Categorie
Alina Conte Detective Negozio Casa San Francisco Scena del Crimine Serena Ricci

Serena Ricci

Skater_girl_by_tatareen

Serena aveva venduto uno skateboard a un nuovo skater che era alle prime e poi chiuse un attimo il negozio e lo fece per chiedere una cosa ad Alina . Sali in camera di Alina che prima era di sua figlia che ora era non c’ era più . Serena mise la mano sulla maniglia con calma e ed entro . Li vide Alina fare delle addominali serie da 10 . Alina si mise sul letto e inizio a stare li con le gambe all’ aria . Serena la vide li – ti vorrei fare una domanda ? . Alina sapeva che riguardava il piercing all’ ombelico – mi vuoi chiedere se lo avessi detto ai miei genitori . E la risposta e si . Forse si sarebbero arrabbiati perchè l’ ho fatto ma almeno lo avrei fatto perchè volevo io e non era perchè ero costretta . Prima di scendere e andare ad aprire il negozio – senti lo so che ti scossi qui di sopra senza fare nulla ma se ti metti addosso qualcosa mi puoi aiutare con il negozio . A te ti piacciono gli skateboard e poi cosi puoi conoscere dei nuovi skater . Forse nel futuro ti dovrai affrontare con loro . Alina scese dal letto con calma e apri l’ armadio che c’ era li e scelse i suoi vestiti che aveva ieri e poi scese con Serena . Serena mentre scendeva le scale con Alina – perchè volevi sapere se lo avrei detto ai miei genitori oppure no ? . Serena si mise alla casa e Alina con calma era andata a girare il cartello da chiuso ad aperto – vedi volevo capire che tipo di persona eri . Visto che dobbiamo passare del tempo insieme ti voglio conoscere meglio e cosi se diventiamo amiche tu puoi abitare qui con me . Alina vedeva che casa di Alina non era male e prima di abitare con Serena ci doveva pensare visto che doveva chiamare sua sorella maggiore che era a San Francisco ed era una detective  – certo mi piacerebbe vivere qui con te . Io non potrò più vivere in quella casa e anche se lo faccio sarei con mia sorella maggiore e senza nessun altro . Conosciamoci meglio e poi ti dico se voglio abitare con te . Serena voleva sapere perchè di quel pensiero – perchè ci devi pensare ? . Alina si mise vicino a Serena che era li alla cassa pronta a prendere uno skateboard o al suo cliente tutto quello che gli serve per aggiustare il suo skateboard . Alina decise di dirlo visto che Serena non amava nè i segreti e nemmeno le bugie – vedi io a San Francisco ho una sorella maggiore che è una Detective della Omicidi e quindi prima di dirti si devo prima liberarmi dei Cyberman e poi devo vedere se devo lasciare questo paese e andare a San Francisco . Ci devo pensare e tu devi attendere . Serena vide che nella cassa c’ erano tutti i soldi – io aspetterò . Non ti metto fretta dopotutto la decisione spetta a te . Se vuoi ne parliamo stasera durante il nostro pigiama party .

 

 

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci Tatuaggio

Tatuaggio di Serena Ricci

250px-AidenRender

Serena Ricci come skaterboard sapeva fare delle cose incredibili e quindi era come se volasse . Serena Ricci grazie allo skateboard sapeva fare dei flick incredibili e quindi era un angelo che voleva nel cielo . Tutti la vedevano cosi . Un giorno però da sola decise un 720 kick flick e si ruppe in modo non molto serio la gamba . Dovette rimanere in ospedale per cinque mesi . Serena sapeva dei miei poteri ma lei mi guardo in faccia – voglio guarire in modo normale . Questa per me è una sfida e se usi i tuoi poteri per guarire allora e come imbrogliare la sfida . Dopo quei cinque mesi dentro a un letto decise di farsi un tatuaggio bellissimo . Gli era venuto quando era dentro a letto e li vedere i piccioni che volevano . Vedeva che loro volevano con le loro ali li nei cieli di Milano . Serena prese il suo blocco da disegno e li fece il disegno di due ali . Una era nera e l’ altra era nera ma un pò insanguinata . Quello era un modo per dire che lei era stata ferita ma aveva superato il dolore e adesso era più forte che mai . Ne andava molto fiera di quel tatuaggio e per questo metteva delle magliette che permetteva a tutti di vederlo . Quando lo vidi le dissi – è magnifico . Chi lo ha fatto è stato bravissima . Serena era li dietro al suo bancone – quello è un modo per dire che ero ferita ma adesso sono più forte che mai .

ali-nere-insanguinate

Categorie
Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Aspetto dello Skateboard di Alina Conte

MrAngry_grill

Io e Alina avevamo un grande vantaggio sui Cyberman . Per loro trovare i pezzi necessari ci sarebbero voluto cinque giorni e quindi noi avevamo tutto il tempo per andare in un posto sicuro e capire tutti i segreti della famiglia di Alina Conte . Una volta salita in auto Alina prese il suo skateboard e lo mise dietro . Io prima di farglielo mettere dietro vidi che aveva come disegno sotto quello di un teschio messicano . Io sapevo molti negozi che avevano skateboard cosi ma solo uno in quel modo . Mentre continuavo a guidare verso Serena Ricci – molto bello lo skateboard . Lo hai comprato da SkaterWorld il negozio di Serena Ricci . Alina era li sorpresa visto che non lo aveva detto a nessuno dove lo aveva comprato e Alina mi chiese in modo sorpreso – come lo sai che l’ ho comprato li ? . Io guidavo e presi con calma una curva – su uno skateboard del genere ci avevo messo gli occhi un mese fa ma Serena mi disse che qualcuno mi aveva battuto sul tempo . Alina era li ferma e vicina e mi guardava negli occhi – Tu mi stai portando da Serena Ricci ? . Io ero li che tenevo gli occhi sulla strada – certo non ti porto mica in un posto per mandare i giovani in affido . Se li arrivano i Cyberman si spaventano come non mai . Gridano come delle femminucce e non sanno cosa fare . Invece Serena è una dura e sa il fatto suo . Feci una foto allo skateboard di Alina . Alina era li e voleva sapere perchè avevo fatto una foto al suo skateboard – perchè hai fatto una foto al mio skateboard ? . Io ero li che superavo un altra macchina – vedi mi piace e visto che non posso averlo perchè è tuo almeno posso vederlo tramite foto

classic_400PX_mediacom_535092800