Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, tutto sui P&G Championship! Il campionato americano!

La grande festa a stelle e strisce è servita. Saranno quattro giorni di fuoco per la ginnastica artistica statunitense, che nel lungo weekend di Ferragosto avrà i quattro giorni clou della stagione. A Hartford (Connecticut, USA) ci saranno i Campionati Assoluti Nazionali, in programma 15 al 19 agosto.

Se American Classic, US Classic e le altre tappe svoltesi in giro per il Paese erano delle semplici qualificazioni, il P&G Championship è l’evento conclusivo, l’appuntamento finale che premierà le campionesse nazionali. È qui che si definiranno le migliori ginnaste del Paese e chi avrà le maggiori possibilità di staccare il biglietto per gli imminenti Mondiali di Anversa.

 

TUTTO IL PROGRAMMA:

La gara si svolgerà in 4 giorni. Due dedicati alle ragazze, altri due agli uomini.

Questo il programma dettagliato dell’evento (orari italiani).

15 agosto, ore 19.00– FEMMINILE, juniores

16 agosto, ore 01.30 – FEMMINILE, seniores

16 agosto, ore 19.00 – MASCHILE, juniores

17 agosto, ore 01.00 – MASCHILE, seniores

17 agosto, ore 20.00 – FEMMINILE, juniores

18 agosto, ore 01.30 – FEMMINILE, seniores

18 agosto, ore 17.30 – MASCHILE, juniores

19 agosto, ore 00.30 – MASCHILE, seniores

 

REGOLAMENTO:

Le atlete saranno impegnate su due giorni di gara. Questo significa che svolgeranno due all-around, o comunque saliranno due volte sull’attrezzo di loro interesse. I punteggi verranno sommati e verrà così stilata una classifica complessiva

 

LE FAVORITE:

Non manca di certo la favorita del circuito, la recente stella dei Classic, Kyla Ross. La campionessa olimpica 2012 sfoggerà tutte le sue armi per accaparrarsi il titolo di campionessa nazionale. Alcune voci di corridoio dicono che porterà degli esercizi leggermente aumentati di difficoltà con combinazioni nuove in modo da essere più competitiva.

 

Scopriremo anche una Mckayla Maroney tutta nuova. Gareggerà stranamente da All Arounder questa volta. La campionessa mondiale e olimpica ha più volte ribadito che non le piace essere considerata come “la ragazza del volteggio” e di poter dimostrare di essere in grado di competere su tutti e quattro gli attrezzi. Questa è la sua occasione per farlo. Chissà se stavolta riuscirà a coronare il suo sogno di salire sul podio individuale.

 

Un’altra delle favorite è Simone Biles. I Classic sono un brutto ricordo per lei, ma è arcinoto che le migliori non hanno mai avuto fortuna a Chicago. Vedremo se saprà replicare la stellare esibizione di qualche mese fa all’American Cup. Magari senza caduta alla trave.

 

Tra le presenti spicca il nome della vincitrice di ben due tappe di Coppa del Mondo, Elizabeth Price. Gareggerà solo su due attrezzi per non rischiare dato che è in via di recupero da un brutto infortunio. Porterà trave e parallele.

Ci saranno anche Peyton Ernst e Brenna Dowell che agli scorsi Classic si sono qualificate rispettivamente seconda e terza nel concorso individuale. Anche loro sono in lizza per un posto sul podio.

Siamo curiosi di vedere che esercizi presenterà Mckayla Skinner. L’ultima volta ha combinato un disastro dopo l’altro: chissà se avrà capito che sarebbe il momento di rallentare un po’. Ma siamo curiosi di vedere un’altra volta lo stellare doppio teso con doppio avvitamento.

 

UNO SGUARDO…JUNIOR:

La favorita è senza dubbio Bailie Key. Talento indiscusso, è stata presente su tutti i podi in tutte le competizioni a cui ha partecipato. Ricordiamo Jesolo, il triangolare tra USA-Germania e Romania e gli US Classic. Non c’è niente da fare, è lei la migliore in campo in questo momento.

Dietro di lei Amelia Hundley e Veronica Hults che sono arrivate rispettivamente seconda e terza al concorso individuale in quel di Chicago.

Scommettiamo anche sulla nuova pupilla di Liang Chow Norah Flatley, la frizzante Laurie Hernandez e la Buckeye Nia Dennis.

 

LE ASSENTI:

Tre Fierce Five come sempre. Ormai è certo che rivedremo Jordyn Wieber, Gabrielle Douglas e Alexandra Raisman solo nel 2014. Mancherà anche Sabrina, campionessa a squadre ai mondiali 2011 e una delle tre riserve del team olimpico. Sarah Finnegan. Entrambe reduce di un importante infortunio.

Dobbiamo anche fare a meno di Katelyn Ohashi, che sta riprendendosi da una recente operazione.

 

DOVE SARA’ POSSIBILE VEDERE LE GARE:

Diretta televisiva sulla NBC, ma solo per le competizioni seniores e solo per chi si trova sul suolo americano. Per chi sarà all’estero ci sarà la possibilità di seguire l’evento sul canale Youtube di USA Gymnastics e su www.PGChamps.com.

 

LO SPONSOR:

Nota di colore. Quest’anno i campionati hanno perso la storica sponsorizzazione della VISA, ma hanno trovato quella validissima di P&G (Procter & Gamble). Un grande sponsor, di assoluto livello internazionale, tra le trenta aziende più ricche al mondo. Si occupano di farmaci, casalinghi, prodotti per l’igiene personale.

A noi italiani sembra sconosciuta, ma è la grande casa che al proprio interno raggruppa marchi che tutti conosciamo: i detersivi Dash e Bolt; lo sgrassatore Mastro Lindo; le batterie Duracell; i dentifrici AZ e Oral B; i rasoi Gilette; le case di abbigliamento Gucci, Dolce & Gabbana, Lacoste, Laura Biagiotti, Puma; Pantene e Wella che si occupano di cura dei capelli. Insomma un Mondo incredibile e un grande partner per un evento di ginnastica artistica.

 

State tutti sintonizzati, ad Hartford ne vedremo delle belle!

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, da Jesolo l’aereo azzurro verso Mosca

Ci lasciamo alle spalle il weekend di Jesolo, attesissimo appuntamento della stagione di ginnastica artistica e primo vero croce via per il prosieguo dell’anno. Abbiamo già affrontato tanti temi in questi due giorni, mentre la classicissima si evolveva e il lido dava i responsi. Un’ultima domanda sorge spontanea, che Italia esce dal Pala Arrex? (Ci soffermiamo, al momento, solo sulle seniores)

 

Indubbiamente una Nazionale integra e unita, con tante frecce al proprio arco e con infinite possibilità. C’è un’Italia che sembra compatta, ben volitiva, con tante possibilità e con uno stato di forma generale che sta crescendo pian piano. Tutte stanno affinando la propria condizione, dopo un inverno intenso e dopo già tre tappe di campionato alle spalle, in una stagione post-olimpica che regala spesso diverse sorprese e diversi problemi di interpretazione (oltre al codice dei punteggi che cambia). Il Direttore Tecnico ha tante opzioni e la scelta delle quattro convocate per gli Europei di Mosca (17-21 aprile) non sarà certamente facile.

 

In prospettiva Russia è chiaro che attendiamo con ansia Vanessa Ferrari. Le condizioni della Campionessa, dopo l’infortunio patito sabato alla trave, sembrano essere meno gravi del previsto: addirittura è tornata ad appoggiare il piede a terra e i primi responsi medici sembrano essere molto rassicuranti. Incrociamo le dita e speriamo di recuperare al più presto la nostra capitana. All’ombra del Cremlino potrebbe regalarsi diverse soddisfazioni. Cercherà, soprattutto, di vendicare quel corpo libero di Londra che brucia ancora. Nel concorso generale staremo a vedere, ma se il piede non dovesse fare i capricci si potrebbero aprire scenari molto interessanti.

 

Indubbiamente dai lidi veneti esce rinforzata la posizione di Elisa Meneghini. La quindicenne è stata la migliore dietro alle statunitensi e continua un 2013 da neoseniores che si è aperto alla grande con i due successi nel generale a Padova e a Bari. La trave continua ad essere molto interessante, poi sugli altri tre attrezzi mostra una linearità importante. Peccato per l’improvviso attacco influenzale che l’ha colpita domenica mattina e che le ha fatto saltare le finali di specialità, ma poco cambia. Non vorremmo sostituirci al DT o portare sfortuna alla giovane, ma sembra chiaro che si sia in odore di body azzurro.

 

Mancava Carlotta Ferlito, presenza pesante in ambito nazionale. La siciliana era madrina ai Kids’ di Nickelodeon a Los Angeles, quindi ha abbandonato la palestra per fare da ambasciatrice della ginnastica italiana in terra straniera durante una manifestazione canora. Valutazioni tecniche nuove non ne possiamo fare, ma dopo le prestazioni alla trave di settimana scorsa agli Internazionali di Francia possiamo dire che si sia messa in buona posizione in ottica rassegna continentale.

 

Giorgia Campana si conferma ottima alle parallele, sempre la migliore italiana (e seconda alle finali di specialità con un interessante 13.950, inferiore solo alla classe dell’olimpionica Ross). Da grande professionista si esibisce eccellentemente su tutti gli attrezzi. Sarà una carta importantissima. Staremo a vedere perché la romana si è resa protagonista di un fine settimana molto interessante.

Elisabetta Preziosa è tornata a pungere sulla trave con un 14.200 che si è inchinato solo di fronte allo strapotere a stelle e strisce: con un corpo libero di buon livello potrebbe dire la sua.

 

Chi sul quadrato magico ha strabiliato in positivo è stata Giulia Leni. Partita dalla sperimentale e in sordina, la senese ha fatto capire di esserci sul 12×12 (13.950 e terzo posto in finale di specialità, ma anche 13.800 nella gara a squadre) soprattutto quando non commette errori.

Proprio la Nazionale sperimentale ha dato diverse soddisfazioni come quella di Arianna Rocca che ha realizzato un 14.150 all’amato volteggio, ottenendo il secondo posto nelle finali di specialità dietro solo all’uragano Biles. Adriana Crisci, al grande rientro dopo undici anni d’assenza, aveva stampato un bel 14.100. E Serena Bugani si produceva in un doppio avvitamento, unica azzurra a presentarlo. A conferma che la scelta di portare dodici atleti è stata azzeccata.

 

Sottotono la performance di Erika Fasana, altra olimpica in gara. La comasca sta faticando più del previsto per riprendersi dall’infortunio alle tibie di questo inverno. Per lei la finalissima di Firenze sarà la prova del nove. Siamo fiduciosi perché le sue doti non sono assolutamente in discussione.

 

Questa è un’Italia che c’è, che si può far valere, che può iniziare un nuovo corso. Convinta dei suoi mezzi, sicura di sé, desiderosa di crescere.

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto God of War Ascension Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, Serie A1: le Top della prova di Bari

Ieri si è svolta a Bari la terza tappa della Serie A1 di ginnastica artistica (cliccate qui per la cronaca e per i risultati). Vediamo quali sono state le Top, le ragazze (o le squadre) che si sono meglio comportate secondo la redazione di Olimpiazzurra e i momenti clou della prova pugliese.

 

Al primo posto la Gal Lissone che si mette in tasca una sostanziosa fetta di scudettoSenza Carlotta Ferlito, impegnata agli Internazionali di Francia (oggi pomeriggio finale alla trave e al corpo libero), le brianzole sono riuscite a conquistare la seconda vittoria seconda stagionale dopo quella di Ancona. Con sette punti di vantaggio sulla Brixia i discorsi in chiave tricolore sembrano essere chiusi. Squadra compatta, terzetto molto coeso che non è incappato in errori particolari e vistosi: la gara è andata via liscia. Performance pulita per la Preziosa con il picco alla trave, Alessia Praz ancora costante. E…

 

… Al secondo posto Elisa Meneghini che conquista il concorso generale individuale (virtuale) per la seconda volta consecutiva. Tre settimane fa si era permessa di battere Vanessa Ferrari. Questa volta controlla molto più agevolmente. La neo seniores è partita a razzo in questo 2013 e sembra veramente inarrestabile: che ci sia un body azzurro Europeo in vista? La risposta la avremo tra meno di un mese. Intanto rasenta il muro dei 56 punti (55.950) e si aggiudica la trave con una bella prova da 14.600. Non perfetta al corpo libero (13.250), ma a quel punto poco contava. Il volteggio è sul solito livello (14.450), il migliore tra le italiane viste al Pala Florio, mentre le parallele si inchinano solo di fronte alle maestre della specialità.

 

Al terzo posto Enus Mariani. Questa volta non ci sono cadute alle amate parallele e i suoi staggi sono superlativi. C’è ancora moltissimo da migliorare, perfezionista com’è (giustamente), ma si iniziano a vedere i frutti del lavoro di tutti questi mesi. Non prova l’esercizio da 6.1 di D Score che avevamo visto a Padova (si limita a 5.9, ad occhio perché toglie una combinazione di Stalder), ma viene ugualmente premiata con un eccellente 14.750. Il muro dei 15 punti inizia ad essere vicino…

L’esercizio della fresca quindicenne sulle asimmetriche è stata la stoccata finale che la Pro Lissone ha inflitto alle dirette avversarie per il secondo posto. Sulla scia di una bravissima Martine Buro che si è cimentata su tutti gli attrezzi e grazie al lavoro di tutte le altre giovani (Romanella, Salvi, Ricchiuti, Colantuoni), le brianzole ottengono il miglior risultato stagionale.

 

Al quarto posto le atlete straniere. In assenza di Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito, ci hanno pensato i prestiti internazionali ad alzare al massimo il livello dell’evento, primeggiando addirittura su due attrezzi.

Anna Pavlova è stata semplicemente stellare! La aspettavamo da più di un mese. Ed eccola arrivata. È un onore avere in Italia una ginnasta del genere, bronzo olimpico ad Atene 2004, con una classe e un talento davvero cristallini. Lo Yurchenko doppio che la russa ha esibito al volteggio è stato meraviglioso,capace di spingerla a un eccellente 15.000: non siamo soliti vedere certi punteggi nel nostro campionato. Ha svolto con successo il compito per cui Jean Carlo Mattoni l’aveva chiamata: provare a salvare la World Sport Academy. Per completare la missione servirà un altro miracolo a Firenze.

Abbiamo riscoperto Dorina Boczogo. L’ungherese non è molto conosciuta al grande pubblico, ma ha partecipato anche alle Olimpiadi di Londra. La ventenne è stata bravissima al corpo libero, con quel 13.800 che le ha regalato il successo di specialità. I punteggi de La Rosa Brindisi si sono innalzati a dismisura, ma non sono bastati per schiodarsi dall’ultimo posto.

Bravissima la spagnola Rodriguez che ha sostenuto le ottime Arianna Rocca e Carlotta Necchi, portando la Forza e Virtù al quinto posto. La svedese Ida Josefina Gustaffson non è invece riuscita a portare la Ginnastica Giglio oltre l’ormai abitudinario ottavo posto: le toscane ora rischiano moltissimo.

 

Al quinto posto la replica della Olos Gym 2000. Evidentemente le romane ci hanno preso gusto dopo lo storico podio di Padova e si replicano, nonostante qualche errore di troppo. Ilaria Bombelli torna in pedana da capitana con una buona prestazione, completandosi con Chiara Gandolfi (purtroppo caduta alla trave). Giorgia Campana è quarta nell’individuale generale e spicca sulle amate parallele (14.200). Completa l’opera la giovane Giorgia Morera che si cimenta su tutti gli attrezzi. A Firenze lotteranno addirittura per il podio finale: sarà testa a testa con la Pro Lissone.

 

Il colpo di scena. Brixia Brescia fuori dal podio. Negli ultimi cinque anni non era mai successo… Certonon c’era Vanessa Ferrari (impegnata in Coppa del Mondo), ma nessuno si sarebbe mai aspettato che la squadra di Folco Donati finisse al quarto posto. Invece, dei punteggi eccessivamente bassi rispetto a quanto visto in pedana, un grave errore della Imeraj alle parallele e una caduta di Giulia Leni al corpo libero, impediscono alle bresciane di rimanere incollate alla Gal. Rammarico per Sofia Busato, Martina Rizzelli e Serena Bugani, i cui esercizi all’apparenza sembrerebbero essere stati sottovalutati.

 

Premio sorpresa ancora alla Forza e Virtù che sta tirando fuori un campionato eccellente.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, le convocate per il collegiale pre-Jesolo

Enrico Casella nei giorni scorsi aveva detto che era nelle sue intenzioni convocare un collegiale in preparazione del Trofeo di Jesolo (23-24 marzo). Il tutto si svolgerà al PalAlgeco di Brescia da martedì 16 a venerdì 22, poi le convocate in Nazionale partiranno direttamente per la località veneta.Questi i nomi delle interessate. Ufficiali, ovviamente, visto che sono stati comunicati da una circolare della Federazione (ricordando, ancora una volta, che i nomi delle scorsa settimana erano solo delle indiscrezioni pubblicate dalla Gymnasium, società organizzatrice dell’evento).

 

SENIORES: Giorgia Campana (Nova Tor Sapienza), Erika Fasana (Brixia Brescia), Vanessa Ferrari (Brixia), Chiara Gandolfi (Olos Gym 2000), Elisabetta Preziosa (Gal Lissone), Giulia Leni (Brixia), Elisa Meneghini (Gal Lissone), Martine Buro (Pro Lissone), Serena Bugani (Brixia), Alessia Leolini (Giglio Montevarchi).

JUNIORES: Enus Mariani (Pro Lissone), Tea Ugrin (Artistica ’81), Martina Rizzelli (Brixia), Lavinia Marongiu (La Fenice), Giorgia Morera (Olos Gym 2000), Nicole Terlenghi (Estate ’83), Sofia Bonistalli (Casellina), Chiara Imeraj (Brixia), Josra Abdelaziz (ASA), Alice Linguerri (Edera), Pilar Rubagotti (Brixia), Sofia Busato (Brixia), Desiree Carofiglio (Brixia).

 

Da notare l’assenza di Carlotta Ferlito. Primo collegiale da seniores per Elisa Meneghini, Alessia Leolini, Serena Bugani e Martine Buro. Tra le juniores tanti nomi interessanti: oltre ovviamente ad Enus Mariani, campionessa europea di categoria, spicca Pilar Rubagotti.

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Erika Fasana Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Storia Tempo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Serie A1: i pronostici di Olimpiazzurra per Padova

Cari lettori, un famoso proverbio dice: “i pronostici li sbaglia chi li fa”. Un altro afferma: “i pronostici sono fatti per essere sbagliati”. Oggi voglio avventurarmi nel pronosticare i possibili piazzamenti delle squadre nella seconda prova del campionato di Serie A1 di ginnastica artistica (inizio alle ore 16.00). Cercherò di argomentare le mie previsioni. Sia chiaro, però: è solo un gioco! Tutto per spezzare un po’ la tensione e l’attesa sul super appuntamento di Padova. GymnastikMania da tutto esaurito al Pala Fabris.

 

PRIMO POSTO. Vedo leggermente favorita la Gal Lissone. Già ad Ancona le brianzole avevano fatto vedere la grinta ed erano riuscite in una grande rimonta sulla Brixia. Se nelle Marche erano prive diCarlotta Ferlito a causa di un attacco febbrile, questa volta ritroveranno la siciliana alla prima uscita nel 2013 (e da maggiorenne) e quindi una seconda impresa sembra più facile (ricordiamo che in questo palazzetto si sono laureate campionesse d’Italia lo scorso anno). Elisabetta Preziosa si è mostrata molto attiva al corpo libero (buona esecuzione) e alla trave. Elisa Meneghini ha ingranato la forma da seniores. Alessia Praz porta a casa punti sicuri.

SECONDO POSTO. Brixia Brescia. Squadra tutta sulle spalle di Vanessa Ferrari che ci lustrerà gli occhi ancora con una super trave nuova, con delle parallele eccellenti e al corpo libero cercherà di ottenere un punteggio migliore rispetto a quello di due settimane fa. Sarà la sua ultima uscita nel campionato, perché a marzo e aprile sarà impegnata in Coppa del Mondo.

Attenzione però: tornerà Erika Fasana. La comasca, rimessasi dall’infortunio alle tibie, si presenta in Veneto per il primo vero test in gara. Non presenterà delle super difficoltà, ma è un passo importantissimo. Staremo a vedere che punteggi porterà in squadra. Atteso riscatto per Serena Bugani.

TERZO POSTO. Sarà una battaglia serratissima, l’ho detto giovedì in sede di presentazione. Mi gioco una scommessa enorme: Olos Gym 2000. C’è profumo di appuntamento con la storia per le romane.Dopo una perentoria scalata dalla serie B, il gradino del podio se lo meritano davvero tanto. Ci crede con tutto il cuore la capitana Ilaria Bombelli (non è scesa in pedana ad Ancona per problemini alla spalla, vedremo cosa farà nel pomeriggio). L’olimpica Giorgia Campana, dopo le cadute sui 10cm, cercherà di riprendere tutto il suo equilibrio e alzerà il coefficiente di squadra alle asimmetriche, attrezzo preferito anche da Chiara GandolfiGiorgia Morera è stato bravissima nelle Marche e vorrà replicarsi. Con la “mascotte” Beatrice Borghi a fare il tifo: ne vedremo delle belle.

 

QUARTO POSTO. Pro Lissone. Sia chiaro: le brianzole lotteranno per il podio. È poco, ma sicuro. Enus Mariani è motivatissima. La campionessa europea juniores porterà un nuovo esercizio alla trave, mentre alle parallele cercherà di perfezionare le combinazioni che sta studiando. Martine Buro tenterà nuovamente il miracolo al volteggio, risultato vincente quindici giorni fa. Le altre pesti allenate da Federica Gatti e Massimo Gallina sono piene di sorprese.

QUINTO POSTO. Forza e Virtù. Potrebbe arrivare la conferma per le neopromosse di Novi Ligure. La squadra è davvero eccellente. Molto bene Arianna Rocca, Carlotta Necchi e Marta Novello. Certo ad Ancona, la spagnola Cintia Rodriguez è stata fantastica (ben oltre le aspettative). Chissà se Giulia Gemme si esibirà.

SESTO POSTO. Artistica ’81. Che è anche un po’ l’obiettivo minimo per la storica compagine triestina. Sulla carta si potrebbe lottare per il quinto posto. Staremo a vedere. Ad ogni modo siamo certi che la professionalità di una capitana come Federica Macrì avrà sempre la meglio. Ci attendiamo una bella prestazione da Tea Ugrin, campioncina elegantissima e d’argento europeo con la Nazionale juniores.

 

SETTIMO POSTO. Ginnastica Giglio Montevarchi. Dipenderà da Alessia Leolini: se non commetterà evidenti si potrebbe sperare di migliorare il piazzamento di Ancona.

OTTAVO POSTO: Estate ’83 Galleria del Tiro. Retrocediamo di una piazza, rispetto a quanto successo ad Ancona, la neopromossa formazione di Travagliato (Brescia). Anche se Nicole Terlenghi ha delle buone carte da giocare.

NONO POSTO. World Sport Academy. La formazione guidata da Jean-Carlo Mattoni dovrà fare ancora a meno della fuoriclasse Anna Pavlova. La russa dovrebbe fare il debutto in Italia nella tappa di Bari.

DECIMO POSTO. La Rosa Brindisi.

 

Voi che dite? Siete d’accordo? Fateci sapere i vostri pronostici: siamo curiosi. Per chi indovinerà il maggior numero di piazzamenti, un regalo da parte della redazione di Olimpiazzurra.

Intanto vi diamo l’appuntamento al termine della gara per sapere tutti i risultati, mentre domani mattina il consueto approfondimento per scoprire le migliori (secondo il nostro modesto parere).