Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Ero li a vedere insieme ad Ada quella grande devastazione come li fosse scoppiato un grande incendio . C’ erano molto morti e alcuni invece erano divenuti solo polvere . Un corvo era li vicino . Un uomo inizio a camminare dentro quell’ inferno come se fosse nulla , come se stare vicino a un cadavere per lui fosse una cosa normale . Un funerale e li c’ era Big Boss con una persona vedere quelle persone avere la cosiddetta pace eterna . Le ceneri di quegli uomini vennero buttati nel mare . Poi Big Boss fece una cosa strane prese le ceneri di quegli uomini e se li mise in faccia come per ottenere i loro ricordi e cosi portare avanti la loro missione . Poi ci trovammo in un inferno di fiamme e la faccia di Big Boss divento di fuoco . Big Boss si trovava in un complesso con un uomo e stanno parlando di una cosa . Big Boss combatte con molto forza contro un uomo che ha indosso una maschera . Un uomo ferito su un aereo parla con Big Boss di qualcosa ma sta per morire . Kelly Jean uccide tre uomini con un colpo solo e in una mossa soltanto . Un uomo con un fucile punta un mirino laser contro Big Boss . In quell’ inferno di fuoco e con la faccia macchiata di sangue lancia un profondo grido di dolore . Sulla fronte di Big Boss c’ e qualcosa , come se fosse stato ferito da una granata o qualcosa del genere . Big Boss deve essere pronto in questo universo visto che deve affrontare il peggio del peggio .

 

 

Categorie
Anna Conte Aurora Neri Daniela Ferrari Francesco Rossi Mark Alwright New York New York University

Anna Conte visita Aurora Neri

 

Aurora Neri era stata portata via ancora viva . Anche se il suo corpo erano pieno di ustioni lei non mollava visto che se restava ferma e non provava a fare qualcosa di scemo poteva vivere e non morire senza far arrestare Daniela Ferrari . Anna Conte sapeva di Aurora e decise di andarla a visitare con Francesco Rossi . Francesco sapeva di Aurora e si incolpava visto che tutto questo era stata colpa sua e non di altri . Anna sapeva che non era vero – non è vero che è colpa tua . Quello che è successo ad Aurora non è stata colpa tua , ma solo del vero criminale e sarebbe a dire Daniela Ferrari . Non ti puoi incolpare per quello che ha fatto Daniela . Anche se so che voi che tu e lei non state più insieme e credi che sia colpa di questo , non lo devi pensare . Francesco capi cosa voleva fare Anna e lo apprezzava visto che era riuscito a tirarlo su di morale e di farlo tornare alla realtà e non al passato perché pensava che se non avesse rotto con lei tutto questo non sarebbe successo . Ma secondo Anna sarebbe successo lo stesso e sarebbe morto anche Francesco visto che Daniela doveva coprire ogni traccia e ogni testimone e anche se lei amava Francesco , lo avrebbe ucciso visto che non voleva una persona che sapeva di quello che aveva fatto . Anna e Francesco andarono al letto n° 7 , il letto di Aurora . Aurora era li sotto e non si poteva muovere e cosi Anna decise di fare una cosa visto che non la poteva vedere soffrire in questo stato . Anna inizio a vedere negli occhi Francesco e poi con un tono calmo – ho bisogno del tuo aiuto . Mi devi coprire perché adesso devo curare le ferite di Aurora e forse dopo ci può dare qualche notizia o qualcosa che ha fatto Daniela . Francesco non sapeva cosa poteva fare Anna visto che la conosceva da poco , ma decise di fidarsi visto che la conosceva ed era un amica . Francesco usci e si mise a vedere se veniva qualcuno oppure no . Anna con un tocco molto delicato inizio a togliere la coperte che erano sopra il corpo di Aurora . Anna con quell’ aria fredda vide quelle ferite . Se le avesse viste una persona normale non avrebbe resistito ma lei non era normale aveva il freddo nel cuore e come elemento . Mise la sua mano che era delicata come un piccolo fiocco di neve e inizio a curare la prima ferita poi le altre ferite . In pochi minuti Aurora stava meglio e si pote alzare dal letto come le altre volte . Una infermeria arrivo e vide che le ferite sul corpo di Aurora Neri erano guarite e vide che li c’ era Anna – tu centri qualcosa con questo miracolo ? . Anna inizio a fare un sorriso malizioso – non c’ e bisogno che nessuno lo sappia che noi siamo state qui . Potete sempre dire che aveva trovato un modo per curare Aurora e che noi non siamo mai state qui . L’ infermeria decise di fare come aveva detto Anna – grazie piccolina . Fa attenzione con la persona che ha fatto tutto questo . Non voglio il tuo corpo su questo tavolo operatorio . Anna , Francesco e Aurora erano ancora in infermeria e li Aurora decise di raccontare quello che sapeva – Quello che so e che la porta si è chiusa , ho provato a uscire in tutti i modi ma non ci riuscivo e poi tutti i computer sono esplosi . Aurora chiuse un attimo gli occhi e poi arrabbiata – voglio uccidere Daniela visto che so che l’ ha fatto lei questo . Anna si mise davanti ad Aurora – tu non vai da nessuna parte . Ti ho ridonato la vita , non posso lasciarti andare li a farti gettare la tua vita di nuovo e poi sei senza forte . Lei ha tutte le forze e tu invece non ti reggi in piedi , per favore torna a casa riposa e poi grazie a noi e alla nostra indagine puoi ottenere la tua vendetta . Aurora decise di dare ascolto ad Anna – hai ragione Anna . Te lo prometto torno a casa mia e poi vado a mangiare qualcosa e grazie alla nostra indagine posso ottenere la mia vendetta .

 

 

Categorie
Anna Conte Francesco Rossi Mark Alwright New York New York University

Anna Conte osserva la sala del Computer

 

Mark Alwright 36 anni , capelli neri , occhi blu e molto alto tipo un metro e sessanta era il preside della New York University . Aveva saputo della brutte fine fatta da Aurora Neri , Chiara Sergi e Alessia Olivieri . Erano morte e quando chiamo la polizia non ci capirono molto visto che non sapevano che li erano stati usati dei poteri . Mark prima non ci voleva credere visto che tutto era facile da capire , ma quando la polizia arrivo vicino ai computer pensavano che erano stati sabotati dall’ interno e dentro c’era dell’ esplosivo ma quando andarono a vedere all’ interno videro che li non c’era nessuna traccia di bomba o di altre manomissioni . Dentro la piscina non videro niente e li capirono che poteva essere stato un suicidio . Ma Mark non ci poteva credere visto che Chiara era la migliore in piscina , aveva 5 medaglie d’ oro e quindi non poteva essere un suicidio . Mark sapeva che non poteva essere un suicidio e sapeva del passato di Anna e sapeva che era molto brava a capire le cose . Sapeva come erano andati i fatti a una rapida occhiata e decise di chiamarla nel suo ufficio . Anna quando arrivo davanti al preside con quell’ aria fredda che aveva sempre avuto – perché mi ha fatto chiamare ? . Spero di non aver fatto qualcosa di male ? . Mark prima era serio e questo aveva fatto preoccupare Anna visto che pensava di aver fatto qualcosa di brutto e che adesso stava per chiamare sua madre Rebecca e farla finire in qualche guaio . Ma poi l’ espressione sul volto di Mark si fece meno seria – no , sei qui per il tuo passato . So che sei molto in gamba in indagini e nel capire come possa essere morta una persona . Hai un tale sangue freddo che non ti spaventa niente . Voglio che tu vada nella sala del computer e che tu cerca di capire cosa possa essere successo ad Aurora . Sento che solo tu puoi capire cosa possa essere successo , non voglio una pazza omicida con dei poteri . Mark aveva un udito molto fine e senti che qualcuno era vicino alla porta e stava sentendo e poi disse – Francesco puoi entrare e visto che sei tanto preoccupato per la tua compagna la puoi seguire li dentro . Francesco entro nella stanza del preside – Non dovevo farlo , ma tutto questo sta accadendo per colpa mia e non voglio che un altra mia amica possa morire . Mark prima di farli andare fece due permessi per Anna e per Francesco . Anna e Francesco si avviarono li nella Sala del Computer che adesso erano come delle vecchie rovine nelle quali nessuno metteva piede da molto tempo . Aurora quando era andata a vedere il passato di Daniela Ferrari , era andata in uno dei computer che era al centro della stanza li c’ erano sei computer in fila uno vicino all’ altro ed erano accessi . Anna anche se vedeva che i poliziotti che erano venuti avevano contaminato la scena del crimine . Francesco era davanti alla porta cosi Daniela non poteva chiudere dentro Anna e ucciderla nello stesso modo di Aurora . Anna si chino un po’ e inizio a vedere i passi fatti da Aurora e li inizio a seguire fino al computer centrale che era vicino al computer . Anna non poteva toccare niente visto che aveva le impronte digitali e quindi poteva contaminare la scena del crimine e tutto quello che aveva scoperto era inutile . Anna inizio a vedere lo schermo del computer e vide che non c’ erano tracce di esplosivo né dentro né fuori . Anna allora capì che non poteva essere stato una persona normale ma una persona con dei poteri . Anna inizio a girare per la stanza e inizio a pensare senza toccare nulla dentro la stanza . Inizio vedere dentro la sua mente la porta che si chiude visto che dopo che era entrata Aurora la porta si era chiusa e non poteva uscire da nessuna parte . Anna capì che quella era una grande trappola pronta per Aurora e poi si avvicino verso Francesco – ho scoperto come è morta Aurora ? . Francesco voleva saperlo , ma per fare un solo unico viaggio andò dal Preside e gli inizio a dire la sua teoria – Penso che la persona che stiamo cercando abbia il potere di parlare con le macchine . Visto che quando la polizia ha cercato esplosivi non c’ erano e poi tutti i computer sono esplosi nello stesso momento . Inoltre ho visto che qualcuno ha messo del ferro dietro a delle mura e penso che pure Aurora aveva un potere . Mark vedeva che aveva fatto bene a chiamare Anna – quale potere aveva ? . Anna riprese fiato – il potere di attraversare le pareti . Io penso che quella era una grande trappola per Aurora . Ecco cosa penso , adesso voglio vedere Aurora se è viva , forse le posso fare qualche domanda e forse possiamo sapere altro da lei . Mark le disse – Aurora e in infermeria , per favore state attenti non voglio perdere nessuno di voi .

 

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Steve Carell col nasone e Mark Ruffalo barbuto nelle nuove foto di Foxcatcher

Sono state rilasciate in rete due nuove foto di Foxcatcher: l’ultimo film diretto da Bennett Miller (già regista di Moneyball e Truman Capote: A sangue freddo) che indaga su un omicidio negli ambienti del wrestlinge che vanta nel cast nomi molto interessanti quali Mark RuffaloSteve Carell e Channing Tatum.

La pellicola si basa sulla storia vera dell’omicidio del 1996 del campione olimpico di wrestler David Schultz compiuto per mano dell’amico John du Pont, un uomo miliardario, paranoico e schizzofrenico.Carell sarà appunto du Pont, Ruffalo vestirà i panni del campione ucciso e Channing Tatum quelli del fratello minore di Ruffalo. Nel cast anche Sienna Miller (che è invece la moglie di Dave Schultz), e poi Vanessa Redgrave e Anthony Michael Hall.

Nelle immagini diffuse troviamo Steve Carell e Mark Ruffalo decisamente irriconoscibili: il primo sfoggia un naso alquanto pronunciato mentre il secondo appare imbolsito, con barba incolta, occhiali e stempiatura. L’unico ad aver mantenuto il suo aspetto avvenente è qui il muscolosoChanning Tatum:

Il film è scritto da E. Max Frye e Dan Futterman (già autore di Truman Capote – A sangue freddo) e sarà distribuito nelle sale americane dallaSony Pictures Classic uscirà il 20 dicembre 2013.

 

Categorie
2012 Foto Foto del Giono

Foto del Giorno : Acqua calda? I pesci “infeltriscono”

(© moodboard/Corbis)

Proprio come i capi in lana, anche gli animali marini rimpiccioliscono se l’acqua in cui vivono è troppo calda. A questa conclusione sono giunti i ricercatori della School of Biological and Chemical Sciences dell’Università Queen Mary di Londra e dell’Institute of Integrative Biology dell’Università di Liverpool. Secondo lo studio pubblicato su Pnas, gli animali acquatici a sangue freddo soffrono il caldo molto più di quelli terrestri, tanto che se vivessero in acque con temperature più fredde da adulti le loro dimensioni sarebero maggiori. Questo strano gioco di dimensioni dipende da una carenza di ossigeno, disponibile in misura inferiore nell’acqua rispetto all’aria, che li costringe a crescere meno.
Analizzando in condizioni controllate lo sviluppo di 169 specie di organismi ectotermi – ossia la cui temperatura corporea dipende dall’ambiente esterno – acquatici e terrestri e confrontando le dimensioni degli individui adulti in condizioni più o meno calde, è balzato immediatamente all’occhio il “rimpicciolimento” più marcato per gli animali marini rispetto agli abitanti della Terra. Mentre le dimensioni degli animali acquatici diminuiscono del 5% per ogni grado Celsius di riscaldamento, quelli terrestri rimpiccioliscono solo dello 0,5%.
Questo singolare effetto del riscaldamento globale implica importanti conseguenze legate alle ripercussioni sulla catena alimentare di questo “rimpicciolimento” dei pesci.