Categorie
Ada Knight Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kratos Pandora

Curiamo le persone che siamo riusciti a salvare dalla tempesta

250px-AidenRender

Alcune persone dentro l’ universo di Into the Storm le siamo riuscite a salvare e a portare dentro il T.A.R.D.I.S . Marica 26 anni segretaria ed era a New York per lavoro e stava per essere uccisa da una delle quattro tempeste . Io arrivai in tempo per salvarla . Era li in mezzo a quelle quattro tempeste e non sapeva dove altro andare . Io arrivai da dietro a lei e le presi la mano e la portai via da li andando nel T.A.R.D.I.S . Aqua era riuscita a salvare la figlia di Marica che aveva solo 9 anni . Quando vide Aqua fu molto felice . Era rimasta li dentro casa a fare i compiti . Aqua era entrata dentro casa e la vide li spaventata a morte e non sapeva cosa fare . Una volta entrata la prese subito tra le sue braccia . Rossella era molto carina e inizio a toccare i capelli di Aqua . Aqua la porto a bordo e abbraccio sua madre . Pandora era sui tetti e vide che li c’ era una bambina di 10 anni che voleva fare la coraggiosa affrontando tutta da sola quella tempesta . La bambina fu trascinata a forza dentro la tempesta . Pandora senti il grido disperato di Irisa – aiuto . Qualcuno mi aiuto . Irisa era amica di Rossella e tutti avevano la stessa idea cioè sfidare la tempesta . Però Rossella si mise paura e non lo fece , invece Irisa lo fece perchè voleva far vedere che era più forte della tempesta . Pandora la portò nel T.A.R.D.I.S e li Irisa vide Rossella . Si abbracciarono come grandi amiche – sono felice che stai bene . Vedo che hai sfidato la tempesta anche senza di me . Non dovevi fare una pazzia del genere . Marica quando senti quello che aveva fatto Irisa le diede un piccolo schiaffo in faccia – non lo fare più . Hai tutta la vita davanti . Marica abbraccio Irisa e vide che stava bene . Kratos e Alyssa avevano salvato un sacco di persone e le avevano portate fuori dalla città . Una volta finita la tempesta del tutto noi portammo le persone in quello che rimaneva della loro città . Prima di andarcene usammo i nostri poteri per ridare alla città l’ aspetto che aveva prima di questo inferno di tempesta .

 

Categorie
Angela Ferrante Daniel Lopez Demoni Mondo

Un Demone Invidioso uccide Daniel Lopez e Il Direttore della Squadra di Ginnastica Artistica

Nel Settembre 2010 Rossella De Rosa si era fatta parecchio male , durante un esercizio con la trave lei si era fatta parecchio male e le faceva male moltissimo la gamba e per questo dovette andare in ospedale . Quando lei era caduta , era caduta pure una parte della trave e non cadette sulla sua gamba .  Due infermieri portarono Rossella all’ ospedale più vicino di Milano e lei fu ricovera al terzo piano stanza 227 e li tutte le amiche di Rossella andarono li per stare con lei . Sopratutto Pandora Black , Amelia Guerra , Azzurra Barone , Ilaria Negri , Miranda Pellegrino e alla fine per ultima Ada Esposito . Tutte erano molto preoccupate per Rossella de Rosa pure io ero andato , visto che Pandora non sapeva guidare qualcuno la doveva accompagnare e durante il tragitto le presi dei fiori fresci delle rosse rose . Le Rose rosse erano i fiori preferiti di Rossella , perchè lei erano come le rose delicati ma forti . Insieme alle sue amiche entrai pure io e misi i fiori in un vaso per non farle appassire . Rossella era molto felice di sapere che tutti erano li per preoccuparsi , visto che ero un dottore pure io cercai di capire se la situazione di Rossella era grave o no . Io controllai con calma e poi capì che non era grave ma era molto indolensito la sua gamba . Almeno cosi pensai io ma quando andai a vedere il posto in cui lei era caduta senti dello zolfo anche se era lontano c’ era . Io andai dal direttore e disse – Ho sentito dell’ incidente di Rossella e volevo vedere se era tutto ok . Voglio essere sicuro che questo è sicuro che Pandora sia al sicuro . Il Direttore mi guardò e disse – non si deve preoccupare questo è stato uno sfortunato incidente . Il Direttore non me la raccontava giusto , lui era troppo sospetto e poi senti dello zolfo nell’ aria , prima di accusare il Direttore volevo essere sicuro dei miei sospetti . Aspettai che lui se ne andava e lo iniziai a seguire e stava andando verso un ‘ altra campionessa cioè Daniela Lopez 22 anni e molto brava nella trave . Non capivo cosa avevano a che fare loro due con il Direttore , ma se c’ era dello zolfo c’ era una sola unica spiegazione cioè Demoni . Lui aveva sabotato la trave e l’ aveva pure segata a metà , aveva avuto tutto il tempo . Daniel Lopez stava facendo il suo esercizio sulla trave e poi quando inizio a fare i suoi salti la trave si spezzo davanti a tutti , Io corsi il più velocemente possibile e la presi al volo e io le dissi – tutto a posto . Lei mi guardò – si , adesso si , la trave si era spezzata , alla fine controllai la ragazza è stava bene . Il Demone quando vide che il suo piano ebbe successo andò da lei e davanti a tutto la uccise . Io provai a fermare il demone ma non ci riusci perchè lui si era messo sotto a Daniel e se faceva qualcosa rischiavo di colpirla . Le voleva morta , l’uomo aveva il cuore della ragazza in mano e lo butto a terra come se fosse niente . Il Demone era mosso dalla vendetta o dall’ invidia , io le dissi – perchè l’ hai uccisa , non ti ha fatto niente ? . Lei allora mi disse – vuoi sapere perchè ho uccisa questa stronza , adesso te lo dico . Queste campionessa si vantano ogni giorno del loro talento e io invece non ottenevo niente . Ci ho provato ma non ci sono riuscita e io adesso le voglio vedere morte e sepolte . Capì che era uno spirito vendicativo e per farlo c’ era un solo modo cioè bruciare l’ oggetto che la teneva in vita . Scappai e inizai a cercare l’ oggetto e lo trovai dopo vari tentativi , lei si buttava contro di me e utilizzava tutta la sua enorme furia . Alla fine presi l’ oggetto che era una fascia nera che portava intorno alla vita la portava perchè le portava fortuna . Lei poi mi disse – se vuoi uccidermi ti manca una cosa ? .

Il fuoco stai dicendo – la fermai appena in tempo , chiusi e apri la mia mano e uscirono delle fiamme rosse fuoco e brucai l’ oggetto e lei mori e putroppo mori anche il Direttore . Chiamai Angela Ferrante e le dissi – Senti mi puoi mandare una squadra . Per colpa di un demone sono morte due persone e io l’ ho fermato , ma adesso dobbiamo coprire la cosa . Angela era felice di saperlo e mi disse – adesso te la mando subito e poi mi disse – Daniel ma solo quando ci sei tu succedono queste cose , non è che porti sfortuna . Io le dissi per telefono – sto iniziando a pensarlo . In cinque minuti arrivò una squadra e inizio a coprire l’ incidente che è successo li dentro .

Categorie
Laura Melissa Mcarthur Osservatore Persone

Melissa Mcarthur parte 3

Lara l’ amica del liceo di Melissa , dal suo laboratorio aveva preso tutto quello che serviva per fare una buona visita medica alla sua amica , che con tanta forza e con tanta ostinazione non voleva farsi visitare . Lara si era presa sempre cura di Melissa , la vedeva come una sorella minore e le era molto affezionata . Lara quando era piccola ha perso sua sorella minore , era un stato incidente d’auto . Erano le tre di notte , alla guida c’ era suo padre , ma per colpa di una cosa aveva visto in camera sua , cioè sua moglie che lo tradiva con un ‘ altro uomo . Quello fece molto infuriare , inizio a bere molti alcoli mentre era a casa , Lara era uscita ma sua sorella minore Rossella che aveva un anno meno di Lara . Rossella era ancora dentro la macchina , il padre di Lara arrabbiato andò a fare un giro con l’ auto un po’ per distrarsi o un po’ altro . La madre di Lara di nome Dana era molto bella , capelli rossi , occhi blu con calmò andò a vedere le bambine come stavano . Entrò nella stanza e vide solo Lara e chiese alla bambina con molta calma – dove è tua sorella Rossella ? .Lara si girò e disse – l’ ho cercata in tutta la casa , non c’ e . Poi Dana capi dove poteva essere la bambina , cioè in macchina . Il padre di nome Luca stava andando molto forte , tipo 200 km orari , quando era salito in auto non aveva sentito la voce della bambina che gli diceva varie cose . Era cosi pieno di alcol in corpo che l’ aveva bevuto come se fosse acqua fresca , per lui l’ unica cosa era bere e bere fino a quando nella sua mente non avrebbe più quella cosa che aveva visto cioè sua moglie con il suo migliore amico . Rossella inizio a piangere moltissimo , dove è la mamma – continuava a dire molte volte . Luca non sentiva niente neanche la voce della bambina , anzi la sentiva ma la sentiva distorta e sopratutto non vedeva bene , né la strada che stava davanti a se né la bambina che stava dietro . Cioè in poche parole lui era talmente pieno di alcol che lui scambio che lui con i suoi occhi non vide sua figlia che stava piangendo e voleva la mamma . Ma la scambio per la moglie che aveva paura di stare accanto a lui e che si era seduta dietro per non soffrire e sopratutto non venire picchiata da lui . Rossella inizio a piangere e lui scoppio dalla rabbia e ogni parlava gli gridava contro . Purtroppo una volta lui grido alla moglie peccato che non era la moglie , ma era la figlia , perché quando stai morendo quella lucidità che hai perso bevendo un po’ di alcol scompare e tu puoi vedere chi è . Luca purtroppo quella lucidità la ottenne molto dopo e se ne penti , cioè perso il secondo bene più grande del mondo cioè sua figlia Rossella . Per Laura fu davvero molto difficile superare la morte di sua sorella , ma quando conobbe Melissa fu come se sua sorella Rossella fosse rinata in un nuovo corpo . Melissa aveva saputo dell’ incidente e non aveva trattato con Laura con compassione , ma la trattava come amica e grazie a questa cosa loro divennero grandi amiche . Certo la sorella di Laura era morta , ma con aiuto delle tue amiche puoi superare tutto anche il dolore più grande . Laura non dovette solo superare tale evento , ma anche il fatto che sua madre aveva tradito suo padre , questo fu un grande evento ed era molto arrabbiata con lei . Lei ogni giorno incolpava la madre di quello che era successo , visto che era stata colpa sua , Laura aveva perso suo padre e sua sorella . Quelle erano due grandi cose che lei era riuscita a ottenere nella vita . Prima che Melissa potesse perdonare sua madre ci vollero 7 anni . 7 anni per poter di nuovo parlare con la madre , Laura era davvero molto insistente , se non ci fosse messa Melissa questa cosa non sarebbe mai avvenuta . Laura come macchina aveva una Ford Fiesta , l’ aveva comprata da un concessionario non molto lontano da casa sua . Usci dal suo laboratorio , si tolse il camice e poi come si risolve al suo assistente Mario che stava analizzando per lei delle fibre di capelli per capire a chi appartenevano . Senti Mario io vado a fare visita a Melissa , voglio vedere se sta bene oppure no – Mario senti quello che aveva detto la Dottoressa e poi si rivolse a lei – Spero che Melissa stia bene e possa tornare a lavorare al più presto . Laura non ci mise molto ad arrivare all’ appartamento di Melissa , arrivo alla porta busso – ci sei Melissa , andiamo apri . Melissa si sveglio per colpa di Laura , ci mise la prima cosa che aveva tra le mani , si pettino e andò ad aprire la porta e vide che era Laura . Laura che ci fai qui ? – chiese con gli occhi stanchi , come se si era svegliata adesso . Laura guardo Melissa che stava danti a lei , non l’ aveva fatta ancora entrare . Melissa disse – certo entra pure , fa come se fosse casa tua . Laura entro e disse – Sono venuta qui a vedere come sta la amica che è stata attacca da uno sconosciuto che l’ ha messa a terra .Non potevi avvisarmi per via telefonino o altro , avendo un po’ di mal di testa , avevo deciso di mettermi un po’ a letto e dormire un po’ e vedere se riuscivo a dormire . Non dico che la tua visita non la volevo , ma la prossima volta avvertimi – disse ancora con quello sguardo assonato e mezzi aperti . Laura disse – mi dispiace , però volevo farti una bella visita . Melissa alla fine ci passo sopra e disse a lei mentre aveva preso dalla sua borsa il suo telefonino per vedere se c’ erano telefonate perse oppure sms , ma non c’ era niente . Laura vide che la sua era davvero molto stanca e decise di fare un bel caffè caldo , cosi da risvegliare Melissa e stare un po’ con lei e visitarla . Laura cercò la caffettiera e il caffè e li trovo nell’ anta dove teneva i bicchieri di carta . Prese tutto e inizio a fare il caffè , il buon odore del caffè caldo venne anche nella stanza dove stava Melissa e disse all’ amica – stai facendo il caffè ? .Si , lo vuoi ? – rispose l’ amica e Melissa rispose – si è che sia bello forte , Melissa per risvegliarsi aveva davvero bisogno di un caffè davvero molto forte , inoltre Laura aveva portato con se un sacca con il ghiaccio per metterlo sulla testa testarda di Melissa . Melissa prima di andare a prendere il caffè che la sua amica aveva fatto , decise di andare in camera sua e di nascondere il telefonino , cosi Laura non lo poteva vedere . Melissa pensava che se Laura lo vedeva gli faceva un sacco di domande , moltissime domande alle quali lei non sapeva rispondere . Dopo andò a bere il caffè con Laura e mentre era li sul tavolo vide la sacca con il ghiaccio , appena la vide disse in modo molto scocciato – sto bene , non preoccuparti è solo una piccola botta . Laura disse a Melissa – voglio solo farti una semplice visita per vedere se stai bene o no , non fare la testarda . Melissa dopo tante storie , decise di farsi mettere la sacca con il ghiaccio sulla testa e poi Laura vide che lei stava molto meglio , di come stava prima . Laura era preoccupata per Melissa , perché nel college in cui si erano conosciute non erano divenute solo amiche , ma erano divenute come due sorelle , unite in tutto . Laura e Melissa al college facevano tutto insieme e stavano sempre insieme , cioè dopo che Laura aveva perso una sorella , era come se ne avesse ottenuta una nuova . Laura non avrebbe mai dimenticato Rossella , ma era ora che andasse in avanti e che si trovare amiche e che facesse delle cose belle nella sua nuova vita . Dopo che Laura se né andò nella sera inoltrata , Melissa cerco ancora di capire alcune , cosa poteva fare con il telefonino , come mai la ferita non gli faceva male e molte altre domande .

 

Continua