Daniel Saintcall

Dopo essere andato nel mondo di Ex Machina con Ada Knight tornammo al T.A.R.D.I.S per parlare con Cortana . Cortana appari davanti a tutti noi e sopratutto davanti me – che posso fare per te Daniel ? . Io ero felice di dire verso e trattarla come una mia compagna di viaggio e non come I.A virtuale  – posso fare una cosa per te ? . Cortana era confusa e non capiva cosa intendevo – spiegati meglio Daniel non capisco ? . Io mi ero li al quadro di comando e non premevo nessun tasto ma stavo li al centro e parlavo con Cortana con gli altri – vedi ho so che tu vorresti venire con noi . Nel senso che tu vorresti stare li con i tuoi piedi e con un corpo e forse ho trovato un modo per farlo . Oggi io e Ada siamo stati in un mondo noto Ex Machina e li abbiamo visto questa foto che è sul mio cellulare . Cortana ci mise poco a prenderla e vide che era una foto di una I.A che poteva camminare , parlare e fare tutto quello che voleva . Quando vide quella foto era molto felice visto che poteva uscire dal T.A.R.D.I.S e venire con noi nelle nostre avventure . Cortana vide ed era perfetta per lei – ci dovrò fare qualche modifica ma se vedo un immagine completa della I.A e poi mi metto a lavoro verso 24 ore io posso stare fuori dal T.A.R.D.I.S . Prima di lasciarmi andare via – grazie Daniel ma come mai questa idea . Io prima di andare nel futuro e cercarle una foto completa di questa I.A dentro il mondo di Ex Machina – anche se io ti trattata male sbattendo la tua porta tu mi hai sempre aiutata e quindi questo è un modo per dire grazie e scusami per questo modo in cui apro la tua porta . Tutti erano felici di sapere che tra poco Cortana sarebbe stata li tra loro certo un aspetto molto diverso ma tra un pò poteva essere li tra loro .

Agents Of SHIELD: 2.06 A Fractured House

Io e Ada non sapevamo cosa voleva fare Simmons ma era riuscita a uscire dal campo dell’ Hydra e aveva preso Fitz e portato in un posto . Io mi ero messo dentro al telefonino di Simmons e capì dove era andato . Adesso loro due erano riuniti più che mai . Fitz non era felice di stare li con Simmons . Fitz non era interrotto da nessuno e nessuno gli diceva le parole che doveva dire le diceva da sole . Fitz con calma inizio a dire tutto quello che provava in quel momento e sopratutto quando se ne era andata via senza una spiegazione o aveva detto una scusa e non era nemmeno buona . Fitz stava dicendo a Simmons che avrebbe potuto dire una qualunque scusa ma invece lei se ne era andata senza un motivo e per questo gli aveva lasciato una freccia nel cuore . Io e Ada eravamo li  a vedere quella scena tra loro e noi possiamo dire che eravamo dalla parte di Fitz e non di Simmons . Quello che aveva fatto Simmons era qualcosa di brutto . Dico non solo di lavorare per il nemico ma il fatto che aveva lasciato il suo amico senza aiuti e senza nemmeno una scusa o una motivazione logica .

 

Dafne Marino calma Diana Serra

 

Diana Serra era dietro a un albero e stava piangendo davvero molto . Quell’ albero era li da molto tempo ed era bello grande e li sotto c’ era molta ombra . Diana si era messa li per non essere trovata da nessuno e anche per non farsi vedere mentre piange . Dafne ci andare pure lei sotto quell’ albero quando era triste per colpa di tutto quello che faceva i suoi genitori . Dafne Marino aveva preso un pacco di fazzoletti e poi si andò a sedere a terra vicino a Diana . Diana era chiuse in se stessa e stava piangendo davvero molto . Dafne mise la sua mano sinistra vicino alla lacrima che stava uscendo dalla occhio sinistro e la tolse con dolcezza . Dafne inizio a vedere che Diana stava tornando ad alzare la testa e vide Dafne – sei venuta per darmi qualche altro insulto ? . Dafne non voleva dare insulti a Diana Serra – no sono venuta a vedere se la mia amante sta bene oppure no . Noi siamo solo amiche ma anche amanti e anche se i miei genitori dicono che non sono felice con te non me ne frega niente . I miei genitori non mi hanno mai sostenuto e quindi anche se adesso hanno fatto questo non credevo che sarebbe andato in modo diverso . Ma ci dovevamo almeno provare per farti capire come sono i miei genitori . Diana vide che Dafne voleva stare ancora con lei – vuoi stare ancora con me ? . La risposta di Dafne fu rapida visto che non ci doveva pensare visto che mettersi con Diana era stata una sua idea – certo . Solo perché una persona ti ha detto una cosa brutta non devi mica mollare . Ma devi andare in avanti e cercare di riprendere la tua vita . Se ti fermi al passato non si combina mai niente nel presente . Diana decise di alzarsi da sotto l’ albero e decise di baciare Dafne per vedere se era ancora felice di stare con lei oppure no . Chiara decise di vedere se Diana Serra era ancora li fuori e poi vide una scena che non fu facile da togliere non solo davanti agli occhi ma anche dalla mente . Aveva visto che Diana Serra e Dafne Marino si erano baciati con molta passione e poi dopo quel bacio vide che stavano sorridendo come se erano veramente felici . Chiara decise di dare un occhiata alla mente di Diana Serra e Dafne Marino e vide che loro erano passate da amiche ad amanti e videro che loro erano molto felici insieme . Chiara decise di uscire dalla porta e andare a scusarsi con Diana Serra visto che non era giusto quello che aveva detto suo marito Luca . Diana vide Chiara venire li vicino a loro e si mise sotto l’ albero per non farsi vedere . Dafne andò a vedere cosa voleva sua madre Chiara e fu molto arrabbiata con lei – ti è piaciuto leggere nelle nostre menti . Ti è piaciuto vedere quello che ho fatto con Diana Serra . Se sei venuta per dire che lei è qualcosa di peggio allora vattene e non la voglia la tua pietà . Chiara andò verso Diana Serra con passo deciso visto che era li per dirle una cosa molto importante . Una volta arrivata sotto l’ albero – scusa per quel commento che ha detto mio marito . Era arrabbiato e non lo voleva dire per davvero . Scusalo da parte mia . Chiara anche se aveva chiesto scusa per quel commento non era felice che sua figlia amava una donna . Chiara andò verso sua figlia ed era li ferma proprio vicino all’ ombra che era di quel grande albero dietro di lei – non sono felice che tu stai con una donna . Tu devi stare con un ragazzo e con Diana Serra . Anche se ho visto che sei felice credo che sia tutto una cosa che ti sei inventata per farmela pagare per quello che ti abbiamo fatto negli anni . Chiara se ne andò e pure Dafne se ne andò verso Diana Serra – sei proprio sicura che devo fare questa cosa . Diana era convinta di avere l’ approvazione non solo della sua famiglia ma anche della famiglia di Dafne Marino . Dafne Marino era li vicino a Diana abbracciati sotto l’ albero – come facciamo adesso ? . Diana Serra decise di chiedere aiuto ai suoi genitori – possiamo chiedere aiuto ai miei . Sono tanto bravi a far cambiare idea a una persona . Chiediamo aiuto ai miei genitori e cosi forse i tuoi genitori ci aiutano a far cambiare idea ai tuoi genitori . Dafne decise di provare tanto peggio di così non poteva andare .

 

Angela Ferrante mi chiede di trovare una foto per la copertina definitiva di Castlvania Lord of Shadow 2

Ore 9:54

Quando tornai al mio Dipartimento , Angela Ferrante mi chiamò nel suo ufficio e sapeva che io ero brava e lei disse – Senti Daniel mi devi fare una foto per l’ universo di Castlvania Lord of Shadow 2 . Poi io le dissi – ci vado subito , prima che ci vado ti prendo un caffè forte e molto caldo e Angela era un pò stanca e aveva un sacco di cose da fare e doveva stare con gli occhi aperti . Gielo feci e lo portai e poi mi disse – Grazie Daniel e scusami se ieri mi sono arrabbiata per il fatto di Pandora . Scusami . Io poi le dissi – Non ti preoccupare facevi il tuo lavoro e se ti devo dire una cosa te la diro . Andai nell’ Universo di Castlvania Lord of Shadow 2 e feci la foto giusta per questo universo scuro e terrificante .

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Dopo un po’ impari che il sole scotta, se ne prendi troppo. Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima, invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori. E impari che puoi davvero sopportare, che sei davvero forte, e che vali davvero. E impari e impari e impari. Con ogni addio impari. (V. Shoffstall)

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: