Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi 2013: che finali di specialità!

Giornata dedicata alle finali di specialità alle Universiadi 2013. A Kazan, Mustafina brilla ancora, anche se non al 100%: conquista le solite amate parallele con un eccellente 6.3 di D Score, poi prende un comunque buon argento alla trave ma manca al corpo libero.

Al quadrato magico sbaglia di tutto, esce due volte di pedana e non presenta diverse difficoltà: addirittura ultima (12.875)! Non può ambire alla terza medaglia di giornata, la quarta dopo il titolo all-around di ieri. Al corpo libero, dunque, l’oro va a Kseniia Afanaseva come largamente previsto, nonostante un paio di gravi errori (penalità 0.40).

La nordcoreana Jong Un Hong esibisce due ottimi volteggi per difficoltà e vince l’oro di specialità insieme proprio a Kseniia (a sorpresa e con ottime esecuzioni).

La trave è della cinese Zhang, non certamente una prima linea. Stecca la Dementeva, dopo una spettacolare qualifica.

 

Al maschile brillano i campioni olimpici: Zanetti agli anelli e Yang al volteggio. Kuksenkov, fresco del titolo generale, si prende il cavallo; Garibov le amate parallele. Stepko e Beliyavskiy vanno via senza ori!Paolo Principi, unico italiano in gara, chiude al settimo posto nella finale alla sbarra.

Dieci finali, solo Garibov e Afanaseva fanno doppietta.

 

Di seguito tutti i podi e i punteggi dettagliati:

VOLTEGGIO (femminile):

1.         Jong Un Hong (Corea del Nord)         15.125

2.         Kseniia Afanaseva (Russia)                15.125

3.         Maria Paseka (Russia)                        14.950

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)                    15.200

2.         Tatiana Nabieva (Russia)                   14.525

3.         Lisa Hill (Germania)                          14.500

 

TRAVE:

1.         Yelinzi Zhang (Cina)                          15.150

2.         Aliya Mustafina (Russia)                    14.525

3.         Elisabeth Black (Canada)                   14.400

5.         Anna Dementeva (Russia)                 13.725

 

VOLTEGGIO (maschile):

1.         Hak Seon Yang (Corea del Sud)         15.787

2.         Denis Ablyazin (Russia)                     15.350

3.         Igor Radivilov (Ucraina)                    15.237

 

CORPO LIBERO (femminile):

1.         Kseniia Afanaseva (Russia)                14.350

2.         Elisabeth Black (Canada)                   13.750

3.         Elsa Garcia (Messico)                        13.750

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Nikolai Kuksenkov (Russia)              15.050

2.         Daniel Corral (Messico)                      14.975

3.         Oleg Stepko (Ucraina)                       14.850

 

CORPO LIBERO (maschile):

1.         Ryohei Kato (Giappone)                    15.450

2.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.275

3.         David Belyavskiy (Russia)                 15.250

 

ANELLI:

1.         Arthur Zanetti (Brasile)                      15.875

2.         Denis Ablyazin (Russia)                     15.550

3.         Igor Radivilov (Ucraina)                     15.525

 

PARALLELE PARI:

1.         Emin Garibov (Russia)                      15.875

2.         David Belyavskiy (Russia)                 15.625

3.         Oleg Verniaiev (Ucraina)                   15.575

 

SBARRA:

1.          Emin Garibov (Russia)                   16.025

2.          Yusuke Tanake (Giappone)           15.550

3.          Ryohei Kato (Giappone)                15.275

7.          Paolo Principi (Italia)                     14.575

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi 2013: i qualificati per le finali individuali

Ieri pomeriggio la Russia vinceva il concorso a squadre anche nel settore maschile dominando sempre più le Universiadi. Di seguito tutte le classifiche e i qualificati alle finali individuali: oggi pomeriggio il concorso generale, domani quelle di specialità.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       90.500

2.         Kato Ryohei (Giappone)        90.250

3.         Oleg Stepko (Ucraina)                        90.050

4.         David Belyavskiy (Russia)      89.750

5.         Nikolai Kuksenkov (Russia)  89.500

6.         Yusuke Tanaka (Giappone)   88.750

7.         Fabian Hambuechen (Germania)       88.300

8.         Artur Oyakawa (Brasile)        86.300

9.         Guillaume Augugliaro (Francia)         85.400

10.       Paolo Principi (Italia)             85.300

11.       Yang Zhang (Cina)                 85.300

12.       Cristian Bataga (Romania)      85.300

13.       Wentian Lu (Cina)                  84.700

14.       Paolo Ottavi (Italia)               84.650

15.       Gustavo Palma (Portogallo)   84.550

16.       Matthew Firth (Gran Bretagna)          84.550

17.       Francisco Barreto (Brasile)     84.250

18.       Kevin Rossi (Svizzera)                       84.150

19.       Kevin Antoniotti (Francia)     83.750

20.       Bence Talas (Ungheria)          83.200

21.       Sangwook Lee (Corea Sud)    83.200

22.       Andreas Bretscheinder (Germania)    83.100

23.       Simon Nuetzi (Svizzera)         83.050

24.       Minsoo Park (Corea Sud)       83.050

Il russo Nikita Ignatyev (sesto, 88.850), il giapponese Shogo Nonomura (nono, 87.650), l’italiano Ludovico Edalli (19esimo, 84.500), il cinese Leyang Zhang (21esimo, 84.200), l’ucraino Petro Pakhnyuk (23esimo, 84.050), il francese Kevin Antoniotti (25esimo, 83.300) non potranno partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

CORPO LIBERO:

1.         Denis Ablyazin (Russia)         15.650

2.         David Belyavskiy (Russia)      15.300

3.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.250

4.         Ryohei Kato (Giappone)        15.150

5.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.100

6.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.050

7.         Michael Meier (Svizzera)        15.000

8.         Thomas Taranu (Germania)   15.000

Il russo Nikita Ignatyev (terzo, 15.100) non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

VOLTEGGIO:

1.         Hak Seon Yang (Corea Sud)   15.525

2.         Denis Ablyazin (Russia)         15.375

3.         Igor Radivilov (Ucraina)         15.300

4.         Tomi Tuuha (Finlandia)         14.900

5.         Stanislav Valiyev (Kazakhstan)         14.850

6.         Marek Lyszczarz (Polonia)     14.800

7.         Viktor Kocherin (Kazakhstan)           14.800

8.         Hee Hoon Kim (Corea Sud)   14.725

 

SBARRA:

1.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.500

2.         Emin Garibov (Russia)           15.300

3.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.200

4.         Ryohei Kato (Giappone)        15.150

5.         Arthus Oyakawa (Brasile)      15.100

6.         Maksym Semiankiv (Ucraina) 14.900

7.         David Vecsernyes (Ungheria) 14.750

8.         Paolo Principi (Italia)             14.700

 

ANELLI:

1.         Arthur Zanetti (Brasile)          15.900

2.         Denis Ablyazin (Russia)         15.700

3.         Chih Yu Chen (Taipei)                       15.550

4.         Nikita Ignatyev (Russia)         15.350

5.         Guanhua Wu (Cina)                15.300

6.         Igor Radivilov (Ucraina)         15.300

7.         Shogo Nonomura (Giappone)            15.200

8.         Thomas Taranu (Germania)   15.000

Il russo Nikolai Kuksenkov (ottavo, 15.050) non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.650

2.         Oleg Stepko (Ucraina)                        15.500

3.         Nikolai Kuksenkov (Russia)  15.350

4.         Filip Ude (Croazia)                 15.250

5.         Emin Garibov (Russia)           15.100

6.         Pericles Fouro (Brasile)          15.100

7.         Daniel Corral (Messico)          15.050

8.         Shogo Nonomura (Giappone)            14.950

 

PARALLELE PARI:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.900

2.         Oleg Stepko (Ucraina)                        15.700

3.         Ryohei Kato (Giappone)        15.600

4.         David Belyavskiy (Russia)      15.550

5.         Andrei Muntean (Romania)    15.500

6.         Emin Garibov (Russia)           15.450

7.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.450

8.         Yang Zhang (Cina)                 15.350

Il russo Nikolai Kuksenkov (ottavo, 15.350) non potrà partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi -4: il programma. Dove vedere le gare?

Ieri abbiamo presentato le Universiadi, la competizione multi sportiva che inizierà sabato 6 luglio. Vi abbiamo spiegato cosa siano, come si sviluppa la competizione e vi abbiamo nominato le grandi ginnaste che vi parteciperanno (cliccate qui per leggere l’articolo).

Oggi vi regaliamo il programma dettagliato della ginnastica artistica. Gli orari sono italiani, ricordandovi che a Kazan (Russia) sono due ore avanti a noi. Le gare saranno visibili su Eurosport (canali 211 e 212 della piattaforma Sky), ma dovrebbero essere trasmette anche in streaming sul canale Youtube a questo link. http://www.youtube.com/watch?v=X6L897FkwN8

 

DOMENICA 7 LUGLIO:

12.00   Concorso a squadre femminile – Prima Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

13.30   Concorso a squadre femminile – Seconda Suddivisione (valido come qualifica individuale)

16.00   Concorso a squadre femminile – Terza Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

17.30   Concorso a squadre femminile – Quarta Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

 

LUNEDÌ 8 LUGLIO:

08.00   Concorso a squadre maschile – Prima Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

09.40   Concorso a squadre maschile – Seconda Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

13.00   Concorso a squadre maschile – Terza Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

14.40   Concorso a squadre maschile – Quarta Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

16.20   Concorso a squadre maschile – Quinta Suddivisione (valido anche come qualifica individuale)

 

MARTEDÌ 9 LUGLIO:

13.00   Finale concorso generale individuale (femminile)

17.00   Finale concorso generale individuale (maschile)

 

MERCOLEDÌ 10 LUGLIO:

13.30   Finale parallele asimmetriche

13.30   Finale corpo libero (maschile)

13.30   Finale cavallo con maniglie

13.30   Finale volteggio (femminile)

13.30   Finale anelli

17.00   Finale volteggio (maschile)

17.00   Finale parallele pari

17.00   Finale sbarra

17.00   Finale trave

17.00   Finale corpo libero (femminile)

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Giochi del Mediterraneo -6: tutto il programma

I Giochi del Mediterraneo si avvicinano: mancano solo sei giorni! Il Coni ha annunciato la compagine azzurra che ci rappresenterà a Mersin, ma per quanto riguarda la ginnastica artistica siamo ancora in attesa dell’ufficialità della Federazione Ginnastica d’Italia.

Stando a quanto afferma il massimo organo sportivo italiano, le nostre due Nazionali saranno composte da:

Vanessa Ferrari, Giorgia Campana, Elisabetta Preziosa, Giulia Leni, Chiara Gandolfi al femminile;

Andrea Cingolani, Ludovico Edalli, Enrico Pozzo, Paolo Principi, Paolo Ottavi al maschile (già ufficializzata dalla FGI).

 

Questo il programma dettagliato dell’evento, precisando che le gare sono state slittate di due giorni rispetto al programma originario (su cui ci eravamo soffermati tre giorni fa). Le nostre delegazioni partiranno lunedì 17 giugno. Ricordiamo che gli orari pubblicati sono italiani, ma in Turchia sono avanti di un’ora rispetto all’Italia. Al momento non sappiamo ancora dirvi se ci saranno streaming o dirette televisive.

 

VENERDÌ 21 GIUGNO:

09.00   1° girone Prova a squadre – Donne (valido anche come qualificazione individuale)

12.00   2° girone Prova a squadre – Donne (valido anche come qualificazione individuale)

14.30   Finale Prova a squadre – Donne

 

SABATO 22 GIUGNO:

8.30     1° girone Prova a squadre – Uomini (valido anche come qualificazione individuale)

12.00   2° girone Prova a squadra – Uomini (valido anche come qualificazione individuale)

14.45   Finale Prova a squadre – Uomini

 

DOMENICA 23 GIUGNO:

09.00   1° girone Finale concorso generale – Donne

11.15   Finale concorso generale – Donne

14.30   1° girone Finale concorso generale – Uomini

17.15   Finale concorso generale – Uomini

 

LUNEDÌ 24 GIUGNO: Finali di Specialità

10.00   Corpo libero – Uomini

10.30   Volteggio – Donne

10.30   Cavallo con maniglie

11.00   Parallele asimmetriche

11.00   Anelli

13.00   Trave

13.00   Volteggio – Uomini

13.30   Corpo libero – Donne

13.30   Parallele pari

14.00   Sbarra

 

REGOLAMENTO. Ogni Nazione ha diritto a portare cinque atleti; quattro saliranno su ciascun attrezzo, ma solo i tre migliori punteggi verranno conteggiati ai fini della classifica finale. Il concorso a squadre è valido anche come qualificazione per i concorsi individuali: all’all-around accederanno i migliori 24 ginnastici; alle singole finali di specialità i migliori otto.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Storia

Ginnastica, Europei: tutti i podi e i medaglieri finali

Si è conclusa una grande settimana di ginnastica artistica a Mosca. Gli Europei di ginnastica artistica sono appena terminati. Di seguito tutti i podi della competizione, i piazzamenti degli italiani e i vari medaglieri finali. Mentre noi vi rimandiamo a domani e ai prossimi giorni per approfondire tutto quanto è emerso da questa rassegna continentale.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (femminile):

1.         Aliya Mustafina (Russia)

2.         Larisa Iordache (Romania)

3.         Anastasia Grishina (Russia)

7.         Elisa Meneghini (Italia)

11.        Giorgia Campana (Italia)

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE (maschile):

1.         David Belyavskiy (Russia)

2.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

3.         Oleg Verniaiev (Ucraina)

13.       Ludovico Edalli (Italia)

17.       Paolo Principi (Italia)

 

CORPO LIBERO (femminile):

1.         Ksenia Afanaseva (Russia)

2.         Larisa Iordache (Romania)

3.         Diana Bulimar (Romania)

5.         Carlotta Ferlito (Italia)

 

TRAVE:

1.         Larisa Iordache (Romania)

2.         Diana Bulimar (Romania)

3.         Anastasia Grishina( Russia)

4.         Carlotta Ferlito (Italia)

7.         Elisa Meneghini (Italia)

 

VOLTEGGIO (femminile):

1.         Giulia Steingruber (Svizzera)

2.         Larisa Iordache (Romania)

2.         Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)

2.         Jonna Adlerteg (Svezia)

3.         Maria Paseka (Russia)

5.         Giorgia Campana (Italia)

 

CORPO LIBERO (maschile):

1.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

2.         Alexander Shatilov (Israele)

3.         Andrea Cingolani (Italia)

 

ANELLI:

1.         Samir Ait Said (Francia)

1.         Igor Radivilov (Ucraina)

3.         Matteo Morandi (Italia)

3.         Danny Pinheiro-Rodrigues (Francia)

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Daniel Keatings (Gran Bretagna)

2.         Krisztian Berki (Ungheria)

3.         Max Whitlock (Gran Bretagna)

4.         Alberto Busnari (Italia)

 

VOLTEGGIO (maschile)

1.         Denis Ablyazin (Russia)

2.         Flavius Koczi (Romania)

3.         Artur Davtyan (Armenia)

 

SBARRA:

1.         Ermin Garibov (Russia)

2.         Sam Oldham (Gran Bretagna)

3.         Aliaksandr Tsarevich (Bielorussia)

 

PARALLELE PARI:

1.         Oleg Stepko (Ucraina)

2.         Lucas Fischer (Svizzera)

3.         David Belyavskiy (Russia)

 

MEDAGLIERE FEMMINILE:

1.         Russia             3 ori     0 argenti          3 bronzi           TOTALE: 6

2.         Romania          1 oro    4 argenti          1 bronzo          TOTALE: 6

3.         Svizzera          1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

4.         Paesi Bassi      0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

4.         Svezia             0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

 

MEDAGLIERE MASCHILE:

1.         Russia             3 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 4

2.         Gran Bretagna 2 ori     2 argenti          1 bronzo          TOTALE: 5

3.         Ucraina           2 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 3

4.         Francia            1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

5.         Israele             1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Ungheria         0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Romania          0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

6.         Svizzera          0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

9.         Italia               0 ori    0 argenti        2 bronzi         TOTALE: 2

10.       Armenia          0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

10.       Bielorussia      0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

 

MEDAGLIERE COMPLESSIVO:

1.         Russia             6 oro    0 argenti          4 bronzi           TOTALE: 10

2.         Gran Bretagna 2 ori     2 argenti          1 bronzo          TOTALE: 5

3.         Ucraina           2 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 3

4.         Romania         1 oro    5 argenti          1 bronzo          TOTALE: 7

5.         Svizzera          1 oro    1 argento         0 bronzi           TOTALE: 2

6.         Francia            1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

7.         Israele             1 oro    0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Ungheria         0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Paesi Bassi      0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

8.         Svezia             0 ori     1 argento         0 bronzi           TOTALE: 1

11.        Italia               0 ori    0 argenti        2 bronzi         TOTALE: 2

12.       Armenia          0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

12.       Bielorussia      0 ori     0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 1

 

PLURIMEDAGLIATE INDIVUALI (femminile):

1.         Aliya Mustafina (Russia)                    2 ori     0 argenti          0 bronzi           TOTALE: 2

2.         Larisa Iordache (Romania)                 1 oro    3 argenti          0 bronzi           TOTALE: 4

3.         Diana Bulimar (Romania)                   0 ori     1 argento         1 bronzo          TOTALE: 2

4.         Anastasia Grishina (Russia)                0 ori     0 argenti          2 bronzi           TOTALE: 2

 

PLURIMEDAGLIATI INDIVIDUALI (maschile):

1.         Max Whitlock (Gran Bretagna)          1 oro    1 argento         1 bronzo          TOTALE: 3

2.         David Belyavskyi (Russia)                  1 oro    0 argenti          1 bronzo          TOTALE: 2

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Europei: Afanaseva al libero. Ferlito quinta

Ultima finale di specialità al femminile agli Europei di ginnastica artistica. A Mosca, Carlotta Ferlito rientrava in pedana dopo la delusione per il quarto posto alla trave. La siciliana ha condotto un ottimo esercizio al corpo libero, sporcando poco e mostrando un’interessante espressività. Il 14.216 finale la spedisce al quinto posto, a meno di due centesimi dal quarto posto di Anastasia Grishina (non sfrutta al meglio il regalo della Mustafina che le ha offerto il suo posto in finale), le consente di migliorare il risultato della qualifica ed è un parziale riscatto dopo quanto accaduto sui 10cm, dove era chiamata a conquistare il bronzo.

L’oro, come da previsione, è andato a Ksenia Afanaseva. Un altro successo casalingo per la Russia che si appresta a conquistare il medagliere finale della competizione (manca solo la finale alla sbarra). Il 15.166 finale è un filino esagerato per quanto visto sul quadrato magico, ma il titolo è ampiamente meritato. Seconda Larisa Iordache: la rumena chiude il suo Europeo con un oro e ben tre argenti, ma la grande rivale Aliya Mustafina risulta la migliore con due ori all’attivo. Terza l’altra rumena Diana Bulimar (14.533) che conquista un’altra medaglia dopo quella alla trave.

Giulia Steingruber aveva concrete possibilità di andare a podio. La svizzera con due diagonali di rilievo sbalordisce il pubblico ma esce dalla pedana per due volte, scivolando al sesto posto finale (14.100).

 

Questo il dettaglio dei punteggi di tutte le ginnaste in gara:

1.         Ksenia Afanaseva                   15.166

2.         Larisa Iordache                       14.733

3.         Diana Bulimar                        14.533

4.         Anastasia Grishina                 14.233

5.         Carlotta Ferlito                   14.216

6.         Giulia Steingruber                  14.100

7.         Roxana Popa Nedelcu            13.900

8.         Krystyna Sankova                  12.866

 

Categorie
2013 Doccia Ginnastica Artistica Mirror's Edge Mondi Fantastici Mondo Parlare con Pandora Pensieri Persone Racconto Storia T-shirt

Pandora inizia a fare Ginnastica Artistica

Io avevo detto a Pandora di fare qualche sport tipo ginnastica artistica o altri sport che erano alla sua portata . Tra tutte le scelte , lei decise di praticare la ginnastica artistica , prima di praticarla decise di prendere informazioni sulle varie attrezzi si usano nella ginnastica artistica . L’ abbigliamento che doveva utilizzare in una gara o nella palestra e sopratutto le varie acrobazie . Nel mondo della ginnastica artistica ci sono molte acrobazie che si posso fare . Per esempio nel corpo libero , si possono fare salti all’ indietro , sulla trave di equilibrio si possono fare salti anche li fare salti , salti all’ indietro . Cioè in generale possiamo dire che la ginnastica artistica è molto bello come sport , sopratutto perché li incontri ragazze della tua età che ti aiutano a svolgere esercizi . Pandora aveva visto qualche video su come fare esercizi e aveva preso informazioni , io però con molta calma e dolcezza – non puoi imparare le cose da internet , come tutte le cose si impara facendo . Pandora dalle mie parole capì che se lei voleva fare ginnastica artistica doveva farla , per esempio prendiamo un attimo il parkour , Pandora lo imparò facendo con me e con Faith Connors di Mirror’s Edge . Allora lei inizio a cercare su internet una palestra dove poteva imparare queste cose , trovo molte palestre qui a Giugliano in Campania . Allora lei inizio ad andare tutti i giorni in quella palestra , si iniziava da sola a preparare una borsa dove metteva tutte le sue cose come asciugamani . La prima volta andai con Pandora nella palestra , perché dovevo inscrivere Pandora nella palestra . Quando andai io a parlare con il proprietario Pandora inizio a parlare un po’ con le altre persone che facevano pratica li dentro , voleva sapere un po’ se gli insegnati erano bravi e altro . Tra le varie ragazze Pandora fece subito amicizia con una ragazza che si chiama Federica Auditore una donna di 22 anni , molto bella e atletica . Quel giorno Federica aveva i capelli tutti tirati indietro in una forma di una coda di cavallo , e teneva ferma i capelli con alcune forcine per capelli e indossava una maglietta nera e dei pantaloni neri ed era a piedi nudi si avvicino a Pandora e disse – gli allenatori sono molto bravi e pazienti , ci aiutano nell’ eseguire i vari esercizi e si preoccupano di noi se ci facciamo male , comunque io sono Federica , piacere di conoscerti e Pandora strinse la mano e disse – io sono Pandora , piacere di conoscerti Federica , non sono tanto brava in ginnastica artistica se ho bisogno di aiuto ti posso chiedere aiuto a te . Federica disse a Pandora – certo , se hai bisogno aiuto puoi chiedere aiuto a me , agli allenatori o altre ragazze . Io che ero li a iscrivere Pandora nella palestra e li c’ era il capo della palestra un tipo molto atletico che da come mi strinse la mano capì subito che era un pugile . Quando lui mi strinse la mano io dissi – bella stretta , che è stato un pugile nel passato e Dante mi guardo e quando io gli strinsi la mano , gliela strinsi forte e penso lo stesso e quando io gli dissi quello , lui dissi – non ho afferrato il vostro nome e io dissi a lui – io mi chiamo Marcello e sono venuto per iscrivere una mia amica di nome Pandora qui , perché lei vuole fare ginnastica artistica . Dante mi domandò – dove è la ragazza ? , io risposi – è giù a parlare con alcune persone . Uscimmo dal suo ufficio e indicai Pandora e tutti e due insieme andammo verso Pandora e Dante disse a Pandora – piacere di conoscerti io sono Dante e sono il capo della palestra , benvenuta . Pandora diede la mano a Dante e disse – piacere di conoscerla io sono Pandora . Quando avevo portato Pandora alla palestra erano le 16:30 di pomeriggio , una bella giornata di sole , un sole tipo che spaccava le pietre . Il proprietario Dante si era presentato a Pandora e dopo prese Pandora e disse – adesso ti voglio far incontrare la tua allenatrice . Pandora andò con lui con passo lento e deciso e dal suo passo si vedeva che non si sarebbe fermata li , lei voleva fare qualsiasi cosa e tra le prime cose era la Ginnastica Artistica . La sua allenatrice una donna di 27 anni con i capelli molto lunghi ma spesso se li tirava indietro perché gli ostruivano la visuale . Pandora li vide ed era molto bella , atletica e stava vicino a delle ragazze vicino alla trave a dire come dovevano fare i vari esercizi e sopratutto se qualcuno non li faceva bene lei diceva cosa sbagliava e gli diceva il modo giusto per eseguire l’ esercizio . La donna di 27 anni si chiama Dana Mercer sapeva parlare inglese perfettamente visto che si aveva viaggiato molto e si era preparata da sola . Aveva studiato a scuola tutto sulla ginnastica artistica e poi quando all’ università per scienze motorie lei pote diventare un allenatrice dell’ università . Avendo la qualifica lei poteva operare da tutte le parti e decisi di operare sia all’ università sia in una palestra e da li inizio ad allenare le varie ragazze che andavano da lei . Lei con loro era un po’ dura ma quando serviva sapeva essere gentile e le sapeva ascoltare e consigliare alla grande . Pandora andò verso di lei e disse a lei – Piacere di conoscerla io sono Pandora e voglio imparare a fare ginnastica artistica e lei strinse la mano a Pandora e disse – Piacere di conoscerti Pandora , io sono Dana e sarò la tua allenatrice , so che sei alle prime armi io ti aiuterò a capire come fare i primi esercizi e ti farò diventare molto brava . Dopo un po’ Pandora venne verso di me e dissi – adesso io devo fare un po’ di esercizi , se ho bisogno di aiuto sarai qui . Io dissi a Pandora guardandola negli occhi – certo Pandora io staro qui e ce ne andiamo insieme . Pandora entrò negli spogliatoi insieme alla altre ragazze e si mise maglietta e pantaloncini che erano nella sua borsa. Pandora non aveva bisogno di mettersi i capelli dietro con una coda di cavallo , perché lei aveva i capelli corti . Dopo un po’ Dana fece allenare un po’ Pandora sulla trave , i primi tentativi andarono male , ma poi Pandora si mise di impegno e cerco di trovare il metodo giusto per non perdere l’ equilibrio sulla trave e sempre con molta calma lei inizio a fare gli esercizi sulla trave senza cadere . Dopo inizio a fargli fare qualche esercizio di corpo libero e inizio a fare come gli aveva detto l’ insegnate e tutto andò bene . Quando il primo giorno di allenamento fini , Dana andò verso Pandora e – Pandora se ti alleni tutti i giorni , tu potrai diventare brava , ma solo con molta pratica e molta pazienza potrai diventare brava in questo sport , ora va a fare la doccia e domani alle 15:00 ti spetto a fare l’ allenamento . Pandora senti l’ incoraggiamento di Dana e disse tra se e se “ se mi alleno tutti i giorni come mi ha detto la mia allenatrice potrò diventare brava “ . Pandora si fece la doccia e si vesti e poi andò verso di me come se gli fosse caduto il mondo a terra e io dissi a Pandora – niente si ottiene facilmente , ci vuole molta pazienze e bisogna faticare ogni giorno . Quindi sicuramente nei giorni a seguire se ti allenerai nel modo giusto e sicuramente seguirai gli insegnamenti della tua insegnate tu potrai diventare brava in ginnastica artistica . Pandora grazie alle mie parole si era tirata su di morale e disse – grazie Marcello , adesso mi impegnerò e diventerò brava in ginnastica artistica . 

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto della Sbarra visto da Kratos e da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora la Sbarra

Dopo aver detto sia a Kratos sia a a Pandora tutto sugli Anelli e dopo avergli fatto vedere una foto su tale argomento , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sulla Sbarra e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sulla Sbarra – La sbarra è un attrezzo della ginnastica artistica maschile.

 

Descrizione

 

L’esercizio è eseguito dal ginnasta senza mai scendere dall’attrezzo. L’elemento principale che il ginnasta utilizza per eseguire i vari elementi è chiamato granvolta, un movimento circolare attorno alla sbarra che può essere eseguito di petto o di dorso. Durante la granvolta il ginnasta accumula energia cinetica e, sfruttando anche l’elasticità della sbarra, attua dei salti al di sopra o alla stessa altezza dell’attrezzo. Questi salti sono spettacolari ma difficili e pericolosi da eseguire, infatti molti ginnasti compensano con gli altri elementi tecnici, come infilate, avvitamenti e granvolte su di un braccio solo.

 

Caratteristica fondamentale del ginnasta alla sbarra è sicuramente l’elevata flessibilità e forza del cingolo scapolo-omerale, infatti in alcuni istanti il corpo del ginnasta esercita una forza equivalente a dieci volte il suo peso. Tra gli specialisti dell’attrezzo si annovera Igor Cassina che ha dato anche il nome a un movimento inventato da lui, detto “Movimento Cassina” che consiste in un salto teso con un avvitamento.

 Dati tecnici

 Altezza dal suolo: 275 cm (compresi circa 20 cm di materassi per l’atterraggio)

 Larghezza: 240 cm

 Diametro della sbarra: 28 mm