Criminal Minds- Boxed In

Io e Ada abbiamo saputo che alcune volte dei bambini di sette erano spariti . Appena lo abbiamo saputo abbiamo lasciato ogni nostro caso e ci siamo buttati su questo caso . Anche se apparteneva all’ FBI che cercava Serial Killer . Persone che rapiscono bambini devono essere presi e buttati la chiave per sempre . Settembre sapeva che io e Ada eravamo alla ricerca di questo bambino e mi seguiva da lontano . Io e Ada toccammo insieme la strada e vedemmo che un uomo con il costumo nero e la faccia da scheletro aveva rapito il bambino . Io e Ada senza un nome e senza un volto non sapevamo nulla ma non ci fermammo li . Settembre sapeva che era un male rapire bambini e cosi con la sua mano destra la tenne stretta e ci lancio una visione del passato . Ci fece vedere cosa sarebbe successo al bambino cioè che venne messo dentro una bara e poi un uomo senza maschera prendeva il bambino e forse lo portava a casa .

Aaron e Rossi iniziano a parlare del profilo del Serial Killer ma non prima che Hotch metta sulla lavagna la foto di un bambino scomparso quella notte . Uno dei bambini scomparso e stato riportato ma adesso non è più in salute ma sta molto male . Un uomo che ha portato dei documenti inizia pure lui a parlare del caso e di chi può essere stato .

Sembra che la polizia non voglia collaborare con la BUA

Il poliziotto si toglie e finalmente si può esaminare la scena del crimine

JJ e Reed non ce la fanno a vedere cosa hanno fatto a quel bambino

Derek e Kate interrogano un sospettato .

Hotch e Rossi stanno per andare verso la casa dei genitori del bambino scomparso e forse in macchina stanno parlando di come comportarsi

Hotch parla con una donna dai capelli biondi

Una volta arrivati li vicino alla casa cercando un modo non troppo serio di dire che hanno rapito loro figlio

Aspetto di The Vision

The Vision prima di andare dentro come sospettata nella BlackStorm Prison . The Vision si era fatta arrestare apposta e dentro la sua cella si era fatta nascondere un costume fatto da lei e un tomahawk e una pistola . Ma li dentro trovo la pistola che la fece distinguere per molto tempo una Desert Eagle e la prese da una guardia li dentro . Non gli importava se il costume era troppo sexy ma a lei importava solo uccidere e voleva che il sangue gli andasse addosso e cosi si sentiva viva e vegeta . In ogni posto dove andava teneva il suo volto coperto , anche se era bellissima voleva il suo volto coperto visto che era un assassina e non voleva far vedere il suo aspetto . Voleva solo che tutti la conoscevano con un altro nome e sarebbe a dire The Vision . il suo nome lo aveva perso quando Yuna , Rikku e Pain non erano riusciti a salvarla durante uno dei loro salvataggi e da quel momento decise di essere solo The Vision e solo quando doveva andare in certi posti inventava dei nomi e cosi poteva stare li senza alcun problema .

Assassin_5

Aspetto di Darren Swan

Darren Swan un uomo molto giovane e di colore nero . Ma anche se era nero tutti lo rispettavano visto che vedevano che se tu facevi le cose come andavano fatto lui ti aiutava ma se invece le cose non era fatte come dovevano essere fatte ti dava addosso visto che lui era un uomo che non amava essere ripreso dai superiori . Quando veniva al lavoro si metteva in giacca e cravatta e vicino alla giacca aveva una piccola bandiera dell’ America per far capire a tutti che era Americano . Ma non lo sottovalutate visto che non significa che lui e della scientifica non vale niente , lui sa combattere molto bene e per questo lui non opera solo in un laboratorio ma anche fuori dal laboratorio e in diverse occasioni ha salvato il culo ai suoi uomini e anche per questo che lo rispettano . Quando ha incontrato Stephen Sparks e la sua collega Serena Alfieri sono andati subito d’ accordo visto che lui si presento dicendo – io sono Darren Swan , piacere di conoscervi a tutti e due . Che ne dici se troviamo questo mostro che ha fatto questo omicidio . Da quelle parole Stephen si rispecchio in lui e disse – Certo amico . Iniziamo le danze .

 

Crisis - Season Pilot

Dana Sherman dice a mia madre Kira Saintcall della morte di Serena Rafferty e degli eventi successi nella scuola

Mia madre Kira sapeva che io e mia sorella Alyssa saremmo tornati verso le 14:30 visto che l’ ultima lezione che avevamo era la lezione con Rain Sheppard ma lei decise di non farla visto che quel giorno erano successe troppe cose e quindi aveva chiesto alla sua amica preside di finire le lezioni per oggi in modo da far calmare l’ animo nella scuola e quello degli studenti . Mia madre Kira non ci aspettava cosi presto e si stupi davvero molto vederci arrivare con la macchina della polizia che non era una macchina normale bianca ma nera e davvero molto ben corazzata un modo per resistere a poteri e sopratutto a proiettili che erano molto forti e forse che erano potenziati con i poteri utilizzati dai criminali . Scendemmo dall’ auto e ce ne stavamo andando ma quando Dana mi tocco capì quello che volevo fare cioè non dire niente a mia madre Kira . Quando mi lascio il braccio Dana mi guardò negli occhi e aveva capito cosa volevo fare e mi disse in modo chiaro – saliamo pure noi . Io andai verso Dana Sherman che era vicina alla macchina e stava vedendo se era tutto a posto nel suo aspetto e una volta vista che i suoi vestiti erano belli e non sgualciti . Dana ci accompagno sopra e poi venne con noi in cucina ed era li per dire a nostra madre Kira quello che era successo alla nostra scuola . Non lo volevo dire a nostra madre Kira per fare in modo che lei non sapeva cosa era successa nella nostra scuola . Kira non sapeva che io avevo salvato due volte Gabriella Roccaforte dalle mani di Lazarus Hawking che le voleva fare davvero molto male prima di ucciderla e io glielo dovevo impedire e cosi ho fatto ma non ho detto niente a mia madre per non farla preoccupare . Non avevo detto niente della morte di Serena Rafferty e dello scontro tra Ronny Watson e la sua collega Dana Sherman . Ma adesso Dana era li davanti a mia madre e non c’ era niente che io potevo fare per non far sapere la verità a mia madre visto che mentre ero li in quella situazione c’ era nella mia mente Sarah Saintcall che mi diceva “ Hai le mani legate adesso . O dici tu a tua madre cosa è successo a scuola oppure lo farà Dana Sherman o peggio tua sorella Alyssa oppure lo faccio io “ . Avevo veramente le mani legate e Dana Sherman mentre io e mia sorella Alyssa eravamo li ad ascoltare quello che Dana Sherman diceva sul nostro . Dana disse a nostra madre tutto quello che avevamo fatto li dentro per proteggere le persone . Negli occhi di mia madre non c’era rabbia ma gioia visto che noi due avevamo salvato una persona ma nonostante i nostri sforzi non siamo riusciti a salvare Serena Rafferty . Dana che era in sala da pranzo seduta accanto a mia madre Kira le disse – Daniel e Alyssa Saintcall ci hanno aiutato tantissimo nelle nostre indagini . Daniel sa già chi è il colpevole e forse grazie a lui lo possiamo mettere dietro le sbarre . Kira dopo aver sentito tutto quelle cose che ci erano successe non ci poteva credere ma dopo un po’ di tempo ci credette . Kira si rivolse a me che ero sul divano che era in sala da pranzo e mi disse con un tono calmo e senza essere arrabbiata nemmeno un po’ , questa domanda non era rivolta solo a me ma anche a mia sorella Alyssa che stava li sul divano vicino a me e aveva capito che dovevamo dire la verità a nostra madre ma adesso lo avrebbe fatto la poliziotta Dana Sherman e lei non avrebbe mancato niente nel suo racconto . – Perché non me l’ hai mai detto ? . Io mentre vedevo mia madre che era calma e pronta ad ascoltare quello che avrei detto io non solo per me ma anche per mia sorella Alyssa – Non te l’ ho detto perché poi ti saresti preoccupata e noi ce la possiamo cavare in questa situazione particolari . Kira dal discorso fatto da Dana aveva capito che a noi erano successe diverse cose e quindi alla fine decise di stare calma anche se avevamo passato momenti brutti e anche pericolosi . Dana tralascio una cosa nel suo racconto e questo me lo doveva per averle salvato la vita da Ronny che era stato manipolato . Non aveva detto che io e Gabriella Roccaforte eravamo stati minacciati di morti e la minaccia era stata scritta con il sangue . Se Dana lo avesse raccontato non sarei uscito dalla mia stanza per molto tempo e invece io dovevo stare fuori visto che io e mia sorella eravamo forse gli unici che potevano fermare Lazarus Hawking . 

The Walking Dead: i salvataggi PS3 della stagione 1 potrebbero essere compatibili con la stagione 2 su PS4

TellTale Games e Sony stanno lavorando insieme per rendere compatibili con la stagione 2 su PS4 i salvataggi della stagione 1 di The Walking Dead su PS3.

In questo modo si garantirà agli utenti della prima ora della nuova console la continuità narrativa con quanto giocato in precedenza, come avverrà sugli altri sistemi.

La nuova serie leggerà i salvataggi e adatterà alcuni eventi in base alle scelte fatte dal giocatore nella vecchia. Tra le novità, una maggiore attenzione al lato social, con lo sfruttamento di alcune caratteristiche delle nuove macchine ancora non rivelate.

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: