Categorie
Brenna Dowell Carlotta Ferlito Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Elizabeth Price Foto Giulia Steingruber Roxana Popa Nedelcu Sophie Scheder Vanessa Ferrari Victoria Moors

Aggiornamento American Cup – Simone Biles e Larisa Iordache non partecipa e lista delle ragazze presenti nell’ Ameriac Cup

Per un infortunio le ginnaste Simone Biles e Larisa Iodarche non possono partecipare all’ American Cup . Non si sa adesso cosa succederà forse Simone Biles verrà al Trofeo di Jesolo . Invece per Larisa la situazione è più complicata visto che per colpa di questa sua assenza da Greensboro le potrebbe impedire di conquistare la Sfera di Cristallo e potrebbe essere presa dalla sua rivale Elizabeth Price che in questo frangente e la favorita all’ American Cup . Adesso vi dico chi partecipa all’ American Cup

Brenna Dowell (USA),

Carlotta Ferlito (Italia),

Vanessa Ferrari (Italia),

Victoria Moors (Canada),

Roxana Popa Nedelcu (Spagna),

Elizabeth Price (USA),

Sophie Scheder (Germania),

Giulia Steingruber (Svizzera)

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Simone Biles Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Mondiali 2013 da RECORD! Le statistiche UFFICIALI della FIG

La Federazione Internazionale della Ginnastica ha diffuso una serie di dati statistici sui Mondiali di Anversa 2013. Un’infinità di numeri che ci aiuta a misurare il valore e lo spettacolo della rassegna iridata. Una novità quasi assoluta per il Mondo della Polvere di Magnesio, poco avvezzo alle statistiche e a classificare tutto con record e migliori prestazioni, come invece sono abituati volley, atletica e basket.

 

Siete curiosi di sapere quante sono le ginnaste che hanno partecipato ai Mondiali di Anversa 2013 e quale è la loro età media? Volete sapere qual’è stato il continente più medagliato? Siete interessati a scoprire  quali sono stati i punteggi più alti, ma anche i peggioriDiamo un po’ di numeri (ci limitiamo al settore femminile).

 

Le ginnaste che hanno partecipato agli ultimi Mondiali sono state ben 134! Di queste il 57.1% proviene dall’Europa, sono 21.4% quelle provenienti dal continente Americano17.9% le Asiatiche e le native in Oceania, solo il 3.6% sono di origine africana.

 

Il continente che ha guadagnato più medaglie è stato quello americano che vanta ben 8 medaglie (3 ori, 4 argenti e un bronzo), tutte conquistate dagli Stati Uniti.

L’Europa conta un oro, un argento (della nostra Vanessa Ferrari) e tre bronzi. In totale cinque medaglie. Il continente Africano è tornato a casa a mani vuote, mentre l’Asia soltanto due medaglie: un oro a parallele e un bronzo al volteggio.

 

L’età media al femminile è 19 anni.  La maggior parte delle ginnaste sono del 1996 (sono in 32, 23%) e del ’95 (sono in 23, 17%). La ginnasta più giovane è del ’97 mentre la più anziana ha 38 anni. Parliamo ovviamente della leggendaria Okasana Chusovitina.

 

Anno di nascita-numero di ginnaste-percentuale

1975 1 1%

1984 2 1%

1986 2 1%

1987 2 1%

1988 5 4%

1989 3 2%

1990 5 4%

1991 7 5%

1992 9 6%

1993 4 3%

1994 21 15%

1995 23 17%

1996 32 23%

1997 23 17%

 

Il punteggio più alto in assoluto è il 15.900 al volteggio, mentre il più basso è  8.066 a trave(senza contare uno 0.0 al volteggio).

 

Ora vediamo i punteggi più alti e più bassi in relativi ai 4 attrezzi:9

VOLTEGGIO

Punteggio più alto: 15.900 di Biles Simone (USA)

D-score più alto: 7.000 di Pena Abreu Yamilet (Repubblica Dominicana)

E-score più alto: 9.600 di Simone Biles (USA)

 

PARALLELE ASIMMETRICHE

Punteggio più alto: 15.433 di Yao Jinnan (Cina)

D-score più alto: 6.700 di Yao Jinnan (Cina)

E-score più alto: 8.800 di Simone Biles (USA)

 

TRAVE

Punteggio più alto: 15.266 di Larisa Iordache (Romania)

D-score più alto: 6.500 di Zeng Siqi (Cina)

E-Score più alto: 8.866 di Larisa Iordache (Romania)

 

CORPO LIBERO

Punteggio più alto: 15.033 di Simone Biles (USA)

D-Score più alto: 6.500 di Simone Biles (USA)

E-Score più alto: 8.633 di Kyla Ross (USA)

 

La ginnasta che ha raggiunto più record è stata Simone Biles. Non solo è stata la più medagliatacon due ori, un argento e un bronzo, ma ha anche battuto il record del punteggio più alto ed è quella che ha esibito il programma più difficile tra le partecipanti.  Inoltre è stata una delleginnaste più giovani della competizione e ha eseguito un elemento mai fatto prima che adesso porta il suo nome.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, RIVOLUZIONE MOVIOLA IN CAMPO! Più soldi, nuovo restauro, ma…

La Federazione Internazionale di Ginnastica ha finalmente deciso di fare un importante passo in avanti e di ristrutturare la MOVIOLA IN CAMPO!

A Losanna, il 22-23 novembre scorso, i piani alti della Polvere di Magnesio sono giunti a un’importante decisione: investire addirittura 2, 45 milioni di franchi svizzeri (la bellezza di 2 milioni di euro!) nei prossimi otto anni per rinnovare l’IRCOS, l’Istant Replay and Control System, creato in collaborazione con la Longines – Swiss Timing e in circolazione dai Mondiali di Melbourne 2005.

Questa super macchina è una concentrato di potenza che consentiva ai giudici di rivedere al super ralenty gli esercizi delle ginnaste, da svariate angolazioni, per verificare se avevano valutato correttamente il D Score.

La sofisticata invenzione, però, può essere utilizzata solo in caso di reclamo di una ginnasta e solo per valutare la difficoltà degli elementi e non la loro esecuzione (E Score), proprio come è successo ai recenti Mondiali di Anversa quando un ricorso di Simone Biles le ha restituito una combinazione e ha soffiato il bronzo a Vanessa Ferrari.

Le polemiche sui giudici, sui punteggi abbassati, sulle valutazioni errate, sull’impossibilità di rivedere un esercizio al rallentatore e di valutazione la sua esecuzione, sono sempre all’ordine del giorno nella ginnastica artistica e a memoria d’uomo non c’è mai stata una competizione internazionale che uscisse incolume dalle critiche sotto questo punto di vista.

Ma con questo super investimento quali saranno le migliorie che verranno messe in campo?

Siamo curiosi di vedere questo nuovo IRCOS (a cui personalmente darò il soprannome IRCOS 2.0 – THE REVOLUTION) e siamo fiduciosi. Una domanda sorge spontanea: siamo sicuri che il problema fosse davvero la macchina?

Specifichiamo: non bisognerebbe semplicemente usarla nel modo corretto e consentire ai giudici di usarla anche per valutare l’esecuzione dell’esercizio? Perché se un giudice ha un dubbio non può aiutarsi con le immagini e ha diritto a farlo solo se arriva il reclamo?

E soprattutto: perché il pubblico non può vedere queste immagini?

Il pubblico del tennis impazzisce quando vede “l’occhio di falco in azione” per delle palle dubbie (fuori o no). Stesso discorso per il volley che in Italia ha introdotto il check system (e lo importeremo nel Mondo…).

Non sarebbe diritto delle Arene gremite vedere se una ginnasta ha eseguito davvero un carpio e se ha divaricato troppo le gambe rispetto a quanto prevede il codice dei punteggi?

Vedremo nel 2014… Il motto è sempre quello: “lawless competition with trust of the judges”.

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: le pagelle. Ferrari stellare, Price eroica

Ieri pomeriggio si è disputata a Stoccarda la prima tappa della Coppa del Mondo di ginnastica artistica. Come di consueto, diamo le pagelle alle ragazze scese in pedana

 

VANESSA FERRARI: 10. Cosa ha combinato lo sa solo lei! A metà gara era distante praticamente un punto dal podio, ferma a una sesta posizione che poco si addiceva al suo rango e sembrava avviata a una gara senza sussulti. Con lei, però, nulla è scontato!

La Leonessa lancia l’urlo di guerra, recupera colpo su colpo e si regala un fantastico terzo posto finale con una rimonta quasi antologica. Questo è il suo primo podio in Coppa del Mondo(parliamo di concorsi generali), il penultimo che le mancava in una carriera stellare. Ora deve salire su un altro gradino per completare il Grande Slam ed ha il colore dei giochi cerchi…

Fosse solo questo, sarebbe anche normale, in un certo senso. La bresciana, però, si è messa al collo il bronzo con uno stupendo esercizio alla trave (secondo punteggio di giornata) nonostante delle penalizzazioni sull’artisticità e poi si è letteralmente scatenata al corpo libero.

Al quadrato magico ha esibito lo stesso esercizio che ad Anversa le ha regalato l’argento mondiale, ma questa volta è stata letteralmente perfetta. Superlativa su tutte le diagonali, in sincronia con la musica, sorridente al massimo, sbarazzina come non mai, capace di sfoderare un perentorio 14.833 che è il terzo punteggio internazionale in questa stagione (davanti solo le punte assurde di Simone Biles e un 15.1 della Izbasa esibito nella sua Romania). Da amare.

 

ELIZABETH PRICE: 10. Il grande ritorno è servito! La statunitense riparte da dove aveva lasciato: vincendo. Dopo un brutto infortunio che l’ha costretta ai boxe per quasi tutta la stagione (la partecipazione ai Campionati Nazionali non le ha dato soddisfazione), la 17enne sbarca in Europa e alza al cielo la Deutscher Pokal come fece esattamente dodici mesi fa.

Questa è una delle più forti ginnaste d’oltreoceano e solo la sfortuna non le ha consentito di essere ancora più in alto nelle gerarchie a stelle e strisce. Il suo Amanar è assolutamente tra i migliori al Mondo, davvero al pari di quelli delle connazionali Biles e Maroney; le parallele sono ottime, da rivedere la trave ancora non tirata al massimo. Sarà una pedina importante nel 2014 e assolutamente da tenere d’occhio, soprattutto in una competizione a squadre.

 

CARLOTTA FERLITO: 7. La performance in generale è stata abbastanza lineare, senza particolari picchi e con diverse imperfezioni. La siciliana, però, è scusata per due motivi: la tonsillite acuta che le ha complicato l’inizio settimana e l’emozione della prima grande partecipazione alla Coppa del Mondo.

Il voto positivo è un po’ una media tra gli squilibri all’amata trave, dove è quinta al Mondo e dove è stata sottovalutata per la parte artistica, e il premio al nuovo corpo libero che rivisto e aggiornato la accompagnerà nel 2014: musica coinvolgente che ben le si addice, alcune variazioni tecniche e artistiche e un soddisfazione complessiva di rilievo.

La diciottenne va via con un complessivo sesto posto e ha subito l’occasione per riscattarsi: tra sei giorni, a Glasgow, nella seconda tappa della Coppa del Mondo, la gara che chiude la stagione.

 

LARISA IORDACHE: 8,5. Sfiora l’impresa. Lo scricciolo di Bucarest era accreditata alla vigilia del secondo posto ma non ha mollato fino all’ultimo e sarebbe salita sul gradino più alto del podio se non fosse caduta alle odiate parallele (anche se l’esecuzione è stata migliore rispetto al suo consueto livello). La rumena accusava un punto e mezzo dalla Price a metà gara e a quel punto decideva di scatenarsi. Alla trave esibiva un esercizio letteralmente mostruoso che sfondava il fatidico muro dei 15 punti (ma dopo un ricorso che le ha ridato quattro decimi), al corpo libero si inchinava solo a Vanessa. Risucchiava quasi tutto il ritardo, ma deve cedere di soli 34 piccoli millesimi alla ragazzina stelle e strisce.

La Iordy ferma qui la sua striscia vincente (tre successi consecutivi) che aveva aperto dopo i deludenti Mondiali e le due fantomatiche cadute dai 10cm. L’importante è che la diciassettenne abbia ritrovato il feeling con il suo amato attrezzo: è lei la reginetta dell’eleganza femminile e questo non va messo in discussione.

 

GIULIA STEINGRUBER: 8-. La svizzera è ufficialmente la ginnasta che ha gareggiato di più in stagione: non manca davvero mai a una competizione. Con un rapido conto mentale, la bella bionda dovrebbe essere intorno ai 25 giorni di gara in questo 2013…

A Stoccarda è stata eccellente quarta, con un volteggio da vera Campionessa europea di specialità. Poteva salire sul podio, ma nulla ha potuto di fronte al numero di Vanessa al corpo libero.

 

RUBY HARROLD: 7,5. Sorprendente. Miglior punteggio alle amate parallele, bravissima sugli altri attrezzi che non sono storicamente suoi, riesce ad agguantare un quinto posto che in pochi avrebbero previsto e si ritrova completamente.

ELISABETH SEITZ: 5. Non è mai stata in gara, ha provato a non deludere di fronte al suo pubblico, ma non ci è mai riuscita. Brutta stagione per la tedesca che dovrà assolutamente rifarsi.

BRIANNAH TSANG: 6. La novità della competizione. Ha iniziato bene con un doppio avvitamento al volteggio, poi si è spenta man mano cadendo spesso. Sufficienza di incoraggiamento.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

VIDEO – Ginnastica, corpo libero di Vanessa Ferrari: punteggio RECORD

Ieri pomeriggio nella tappa di Coppa del Mondo a Stoccarda, Vanessa Ferrari esibiva un corpo libero magistrale.

Lo stesso esercizio che le ha regalato il fantastico argento ai Mondiali, ma questa volta la Cannibale di Orzinuovi si è spinta a un fantasmagorico 14.833, il terzo punteggio mondiale della stagione (dietro solo ai picchi di Simone Biles e al 15.100 della Izbasa, ma ai campionati rumeni), eseguendo tutte le diagonali alla perfezione e ancora più in sintonia con la sua base musicale.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Simone Biles Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, FOLLIA LEGGENDARIA: Biles, doppio doppio alla trave!

Simone Biles ha deciso di segnare ancora una volta la storia della ginnastica artistica.

La Campionessa del Mondo ha esibito quella che è una sua invenzione: il DOPPIO RACCOLTO DOPPIO AVVITAMENTO. Sì, direte, al corpo libero si è esibita in un triplo avvitamento doppio raccolto (cliccate qui per vederla).

Già, ma questa volta non si è accontentata del quadrato magico. Lo ha eseguito alla trave! Molto più difficile, con solo quei fatidici 10cm su cui potersi destreggiare.

 

Una nuova barriera abbattuta, un’esecuzione magistrale, una difficoltà al di là dell’umano che merita il valore I del codice dei punteggi.

Ovviamente per ufficializzare il tutto serve che la statunitense lo esibisca in gara (ormai ritornerà sulle scene nel 2014), anche se pare difficile che la sedicenne porti questo elemento in una competizione ufficiale: troppo rischioso, l’errore è davvero dietro l’angolo. Meglio andare sul sicuro, ricordando che lei esibisce già un avvitamento e mezzo (la difficoltà G).

Un elemento favoloso, folle e storico che suggella il valore infinito della Biles, bronzo iridato alla trave con tante polemiche.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Simone Biles Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, USA tornano in Italia! Parteciperanno al Trofeo di Jesolo

Nel tardo pomeriggio di ieri è arrivata una stupenda notizia da oltreoceano.

Gli Stati Uniti d’America parteciperanno al Trofeo di Jesolo 2013, la classicissima di primavera della ginnastica artistica e che precede gli imminenti Europei.

 

Il team a stelle a stelle ha ormai fatto casa nella bella località veneta ed è ormai una piacevole abitudine ospitarli.

L’anno scorso trionfò Simone Biles, al primo successo tra le seniores, che preparò così il suo volo alla conquista del Mondiale.

 

Le maestre della Polvere di Magnesio tornano ancora in Italia! L’appuntamento è per il weekend del 22-23 marzo 2014 (ma la data potrebbe subire una piccola modifica).

 

La formula del torneo deve essere ancora svelata, ma come sempre sarà un incontro internazionale. Italia, USA, sicuramente un’altra Nazionale, forse altre due (rivedere la Russia sarebbe un sogno), magari anche tre chissà.

 

(La notizia ci arriva dalla Federazione Statunitense – USA Gymnastics – che ha pubblicato il calendario PROVVISORIO delle gare a cui parteciperà nella prossima stagione: cliccate qui per consultarlo. Ovviamente l’ufficialità arriverà solo nei prossimi mesi.)

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Ginnastica, Simone Biles ricoverata in ospedale!

Simone Biles è stata ricoverata in ospedale! Ma fortunatamente non è nulla di grave per la fresca Campionessa del Mondo.

La statunitense, di ritorno dalla trionfale spedizione di Anversa, si è sottoposta a un intervento chirurgico alla caviglia per rimuovere un osteofita (un’escrescenza di tessuto osseo sulla superficie dell’osso, causata da accumuli di calcio sulle cartilagini).

A comunicarlo è stata la stessa ginnasta che ha postato su Instagram una foto che la ritrae nel suo letto d’ospedale.

Verrà dimessa nel giro di qualche giorno e già a fine mese tornerà in palestra per preparare un super 2014.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

“Razzismo”: gli USA vogliono le scuse della Federginnastica italiana!

Si inasprisce ulteriormente la polemica per le frasi “razziste” (presunte tali) pronunciate (ridendo) da Carlotta Ferlito dopo la vittoria di Simone Biles nell’all-around: “Ho detto a Vanessa che la prossima volta dovremo dipingerci la faccia di nero, così potremmo vincere”.

L’intervista realizzata dall’ufficio stampa della nostra Federginnastica era stata postata sul profilo Facebook della FGI ma nella giornata di ieri è stata prontamente tolta. Per vederla vi rimandiamo all’articolo del Chicago Tribune (clicca qui), che poi ci fornisce un’altra brutta notizia.

 

La Federazione statunitense ha chiesto ufficialmente delle scuse alla nostra Federginnastica! Questo il comunicato ufficiale (il cosiddetto statement) del Presidente Steve Penny: “USA Gymnastics is disappointed by the recent comments made by Carlotta Ferlito and apparently by the Italian Gymnastics Federations. Gymnastics is a global inclusive sport with talented athletes, and there is no place for racial insensitivity. We are contacting the Italian Federation for clarification on its comments”.

Traduciamo: “La Federazione Ginnastica USA è delusa dai recenti commenti di Carlotta Ferlito e apparentemente della Federazione Ginnastica d’Italia. La ginnastica è uno sport globale con atleti di talento e non c’è posto per l’insensibilità razziale. Stiamo contattando la Federazione Italiana per avere delle spiegazioni riguardo a questi commenti”.

 

Penny mette in mezzo la nostra FGI perché un addetto stampa, a titolo personale, avrebbe scritto: “Carlotta si riferiva a un trend del momento della ginnastica, dove si stanno aprendo delle nuove strade per le atlete di colore, molto note per la loro potenza, mentre è penalizzata la grande artisticità della scuola dell’Est che ha consentito a Russia e Romania di dominare questo sport per anni”.

Avrebbe poi continuato: “Perché non ci sono persone di colore nel nuoto? Perché quello sport non si adatte alle loro caratteristiche fisiche. Dunque sta diventando lo stesso per la ginnastica, al punto di voler essere di colore?”.

 

Al giornalista del Chicago, l’addetto stampa della FGI avrebbe dichiarato di aver espresso semplicemente le sue opinioni e non quelle della Federazione, che Carlotta ha risposto ridendo alla sua domanda sulla vittoria della Biles e che non si voleva assolutamente offendere né gli Stati Uniti né le ginnaste di colore.

Ora lo squadrone a stelle e strisce si è mosso. Speriamo possano bastare le scuse che la Ferlito ha pubblicato l’altro ieri su Twitter (clicca qui per leggere).

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Carlotta Ferlito si scusa con la Biles per le “frasi razziste” e…

Dopo lo scottante quinto posto nella finale alla trave ai Mondiali 2013 di ginnastica, Carlotta Ferlito aveva “inveito” contro le ginnaste americane e i loro ricorsi (cliccate qui per sentire l’intervista).

A microfoni spenti ha poi dichiarato: “La prossima volta mi tingo la faccia di nero (il colore della carnagione di Simone Biles, terza sui 10cm, ndr) così sono sicura di vincere“.

 

Nella tarda serata di ieri, la siciliana si è scusata con la Campionessa del Mondo su Twitter.

I’ve made a mistake, I’m not perfectI was too nervous and I didn’t think about what I was saying. I’m just a human. I’m so sorry” (nostra traduzione: Ho fatto un errore, non sono perfetta, ero troppo nervosa e non pensavo davvero le cose che ho detto. Mi scuso, mi dispiace)

 

Poco dopo un altro tweet: “I want to apologize with the Americans girls. I didn’t want to sound rude or racistI love Simone and I’m a huge fan of USA gymnastics” (nostra traduzione: Voglio scusarmi con le ragazze statunitense. Non volevo sembrare razzista. Adoro Simone e sono una grandissima fan delle ginnaste del team USA”).

 

Oggi è un giorno importantissimo per Carlotta. Esce finalmente nelle librerie il suo attesissimo libro “Cosa penso mentre volo”: ci racconterà di come è riuscita ad arrivare così lontano, della sua vita privata, di tante curiosità. Insomma un vero e proprio diario dedicato a tutte le sue fans.