Alyssa scopre dei simboli maraziani sulla schiena di Pandora

Come vi ho detto per diventare Dominatore di Poteri o una Dominatrice devi seguire un certo rituale e farti mettere sulla schiena alcuni simboli per fare in modo che tale rituale sia completo. Alyssa si era portata sopra in camera sua per farle provare una nuova maglietta, perchè se Pandora sarebbe uscita di casa con quella tunica spartana tutti avrebbero cercato di capire se lei era di queste parti oppure lei stava nascondendo un segreto che nessuno doveva scoprire. Per fare in modo che nessuno si facesse domande su dove venisse Pandora le abbiamo insegnato a mentire molto bene e a vestirsi come una ragazza normale per fare in modo che lei non attirasse l’ attenzione su di se. Certo cosi l’ avrebbe attirata in un altra maniera, ma a nessuno sarebbe importato se lei proveniva da un altro universo o da questo universo ma da molti secoli di distanza. Alyssa aveva creato per Pandora una maglietta con una fenice che aveva due teste una rossa e una nera, erano da sole e la piccola Pandora si tolse la maglietta e si stava subito mettendo la nuova quando Alyssa li vide grazie agli occhi della fenice. Una volta visti i simboli fece fermare Pandora – puoi stare ferma un attimo, devo vedere una cosa sulla tua schiena. Pandora sapeva a cosa si stava riferendo e senza mezzi termini la sua storia- quando sono stata li nell’ Età Greca ho incontrato due persone che erano fantastiche Alukard e Helena Saintcall, mi hanno permesso di lavorare con loro e poi mi hanno dato una mano perchè hanno capito che se non facevano qualcosa io sarei morta per colpa di Venere e di Zeus visto che loro volevano avere il potere assoluto dello Scrigno di Pandora. Quando ho sentito che sarei morta, sono sbiancata e avrei fatto di tutto per sopravvivere e cosi senza indugio Helena mi ha dato una mano trasformandomi in una Dominatrice di Poteri e cosi io sono potuta sopravvivere a quello che mi ha fatto Venere e Zeus. Dopo aver sentito tutta la storia apri la porta e mi chiamo in fretta e furia perchè voleva vedere i simboli assieme a me per capire se erano stati scritti da nostra madre Helena, io arrivai in fretta e furia e noi vedemmo insieme i simboli e noi insieme capimmo che Pandora stava dicendo la verità perchè i simboli erano stati scritti con la calligrafia di nostra madre Helena. Noi decidemmo di fare vedere i simboli che Pandora ha sulla schiena sia a nostri Zii e sia a Sarah la Fenice Rossa e cosi noi avevamo capito come Pandora potesse essere una Dominatrice di Poteri e quindi una nostra sorella o cugina.

Curiosità sullo Scrigno di Pandora

Durante il mio viaggio in Grecia con Sarah la Fenice Rossa per vedere se lo scrigno di Pandora era pericoloso per tutti e sopratutto per la piccola Pandora noi abbiamo scoperto una cosa molto importante cioè simboli del mio popolo li sopra. Grazie a Sarah la Fenice Rossa che era conosciuta da tutti quanti nel tempo e nello spazio e quando Zeus la vide in lontananza la fece subito entrare visto che loro si erano già incontrati tanto tempo. Io e Sarah la Fenice Rossa ci eravamo teletrasportati all’ ingresso del Monte Olimpo e quando Zeus senti la nostra presenza ci teletrasporto dentro al Monte Olimpo . Zeus stava pensando a cosa fare per il problema di Kratos visto che lui aveva ucciso Ares il Dio della Guerra e stava pensando a cosa fare e noi all’ improvviso ci siamo teletrasportati dentro al Monte Olimpo in mezzo agli altri dei. Zeus appena ci vide capì subito chi era la donna che aveva davanti agli occhi cioè Sarah la Fenice Rossa Regina di Fenix e adesso lei è madrina di Daniel Saintcall. Io conoscevo Zeus dalle leggende e lui di fronte era altissimo e imponente e guardando Sarah la Fenice Rossa – quindi questo è il figlio di Alukard e Helena. Poi la guardo in modo serio – posso sapere cosa siete venuti a fare qui adesso ?. Io senza problemi guardai Zeus negli occhi – ho sentito dello scrigno di Pandora e sono venuto qui perchè voglio salvare Pandora perchè ho paura che possa essere in pericolo nonostante qui sembra tutto apposta. Zeus mi guardo in molto storto e mi parlo come se fossi uno sciocco – Tu vorresti salvare Pandora. Lascia perdere dopotutto lei è solo un ramo di legno che non serve a niente. Prima di andare a parlare con Zeus noi senza farci vedere abbiamo visto lo scrigno e Pandora e poi siamo andati a parlare con Zeus dentro al Monte Olimpo. In quella stanza tutti la pensavano come Zeus tranne Venere che appena Zeus aveva detto quelle parole se ne era andata per sentire altre cattiverie su una ragazzina innocente. Ma prima di andare senti io che mi rivolsi a Zeus – non mi frega se tu la vedi come un piccolo legnetto o come una ragazzina, io la voglio salvare e non me ne frega di quello che dici o gli altri dei. Mentre parlavo con Zeus già potevo notare qualcosa di cattivo al loro interno, come se loro avessero deciso di attuare il piano che avevano deciso di non fare ma erano in grave pericolo. Sarah la Fenice Rossa mi porto fuori dal Monte Olimpo e mi guardo in modo un pò arrabbiato – ti avevo detto che io avrei parlato solo io con Zeus e invece tu hai fatto a modo. Posso sapere cosa avevi in mente. Io vidi a destra e sinistra e poi usai il mio senso per vedere se nessuno che ci potesse sentire – appena sono entrato li dentro il mio senso della fenice si è attivato e ho percepito dentro agli Dei tranne in una di loro una grande oscurità. Ho sentito dentro Zeus che volevano attivare un piano che prima avevano deciso di non attivare. Ma adesso hanno deciso di farlo e quindi io voglio stare qui per dare una mano a Pandora. Sarah la Fenice Rossa non aveva usata i sensi visto che conosceva Zeus e quindi secondo lei non avrebbe mai fatto nulla di male, ma se quello che dicevo io ero giusto allora quello che non doveva succedere è già successo cioè Zeus ha aperto lo scrigno di Pandora e ha inondato il corpo, la mente e l’ anima degli altri dei con una grande oscurità tranne con la Dea Venere e il Dio Morfeo. Zeus prima di lasciarci andare via mi guardo – vedo che Daniel Saintcall ha lo stesso spirito del padre e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.

Curiosità sullo scrigno di Pandora

Grazie al nostro viaggio in Grecia abbiamo saputo tante cose non solo sul vaso di Pandora ma anche su Pandora stessa, ma solo leggendo alcuni libri io ho capito tutta la storia visto che mia Zia Kyra e mio Zio Oliver non mi avevano ancora detto che loro prima di andare sulla Terra avevano creato un collegamento tra la Biblioteca Stellare che si trova li su Maraxus e questa nostra casa e solo dopo il mio viaggio hanno capito che era arrivato il momento di farmi vedere quei libri. Dopo il mio viaggio era da giorni che mi stavo concentrando con tutte le mie forze per capire cosa volevano dire quei simboli e perchè erano stati messi sullo scrigno di Pandora visto che non erano stati messi li cosi a caso, ma in parti specifiche dello scrigno. Io e Sarah la Fenice Rossa abbiamo capito che in quella stanza dove c’ era il vaso c’ erano tanti eventi e li abbiamo visto i Primi Dominatori di Poteri dare una mano a Zeus a creare la trappola perfetta per i primi demoni che a quel tempo erano in giro e stavano distruggendo maggior parte della Grecia e i tempi degli dei. Zeus vedendo questo enorme problema ha deciso di creare uno scrigno dove mettere questi pericolosi nemici e fare in modo che loro non potessero fare del male a nessuno ma avevano bisogno di aiuto per fare in modo che tali mostri non andassero da nessuna parte. Pure gli dei sanno che uno scrigno non può contenere tali mali e quindi hanno chiesto aiuto ai Dominatori di Poteri e loro senza alcun problema hanno messo li sopra simboli antichi che simboleggiando ” Terra, Aria, Fulmine, Luce, Oscurità”. Io e Sarah la Fenice abbiamo visto questi simboli sullo scrigno di Pandora visto che prima di essere messo sullo schiena del Dio Crono, esso era al centro del Monte Olimpo e poi Zeus lo mise li sopra per fare in modo che nessuno lo potesse toccare. Dai diari dei vecchi Dominatori di Poteri abbiamo capito che loro volevano già dare una mano agli dei dell’ olimpo visto che pure loro erano preoccupati dei Mali. I primi demoni non venivamo chiamato demoni ma i Mali ed erano un pericolo per tutti e sia gli Dei dell’ Olimpo e sia i Dominatori di Poteri cercavano un modo per distruggere tali pericolo e Zeus fece creare a Efesto lo scrigno di Pandora e cosi li i mali non potevano fare del male più a nessuno. Per fare in modo che loro non provassero a scappare lui ci mise parte della sua speranza e cosi li dietro ebbe inizio al più grande conflitto di tutti i secoli e cosi nessuno poteva scappare da li dentro e cosi la Grecia e il mondo intero era sano e salvo fino a quando non arrivo il piano di Ares cioè utilizzare le furie per rendere pazzo di follia Kratos e farlo scatenare contro gli dei dell’ Olimpo e cosi Zeus fu costretto a fare un patto con i mali che erano li dentro. Tutto questo l’ ho scoperto dal diario di un mio antenato Zachary detto anche Zick Saintcall I e lui era li per dare una mano agli dei ma per fermare questo folle piano non poteva anche se ci ha provato con tutte le sue forze e grazie a tale piano che lui ha capito cosa significa punto fisso nel tempo e nello spazio. Fermare Kratos è stato il suo modo di capire che lui tali eventi non li poteva cambiare e lo ha capito nel modo più brutto vedendo questi eventi accadere senza che lui potesse fare qualcosa per salvare queste persone.

Pandora ci rivela un suo segreto

Pandora ci aveva raccontato la sua storia da adesso fino ai tempi nostri noi ce ne stavamo andando via visto che secondo noi la sua storia era tutta li e lei non aveva più da nulla da raccontare. Ma poi io iniziai a isolare gli altri e iniziai a sentire il cuore di Pandora e vidi che lei non era calma e agitata come se ci fosse qualcosa che l’ agitava e pure il suo cuore era agitato e cosi mi mossi verso di lei con passo lento e calmo – se ci devi raccontare qualcosa.Prenditi tutto il tempo che vuoi e diccela visto che noi siamo qui. Pandora allora prese forza e caccio dalla borsa che aveva portato qui in precedenza il suo blocco da disegno. Non ho insegnato tutto io alla piccola Pandora, in alcuni momenti mi ha detto – questo lo voglio imparare da sola. Queste parole me le ha detto quando ha voluto imparare a disegnare e a dipingere non per imparare a dipingere o a disegnare il futuro. Ma per farlo cosi come Hobby personale e cosi lei se vedeva qualcosa che le piaceva o qualcosa che non capiva poteva fare un disegno e cosi noi la potevamo aiutare a capire. Pandora si mise al centro della stanza e decise di raccontare gli incubi che aveva ogni notte – da quando sono uscita dal vaso io ho iniziato ad avere incubi o visioni del passato e li ho visto cose veramente uniche, cose che non mi spiego e simboli o rune antiche che io non ho mai visto e non ne conosco il significato. Li ho visto Shadow che si poteva trasformare da gatto a umano e da umano a gatto e ce lo fece vedere con un disegno. Appena vidi il disegno mi ricordai di una sensazione che avevo ogni volta che il gatto Shadow era dentro la stanza come se ci fosse una grande e potente forza che non riuscivo a captare ma c’ era. Pandora ci fece vedere altri disegni e tra i quali c’ era un simbolo molto strano e atipico e l’ avevo visto io solo quando usare gli occhi della fenice su Shadow. Io fermai il discorso di Pandora per dire la mia su tale simbolo – ho già visto tale simbolo sul tuo gatto Shadow. Secondo me lui nasconde un grande segreto e forse è lui il modo per sbloccare i tuoi ricordi passati. Pandora con calma decise di raccontare tutta la sua storia e cosi noi avevamo più mezzi per darle una mano in questa situazione complicata e decise di far vedere tutti i suoi disegni e dipinti. Pandora dalla sua stanza aveva tirato fuori 50 disegni e 47 dipinti su tali eventi, ognuno aveva un significato e altri invece dovevamo capire il senso di tale eventi passati o presenti. Noi adesso possiamo vedere questi disegni e dipinti fatti da Pandora ma non sapevamo in che ordine erano avvenuti questi avvenimenti o se si dovevano ancora svolgere. Pandora non sapeva niente su questi eventi, ce li aveva nella sua mente ma non sapeva in che modo erano ordinati o che esperienze le avevano dato. L’ unico modo per sbloccare i ricordi di Pandora era convincere il gatto Shadow a trasformarsi in un pistolero e cosi Pandora poteva essere completa sia nel corpo e sia nella mente.

 

Aspetto di Angela Walker

angela-walker

Questa che vedete in foto è Angela Walker famosa Cacciatrice che è sopravvissuta alla famosa e terrificante Guerra dell’ Universo e da li nè è uscita senza un fratello maggiore e con dei simboli che porta sul corpo. Angela Walker prima della Guerra dell’ Universo non sapeva quale era il suo potere e lo seppe solo grazie all’ aiuto di suo fratello Christian. Angela Walker ha cercato di essere forte e di non farsi sottomettere da nessuno visto che lei assieme a suo fratello maggiore Christian erano in un posto molto violento, dove loro potevano essere uccisi da animali pericolosi e nessuno poi si sarebbe accorto della loro morte dentro quella foresta. La foresta di Galaxy One nel 1992 divenne la Foresta di Ghiaccio di Galaxy One e resto cosi per sempre e fu Angela Walker a farla diventare cosi e lo fece liberandosi di tutta la sua rabbia e di tutta la frustrazione. Angela era molto furiosa perchè non riusciva a sconfiggere suo fratello maggiore Christian, ma lui negli scontri imbrogliava usando il potere del fuoco invece Angela non aveva ancora scoperto il suo di potere. Un anno prima della Guerra dell’ Universo Christian decise di dare una mano a sua sorella minore a risvegliare il potere che era dentro di se e emettendo un urlo molto forte lei riusci non solo a scoprire di avere un potere ma di averne due. Angela Walker adesso nei giorni nostri vive ancora ma non so dove sta, ma durante la Guerra dell’ Universo e nei vari momenti di riposo lei mi ha raccontato questi fatti per farmi capire quanto le manca suo fratello maggiore Christian, ma mi ha fatto capire che non ce la fa più a vivere in questo tempo di guerra dove i nemici attaccano e noi attacchiamo per fare in modo che Maraxus non sia perduto per sempre. Angela Walker ha questi simboli perchè sono dei simboli di protezione contro incantesimi delle streghe e contro alcuni mostri che sono li fuori. Lei mi ha detto che è andata nella famosa Biblioteca delle Stelle e li ha presi il tomo Incantesimi e Protezioni Magiche contro le Creature della Oscurità più profonda.

Tatuaggi di Serena Rossi

Wiki-background

Serena Rossi voleva da sempre un tatuaggio ma ogni volta i suoi genitori dicevano no e non volevano sentire nemmeno l’ argomento . Una volta in camera sua prese il telefonino e si lamento con Eric – non è giusto . Non mi vogliono far fare un tatuaggio . Eric aveva un segreto che non disse a nessuno nemmeno a Serena e sarebbe a lui era un veggente . Ogni tanto nelle sue visione vedere simboli strani e ne vide una magnifico e adatto per Serena . Per quel simbolo aveva pensato a lei e a nessun altra . Una volta che era arrivata il giorno della sua laurea Eric si avvicino ai genitori di Serena – vi posso rubare vostra figlia per un pò . Eric se la porta via e andarono in macchina insieme al negozio di tatuaggi . Una volta arrivati li dentro Serena pote aprire gli occhi e quando vide il negozio di tatuaggi diede un bacio sulle labbra a Eric e poi entrarono . Eric fece vedere il simbolo e Serena e lei vide che era magnifico . Serena se lo fece fare e non fece nessun capriccio . All’ inizio il tatuaggio non le fece niente per un mese ma poi a un certo punto dentro di lei si attivarono dei poteri che erano sopiti dentro di lei . Serena nascose questo segreto visto che non sapeva cosa avrebbe detto Eric e quindi lascio perdere .

 

Aspetto della Morte

10473737_10205216258951460_2743125004286534281_n

La Morte ha davvero molti aspetti ma quello più conosciuto e quello che ha usato molto di più degli altri in tutti i suoi secoli di vita andando tra la luce e l’ ombra e davvero molto pauroso . Lui ha un mantello molto vecchio . Lui ha l’ avuto il giorno in cui è nato tutto . Lui è nato da un sacrificio di sangue . Delle persone avevano il libro della morte . Hanno preso una donna incinta e hanno dato il suo sangue al libro dei morti e da li e nata la morte . Io per il momento so solo il riassunto della scena e me lo ha detto Ottobre ma dopo si è zittito e non mi ha detto nulla  . Sto cercando un modo per entrare li dentro . La scena è ben sorvegliata dagli Osservatori e sanno che io se entrassi li proverei a salvare quella donna dal sacrificio di sangue e per questo non mi fanno entrare . Pure ad Ada Knight e successo . Sanno che pure lei prova a fare quello che voglio fare io . Vi starete chiedendo perchè ha delle carte in mano e tutte hanno un simbolo e insieme a quello del teschio . Adesso ve ne parlo di queste . Possiamo dire che è il suo modo per mandare messaggi e per dire a persone come me che posso fare tutto il possibile ma io posso solo allungare la partita e niente altro . Quelle sono le fatidiche Carte della Morte .

 

 

Insegno a Beatrice Ferrante come funziona l’ occhio della fenice

 

Ero ritornato a casa di Angela Ferrante e li trovai Beatrice Ferrante che aveva iniziato a mangiare qualcosa visto che stava morendo di fame . Io bussai alla porta con calma , senza correre visto che doveva stare li fino a quando Beatrice non imparava a utilizzare l’ occhio della fenice bene . Beatrice mi venne ad aprire con un passo lente e lei con tutta la sua gentilezza e felicità mi fece entrare in casa sua . Quando entrai in casa io e Beatrice ci dirigemmo verso il salotto , il salotto era il luogo perfetto per far vedere a Beatrice come funziona l’ occhio della fenice . Ci sedemmo sul divano uno accanto all’altro , vicino al divano c’ era un tavolino di vetro e sopra non c’ era nessuna decorazione . Beatrice era li seduta accanto a me e voleva sapere come funziona l’ occhio della fenice , l’ abilità oculare che era perduta nel tempo , nello spazio e nei mondi – come funziona l’ occhio della fenice . Beatrice era partita con una domanda diretta , senza giri di parole o senza parlare di altro . La risposta di Beatrice merita una risposta visto che gli avevo promesso di dire a lei come funzionava per farlo funzionare quando voleva – ora fai come ti dico io e tutto andrà bene .Beatrice con i suoi capelli rossi che si mossero una volta che la sua testa si giro verso di me pronta ad ascoltarmi per capire cosa doveva fare per farlo funzionare – cosa devo fare ? .

 

Io puntai il mio dito contro il tavolino di vetro , Beatrice non capì ma poi vide delle impronte digitali sul tavolino di vetro ed erano ben visibili . Beatrice aveva saputo da sua madre Angela che le impronte si potevano vedere solo con certi metodi usati dalla polizia scientifica ma non capiva come mai lei le vedeva e visto che io ero la , vicino a lei e potevo rispondere a tutte le sue domande – come mai vedo le impronte ? .

 

Ero sempre pronte a rispondere le domande di tutti e anche quelle fatte da Beatrice e le aveva fatto la promessa di rispondere a tutte le sue domande – Ora ti spiego gli occhi della fenice ti permettono di vedere impronte , simboli e altre cose che gli occhi degli esseri umani non vedono . Beatrice mi fece capire subito che aveva capito quando mi disse con un tono calmo e il volto rivolto di me – quindi grazie agli occhi della fenice posso vedere cose che gli altri non vedono .

 

Hai capito ma se ti concentri puoi far vedere alle persone quello che riesci a vedere con i tuoi – la guardai e si vedeva che era felice di imparare visto che non aveva uno sguardo annoiato e quindi lei imparava molto velocemente visto che io glielo stavo facendo capire sul posto quelle cose e quindi lei imparava mano ,mano e non poteva dire che si scocciava visto che glielo faceva fare dopo e sotto la mia supervisione e cosi lei poteva capire tutto e se sbagliava c’ ero io che potevo intervenire . Ma Beatrice era in gamba e quindi non avrebbero sbagliato visto che era molto brava ad imparare . 

 

Melissa Mcarthur parte 2

Melissa prese in mano il telefonino , appena lo apri vide delle cose completamente diversa dal suo telefonino . Il telefonino dell’ Osservatore era completamente diversa di quello che aveva lui , il suo era un Nokia Lumia 710 , molto bello e nero . Lo era riuscito ad ottenere da un suo amico che era molto bravo in queste cose ed era riuscito a creare un Nokia Lumia 710 prima degli altri . Non lo aveva detto a nessuno che era riuscito a crearlo , doveva essere un segreto e se lo sapeva lui poteva finire in grossi guai con la compagnia per cui lui lavora . Melissa per questo promise di non dirlo mai a nessuno , neanche ai suoi amici o ad altre persone . Melissa non capiva neanche un po’ come accendere , come funzionava o in quale lingua era scritto il telefonino . Prese il suo telefonino e chiama Gabriele Ascione , un uomo di 35 anni , capelli rossi , barba rossa ed era davvero molto intelligente e informatissimo su moltissimi argomenti da teorie del complotto e molto altro . Se dovevi sapere qualcosa su cose inspiegabili dovevi andare da lui , era il tipo giusto e lui aiutava tutti i suoi amici , sopratutto quelli più intimi . Melissa prima di chiamare il suo migliore amico che sapeva moltissime cose su tecnologie , lingue che nessuno sapeva parlare . Quando lo apri vide che era diviso in due parti , la prima era una fascia con tre verdi e uno rosso e l’ altra parte invece era con caratteri che Melissa non conosceva . Inizio a prendere un quaderno a righe , lei lo aveva in camera sua , visto che non lui non utilizzava dall’ università . Voleva provare da sola a risolvere tale mistero , il mistero più grande era nelle sue mani , li dentro c’ era la soluzione a tutti i misteri che gli erano capitati oggi oppure li dentro c’ erano dei nuovi misteri o domande a cui lei non sapeva rispondere . Come prima cosa Melissa inizio a segnare i simboli sul quaderno e poi inizio a capire come utilizzarlo , cioè inizio a cercare una determinata cifra o un determinato simboli da cliccare per fare qualcosa . Inizio con molta calma a cliccare tutti i vari simboli , ma niente non capiva niente . Come cavolo si fa questo maledetto telefonino – disse con molta furia , non sapeva proprio cosa fare . Alla fine per calmarsi si prese una tazza di tè e inizio a riflettere e alla fine dopo tanto pensare , disse – devo chiamare una persona che si intende di queste cose , cioè un vero esperto di simboli sconosciuti e di tecnologia . Prese il suo Nokia Lumia 710 e pensò che quel telefonino glielo aveva fatto il suo amico Gabriele Ascione . Alla fine lo chiamo e disse in maniera molto calma e senza perdere la calma – puoi venire da me , ho una cosa da mostrarti ? . Gabriele non ebbe nemmeno il tempo di dire “Salve Melissa è da un po’ che non ci sentiamo “ , comunque lui era interessato e disse – sto arrivando , aspettami . Gabriele capì dalla telefonata della amica che doveva essere qualcosa di molto importante , Melissa chiedeva aiuto solo quando non capiva qualcosa o in altre situazioni . Gabriele prese tutto quello gli serviva per studiare l’ oggetto in questione , li mise nella borsa a tracolla e con molta calma andò dalla sua amica Melissa . Gabriele arrivò a casa della sua amica entro un’ ora , Melissa sono io Gabriele – Melissa lo fece entrare e – Grazie per essere venuto Gabriele , cosi in fretta . Melissa fece accomodare Gabriele sul suo divano che era nero , vicino al divano c’ era un tavolino in cristallo . Proprio li Melissa si era messa per cercare di capire come funzionava , ma niente , aveva chiamato Gabriele perché sperava che almeno lui potesse almeno avere quale possibilità per scoprire come funzionare il telefonino . Gabriele si mise a studiare il telefonino cellulare di Kara King che era caduto dalla tasca dei suoi pantaloni quando le era caduto dopo che L’ Osservatore aveva preso il suo cadere per nasconderlo . La prima cosa che Gabriele vide che è il telefonino non era un telefonino normale , inoltre aveva simboli strani e questa striscia fatta di tre luci verde e una rossa . Ma la cosa che che suscitò più interessa a Gabriele era il fatto che ogni volta che provava a smontare un pezzo , non si toglieva niente , anzi i suoi attrezzi si rompevano , era come se quell’ oggetto cosi semplice e cosi normale fosse fatto di un materiale che non proveniva da questo pianeta . Gabriele aveva provato di tutto , ma niente , poi guardò Melissa e dispiaciuto disse – mi dispiace , non posso fare niente . C’ e una lingua strana che non capisco , mi dispiace tanto che non ti ho potuto aiutare . Melissa abbraccio Gabriele e disse – grazie per averci provato . Poi Gabriele se né andò e Melissa stava cercando di capire come funzionava , era rimasta alzata fino alle 23 . Poi porto il telefonino sul comodino che era vicino al letto , Melissa si mise a dormire e dormi profondamente . Mentre lei stava dormendo il telefonino che era accanto sul comodino , inizio a fare una cosa strana , cioè le luci verde e la luce rossa si accesero . Nessuno sapeva cosa significava , questo lo fece fino a quando Melissa lo prese per mano e inizio ad essere un po’ stordita , come se la testa le stesse per scoppiare . Poi inizio a reggersi a malapena e poi svenne sul letto . Dentro di noi c’ e il DNA , dentro il nostro DNA ci sono enormi possibilità , tra diventare un anormale a diventare un osservatore . Mentre il telefonino di Kara King era rimasto inattivo ma non lo era infatti lui stava facendo una cosa , cioè cercava di trovare un nuovo osservatore . Per fare questa cosa ci è voluto davvero molto tempo e molto energia e alla fine capì che Melissa la donna che aveva preso il cellulare di Kara aveva dentro di se il DNA di un Osservatore e quando la fece svenire e per farle risvegliare l’ Osservatore che è dentro di lei . Quelle luci che era tre verdi e una rossa erano li sia per un modo di comunicare tra osservatori e sopratutto un modo per scovare sia nuovi o vecchio osservatori . Melissa si risveglio ore dopo sul suo letto disfatto , appena alzata aveva la testa che gli scoppiava come se la sera precedente avesse bevuto moltissimo alcol , ma non era cosi , aveva il mano il cellulare di Kara . Alla fine con la testa che gli scoppiava decise di andare in bagno e vomito tantissimo . Alla fine prese il telefonino e chiamò Laura e disse – Ciao Laura , sono io Melissa , non vengo a lavorare oggi . Laura – che cosa hai ? , se non ti senti bene vengo li e ti visito e Melissa le disse – non venire sto bene , non ti devi preoccupare , di al capo che non vengo a lavorare . Laura sali con l’ ascensore e dal suo capo che era un tipo snello e molto atletico , calvo ed era nero . Il nome del capo di Laura e di Melissa era Lazarus Jones aveva 35 anni , era sposato con una bellissima moglie e aveva due bellissime figlie , una di nome Jane e l’ altra si chiama Kara .Jane aveva 17 anni e andava al liceo e Kara era più grande di Jane e andava all’ università . Laura busso alla porta – posso entrare ? , Lazarus chiese – chi è ? . Sono io Laura , posso entrare . Entra pure Laura – Lazarus chiese in modo molto gentile . Le volevo dire che Melissa non viene al lavoro oggi , si sente male . Lazarus era dispiaciuto che Melissa si sentiva male e disse – spero si rimetta presto qualunque cosa abbia . Pure io spero che si rimetta presto , comunque se vuole posso farle una visita anche se lei mi ha detto che non dovevo andare . Lazarus disse – si , fagli una visita per vedere come sta , vedi se puoi aiutarla in qualche modo . 

Alyssa prova a modificare la tunica di Pandora

 

Alyssa era li in camera sua con la tunica di Pandora in mano , era nera , era sporca e puzzava moltissimo cosi lei decise di metterla in lavatrice per pulirla . Era davvero molto sporca , ma non solo questo era strappata in varie parti , c’ erano traccie di sangue in alcuni parti . Appena lei la tocco vide la storia della persona che la indossava , cioè vide il momento in cui era prigioniera di Zeus , quando fu liberata da Kratos e poi per aiutarlo era morta nel vaso o cosi si pensava . Il vaso era molto peggio di qualunque cosa esistesse , tutte le prigioni erano niente a confronto di quello che si trovava li . Quello che vide mia sorella Alyssa la lascio davvero senza parole , la dentro c’ era molte creature oscure che giorno dopo giorno picchiavano , legavano e spezzavano le gambe a Pandora . Pandora è sopravvissuta li dentro perché appena è entrata li dentro lei entrata in un zona oscura ma anche piena di luce , li la trasformarono in una Switched . Attorno a lei appari una sfera rossa con tutti i simboli sia di tutti i poteri sia di tutti gli elementi , una volta finita la trasformazioni Pandora fu trasportata nella parte più bassa del vaso . Dentro il vaso c’ e l’ oscurità più totale , una oscurità fatta da l’ insieme di tutte le creature all’ interno . Se uno ottenesse un simile potere lui sarebbe inarrestabile . Comunque Alyssa senti dentro la sua visione le urla , la disperazione , la rabbia e tutto che provò Pandora , li dentro era stata davvero molto dura . Comunque lei inizio a lavorare sulla tunica di Pandora , inizio a riparare i vari pezzi e poi inizio a farla diventare molto più bella e come immagine li ci mise le palme e altre cose . Pandora andò a vedere come stava procedendo i lavori con della sua tunica con Alyssa , Alyssa appena vide entrare Pandora fece una cosa che a Pandora non piaceva , cioè chiuse la porta . Pandora non sapeva cosa voleva fare Alyssa e cosi un po’ impaurita disse – che cosa vuoi farmi ? , non farmi del male . Alyssa disse – non voglio farti del male , ma ho visto che hai passato nel vaso , quindi se hai bisogno di aiuto nel riuscire a superare tale cose vieni da me e io cercherò di aiutarti e pure Marcello . Alyssa mise un attimo la maglietta di Pandora sul suo letto e andò ad abbracciarla e disse – noi siamo accanto a te , anche se ti conosco da poco , ti vedo come una sorellina piccola da aiutare nei momenti più pericolosi , se hai bisogno chiama e io ti aiuto e lo farò anche Marcello . Pandora che era abbracciata ad Alyssa – se tu mi vedi come la tua sorellina , io ti vedo come una sorella maggiore da cui farmi aiutare , quindi se ho bisogno di aiuto vengo da te o da Marcello . Poi Alyssa fece provare a Pandora la maglietta che lei aveva fatto e gli stava benissimo e sopratutto a Pandora piaceva moltissimo . 

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: