Categorie
Cassandra Wood Giulio Londra Willard

Cassandra Wood

Cassandra Wood era una mutante che aveva il potere di leggere nella mente delle persone e il suo potere molto forte e davvero molto potente ma per questa cosa che aveva tutti la chiamavano mostro visto che per tutti era cosi . Se una persona leggeva la mente di una persona non era giusto visto che non era una cosa possibile e invece Cassandra lo aveva fatto e si era vergognata moltissimo per questa cosa che le era successo . Visto che era un mostro per tutti decise un giorno di fare una cosa che avrebbe fatto smettere di sentire le voci e cosi non essere più un mostro per tutti cioè si voleva suicidare . Decise di andare a scuola un giorno e stava andando verso il palazzo più alto che conosceva di Londra , andò fino in cima e si butto . Proprio in quel momento arrivo Giulio un suo compagno di banco e lo era stato per 9 anni ed era superamici e con il potere dell’ aria fece venire un vento che porto la ragazza nelle sue braccia . Cassandra era felice di sapere che non era sola a fare questa cosa e pensava che il potere che aveva era una maledizione invece di un dono . Giulio le fece capire che se voleva una vita normale come tutti quanti doveva cercare di controllare il suo potere e cosi leggere i pensieri delle persone quando voleva lei e non in ogni momento . Se avrebbe fatto questo forse sarebbe potuta diventare una persona che faceva parte di questa comunità e avere un lavoro normale come tutti . Ma il fatto che di telepati ce ne sono pochi nei mutanti e proprio il fatto che il loro potere e molto potente e quindi questo è il potere più difficile da controllare . Cassandra non sapeva se ce la poteva fare oppure no a fare questa cosa ma per non essere più un mostro verso gli occhi di tutti e essere una ragazzina che vuole vivere la sua vita con i poteri ma essere trattata come una persona . Ma non tutte le persone che vivono nella Londra che c’ e nell’ Universing sono tutte persone con dei poteri e proprio per questo molte persone hanno paura che uno dei loro poteri può loro fare del male visto che è una mutante . Cassandra ci provo con tutte le sue forze a fare quello che andava fatto per avere una vita normale ma non era per niente facile visto che non aveva nessuno che la poteva aiutare e nessuno le poteva spiegare le cose . Non era come gli alieni che hanno già da subito il totale controllo dei loro poteri visto che alcuni li hanno già e altri no ma Cassandra era una mutante e quindi un mostro . Giulio aveva provato di tutto ma non conosceva molti telepati visto che quelli si contano sulle dita di una mano e quindi molto difficili da trovare . Cassandra visto che tutti la considerarono come un mostro decise di cambiare il colore dei suoi capelli da neri a corvini rossi e poi inizio ad andare di città in città e fare in modo che il suo potere non entrasse in azione visto che non appena sarebbe successo se ne sarebbe dovuta andare via visto che tutti quanti l’ avrebbero data del mostro . Tutto le stava andando a rotoli , aveva perso 5 lavori e aveva perso l’ appartamento dove stava e cosi decise di fare un ultimo tentativo con un negozio di scarpe . La proprietaria di nome Aisha non era persona normale, era una mutante come Cassandra ma lei non lo sapeva ancora . Aisha aveva bisogno di una mano per il negozio visto che da sola non ce la faceva e aveva come potere quello di volare . Cassandra entro nel negozio e vide che era molto in disordine e visto che non c’ era nessuno decise di mettere a posto le scarpe . Aisha aveva visto da lontano Cassandra che era stata trattata male da molte persone e aveva bisogno di una persona per essere trattata come una persona normale e decise di entrare qui . Aisha senza farsi sentire vide che Cassandra aveva messo il negozio a nuovo e poi scese e si avvicino a Cassandra andando dietro le sue spalle – grazie tesoro per aver messo apposto il mio negozio . Cassandra era molto curiosa di sapere cosa era successo e visto che Aisha era una donna che voleva cercare di fare un legame con Cassandra – è stato un cliente e visto che stava facendo tardi ha usato la super velocità ma ha corso troppo veloce e mi ha buttato all’ aria tutto il negozio . Cassandra aveva visto che Aisha era alla cassa e stava mettendo a posto i soldi visto che non li lasciava mai sul bancone ma dentro le sue tasche e poi mise sul tavolo il tesserino con scritto Cassandra e disse – sei assunta . Cassandra era felice di sapere che era assunta e poi volle sapere – mi puoi dire come facevi a sapere che stava cercando un lavoro ? . Aisha decise di essere sincera – in verità ti ho vista per le strade chiedendo molti lavori ma tutti dicevano no visto che sei un mutante , giusto tesoro . Cassandra decise di accettare un lavoro visto che quello era il posto giusto per lei visto che aveva due cose che rendevano quel posto di lavoro perfetto cioè l’ amicizia visto che aveva una nuova amica e la seconda che la proprietaria era una mutante e quindi nessuno le poteva dire niente . Quando Cassandra era stata rapita era notte e stava chiudendo il negozio visto che Aisha si era molto fidata di Cassandra ed era come una figlia per lei . Willard vide che Cassandra era una ragazzina sola e quindi una persona che non poteva mancare a nessuno e decise di rapirla . Willard scese dalla macchina e le disse – ti posso accompagnare da una parte , ma Cassandra non accetto il passaggio e stava per andare a piedi ma Willard la prese per i capelli e la porto dentro la macchina e le mise un ago nel collo e dormi subito . Quando Aisha andò ad aprire il negozio vide che per terra c’ erano tutte le sue cose il telefonino , le chiavi del negozio e il bracciale che aveva fatto e che significava la loro amicizia . Aisha decise di chiamare The District per vedere se potevano trovarla ma visto che non aveva nessuna traccia non potevano fare niente e poi pensavano che era scappata e quindi se ne era andata nel mondo . 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondo Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico

Faccio il rapporto con Ada Knight

Ada Knight si era svegliata verso le 6 , era molto mattutina e si era già fatta il caffè e una bella doccia calda . Non aveva dovuto aspettare che qualcuno uscisse dal bagno per entrarci con l’ acqua calda che era finita . Lei per tanto tempo era stata per come si può dire un lupo solitario che voleva stare per le sue e alla fine dopo un litigio per un piccolo furto , lei fu prese in adozione da una donna che l’ ha voluto molto bene . Quando lei è morta ha lascia tutto ad Ada e Ada alla fine trasformò la casa di sua madre in un posto migliore da vivere e abitarci . Anche se stava da sola in casa lavava e puliva da casa , perché non sapeva mai se arrivava qualcuno in casa sua e voleva che fosse pulita . Lei verso le 7:30 era già li e pure io era nel mio ufficio e vide quella bella fenice rossa – Mi piacciano molto i murales e questo è davvero molto bello , l’hai fatto tu ? . Si l’ ho fatto io e ci ho messo molto tempo per farlo , adesso però mettiamoci a fare il rapporto di quello che è successo al Manicomio che oggi è stato chiamato SarenStorm Asylum . Iniziammo a scrivere tutto quello che era successo li dentro , cosa era successo agli uomini dentro la cella e come io avevo capito cosa era successo e poi di come lei ha avuto il piano di prenderli alla sprovvista dai condotti di areazione e poi nel mondo in cui qualcuno aveva fatto fuggire il Dottor Saren Selphstom . Io dovevo dire come avevo superato le trappole e lo stesso valeva per Ada Knight , inizia a dire io come avevo superato i gas lacrimogeni che il Dottor Saren aveva piazzato e poi Ada Knight scrisse sul rapporto come aveva superato i cavi elettrici . Dopo aver scritto tutto questo finimmo verso le 10:55 e insieme andammo a dare il rapporto a Zane Taylor . Io andai a prendere due caffè e ne diedi uno molto forte ad Ada tutte quelle scartoffie mettono un po’ sonno dopo tutto . Ada se ne stava tornando a casa – Ada puoi venire un attimo nel mio ufficio .

Ada con un tono un po’ stanco anche se aveva bevuto il suo caffè con calma – Ti devo fare una cosa sola , forse è un po’ dolorosa ma credo che tu lo possa superare .

Ada era un po’ preoccupata e disse – che cosa sarà doloroso ? . Io la guardai con uno sguardo tipo per dire “ti fidi di me “ – ti devo cancellare le impronte delle mani e dei piedi e anche di tutte le scarpe che hai .

Perché devo fare questo ? – Ada lo chiese in modo sfacciato e un po’ arrabbiata

Ora te lo spiego collega , li fuori ci sono persone che contro di noi potrebbero fare di tutto , anche utilizzare le nostre impronte contro di noi . Quindi per favore fatti cancellare le impronte digitali dei mani e dei piedi .

Dopo lungo pensarci Ada decise di farselo fare , io inizia a premere il pulsante rosso e la parte di sopra e di sotto della mia scrivania cambiarono e diventare due cerchi rotondi uno con le impronte delle due mani e l’ altra quello per i piedi . Le mise le mani li sopra e poi i piedi e per lei non fu per niente doloroso , anzi sopporto il dolore e poi io feci comparire con un mio incantesimo tutte le scarpe di Ada Knight nel mio ufficio e le misi su un distruttore di impronte e tolse tutto il calco della scarpa e poi una volta finito di passare tutte le scarpe di Ada , con un ‘ altro incantesimo le rimandai indietro dove stavano e nel loro luogo esatto .

Dopo tutto quel tempo senza mangiare nulla , lo stomaco di Ada stava morendo di fame e io le dissi prendendo il mio giubbotto nero – ci andiamo a prendere un hotdog .

Certo , andiamo e paghi tu visto che hai scelto tu .

Io non potevo dire di no , avevo scelto e io potevo sempre dire di no a quell’ idea ma mi andava di farlo e comprare due hotdog uno per me e uno per lei . Era un modo per conoscere la mia collega senza doverle leggere la mente , non volevo leggerle la mente i suoi pensieri non li volevo sapere e per il momento non volevo sapere nemmeno i suoi segreti . Mi bastava parlare con lei e conoscerla parlando e non leggendole la mente , se l’ avrei fatto sicuramente si sarebbe arrabbiata e forse mi avrebbe dato uno schiaffo per cosa così brutta . Ada mi disse – mi leggerai la mente oppure no ? Lo voglio sapere e non mentire .

Per il momento no , perché ti voglio conoscere parlando e non leggendo la tua mente . Se lo vorrò fare e per sapere qualcosa che mi nascondi o altro , ma adesso no . Ada grazie a questa risposta che le avevo dato lei si poteva fidare di me ceca-mente . Poi andammo a fare il nostro lavoro visto che subito dopo aver mangiato i nostri hotdog ci fu una chiamata e noi visto che eravamo in servizio rispondemmo e andammo con la mia macchina . 

Categorie
2013 Aqua Dominatore di Poteri Kratos Me Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Aqua Parlare con Kratos Parlare con Pandora Racconto ShadowHunters T-shirt Terra

Spiego a Kratos , Pandora e Aqua cosa possono vedere con l’ occhio della fenice e le creature che ci sono nel tempo , nello spazio e nei mondi e sopratutto qui sulla Terra

New York conosciuta da tutti come la Grande Mela , perché è una città davvero molto grande e se sai dove andare puoi trovare posti davvero molto belli sia da visitare sia da fotografare . Questa è sola una facciata di New York , la New York che conosco io è piena di mostri e creature di ogni genere , creature che uccidono e altre no . Avevo deciso di portare Kratos , Pandora e Aqua li per spiegare alcune cose sull’ occhio della fenice e su creature che si trovano non solo qui , ma anche nel mondo . Ci eravamo arrivati con il T.A.R.D.I.S , quel giorno io ero vestito come di solito con il mio capotto rosso , cintura che aveva l’ aspetto della faccia di un demone . La cintura con la faccia di un demone copriva i miei muscoli che il mio aspetto attuale avevo , avevo deciso quell’ aspetto perché con quell’ aspetto potevo dare un aspetto minaccioso ai miei nemici . Pandora si era vestita con una maglietta rosa con “ Il Colore rosa è il mio colore preferito” , pantaloni lunghi di colore rosa , calze della Pompea rosa e scarpe rosa . Già da tutti quegli abiti rosa si capiva che il colore preferito di Pandora era rosa , tra le varie cose che si era portata appresso erano i suoi occhiali rosa a forma di cuore . Gli occhiali non erano addosso a lei , ma erano dentro il mono-spalla che si era portata appresso ed pure quello era di colore rossa , sul mono-spalla c’ era un teschio . Kratos per non attirare l’ attenzione si era messo una maglietta rosa della Nike , in mezzo c’ era la scritta Nike con il segno di quella marca . I pantaloni erano neri e scarpe adatte a lui ed erano della Nike , da tutti e due i lati c’ era il loro . Aqua fu l’ uscita a uscire dal T.A.R.D.I.S , lei si era vestita tutta di colore blu e come Pandora si era portata un mono-spalla di colore blu , attaccato al mono-spalla c’ era la stella blu che aveva preso dall’ Isola di Partenza . Avevo da spiegare a Kratos , Pandora e Aqua molte cose , come la foschia , gli angeli , i demoni e moltissime creature che esistono nel tempo , nello spazio e nei mondi . Aqua mi guardava in modo strano , tipo enigmatico come se stesse cercando di capire cosa ci stiamo facendo qui . Poi si fece spazio tra Kratos e Pandora e si avvicinò a me e mi chiese in maniera molto gentile – si può sapere perché siamo a New York ? . Io mi fermai e mi girai verso Kratos , Pandora e Aqua – visto che dobbiamo viaggiare insieme nel tempo , nello spazio e nei mondi dovete sapere alcune cose che ci sono sulla Terra . Per esempio mostri e moltissime cose che vogliono distruggere la terra e quali non lo vogliono fare , e poi vi devo alcuni avvenimenti che sono successi . Kratos si avvicinò a me disse – cose che riguardando anche gli dei dell’ olimpo e altro ? , io la guardai – si , pure su di loro . Continuammo ad andare in avanti e io – Grazie allo Occhio della Fenice potete vedere delle cose che altre persone non vedono , non lo vedono perché secondo loro quella cosa non può succedere , non può avvenire . Per proteggere le persone che non credono a questa cosa e per impedire a loro di vedere i mostri , armi , magie . Tutte queste cose dalle persone della Terra , alcune riescono a vederla , altre invece non le vedono per colpa della Foschia .

Foschia ? – Kratos si stava chiedendo che cosa è la Foschia . La Foschia impedisce agli umani di vedere le cose appartenenti , può intervenire in qualunque circostanza . Per esempio metti caso che ci troviamo in una scuola è appare un ragazzo o una ragazza e non si ricorda chi è e cosa ci fa li . La Foschia interviene cosi , manipola i ricordi delle altre persone – dissi a loro , Cioè ti fa avere dei falsi ricordi – disse Pandora , io la guardai e dissi – si Pandora , serve tutto per nascondere mezzosangue dagli umani . Quindi la Foschia può intervenire in particolari circostanze e può succedere di tutto – disse Aqua avendo compreso in modo eccellente la Foschia . Presi dal mio giubbotto rosso la mia agenda e vidi che gli ShadowHunters avevano in mente di uccidere un demone . Il Demone che dovevano uccidere si trovava per la precisione vicino a Times Square , qualche vicolo dopo , io dissi agli altri dopo aver posato l’ agenda – adesso vi faccio vedere , due cose . Cioè gli angeli e i Demoni , gli ShadowHunters sono detti anche i Nephilim , nel senso che loro sono sia umani sia angeli . Poi intervenne Pandora – cioè una via di mezzo , come i mezzosangue , io dissi a lei – si . Adesso dobbiamo andare , loro stanno attaccando un Demone nei pressi di Times Square , con molta attenzione ci avvicinammo a Times Square e poi andammo dove gli ShadowHunters stavano attaccando un demone . Noi potevamo vederli grazie all’ Occhio della Fenice , non si vedono , gli umani non lo vedono . Io guardai Kratos , Pandora e Aqua e dissi a loro – Vedete quei ragazzi sono metà umani , metà angeli , gli umani non li vedono , noi invece possiamo grazie all’ Occhio della Fenice che io vi dato . Quello che stanno combattendo è un Demone , molto potente e molto aggressivo , alcune volte sbatteva a Terra uno degli ShadowHunters , una ragazza molto bella , capelli marroni chiaro , occhi blu e un bellissimo vestito fatto apposta per lei . Sul corpo aveva alcuni segni , tutti gli ShadowHunters ce li avevano , una volta in cui è caduta , è caduta accanto a noi , senti il nostro odore . Quando lo senti il nostro odore , senti qualcosa di antico , qualcosa che non aveva mai sentito da nessuna parte e poi disse – aiutaci a uccidere quel demone . Uscimmo da dove stavamo guardando come agivano gli ShadowHunters , alcuni avevano anche un lanciafiamme . Contro quel demone funzionava e non funzionava , io e gli altri sfoderammo le nostre armi e insieme agli ShadowHunters sconfiggemmo quel mostro . Gli ShadowHunters guardarono la mia spada e ricordarono una leggenda su quella , la leggenda diceva “ La Spada può essere brandita e utilizzata solo dall’ Ultimo Dominatore di Poteri , proveniente dal pianeta Maraxus “ . Quando viderò la spada capirono che la leggenda era vera e dissero a me – Felice di conoscerti Dominatore di Poteri , io dissi a loro – Felice di Incontrarvi ShadowHunters , dovete stare più attenti contro questi demoni , nel futuro ce ne staranno di più forti , quindi allenatevi . Poi viderò Kratos , Pandora e Aqua , Kratos lo riconobbero subito visto che lui non era solo un grande spartano ma anche colui che aveva sconfitto gli dei dell’ Olimpo . Gli ShadowHunters viderò Pandora e anche se aveva cambiato aspetto , loro la riconobbero di una leggenda futura che diceva che lei sarebbe stata una grande guerriera nel futuro , che sarebbe divenuta una grande forza del bene . Io ci credo alle leggende e a quello che dicono , però non si devono credere a tutto quello che dicono , perché basta un po’ di male anche la cosa più buia e la leggenda si perde . Di Aqua gli ShadowHunters non la conoscevano , solo perché lei per il momento non aveva niente , ma con il tempo Aqua entrerà nella leggenda e diventerà una grande guerriera . Gli ShadowHunters erano tanto felici di incontrarci , volevano più aiuto nel combattere demoni che si trovava in tutta New York e nelle altre parti del mondo . I Demoni sono creature spaventose , loro non ti uccidono senza provare nessun rimorso , è scritto nel loro DNA , loro fanno perché è nella loro natura uccidere . Dopo aver detto di si , io diedi a loro uno dei miei biglietto da visita e cosi ce ne andammo perché dovevo parlare ancora di alcune cose , una tra le varie cose era l’ Empire State Building . Ci dirigemmo verso un ristorante li vicino , io dissi a loro – Gli Dei dell’Olimpo sono vivi e L’ Olimpo si trova li – indicai il dito l’ Empire State Building , Kratos mi guardò in modo strano e disse – perché non me l’ hai detto subito , io lo guardai e dissi a lui – prima di dirtelo volevo vedere se tu tramite Pandora ti eri un po’ calmato e che non saresti andato subito a uccidere di nuovo gli Dei dell’ Olimpo . Kratos capì e in molto arrabbiato disse – ok , ma la prossima volta dimmi subito se c’ e qualcosa . Io lo guardai e dissi a lui – certo . Dopo inizia a dire Kratos , Pandora e Aqua – Nel mondo ci sono creature incredibili come vampiri , lupi mannari e moltissime creature che spesso uccidono persone innocenti , io che faccio parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi vado in giro e posso sconfiggere queste creature . Dopo avevo spiegato queste cose a Kratos , a Pandora e pure ad Aqua ce ne tornammo a casa , visto che era pure ora di pranzo . 

Categorie
Computer Database Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Dico una cosa a Kratos e lo faccio vedere a Pandora vestito con i nuovi abiti .

Io dissi a Kratos – adesso riposiamoci un po’ e domani mattina ti spiego altre cose e Kratos disse – si infatti , io però dissi – prima di riposarci un po’ fatti vedere da Pandora , cosi vestito sei bellissimo e Kratos – si infatti . Kratos chiamò Pandora  – Pandora vieni ti voglio far vedere un attimo una cosa , Pandora arrivo in camera e vide suo zio Kratos vestito con una bella maglietta rossa , con dei pantaloni marroni e delle scarpe rosse e dopo disse – zio stai benissimo e Kratos disse – be grazie .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto delle scarpe rosse indossate da Kratos

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto

Faccio apparire delle scarpe per Kratos

Dopo aver fatto apparire una bella maglietta rossa per Kratos e dopo avergliela fatta indossare io dissi a Kratos – adesso ti faccio apparire delle scarpe dimmi soltanto di che colore le vuoi e io te le faccio apparire e Kratos disse – le scarpe le voglio di colore rosso . Io chiusi gli occhi e feci apparire delle scarpe rosso e io dissia Kratos – se vuoi mettile ma senza abbotanarle e Kratos disse – va bene . Dopo lui si mise la scarpe rosse e gli stavano benissimo e soprattutto facevano abbinamento con la maglietta rossa delle Ducati .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Faccio conoscere a Kratos cos’ e la Scarpa e la sua storia .

Dopo aver fatto apparire delle pantofole rosse per lui , io dissi a Kratos – adesso ti spiego cos’ e la scarpa e la sua storia e Kratos disse – comincia quando vuoi e se ci sono foto faccele vedere e io dissi – certamente . Dopo pochi minuti io dissi a Kratos tutto quello che c’ era da sapere sulla scarpa – Una scarpa è una calzatura, ovvero un oggetto da far indossare al piede, di cui riprende la forma. Si differenzia da uno stivale in quanto non copre la caviglia. Le prime scarpe furono fatte in epoca preistorica con pelli di animale o legno; ritrovamenti archeologici attestano, infatti, che il più antico paio di scarpe finora ritrovato risale a circa 9000 anni B.p., trovate negli Stati Uniti in materiale vegetale. Nelle regioni temperate le scarpe erano molto semplici (simili a moderni sandali), mentre nelle regioni fredde si usavano scarpe rivestite. La produzione di una scarpa era un processo complicato per l’epoca, per cui questi oggetti erano considerati articoli di lusso.

 

In epoca storica le scarpe divennero di uso comune. Tra gli antichi romani, come si vede dai dipinti ed affreschi, le scarpe più diffuse erano i sandali, ma la prima attestazione storica di cui si abbia testimonianza risale al periodo egizio e più precisamente all’Antico Regno, visibile nella cosiddetta “Paletta di Narmer”, che prende nome dal faraone (mitologico) Narmer; su una dei due lati della tavoletta di scisto verde scuro, si nota un servo che porge al faraone un paio di sandali, ed è datata intorno al 3000 a.C. Intorno al 1300 a.C. gli Ittiti inventarono il sandalo a punta ricurva, mentre è risaputo che i popoli del deserto avessero già sandali infradito con suola molto larga per non affondare nella sabbia. Ritornando ai Romani ed ai loro sandali, le fonti iconografiche e storiche ci hanno tramandato che si potevano sfoggiare più di una ventina di tipi di calzature differenti, e, che le tendenze già erano in voga presso di loro.

 

Nel medioevo la popolazione comune portava scarpe di legno (zoccoli), di pelle o semplici pezze di stoffa che venivano avvolte intorno al piede.

 

Nel XIV secolo in Inghilterra e Francia si affermarono le poulaine, scarpe della nobiltà con la punta superiore ai 15 cm, moda questa che (si dice) sia tramontata alla fine del XV secolo con Carlo VIII di Valois Re di Francia in quanto avendo sei dita doveva portare scarpe dalla punta tronca.

 

Nel XVII secolo le scarpe in Europa vennero disegnate con tacchi alti, sia per gli uomini che per le donne, portate in auge dal Re Sole, che era piccolo di statura. Il tacco alto è rimasto fino ad oggi nelle calzature femminili, rimanendo invece talvolta solo in forma di tacco basso in quelle maschili.

 

Nel XVIII secolo a Venezia si affermò invece la scarpa “col pattino”, una sorta di ciabatta-involucro che serviva per non sporcare la scarpa vera e propria durante i tragitti da casa a casa, una volta giunti a destinazione questo veniva sfilato e riutilizzato solo al momento dell’uscita.

 

Con l’inizio dell’Industrializzazione nel XIX secolo le scarpe furono prodotte in serie in fabbrica; in questo periodo nacque anche la moda degli stivali corti. Oggi buone scarpe sono alla portata della maggior parte della popolazione nei paesi industrializzati. La scarpa serve per vari scopi:

 

Protezione, questa è la funzione principale, dove la scarpa proteggere dal contatto diretto con il suolo e di coprire il piede, mantenendo il calore in inverno.

 

Estetica, può far apparire il piede più curato ed attraente. La scarpa è formata comunemente da più parti:

 

la suola, ovvero la parte a contatto con il suolo, in cuoio (pelle), gomma o plastica, questa parte della scarpa può contraddistinguere anche un determinato tipo di scarpa, la zeppa, dove l’intera suola è rialzata di diversi centimetri. Oppure la suola può essere arricchita da:

 

plateau nel caso la scarpa sia munita di tacco alto

 

il tacco: un rialzo presente sotto la suola, a livello del tallone.

 

la soletta, cioè la parte interna che fa da intercapedine tra la suola e la tomaia

 

la tomaia, parte che copre il piede, che può avere diversi ornamenti o colorazioni.

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Alyssa fa comparire delle scarpe a Pandora

Karen-Gillan-London-Film-Comic-Con-July-9th-2011-matt-smith-and-karen-gillan-23711108-500-650

Alyssa aveva passato molto tempo con Pandora e aveva capito che lei era forte e che non aveva nessuna paura . Alyssa aveva capito che Pandora era simile a una tigre e loro bellissime ma allo stesso tempo incredibili nemici che sono pronte a ucciderti in qualunque momento . Alyssa vedeva che Pandora portava ai piedi le pantofole ma aveva saputo da me che voleva che lei voleva andare al Parco Commerciale . Alyssa era andata un attimo nella sua Stanza Armadio e prima di andare – Pandora adesso ti faccio un bel regalo ma tu non devi sbirciare . Quindi chiudi gli occhi e aspettami li vicino al mio letto . Alyssa prese le sneakers e le porto vicino ai piedi di Pandora . Pandora apri gli occhi e vide le scarpe – so cosa sono . Le ho viste sul pc ma non so come indossarle . Quando aveva visto le scarpe vide che c’ era una tigre – molto belle queste scarpe ma cosa ci devo fare con queste ? . Alyssa aveva visto che si era informata – ti sei informata ma non sai che se devi uscire e andare a Parco Commerciale con Daniel tu le devi indossare e adesso con calma ti faccio vedere come .

Categorie
Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Foto delle scarpe viste da Pandora .

Karen-Gillan-London-Film-Comic-Con-July-9th-2011-matt-smith-and-karen-gillan-23711108-500-650

Pandora dopo aver indossato le sue scarpe entro dentro la stanza armadio di mia sorella Alyssa . La prima scarpa che vide fu una scarpa strana con un piccolo oggetto piccolo . Alyssa vide che Pandora aveva puntata la sua scarpa con il tacco – vedi questa scarpa rosa nel futuro la potrai mettere . Ma devi stare attenta visto che prima ti dovrai abituare . Pandora la prese per mano – che vuoi dire che devo stare attento se un futuro me la metto ? . Alyssa la prese per mano – primo quando la devi mettere sentirai un pò di dolore al piede e seconda cosa con questa ci potresti mettere un pò di tempo per capire come camminarci oppure cadi ti fai male e poi non potrai camminare molto bene . Pandora mise a terra questa tipo di scarpa  – e allora perchè la metti ? . Alyssa ci penso un attimo – se vuoi conquistare un uomo devi pur fare qualcosa di bello e mettere questa scarpe è un modo per attirare un uomo e forse un giorno tu avrai un fidanzato .

Una volta vista la scarpa e saputa da Alyssa tutto quello che c’ era da sapere su di esso vide che li c’ erano tre scarpe che venivano usate per la ginnastica o per le normali uscite con le amiche .