui né dai suoi colleghi . Ada si mise a usare il lumen visto che li non si poteva vedere niente e cosi con questo potere c’ era un po’ di luce . Tutte le stanze erano cosi . Non solo l’ ingresso ma anche tutte le altre stanze e non potevo capirlo visto che tutto era bruciato e quindi non potevo toccare il terreno per avere una visione del passato . Per colpa di tutto questo mi toccava fare alla vecchia maniera e sarebbe a dire cercare senza potere il cosiddetta punto di origine di tutto . In ogni incendio c’ e un punto di origine da dove era partito tutto quanto . Ada stava vedendo una cosa che forse ci poteva far capire tutto e sarebbe perché sono stati uccisi . Ada aveva scoperto che Alice e Roberto avevano una figlia e vide che quella zona della casa non era bruciata . Nella casa una stanza non era bruciata e nessuno sapeva perché . La stanza che non era bruciata era quella di Roberta Olivieri . Ada decise di chiamarmi visto che grazie a quella stanza potevamo capire chi poteva aver ucciso Alice e Roberto . Una volta salito le scale e andato in camera di Roberta , mi misi al centro della stanza e Ada mi prese la mano per dare un occhiata a quella visione che potevo avere . Vidi Roberta che era ferma immobile e poi ci trovammo nella sua mente e li dentro c’era un demone che stava giocando con la sua mente e grazie a quello riusci a prendere il controllo del suo corpo. Vedemmo che Roberta stava andando in camera dei suoi genitori e poi li successe tutto . Da li era partito il fuoco e Roberta era stata lei a fare questo . Non potevamo dire che era stata Roberta visto che era stata condizionata da un demone e quindi non era stata lei a fare questo . Io ero tornato in macchina con Ada e le disse – senti che dobbiamo fare con Roberta . Certo ha ucciso i suoi genitori ma è stata condizionata da un demone . Questo può contare per scagionarla da questa accusa oppure vuoi mettere dentro una bambina di 11 anni che si sente in colpa per questa casa . Ada decise di fare una cosa che anche io avrei scelto di fare -per prima cosa troviamo questa bambina e poi decidiamo cosa fare . Se vediamo che il demone si trova li e capiamo che è stato lei a farlo allora sconfiggiamo quel demone e poi lo uccidiamo e poi lasciamo stare la bambina , visto che non voglio metterla dentro per una cosa che non ha fatto . Noi abbiamo deciso di fare cosi visto che ci sembrava la cosa più umana da fare . Perché anche se Roberta ha questi poteri e pur sempre una persona come tutte quante le altre .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Angela Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Angela Ferrante mi parla del nuovo caso

2492261.screen.shot_.2013.06.04.at_.6.42.51.pm_

 

Io mi tengo sempre in allenamento e lo faccio con Ada Knight . Prima di essere contatti da Angela Ferrante per andare a ispezionare la scena del crimine e poi andare a trovare Roberta Olivieri , ci stavamo allenando in camera mia . In mano avevo due bastoni di ferro e Ada era insieme a me e poi si fermo al centro della stanza . Ada era vestita con una maglietta a mezze maniche e con l’ ombelico un po’ scoperto e teneva dei pantaloni di una tuta nera . Era vestita tutta quanta di colore nero ed era pronta a fare un po’ di esercizio con me . Io ero vestito con una tuta rossa visto che era molto bella e mi piaceva molto . Lancia uno dei bastoni di ferro ad Ada e lei lo prese al primo tentativo . Ada lo inizio a girare con una mano sola e poi si mise in posizione di combattimento e con la mano mi fece cenno di venire in avanti se avevo il coraggio . Io andai verso di lei con il bastone pronto a darlo addosso a lei , ma lo blocco con il suo bastone . I nostri bastoni erano uno contro l’ altro e alla fine mi teletrasportai dietro di lei e stavo per colpirla da dietro . Ada mi vide e con il bastone blocco il colpo con le sue gambe . Ada aveva bloccato il mio bastone tra le sue forti gamba . Indietreggia e poi feci apparire il bastone tra le mie mano dicendo – bastone . Una volta apparso in mano , andai di nuovo all’ attacco e aspettai un momento giusto per colpire Ada e lo trovai visto che prima di andare davanti a lei mi teletrasportai e la colpi non molto forte sulla spalla destra . Ada vide che era riuscito a colpirla sulla spalla destra , ma alla fine li decise di fare sul serio e non come prima . Inizio a usare la supervolcità e quando veniva verso di me si teletrasportava e cosi pensava di darmi un colpo in testa . Ci era quasi riuscita ma io senti il suono del bastone che era pesante e misi il mio bastone di ferro per bloccare il suo colpo – bel tentativo tesoro , ma non cosi ben congegnato . Riprova . Ada decise di riprovarci e io ero pronto a batterla , ma il suo del telefono sulla mia scrivania inizio a suonare . Ada decise di fermarsi e di scendere giù e prese una delle sue bottiglie d’ acqua che erano li sulla sua scrivania . Se la verso un po’ in faccia e poi ne inizio a bere un po’ visto che era un po’ assetata . Presi il telefono e misi il vivavoce visto che questa telefonata interessava anche Ada Knight – Salve Angela in che modo ti posso aiutare ? . Angela aveva messo il vivavoce per parlare non solo con me ma anche Ada – Salve Daniel e pure a te Ada . Oggi ci è stato un incendio a New York sulla 35 . Due persone sono morte e sono Alice e Roberto Olivieri . Da delle mie vecchie indagini questi sono due invocatori molto potenti . Il vostro compito consiste nel capire chi possa aver ucciso questi due invocatori . Se una persona molto potente ha ucciso questi due potenti invocatori e meglio se scopriamo chi li abbia potuti uccidere visto che potrebbe essere un grave pericolo non solo per noi ma anche per il mondo . Angela chiuse la telefonata e noi andammo a fare una bella doccia calda e poi ci iniziammo a muovere per risolvere questo caso molto difficile . Anche se andare sulla scena e toccare gli oggetti e ci avrebbero detto tutto , ma il difficile sarebbe stato trovare la persona che poteva aver fatto . Poteva essere stato chiunque anche un druido oppure un invocatore molto potente oppure solo un normale piromane che voleva uccidere due persone cosi per caso e voleva vedere una cosa bruciarsi solo per un po’ di divertimento . Ma se ci aveva chiamato Angela significava solo una cosa e sarebbe una persona con dei poteri oppure un demone .

 

Categorie
Alice Olivieri Carmilla Demone Demoni Foto Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Carmilla si finge la sorella di Roberta

 

E3-2013_carmilla

Roberta non aveva mai avuto una sorella più grande o almeno fino alla vita che conosceva non ce l’ aveva . Carmilla era uscita dal corpo di Roberta e si mise su una sedia con una gamba sopra l’ altra . Una delle infermiere vide questa donna cosi carina vicino al letto di Roberta , si avvicino a lei e chiese in modo gentile – lei chi è ? . Carmilla vide questa infermiera bianca venire verso di lei e decise di rispondere – sono sue sorella maggiore . Roberta non lo sa che esisto e dopo quando riprende conoscenza glielo dirò io stessa . Carmilla doveva controllare Roberta e cosi mentre era nella mente di Roberta vide che uno dei suoi grandi desideri era quello di avere una sorella maggiore ma il suo desiderio non si avverò mai . Carmilla era vicino al letto di Roberta e le stava vicino come una vera sorella maggiore . Roberta dopo un ora si sveglio e vide Carmilla vicino al letto e quando vide Filomena venire da lei – hai visto che qui c’ e tua sorella maggiore . Roberta fece finta che lo era veramente e disse – infatti sono davvero molto felice che mia sorella maggiore abbia avuto il tempo di venire a trovarmi . Sa lavora come insegnante di teatro . E vestita in questo modo visto che lei mette proprio in pratica la storia e questo dovrebbe renderla più interessante agli alunni . Io non credo ma lei ci spera . Filomena vide il costume di Carmilla ed era bellissimo – quando tempo ci è voluto per farlo ? . Carmilla fece finta di ricordarlo – ci sono volute per 9 ore visto che ho dovuto fare tutti i dettagli e tutte le cose . Filomena vide che tutto andava bene e poi lascio la stanza . Carmilla chiuse un attimo la porta e volle chiedere a Roberta perché l’ aveva coperta – perché mi hai dato quella copertura ? . Roberta era calma sul suo letto e disse – lo so che tu mi hai fatto uccidere i miei genitori , ma tu per aiutarmi hai fatto finta di essere mia sorella maggiore . Una delle cose più belle che volevo nella mia vita e aveva una sorella e spero che tu non sia arrabbiata se ti considero come tale . Carmilla decise di far finta di essere la sorella di Roberta fino a quando non sarebbe potuta uscire dall’ ospedale . A Roberta andava bene il fatto che Carmilla anche se non era veramente sua sorella , però le era accanto e invece i suoi genitori non le stavano molto accanto e le dicevano sempre bugie . Roberta non si arrabbio quando seppe che il demone aveva mentito per stare vicino a lei . Filomena ogni volta veniva a controllare e poi decise di portare due caffè uno a lei e uno a Roberta – quindi quando Roberta verrà dimessa toccherà a lei prendersi cura di sua sorella . Carmilla doveva stare con Roberta visto che aveva stretto un legame con lei e disse – certo quando tutto questo sarà finito , mia sorella minore verrà con e ci prenderemo cura l’ una dell’ altra e poi vedremo come andranno le nostre vite . Forse riesco a farlo tornare a scuola visto che per un po’ non ci vuole andare e forse riesco a farle entrare in una delle mie esibizioni di arte . Però penso che si vergogna e non lo vuole fare . Già il fatto che sono sua sorella maggiore e il fatto che potrei essere la sua insegnante la metterebbe molto imbarazzo . Filomena dopo aver bevuto il suo caffè – senta adesso devo andare , spero che sua sorella stia meglio e che torni a scuola molto presto .

 

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carlos Demone Demoni New York Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Arya chiede a Lenny di trovare Roberta

 

Tatuaggi-Donne-Video-Games-Capelli-Blu-Fantasy-Art-Wet-Videogiochi-768x1024

Arya aveva già visto quei tipi di pneumatici e aveva capito cosa era . Pure Carlos sapeva che tipi di pneumatici erano quelli in mezzo alla strada ed erano quelli di un ambulanza . La cosa più brutta e che a New York di ambulanza ce ne sono un sacco e quindi non si poteva sapere con certezza quale era quella cercavano . Arya e Carlos avevano bisogno di aiuto per trovare questa ragazzina di 11 anni . Arya era sicura della sua età visto che aveva misurato le impronte che erano per terra della piccola ragazzina . Arya non sapeva come trovarla e la cosa più brutta e che non poteva usare i suoi poteri e cosi si chiese chi poteva aiutarla . Alla fine penso a Lenny e decise di dire una cosa a lui visto che solo lui li poteva aiutare in questo caso – senti solo tu puoi trovare Roberta . Lenny sapeva che grazie al suo portatile poteva trovare tutti quanti in un solo minuto e capì perché Arya non poteva fare niente li . Arya capì che Roberta non poteva fare niente visto che aveva gli occhi di tutto su di lei e altri invece sulla scena del crimine . Se avesse fatto qualcosa di strano tutti quanti se ne sarebbero accorti e avrebbe dovuto dare delle spiegazioni o peggio e cosi sarebbe stata accusata di omicidio e cosi tutti avrebbero pensato che era stata lei a uccidere la famiglia di Roberta . Roberta visto che poi aveva un demone molto potente e che entrava nella sua mente e prendeva il possesso del suo corpo e quindi grazie a quel modo per togliere Arya di mezzo sarebbe stata una cosa molto facile . Arya doveva giocare le sue carte con molto attenzione visto che se faceva la mossa sbagliata tutto sarebbe andato a pezzi e tutto quello che stava provando a fare per Roberta non valeva più niente . Arya si avvicino a Carlos e prese dalla tasca destra dei suoi pantaloni il suo telefonino e mise in vivavoce Carlos – Salve Carlos . Io sono Lenny e sono il supporto tecnico di Arya .Ho sentito che state cercando una ragazza . Se volete posso usare le mie abilità per cercare questa ragazzina . Carlos non pote fare altrimenti visto che dentro la casa non c’era un immagine buona da usare per vedere come era fatta Roberta . Lenny decise di farlo visto che era una bambina e non voleva vederla soffrire sotto le più profonde torture mentali di un demone o peggio che il demone prendesse possesso del suo corpo . Lenny sapeva che quella era una bambina con dei poteri e se veniva trovata poteva essere aiutata e cosi non stare più con quel demone che le poteva fare del male in un qualunque momento . Alla fine dopo due ore di ricerche trovo che una bambina era stata ricoverata al General Ospital . Arya decise di andare li a vedere come stava la bambina e se poteva liberarla dal demone oppure sarebbe arrivata quando il demone aveva preso il controllo su di lei .

 

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Demone Demoni Lenny Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Lenny chiede ad Arya un aggiornamento

 

Tatuaggi-Donne-Video-Games-Capelli-Blu-Fantasy-Art-Wet-Videogiochi-768x1024

Arya aveva visto quelle scene non solo una volta ma più volte non solo perché era una invocatrice ma perché pure a lei era successa una cosa del genere . Questa era una scena che era molto familiare a lei , ma questa era diversa visto che poteva essere stata questa bambina a uccidere i suoi genitori . Roberta era andata via da li e si poteva vedere i segni . Arya era andata vicino alla sua macchina e li in quel momento chiamo Lenny che voleva sapere cosa stava succedendo – cosa hai trovato li Arya . Arya si diede prima una calmata e poi rispose con calma – Alice e Roberto avevano una figlia di nome Roberta Olivieri . La cosa più brutta e che non c’ e qui , ma peggio penso che sia stata lei a uccidere i suoi genitori . Adesso dobbiamo trovarla prima che possa fare del male a qualcuno altro e sopratutto prima che scopra i suoi poteri . Lenny sapeva che succedeva se qualcuno scopriva i suoi poteri e se non incontrava una persona che ci credeva con il cuore in quello che poteva fare Roberta . Se non trovava una persona del genere Roberta poteva utilizzare i suoi poteri per fare del male . Arya vide la casa dei suoi genitori e penso che solo in un modo poteva essere riuscita a bruciare il posto in un modo . Arya capì che Roberta , la bambina scomparsa era collegata a un demone davvero molto potente . Diede un piccolo pugno alla sua macchina e non si fece niente . Lenny senti il colpo dall’ auricolare – se hai scoperto qualcosa dimmelo e io ti posso aiutare ? . Arya decise di dire quello che avevo scoperto li . La sua scoperta non era solo molto importante ma anche molto pericolosa visto che se non veniva trovata subito poteva andare anche peggio di quello che poteva andare – Penso che Roberta sia già collegata a un demone davvero molto potente . Lenny non poteva vedere la scena e quindi non poteva sapere quello che diceva Arya . Aveva solo parole e niente fatti . Arya decise di fare una foto della casa visto che aveva una fotocamera digitale davvero molto bella e poi la mando a Lenny . Adesso Lenny poteva vedere dal vivo le cose , aveva un immagine chiara di quello che era successo e vide quello che aveva capito Arya . Lenny vide che tutto era bruciato e cosi vedeva che tutto quello che aveva detto Arya era vero e non se lo era inventato . Arya sapeva di cosa parlava e Lenny voleva sapere come mai sapeva di tutte queste cose – come facevi a sapere che Roberta e legata a un demone ? . Arya si stava bevendo un bel caffè bello caldo e glielo aveva detto Carlos visto che vedeva che lei aveva freddo e secondo lui aveva bisogno di qualcosa di caldo per scaldarsi un po’ le mani . Arya dopo averlo bevuto con calma , decise di rispondere alla domanda di Lenny – perché i miei genitori si sono suicidati e hanno usato i loro poteri per farlo e tutto la mia casa e andata a fuoco e hanno pensato che fosse stato un pazzo che ha bruciato la mia casa . Ma qui posso dire che è diverso dagli altri . Lenny non capiva il discorso di Arya – cosa vuoi dire ? . Arya decise di far capire meglio a Lenny – ora ti spiego tutti gli invocatori che hanno figli lo devono dire ai Figli della Notte oppure vengono uccisi e marchiati come traditori . Quindi si suicidano e fanno finta che anche i loro figli sono morti ma qui invece vedo che Roberta ha parlato con il demone . Il demone ha trasformato questa giovane ragazza in un mostro e la devo trovare prima che il demone le possa fare qualcosa . Lenny non sapeva molto dei demoni – se non la trovi in modo positivo che può succedere . Arya stava cercando per terra traccie di sangue o qualcosa – nel migliore dei casi diventerà davvero molto cattiva e farà del male a tutti quanti . Arya vide che sulla strada principale c’ era del sangue e chiamo Carlos e cosi insieme lo inseguirono e si fermo vicino a una strada e dei segni di pneumatici sulla strada .

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carlos Detective Lenny Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Arya Strong ispeziona la scena del crimine

 

Tatuaggi-Donne-Video-Games-Capelli-Blu-Fantasy-Art-Wet-Videogiochi-768x1024

I Figli della Notte sapevano che Arya non poteva avvicinarsi alla scena del crimine visto che lei non era un agente di polizia e nemmeno un Detective . Visto che quella era una scena del crimine , solo la polizia si poteva avvinare a quel posto . I Figli della Notte sapevano già cosa fare e chiamarono un tipo un alto un metro e settantacinque , di pelle bianca . Capello nero in testa e i suoi capelli erano tutti tirati all’ indietro . Avevano chiamato Lenny per creare dei documenti veri per Arya e cosi poteva fare di tutto . Gli bastava pochi minuti e lui ti poteva fare tutto e anche dei documenti che erano veri . I documenti che ti dava non erano quelli che trovavi sulle bancarelle e fatti a pochi soldi , ma erano quelli veri e lui ti aiutava anche nel mettere nel database della polizia i tuoi dati ed erano veri visto che Lenny era molto bravo in queste cose . Arya sapeva che aveva bisogno di aiuto e Lenny era andato vicino alla scena del crimine e aveva lasciato tutto sul cofano della macchina di Arya . Arya vide che sul cofano della sua Maxda RX-7 , c’ era il suo distintivo da detective . Arya lo apri e vide che li c’ era il suo distintivo e poi la sua foto in modo molto professionale visto che Lenny aveva fatto che lei nella foto era in giacca e cravatta ed era molto bella anche in quel modo . Ma ad Arya non le piaceva stare in quel modo , preferiva stare in modo civile visto che si poteva muovere meglio . Arya vide la 9mm che era la sua arma da ordinanza ed era carina con 11 proiettile e poi non c’ era solo quello ma anche una cintura con tre caricatori pieni di quei tipi di proiettili . Arya non lo aveva visto li sulla scena del crimine e prima di andare via aveva lasciato anche un altra cosa e sarebbe un auricolare . Arya si tolse i capelli dall’ orecchio destro e se lo mise con calma e senti una voce molto forte prevenire da li dentro – mi senti Arya ? . Arya decise di rispondere visto che voleva sapere se aveva a che fare con Lenny oppure con un altra persona e la voleva fregare alla grande – si ti sento . Sei Lenny . Lenny sapeva che Arya voleva essere sicura e disse in modo molto certo – si sono io , ma non mi chiamare in quel mondo . Chiamami Hacker e basta . Se vedi ti ho dato tutto quello che serve per farti entrare sulla scena del crimine . Se hai bisogno di aiuto chiedi pure a me . Non ti togliere l’ auricolare visto che ti devo avvertire se qualcuno scopre la tua copertura oppure no . Arya decise di ascoltarlo visto che sapeva il fatto suo e se non lo tolse e mise i capelli sull’ orecchio destro per non farlo vedere a nessuno . Una volta arrivata davanti alla striscia gialla , la oltrepasso e uno dei due agenti la stava per fermare ma Arya fece vedere il suo distintivo e il poliziotto un po’ scocciato – finalmente voi della omicidi siete arrivati . Te la sei presa comoda . Arya decise di dare sfogo a tutta la sua calma – vedi ero sulla 26 e tutto era bloccato e sono potuta arrivare solo ora . Cosa abbiamo . Il poliziotto era di colore nero e il suo nome era Carlos , 23 anni ed era calvo e fece strada ad Arya – non so cosa abbia provocato il fuoco ma ti posso dire che è partito dalla stanza delle vittime . Arya prima di andare dentro da sola – non faccia passare nessuno e cerca di tenere lontano la stampa . Non voglio che qualcuno pensi che sia stato un piromane o qualcuno che cercava di dare spettacolo . Arya una volta entrata nella casa, chiuse la porta e vide che pure li c’ era del fumo . Il fuoco aveva bruciato la porta sia davanti che dentro . Arya vide che la scena non era stata contaminata , ma era cosi visto che in vita sua aveva già visto cose del genere . Arya andò a vedere nelle varie stanze e vide che non rimasto molto li dentro . Un normale agente dio polizia avrebbe pensato che il fuoco era stato accesso e poi tutto era bruciato in quel modo per colpa di un accelerante . Ma per gli occhi di Arya non era cosi , ma era stata una persona che era una invocatrice . Arya andò a vedere la stanza di Alice e Roberto e vide che davanti al letto c’ erano delle piccole impronte e cosi capi che il segreto che loro non volevano dire e che avevano una figlia . Arya usci dalla casa e andò verso Carlos – devo fare alcune domande alla bambina che è sopravvissuta . Carlos non sapeva di che cosa stava parlando Arya – mi prende in giro . Li dentro si vide che ci sono traccie di una bambina . Vi conviene trovarla . Chieda aiuto e interroghi tutti quanti .Nessuno se va fino a quando non troviamo quella bambina . Sono stata chiara . Carlos chiamo tutto i suoi amici e inizio le ricerche di quella bambina .