Categorie
Dominatrice di Poteri Federica Ferrari Ninfa dei Boschi Rain Saintcall Roberto

Il segreto di Federica Ferrari

Federica ormai da cinque anni aveva un segreto ed era bello grosso . Non voleva dire a Rain che era lesbica ma il fatto che lei era una ninfa dei boschi e non lo diceva a nessuno perché non sapeva come avrebbero reagito . Rain era li sul letto con Federica – ti devo dire una cosa . Rain si mise in piedi e volle sentire quello che aveva da dire Federica ma prima di dirlo – questo è un mio segreto quindi non dirlo a nessuno . Rain lo promise – te lo giuro e inizio la rivelazione di Federica -io sono una ninfa dei boschi . Adesso ti racconto passo dopo passo il giorno in cui l’ ho scoperto . Federica fu presa in disparte dal suo ragazzo e fece sesso nello stanzino del bidello . Ma poco dopo lui mori . Federica era li ferma davanti al corpo senza vita di Roberto e non sapeva cosa fare . Il suo battito era fermo immobile come se stesse per svenire . Federica nascose il corpo e se ne andò da li il più presto possibile . Se ne torno a casa e si fece una doccia calda ma l’ odore di morte non si tolse dal suo corpo che era bellissimo come non mai . Sua madre Danica arrivo a casa perché era stata avvisata che sua figlia non era a scuola . Danica quel messaggio lo prese in modo molto forte e capì cosa era successo cioè che Federica aveva scoperto cosa era e nel modo peggiore lo aveva fatto . Danica sali di sopra e vide la porta della camera di sua figlia chiusa a chiave e anche se era chiusa lei stava piangendo . Danica busso alla porta con calma – tesoro fammi entrare . So cosa ti sta succedendo . Per favore fammi entrare ti posso spiegare tutto . Federica apri la porta e fece entrare sua madre . Danica si mise sul letto con sua figlia – hai fatto sesso con un ragazzo e quello è morto sotto i tuoi occhi giusto . Federica non capiva come poteva sapere quel particolare sua madre non lo aveva detto a nessuno . Federica si alzo e fece la faccia molto seria – che cosa è successo ? . Danica si alzo dal letto e fece una faccia molto sera – e ora che ti dica tutto . Io questa cosa te l’ ho nascosta da tutta la vita per non farti correre pericoli come uccidere ragazzi . Federica continuava a non capire – che cosa mi stai cercando di dire ? . Danica si mise sulla sedia che era di fronte a lei – ti sei mai accorta che ogni ragazzo ti veda molto bella . Anzi bellissima e pure le ragazze . Questo è possibile perché tu sei una Ninfa dei Boschi . Federica non ci credeva – basta dire scemenze e dimmi la verità . Danica vedeva che sua figlia non ci credeva e allora decise di dire un altra cosa che sapeva che era successo a sua figlia e non ha detto niente – le api ogni volta che tu passi si avvicinano a te e si mettono sulla tua pelle ma non ti pungono e non ti fanno niente . Te lo sei spiegato . Federica sapeva che era impossibile ma vide che era una cosa molto possibile – quindi tutto quello che mi hai detto è vero . Quindi io sono una ninfa dei boschi e adesso che facciamo con il cadavere di Roberto . Danica aveva un segreto e doveva restare tale – Roberto è morto e alcune mie amiche gli hanno dato una degna sepoltura con tutti gli onori . Ma tu adesso te ne devi dimenticare e andare in avanti . Federica non ci credeva ancora credere che aveva ucciso Roberto e cosi prese il suo telefonino per la conferma e non rispose nessuno . Federica allora decise di fare una cosa che se non continuava avrebbe portato alla sua morte – ho deciso da oggi in più non farò più sesso . Danica arrivo vicino al letto e l’ abbraccio molto forte – questa promessa non la puoi più mantenere e mi dispiace per questo ? . Federica era li che abbracciava sua madre – perché non mantenere questa promessa . Io voglio essere vergine fino a quando non mi sposo . Danica sapeva benissimo che questa cosa non era possibile . La guardo negli occhi – vedi figlia mia se non fai sesso per due o tre giorni potresti morire e io non posso fare niente . Federica vide sua madre che aveva uno sguardo molto serio – quindi per vivere devo farlo e devo uccidere . Danica rassicuro sua figlia – le prime volte succede poi ci prendi la mano e tu quando farai sesso non ucciderai più . Federica non sapeva chi gli avrebbe insegnato quelle cose – e chi me lo insegnerà ? . Danica sapeva cosa stava pensando cioè che sua madre era vecchia e che non poteva fare niente – ci penso io ma prima devo fare una cosa . Un allenamento madre figlia ti va . Federica possiamo dire era obbligata a fare questa cosa madre figlia . Una volta finita la storia Rain era li stupita – una storia magnifica , ma perché non me lo hai mai detto ? . Federica scese dal letto e vide Rain negli occhi – non sapevo come avresti reagito . Forse avresti urlato o saresti stata spaventata . Rain si alzo dal letto e guardo Federica – impossibile visto che io sono un aliena quindi una volta che ti avrei detto questa cosa forse tu saresti corsa a gambe levate . Rain e Federica si erano detti segreti su di loro e adesso si potevano considerare amiche per la pelle .

Categorie
Ada Knight Danica Daniel Saintcall Dominatore di Poteri New York Universing

Michela Fontana

250px-AidenRender

 

 

Michela Fontana era la sorella maggiore di Michele . Era più grande di due e quindi era la sorella maggiore di Michele ed era la più prudente e quella che mostrava il più grande coraggio . Michela non aveva nessuna paura di dire agli altri le cose in faccia e lo faceva perché lo voleva fare . Michela aveva dei bellissimi capelli rossi e molto lunghi e tutti a scuola volevano dei capelli come i suoi . Michela era la persona che doveva impedire a Michele di usare i suoi poteri e cosi non essere scoperti li a New York . Michela la sera in cui furono scoperti stava parlando con la sua fidanzata . Michela era lesbica e non lo aveva detto a nessuno perché non voleva essere presa in giro per questo . Non aveva visto Michele per cinque minuti e aveva alzato in aria una sedia . Michela prima di iniziare la sua telefonata con la sua fidanzata si avvicino a suo fratello minore – se ti vedo alzare una sedia o una cosa più piccola ti prendo e ti lego quelle mani e con alzi più niente . Michele si scocciava e cosi decise di alzare una sedia . Li fuori passo un uomo con un cappuccio in testa . Era un ragazzo di 18 anni e il suo nome era Roberto e vide da una delle finestre che era aperte che la sedia era sollevata in aria . Non c’ erano fili e non c’ era niente . Michela si giro e vide che c’ era una sedia in aria . Chiuse la finestra e prese uno spago e prima di legare suo fratello alla sedia prese il microfono della telefono – senti puoi aspettare devi fare un attimo una cosa . Ti richiamo dopo . Michela chiuse la telefonata e vide che se li fuori c’ era qualcuno oppure no e vide che un ragazzo era li vicino e se ne stava andando ed era la persona che aveva visto la sedia volare in aria prima e che Michela aveva fatto cadere sbattendogli la porta in faccia . Michela prese per il braccio Michele ed era molto arrabbiato con lui e lo porto alla finestra per vedere cosa ha fatto – vedi che cosa hai ? . Michele si giro verso sua sorella maggiore – scusami non volevo farlo . Ma mi stavo annoiando e tu non vuoi mai fare qualcosa con me . Una volta che arrivano Danica e Francesco videro che le persone li iniziavano a guardare male con i loro occhi pieni di odio e di rabbia . Danica andò vicino a Michela e la porto in cucina con calma e senza nessuna fretta – dimmi cosa è successa ? . Tu non te vai dalla cucina fino a quando non so per filo e per segno cosa è successo . E se non me lo dici sondo la tua mente e lo mi dirai tutto . Michela si mise vicino a sua madre – Ero a parlare con la migliore amica e avevo detto a Michele di stare li fermo seno lo avrei legato a una sedia . Ma lui non sapeva cosa fare e cosi ha deciso di alzare una sedia . Me ne sono accorta e ho cercato di vedere se qualcuno ci abbia visto oppure no . Credo che un ragazzo di 18 con un cappuccio in testa ci abbia visto . Lui ha provato ad entrare e io gli ho sbattuto la porta in faccia e alla fine lui se ne è andato . Poi ho detto a Michele che non lo doveva fare e che se lo faceva ci metteva nei guai e adesso lo siamo . Mi dispiace e ora ce ne dobbiamo andare . Danica non fu arrabbiata con Michela e l’ abbraccio – vieni qui tesoro . Adesso andiamo a preparare tutto per andare via da qui . Tu hai fatto del tuo meglio . Vedila una lezione . Michela non aveva capito la lezione e cosi mentre saliva le scale con sua madre le chiese di quale lezione stava parlando – quale lezione ? . Danica saliva insieme alla figlia e vicino alla sua stanza – anche se stai attenta a ogni cosa . La cosa più piccola ti può sfuggire dalla mano . Anche se hai la situazione sotto il tuo controllo basta non nulla e tutto svanisce . Adesso prepara la tua borsa e adesso ce ne andiamo di qua visto che le persone che sono qui sotto ci vogliono uccidere . Adesso facciamo in ogni modo per non morire e cosi dopo questa disavventura ti faccio capire come cercare di tenere tutto sotto il tuo controllo . Fu grazie al potere di Michela che poterono andare nel vicolo dove nessuno ci poteva vedere e cosi entrare dentro l’ Universing . Noi eravamo li in moto e Ada si mise in contatto con Michela – Michela io sono Ada Knight se fai entrare la tua famiglia dentro quel vicolo io e il mio collega arriviamo e portiamo tutti quanti voi in un posto molto bello e sicuro per voi . Michela e la sua famiglia si fidarono visto che l’ unica che avevano in quel momento era solo la fiducia . Fu grazie a quella che arrivano dentro l’ Universing .

 

 

 

Categorie
Aurora Giordani Dafne Marino Diana Serra Kara Caruso New York New York University

Manuela Caruso organizza un esame di Criminologia

 

Manuela Caruso quando aveva 15 anni si era laureata a Criminologia con il massimo dei voti e per questa era considerata un vero genio in quel campo e poi trovo lavoro all’ FBI dove fu addestrata e divento un agente in gamba . Manuela imparava molto in fretta e per questo era un ottimo agente . Vedeva una volta le cose e le ricordava e cosi appreso non si doveva portare documenti o carte ma solo la sua abile mente . Quando vedeva una persona che in gamba lo capiva subito e con quella abilità capiva chi poteva essere un futuro membro della sua squadra o della FBI . Manuela era nata a Washington e non vedeva l’ ora di entrare dentro l’ FBI visto che suo madre Kara era pure lei nell’ FBI . Vedeva che il lavoro di sua madre era un lavoro molto utile visto che toglieva i peggiori criminali dalle strade . La madre di Manuela vide che era sempre un pericolo uscire di casa quando sei un agente federale visto che ti vogliono uccidere per il lavoro che fai . Kara stava davvero molto attenta visto che voleva aiutare sua figlia Manuela ad essere un grande agente dell’ FBI . Manuela non vedeva l’ ora di esserlo e si faceva aiutare da sua madre Kara . Kara alcune volte non riusciva a risolvere casi e quando sua figlia ci metteva le mani ci riusciva . Manuela si avvicinava a sua madre dopo aver visto i suoi documenti – è stato avveleno da una tossina . Kara non sapeva di cosa stava parlando sua figlia e quando arrivo all’ Obitorio disse al Medico Legale – è se fosse stato avvelenato . Il medico legale non sapeva come Kara ci era arrivato prima lei – posso sapere come hai fatto a battermi in velocità ? . Kara era li che ci beveva il suo caffè – me lo ha detto mia figlia . Ho pensato che stesse scherzando e invece ho visto bene e ho capito che aveva ragione . Ha visto la foto una sola volta e ha capito cosa è successo a quest’ uomo . Roberto vide che la figlia di Kara era tale a quale – allora vedo che abbiamo un piccolo genio e credo che voglia diventare come sua madre un agente dell’ FBI . Kara torno a casa e aspetto sua figlia e quando Manuela vide sua madre con quella faccia seria – non ha fatto niente di male . Te lo giuro non ho fatto niente . Kara abbraccio Manuela – non sono arrabbiata ma sono molto felice perché ho capito che mia figlia ha quella grande intelligenza per essere un agente dell’ FBI come me . Manuela era felice di saperlo e pensava che era nei guai per qualcosa ma non lo era . Manuela grazie a quel momento e anche ad altri momenti divento un grande agente federale . Manuela non si arrendeva mai e anche se i casi che sua madre gli poneva era difficili lei avrebbe cercato in ogni modo per risolvere il problema a quel caso . Possiamo dire che sin da piccola era una persona che sapeva cosa fare e che avrebbe fatto di tutto per essere un agente federale . Nel 2003 Manuela vide che tutti avevano copiato a un esame . Decise di lasciar perdere e di non allunare quell’ esame ma decise di fare una brutto tiro mancino a tutti quanti e sarebbe fare un esame che riguardava tutto quello che avevano fatto durante il corso di Criminologia . Manuela entrò nella sua aula proprio quando Aurora stava dicendo a tutti della sua festa . Manuela si mise dietro la cattedra e poi con il microfono in mano – So che molti di voi hanno copiato durante il precedente esame . Non vi preoccupate non ve lo alluno ma domani faremo un esame in cui ci sarà tutto quello che abbiamo fatto dentro questo corso . Sono venuta solo per dirvi questo , buona fortuna io adesso vado e lo preparo e spero che siate pronti per domani oppure nessuno potrà prendere 30 e lode . Tutti avevano le facce scioccate e alcuni si stava mettendo le mani dentro i capelli tranne due persone Diana Serra e Dafne Marino .

 

 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demoni Fashion Style Shop Francesca Francesca Delgato Samuele

Francesca chiede a Samuele di insegnare come difendersi dai demoni

Francesca aveva dormito 24 ore come aveva detto l’ angelo Samuele che nel capire se una persona era stata posseduta era il migliore , gli bastava un occhiata e lui lo capiva subito e sopratutto lui sapeva anche come salvare una persona che era stata posseduta dopotutto chi è stato posseduto e non viene curato bene succede che la vittima diventa stressata , i suoi nervi sotto al limite e scatta per ogni minima cosa e le persone che vengono posseduta hanno una maggiore possibilità di suicidio . Proprio per questi motivo Samuele doveva stare molto attento con Francesca , il suo corpo è umano ed era fragile e quindi bastava una cosa fatta male lei sarebbe morta in un minuto . Il corpo di Francesca era davvero messo male prima che Samuele la salvasse e bastava solo che uno dava una spallata al petto di Francesca o altre ferite e lei iniziava a sputare sangue peggio della Fontana di Trevi . Ma Samuele sapeva il fatto suo visto che durante il suo lungo cammino aveva salvato almeno 38 persone che erano state possedute da demoni e sopratutto avevano cercato di suicidarsi per tale motivo . Francesca sapeva che solo perché aveva un tatuaggio anti-possessione sul seno sinistro voleva essere più al sicuro e alle sei di mattina senza farsi sentire da Cassandra e Dana – Samuele ti voglio parlare ? .

Samuele ascolto la chiamata di Francesca con molta attenzione e arrivo davanti a Francesca che non vedo l’ ora di sapere come mai Francesca l’ aveva chiamata e sopratutto poteva vedere che lei era guarita molto bene . Francesca lo guardo e voleva sapere come mai lo aveva chiamato – come mai mi hai chiamato ? .

Francesca era sicura e non era sotto stress e gli disse – anche se ero senza forse ho sentito tutto della conversazioni con Cassandra e Dana e quello che vuoi insegnare a loro lo vogliono imparare pure io . Samuele era d’ accordo con Francesca e alla fine le disse – anche se non me lo chiedevi , ti avrei chiesto io di farlo prima che io iniziassi a parlare con Cassandra e Dana .

Francesca era davvero molto felice che non era più posseduta da quel demone , aveva combattuta moltissimo contro il demone per fare in modo che non facesse del male a Cassandra , Dana , Roberto e sopratutto a Samuele . Il Demone voleva uccidere tutti quanti ma sopratutto l’ angelo Samuele , voleva lui e il modo migliore per avere lui era prendere delle persone a cui stava avendo un rapporto e Cassandra , Dana e Francesca erano le persone migliori come esce . Ma meno male che Francesca non era una persona forte , dura e che non si sarebbe mai fermata senza combattere con tutti anche con un demone . Francesca ce la poteva fare visto che lei per salvarsi non si concentrava con la testa ma con il cuore e per salvare Cassandra , Dana e tutte le persone a cui lei era legata e visto che il demone era entrata aveva lasciato una parte di se ogni volta che usciva e Francesca capì che il suo bersaglio era Samuele ma sapevo questo Francesca avrebbe lottato con tutte le sue forze per far mettere su Samuele visto che dopo che se moriva Francesca , era l’ unico che poteva salvare e proteggere Cassandra , Dana e tutte le persone a cui era legata da ogni pericolo .

Samuele era davvero molto felice di sapere che Francesca voleva essere imparare queste cose che sentendo i suoi pensieri non era solo per la sua protezione ma anche per salvare Cassandra , Dana e le persone che erano in pericolo contro i demoni . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Dark Francesca Roberto

Cassandra e Dana salvano Francesca

Cassandra era tornata tardi al negozio che poi era casa sua visto che aperto una porta chiuse a chiave da Francesca in persona e solo lei sa dove sono le chiavi . Cassandra vide che poco dopo era arrivata anche sua sorella Dana che era in ritardo come Cassandra quel giorno . Cassandra mentre apriva a sua sorella con calma visto che era nel magazzino e prima di arrivare all’ entrata ci voleva un po’ . Alla fine apri la porta e vide qualcosa di diverso in sua sorella Dana non aveva più quel look dark , gli orecchini che erano sul suo viso era scomparsi e pure i tatuaggi che aveva . Il corpo di Dana era pulito come non mai e Cassandra era curiosa di sapere come mai di questo cambiamento drastico e cosi lo chiese a Dana che stava provando a entrare in cucina ma non ci riusciva e poi si ricordo che Francesca aveva le chiavi e loro no . Era da parecchi giorni che Francesca alcune volte arrivava più tardi o spesso non veniva mai e anche se li nascondeva con molta attenzione aveva lividi sul corpo e non voleva dire niente a Cassandra e Dana . Ogni volta Cassandra e Dana erano andate da lei e l’ avevano circondata e messa alle stretta ferma in angolo e Cassandra gli stava togliendo i capelli dall’ occhio sinistro che era gonfio e non voleva dire a nessuno delle due cose era successo e Dana curando l’ occhio sinistro con molta calma e dolcezza e poi si rivolse a lei – dicci cosa ti succede ? . Francesca proprio quando stava affrontando il discorso con Cassandra e Dana se ne andò via senza dare spiegazioni a nessuno . Cassandra e Dana vedevano che era mezzogiorno e Francesca non era arrivata e alla fine quando la porta di ingresso del negozio si apri Cassandra e Dana pensando che era Francesca si buttarono addosso su di lei ma invece era Roberto il padre di Dana e Cassandra e disse vedendo questo attaccamento a lui disse – se ogni volta che torno al lavoro vengo accolto cosi allora mi va bene .

Cassandra e Dana erano davvero molto disperate e chiesero al loro padre Roberto con calma e mentre erano nel negozio e a guardare fuori se veniva oppure no Francesca – Sai dove sta Francesca ? . Pure Roberto aveva visto che Francesca non veniva molte volte al negozio e alla fine sentirono un rumore in soffitta e videro che li c’ era un demone ed era entrato dalla finestra della soffitta e stava soffocando Francesca nell’ acqua e aveva fatto in modo che facendo altri rumori non si sentisse niente ma poi Francesca mentre il demone la teneva per i capelli butto alcune cose . Cassandra e Dana si concentrarono con il cuore nel salvare Francesca e sconfissero il demone . Roberto prese Francesca e le fece la respirazione bocca a bocca per fare in modo che lei potesse tornare a respirare in modo normale . Appena Francesca respiro in modo normale butto tutta l’ acqua che aveva nei polmoni e poi Francesca e Dana curarono le ferite di Francesca che erano molte . Quelle volte in cui avevano parlato con Francesca non era lei ma il demone che era entrato nel suo corpo e quella volta in cui lei se ne era andata da loro era lei che era riuscita a prendere il possesso del suo corpo .

Francesca dopo essersi un bel taglio di capelli tre settimane fa era andata in soffitta a prendere uno dei suoi vecchi cappelli per farci qualcosa di nuovo e qualcosa di bello da mettere . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demone Demoni Francesca Laura Roberto

Laura da una strigliata a Cassandra

Erano passate 24 ore e Cassandra e Dana era ritornare vispe e allegre e quando andarono a fare colazione giù trovarono Laura loro madre che era divenuta un angelo . Laura era davvero molto arrabbiata con Cassandra e quando Cassandra andò ad abbracciare Laura , lei la prese per l’ orecchio e glielo stava facendo diventare rosso e disse – la prossima volta che vuoi fare una pazzia del genere , devi chiamare qualche angelo , sono stata chiara figlia . Cassandra alla fine disse a Cassandra – scusami se non ho chiamato molti angeli , ma il punto che è l’ho fatto ma quei arroganti di angeli non mi hanno ascoltato e io ho dovuto contare solo su mio padre Roberto , su Francesca e poi sull’ angelo Samuele e quindi non ho potuto fare altro e poi per dirla tutta non è stata mia le idea .

Laura era un po’ confusa e disse con calma verso Cassandra – mi puoi dire chi è stata a chiedere tale richiesta ? . Laura tolse la mano sull’ orecchio di Cassandra che era divenuto un po’ rosso e Cassandra le diede con assoluta certezza – è stata Dana a chiedere tale questione . Io ho accettato tale follia per fare in modo che se io o qualcuno di noi era in pericolo lei da angelo ci poteva aiutare .

Dopo aver fatto colazione tutti insieme Laura andò da Dana in camera sua e chiuse la porta e Cassandra che era molti spiona voleva capire cosa diceva Laura a sua sorella Dana . Laura era molto arrabbiata per colpa di questa follia , se questo processo finiva male Dana poteva morire e lei chiese con molta rabbia e disse – mi puoi dire perché hai voluto farti fare tale follia ? . Dana prese tutto il coraggio con cui aveva affrontato Roberto e disse – l’ho fatto perché non ho fatto altro che fare casini con Cassandra . Facevo tutte cose malvagie e per colpa mia Cassandra stava morendo in alcuni situazione e in altre stavo per morire io . Cosi alla fine ho deciso di smettere di fare queste cose e ho deciso di aiutare Cassandra e cosi poi ho chiesto a a lei che volevo provare a fare tale cosa , cosi io potevo aiutare nostro padre Roberto , mia sorella Cassandra , Francesca o chiunque mi chiedesse aiuto . Dana stava già pensando che sua madre le stava per dare uno schiaffo in faccia per questa faccenda e Laura la abbraccio e disse – se lo hai fatto per questo motivo allora va bene , ma la prossima volta fate più attenzione alle follie che volete fare e cercate di non farle da sole seno la prossima volta i demoni vi possono uccidere se non ci sono io avete capito .

Laura si giro verso la porta chiusa e la apri e apparve da dietro Cassandra e Dana le chiese – si può sapere cosa ci fai li dietro ? . Cassandra si invento una scusa e disse – la maniglia non si apriva e io volevo vedere cosa succedeva . Laura guardo Cassandra e le disse guardando in faccia e disse – Cassandra fai schifo a raccontare bugie , di che volevi sentire quello che dicevo a Dana e vedere se non ero molto severa con lei . Dana sapeva che Cassandra spesso origliava quello che succedeva in camera sua e Cassandra era stata sorpresa da Dana e da sua madre Laura e disse – si ero venuta qui a sentire se non trattavi male Dana , questo era il mio scopo . Laura non la rimprovero e nemmeno Dana e l’unica cosa che disse Laura – continua a farlo , cosi se è in pericolo puoi intervenire . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demone Demoni Laura Roberto

Roberto e Francesca fanno da guardia a Cassandra e a Dana

Una volta arrivati al negozio Cassandra e Dana furono portate nelle loro stanze e messe a riposare sui loro letti . Samuele era andato fuori e con i suoi poteri da angelo aveva messo dei segnali contro i demoni per fare in modo che i demoni non potevano attaccare Francesca e Cassandra per colpa di questo progetto che avevano fatto ed era riuscito alla perfezione loro era stremate .

Dana e Cassandra erano talmente stremante che per bere doveva chiedere a Francesca o a Roberto di aiutali a bere o mangiare qualcosa . Loro era davvero molto stremate e quindi loro erano in pericolo e visto che erano due angeli i demoni non avrebbero perso questa grande occasione di ucciderne due che non poteva fare niente .

Anche se era una cosa sporca attaccare un angelo mentre si riposava , ma a loro non importava dopo tutto per loro era una cosa legittima e sopratutto loro erano dei demoni ed erano pronti a uccidere i loro nemici anche se erano in una situazione molto brutta e pericolosa .

Tutti i demoni non si sarebbero fatti perdere questa occasione unica e particolare . Dal Devil’s Dance tutti i demonio sentirono l’ odore di due angeli ma era piccolo e quasi non si sentiva e tutti dissero – gli angeli ci hanno sconfitti per lungo tempo , adesso due dei loro angeli sono a terra e svenuti da che posso capire dal loro odore . Adesso è la nostra unica occasione , abbiamo una opportunità unica e irripetibile e non ce la dobbiamo lasciar perdere . Quindi adesso noi andiamo e li uccidiamo senza alcuna pietà , cioè facciamo come loro fanno a noi .

Tutti i demoni si alzarono e andarono verso l’ odore e puntarono li dove stava il negozio di Francesca Delgato , tutti i demoni erano li fuori e stava cercando di entrare li dentro per uccidere i demoni . Tutti erano venuti con le loro armi ben appuntite e si puntavano li vicino all’ entrata e la stavano per sfondare la porta . Dopo un sacco di tentativi sfondarono le porte e Samuele alla fine per bloccarli una volta che erano all’ interno fece il simbolo per bloccare i demoni e tutti i demoni era bloccati e capirono che cosa li teneva bloccati e Samuele alla fine andò li e stava per ucciderli tutti quanti e Saren lo Sbudellatore stava per distruggere il simbolo ma un ‘ altro angelo apparve .

L’ angelo che apparve era forte e molto potente e non era un angelo che nessuno non conosceva ma era un angelo che Roberto conosceva e anche Cassandra e Dana lo conosceva . Quell’ angelo era Laura la moglie di Roberto e che era venuta li per salvare le sue figlie , quando aveva sentito che i due angeli che erano in pericolo erano Cassandra e Dana lei si precipitò li e sconfisse Saren lo Sbudellatore . Samuele quando vide Laura li e disse con una sguardo severo – non ti avevo detto di stare li a Sefira ? . Laura guardò Samuele e gli disse con lo sguardo un po’ arrabbiato e disse – le mie figlie sono in pericolo e io me ne dovevo fregare come faceva prima . Meno male che sono venuta seno Cassandra e Dana erano morte e poi gli disse – invece di farmi una ramanzina per questa cosa , tu dovresti dire “ grazie Laura per aver salvato il mio bel culetto da questa orda di demoni e grazie per aver salvato Cassandra e Dana “ .

Roberto era sceso e poi li vide una persona che pensava non avrebbe incontrato più cioè sua moglie Laura e tutti e due erano molto felici di vedersi e Roberto era davvero molto felice .

Laura chiese a Roberto – come stanno Cassandra e Dana ? , Roberto gli disse – stanno riposando e stanno molto bene . Adesso stanno riprendendo le forze che hanno perso dopo Cassandra ha trasformato Dana in un angelo .

Laura guardò Roberto e disse – Cassandra è stata una pazza a fare questa cosa senza dirlo a nessuno , ma in un modo o nell’ altro se l’ è cavata . Roberto vide che Laura stava andando di sopra e stava per dare una strigliata a Cassandra e Roberto la fermò e disse – adesso non gli puoi dire niente , si deve riposare . Domani torna e tu gli potrai dare tutte gli strigliate che vuoi tu .

Alcuni demoni riuscirono a scappare e a tornare al bar e Cassandra e Dana poterono riposare in pace e Laura era li che aspettava che loro erano nel pieno delle forze . 

Categorie
Cassandra Dana Devil's Dance Francesca Roberto

Francesca impedisce a Roberto di uccidersi nel Devil’s Dance

Roberto e Francesca andavano d’ accordo anche se loro era un umano e un demone , loro due andavano d’ accordo per un motivo perché anche se Francesca sapeva cosa era successo a Cassandra in quella casa quando vide che il padre di Cassandra e di Dana in pericolo lascio stare il passato e punto al futuro . Nel senso voleva far capire al padre di Cassandra e di Dana che doveva si doveva comportare da padre anche con Cassandra e non solo con Dana . Quando Francesca inizio a questo discorso Roberto gli disse – non sono affari tuoi insulsa mortale e Francesca non si fece mettere i piedi in testa da un demone e disse – Sono affari miei , prima non lo erano ma da quando Cassandra è entrata nel mio negozio lo sono divenuti e adesso io mi prendo cura di Cassandra e di Dana . Tu invece non hai proprio il diritto di dire niente , perché sei stato li a terra e non hai fatto niente per salvare tua figlia Dana o altro . Roberto non ascolto le parole di in insulsa mortale e se ne andò e Francesca gli disse – scappa , scappa ma prima o poi dovrai affrontare il problema .

Francesca aveva ragione perché prima o poi Roberto doveva ascoltare quello che diceva quella insulsa mortale che aveva chiamato cosi .Roberto si sentiva in colpa per molte cose ma tre erano grandi : non aveva aiutato sua moglie quando i demoni li avevano attaccato . Dana è stata usata per tirate fuori Cassandra dal suo nascondiglio e poi quella volta in cui lui era stato utilizzato come esca per attirare Cassandra li .

Roberto si sentiva in colpa per quelle tre occasione e alla fine decise in uno dei bar dei demoni in cui andava Dana cioè Devil Dance e aveva decise di scatenare una dura rissa e fare in modo che lui morisse contro uno di quei demoni .

Roberto era li e stava iniziando a dare fastidio a dei demoni molto potenti uno tra loro era Saren lo Sbudellatore , se avesse avuto Roberto tra le mani lui sarebbe morto tra immani sofferenze . Roberto voleva morire a ogni costo e alla fine decise di farsi uccidere da lui , Francesca alla fine dopo lungo cercare trovo Roberto e lo porto via prima che uno di quei demoni facesse quello che aveva in mente .

I demoni che erano non avrebbero detto niente a parole , anzi se gli avesse rotto il suo bicchiere addosso o gli avesse rotto le scatole ancora per poco , non avessero fatto a parole ma fatti . Francesca era arrivata in tempo e per scusarsi difronte a tutti offri da bere a tutti e pure lei dovette bere per non perdere la stima che aveva ottenuto difronte a quei demoni . Francesca alla fine portò a casa sua Roberto e lui vomito e alla fine loro due parlarono della questione che l’ altra volta non ha voluto parlare con Francesca .

Francesca disse con calma a Roberto – lo so che stai soffrendo per quello che è successo a tua moglie e al fatto che non sei riuscito ad aiutare Cassandra e Dana nel momento del bisogno , ma anche se sei loro padre non devi affrontare tutto da solo . Ci sono che ti posso aiutare e con calma puoi ottenere la loro approvazione e fare in modo che per loro tu sia veramente loro padre . Roberto con la mente sgombra e lucida e disse a Francesca con calma e disse – aiutami , non voglio essere più un peso per Cassandra e Dana ma voglio essere un padre migliore e sopratutto una persona che le puoi aiutare in caso di bisogno . Francesca e Roberto da nemici che non si piacevano , grazie a quella situazione erano divenuti amici che si volevano bene . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demone Demoni Francesca Roberto

Cassandra provo a trasformare Dana in un angelo

Cassandra e Dana prima di fare questa cosa , Dana decise di parlare con suo padre Roberto e lui era li vicino alla finestra a vedere se veniva qualche demone visto che essendo un demone lui poteva vedere chi era un demone essendo un demone lui stesso lui poteva capirlo subito .Dana alla fine prese tutto il coraggio che aveva in corpo e andò dal padre che era in camera sua e si ricordava di sua moglie che era morta . Dana busso alla porta – posso entrare ? . Roberto fece entrare la sua piccolina e disse con calma e con dolcezza e si poteva vedere dai suoi occhi neri ma sotto sotto erano pieni di luce quando vedeva Dana – cosa c’ e Dana ? . Dana sapeva che quello che stava per dire a suo padre gli poteva andare bene oppure la poteva prendere male e fare in modo che per lei fosse morta , ma qualunque fosse la sua risposta ma Dana glielo doveva chiedere possiamo dire che quello era un modo per capire che se era cresciuta ed era divenuta grande . Dana con tutto il suo coraggio e disse a Roberto – senti lo so che sono un demone , ma quel giorno quando ero li e io sono stato quasi forzata a ucciderti . Io non ho fatto niente , invece Cassandra come angelo ha fatto tutto . Quindi ti vorrei chiedere una cosa ? . Roberto non sapeva cosa voleva dire sua figlia Dana e guardando disse – se mi devi dire qualcosa dilla . Alla fine lei gli disse – Io vorrei provare a diventare un angelo tramite una il tocco di Cassandra e cosi se siete in pericolo io ti posso aiutare e posso aiutare Cassandra . Roberto non ci poteva credere a quello che stava per sentire , sua figlia quella che era piccola ed era stata picchiata da quei demoni adesso era davanti a lui stava mostrando un grandissimo coraggio e Roberto le disse – va bene fallo ma voglio assistere pure io a questa cosa cosi se succede qualcosa a te , io ti posso aiutare .

Tutti erano nella foresta che era a 350 metri dal negozio di Francesca . Li c’ erano Francesca , Roberto , Dana , Cassandra e alla fine come maestro per fare in modo che lei procedesse con calma e senza che lei facesse qualcosa di irreparabile cioè mandare sua sorella nel paradiso .

Erano tutti li vicino l’uno all’ altro tranne Cassandra e Dana e Samuele che erano accanto e lontani dagli altri e per fare in modo che se questa cosa non andava bene come doveva andare Roberto il demone che era il padre di Dana poteva morire insieme alla figlia .

Cassandra era un po’ tesa e nervosa e dentro aveva una grande paura e poi mise la mano sulla testa di Dana . Samuele disse a Cassandra – pensa a trasformare Dana a un angelo ma non con la testa ma con il cuore e da li che deve provenire questo pensiero . Samuele poi con calma si rivolse a Dana – dentro il tuo cuore pensa “ voglio essere un angelo “, se pensi a questo e tu potrai diventare un angelo .

Cassandra e Dana avevano lo stesso pensiero nel cuore e con calma Cassandra e Dana non utilizzavano la testa per fare tale cosa ma il cuore che era sulla stessa lunghezza d’ onda e sullo stesso pensiero e alla fine non succedesse niente di male e tutto stava procedendo con calma e alla fine il procedimento duro tre ore e dopo tre ore Dana era un angelo .

Dana era un bellissimo angelo e Roberto anche se non gli piacciono gli angeli , era molto felice per sua figlia Dana e adesso possiamo dire che Cassandra e Dana erano veramente sorella e quindi loro erano felici insieme . Il processo per Dana e per Cassandra era stato davvero molto faticoso e quando fini tutti e due svennero . Francesca prese al volo Cassandra e Roberto prese al volo Dana e poi con la macchina di Francesca le riportarono al negozio per farle riposare . Mentre erano in viaggio con la macchina di Francesca che era grande e di colore rossa come il fuoco visto che a Francesca piaceva il colore rosso e Roberto che era sul sedile dove Cassandra e Dana stavano riposando e chiese a Samuele che era vicino a loro due e disse con molta cortesia – per quanto devono dormire ? .

Samuele vide Cassandra e Dana che erano stanche e stremate e disse con calma – devono riposare per almeno 24 ore e nessuno le deve far fare niente . Se le facciamo riposare per domani saranno piene di salute come non mai .

Cassandra prima di fare tale operazione aveva paura come non mai e come dargli torto lei doveva un sacco di cose in un momento solo . Le cose che doveva fare Cassandra era calibrare la sua energia da angelo e fare in modo che tale energia non uccidesse sua sorella . Ogni cosa che faceva li nel processo era pericoloso ,una sola distrazione e sua sorella Dana moriva e per questo si sarebbe sentita in colpa per tutta la vita e per questo lei non si faceva distrarre da niente e da nessuno e neanche Dana . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Francesca Roberto

Samuele parla con Dana

Dana era ancora sconvolta per il fatto che i demoni volevano farle uccidere suo padre e suo padre era li a casa loro ma per il momento non voleva parlare con Cassandra , Francesca o suo padre . Era davvero molto arrabbiata e non voleva parlare con nessuno , era davvero molto arrabbiata . Era brava a combattere ma contro quei demoni non aveva fatto niente ed era stata narcotizzata e mandata li a uccidere suo padre . Il padre lo vedeva che sua figlia Dana era molto arrabbiata e Dana con calma mentre stava sul letto , era calma ma era parecchio arrabbiata , si sentiva ferita nel suo orgoglio di combattente . Era brava e molto brava delle altre ma contro quei demoni era stata presa da dietro e lei stata tenuta ferma molto forte contro il muro e poi narcotizzata dell’ alcol . I due demoni l’ avevano messo contro il muro e nessuno aveva fatto niente , molte persone hanno paura dell’oscurità e avevano paura di entrare li perché avevano paura che quella oscurità la potevano mangiare vivi . Dana con calma guardo il padre e disse – lasciami stare , voglio essere lasciata in pace per un po’ . Il padre guardo la figlia e vide che era ferita e stava soffrendo , lui era bravo con le parole in questo momento non sapeva cosa dire , era più brava sua moglie per rassicurare la loro Dana .

Il padre decise di andarsene dalla stanza e poi andò dall’ altra figlia e disse – sai perché tua sorella Dana è ferita ? . Cassandra che era sulla sedia e stava mangiando una cosa – si lo so che Dana è ferita . Dana è ferita perché lei nelle ultime settimane ha imparato a combattere e si sente ferita per essere stata narcotizzata e per questo si sente ferita nell’ animo per non essere riuscita a fare niente contro quei due demoni . Ma forse so con chi vuole parare ? .

Il padre voleva proprio sapere con chi Dana voleva parlare e Cassandra lo guardo negli occhi e disse – forse parlerà con un angelo , ma non con me ma con un’ altro a cui sembra che loro due sono andati molto d’accordo .

Roberto il padre di Cassandra e di Dana , le disse con calma – e tu come sai che loro due vanno cosi d’ accordo ? . Cassandra guardo il padre negli occhi e disse – Dana vuole parlare con un angelo di nome Samuele . Anche se non è giusto farli li ho spiati e quindi so che loro due vanno molto d’ accordo .

Roberto sapeva che quello che aveva fatto sua figlia Cassandra ma alcune volte e giusto fare cose che non sono giuste e poi Roberto disse alla figlia – chiamalo ? . Tu sei un angelo e come angelo devi saperlo contattare e cosi tu puoi aiutare tua sorella . Cassandra alla fine chiamo Samuele e disse – Samuele viene ti devo chiamare e ho bisogno del tuo aiuto . Dopo pochi minuti Samuele arrivo e si mise vicino a Cassandra e chiese – in che modo ti posso aiutare ? . Cassandra guardo Samuele negli occhi Cassandra e disse – Dana ha bisogno del tuo aiuto , si sente ferita per non essere riuscita a fare niente contro quei demoni e per questo tu gli deve parlare . Samuele chiese a Cassandra con molta gentilezza – perché devo farlo io e non tu o tuo padre ? . Roberto prese parola e disse con calma e lo stava guardando negli occhi – voi angeli non mi piacete , mi fate schifo ma adesso tu puoi aiutare mia figlia Dana . Quindi per favore aiuta mia figlia Dana . Samuele senti dentro il padre che c’ era sofferenza e disse – va bene ci vado . Samuele alla fine andò a parlare con Dana che era sul suo letto , Samuele apri con calma la porta e la chiuse con calma e poi si mise sul letto per poter parlare faccia a faccia con Dana . Samuele disse a Dana – lo so che stai soffrendo per quello che è successo , che sei stata li e non hai fatto niente contro quei demoni . Ma se vuoi io ti posso allenare e fare in modo che se qualche demone sta cercando di farti qualcosa di male tu puoi sconfiggerli . Dana alla fine decise di dire a Samuele – va bene , voglio essere allenata da te e cosi se i demoni mi attaccano o attaccano mio padre Roberto e mia sorella Cassandra io li posso proteggere . Alla fine Dana non era più ferita e alla fine lei inizio a parlare con Roberto e sua sorella Cassandra .