Categorie
Cinema Film ipad iphone Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Rupert Sanders per Napoleon; Scott Waugh dirigerà un thriller con rapina; Warner Bros. vuol adattare il videogame Temple Run

Collider riporta che Warner Bros. ha ingaggiato il regista Rupert Sanders (Biancaneve e il cacciatore) per il loro film su Napoleone. Sceneggiato da Jeremy Doner (The Killing), Napoleonè descritto come uno sguardo in stile “Scarface” sul conquistatore francese.

Sanders, che ha fatto il suo debutto alla regia con la rivisitazione dark di Biancaneve è anche collegato, sempre in veste di regista, ai progetti 90 Church dramma ambientato negli anni ‘60 su un agente fresco di assegnazione ad una task force federale della narcotici di stanza a New York ufficio e The Kill List, un thriller basato su un romanzo di Frederick Forsyth.

Il sito Beyond Hollywood riporta che Scott Waugh regista di “Act of Valor” dirigerà per laDreamworks un action-thriller con rapina ancora senza titolo che vedrà in veste di produttore Steve Zaillan.

Il progetto sarà scritto da Scott Rosenberg, lo sceneggiatore dell’action Con Air, e la trama seguirà un uomo che ha bisogno di realizzare un colpo apparentemente impossibile e per farlo recluta il fratello che viene descritto come un tipo “borderline”.

Waugh sarà nei cinema l’anno prossimo con l’adattamento Need for Speed basato sull’omonima serie di videogiochi e interpretato dall’Aaron Paul della serie tv Breaking Bad.

Hollywood sembra aver messo definitivamente gli occhi anche sui videogames per cellulari e dopo l’annunciato adattamento di Angry Birds, arriva la notizia via THR che anche Temple Runarriverà al cinema con David Heyman (i film di Harry Potter e Gravity) a bordo come produttore .

Il videogame del 2011 sviluppato da Imangi Studios è incentrato su un esploratore che ha rubato un idolo da un tempio e per questo viene continuamente inseguito da scimmie demoniache. Attualmente lo studio è ancora in trattative per portare il gioco su grande schermo ed è alla ricerca di uno sceneggiatore.

 

Categorie
2002 2004 2005 2007 2008 2009 2011 2012 2013 Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Charlize Theron – Bella con lati oscuri in tanti film del 2014

Tra i festeggiati di oggi c’è Charlize Theron, la più bella del reame anche quando interpreta il ruolo della regina cattiva di Biancaneve, e un talento da Oscar che non teme di mostrarla brutta e serial killer.

Un talento eclettico, con un corpo da ballerina affusolato dalla danza sin dall’età di 6 anni, il portamento da top model che ha iniziato a sfilare a Milano a 16 anni, un fondoschiena reso cult da un filo tirato dallo spot Martini a 18 anni, una carriera nel cinema inaugurata a 20 con l’interpretazione non accreditata in Children of the Corn III: Urban Harvest.

L’interprete che ha conquistato la notorietà come moglie di Keanu Reeves in L’avvocato del diavolo e La moglie dell’astronauta Johnny Depp, modella tra le Celebrity di Woody Allen, e malata di cancro in Sweet November – Dolce novembre, che anche come produttrice ci ha regalato la strepitosa performance della prostituta serial killer Aileen Wuornos di Monster, migliore attrice premiata con l’Oscar, il SAG Award, il Golden Globe, e 10.000.000 di dollari che nel 2006 gli hanno fanno scalare la classifica delle attrici più pagate di Hollywood.

Drammatica e bravissima anche come donna e madre offesa da tutta la comunità di North Country – Storia di Josey, e scrittrice dall’esistenza travagliata nella dark comedy Young Adult, ruoli che probabilmente fanno tesoro di una sensibilità che arriva da un vissuto personale altrettanto traumatico.

Una donna bella dall’anima travagliata e generosa, Sudafrica naturalizzata Americana, figlia di una madre maltrattata che ha ucciso il padre alcolizzato per difendersi, madre single di un bambino adottato, ambasciatrice dei diritti umanitari.

Una sorprendente attrice e produttrice pronta a nuove sfide e tanti ruoli diversi per il prossimo 2014, dalla semi calva e agguerrita Imperatrice Furiosa del post-apocalittico Mad Max: Fury Road diretto da George Miller, con Tom Hardy nei panni di Mad Max Rockatansky che furono di Michael Gibson, al lato oscuro della Libby Day nei Dark Places – Nei luoghi oscuri di Gilles Paquet-Brenner, oltre ad essere produttrice e interprete di una donna bella e misteriosa per la commedia A Million Ways to Die in the West, di Seth MacFarlane, attesa in sala il 30 maggio 2014.

A questi titoli aggiungete, con tutti i benefici del dubbio che si possono accordare al futuro, l’ultima serata di follia della Ladies Night di Fred Savage, la mamma con ‘gli occhi sbarrati’ del remake di Two Eyes Staring diretto da Scott Derrickson, e in quello della Lady Vendetta, diretto da Park Chan-wook.

Un nuovo anno nel quale potremmo anche vederla recitare nel crime thriller Untitled Vigilante/Crime Project della Paramount Pictures, in Agent 13 diretto da Rupert Wyatt, ma anche in veste di attrice e produttrice di Murder Mystery diretto da John Madden, oppure Cities of Refuge. Tante occasioni per porgere i nostri migliori auguri, 38 lati di questa fulgida visione, quanti sono gli anni che festeggia, e la filmografia pronta ad arricchirsi di nuovi successi e anime oscure.

Galleria Fotografica 2013-1999

Filmografia

Children of the Corn III: Urban Harvest, regia di James D.R. Hickox (1995) – non accreditata
Due giorni senza respiro (2 Days in the Valley), regia di John Herzfeld (1996)
Music Graffiti (That Thing You Do!), regia di Tom Hanks (1996)
Ancora più scemo (Trial and Error), regia di Jonathan Lynn (1997)
L’avvocato del diavolo (The Devil’s Advocate), regia di Taylor Hackford (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Il grande Joe (Mighty Joe Young), regia di Ron Underwood (1998)
The Astronaut’s Wife – La moglie dell’astronauta (The Astronaut’s Wife), regia di Rand Ravich (1999)
Le regole della casa del sidro (The Cider House Rules), regia di Lasse Hallström (1999)
Trappola criminale (Reindeer Games), regia di John Frankenheimer (2000)
The Yards, regia di James Gray (2000)
Men of Honor – L’onore degli uomini (Men of Honor), regia di George Tillman Jr. (2000)
La leggenda di Bagger Vance (The Legend of Bagger Vance), regia di Robert Redford (2000)
Sweet November – Dolce novembre (Sweet November), regia di Pat O’Connor (2001)
15 minuti – Follia omicida a New York (15 Minutes), regia di John Herzfeld (2001) – cameo
La maledizione dello scorpione di giada (The Curse of the Jade Scorpion), regia di Woody Allen (2001)
24 ore (Trapped), regia di Luis Mandoki (2002)
Amici di… letti (Waking Up in Reno), regia di Jordan Brady (2002)
The Italian Job, regia di F. Gary Gray (2003)
Monster, regia di Patty Jenkins (2003)
Gioco di donna (Head in the Clouds), regia di John Duigan (2004)
North Country – Storia di Josey (North Country), regia di Niki Caro (2005)
Æon Flux – Il futuro ha inizio (Æon Flux), regia di Karyn Kusama (2005)
Nella valle di Elah (In the Valley of Elah), regia di Paul Haggis (2007)
Battle in Seattle – Nessuno li può fermare (Battle in Seattle), regia di Stuart Townsend (2007)
Sleepwalking, regia di William Maher (2008)
Hancock, regia di Peter Berg (2008)
The Burning Plain – Il confine della solitudine (The Burning Plain), regia di Guillermo Arriaga (2008)
The Road, regia di John Hillcoat (2009)
Young Adult, regia di Jason Reitman (2011)
Biancaneve e il cacciatore, regia di Rupert Sanders (2012)
Prometheus, regia di Ridley Scott (2012)

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Pirati dei Caraibi 5: Joachim Rønning e Espen Sandberg alla regia

Dopo la trilogia iniziale firmata Gore Verbinski e il capitolo singolo ad opera di Rob Marshall, Jerry Bruckheimer ha deciso. Saranno Joachim Rønning e Espen Sandberg a girare I Pirati dei Caraibi 5. Ad annunciare l’accordo praticamente raggiunto il sito Deadline, per quella che potremmo definire una scelta curiosa, ma al tempo stesso coraggiosa.

Candidati all’Oscar per Kon-Tiki, i due giovani norvegesi hanno battuto in volata Rupert Sanders e Fredrik Bond. Le riprese del quinto capitolo dell’infinito franchise potrebbero diventare realtà a gennaio, recuperando il tempo perso nella scelta della conduzione.

Jeff Nathanson, autore di Prova a Prendermi, si è occupato della sceneggiatura, chiamata a ridare fiato ad una saga che con il quarto capitolo aveva fatto storcere più di qualche bocca, box office permettendo.

Gli incassi del franchise sono sempre stati spaventosi, tanto da sfiorare i 4 miliardi di dollari complessivi, così suddivisi: 654 milioni incassati dal primo capitolo; 1,066,179,725 dollari con il secondo; 963,420,425 con il terzo; ed infine 1,043,871,802 con il quarto. Riusciranno Joachim Rønning e Espen Sandberg a fare di meglio, con un budget monster e un cast di altissimo livello? Cast tra le altre cose tutt’altro che sconosciuto, perché i due norvegesi diressero nel 2006 Bandidas, titolo con protagonista proprio Penélope Cruz.