Categorie
android Foto Galleria Galleria Foto ipad iphone

Ridge Racer Slipstream: immagini d’annuncio e primo video di gioco

Consapevoli delle enormi possibilità offerte loro dal mercato mobile (da pronunciarsi in inglese, possibilmente con l’accento di Liverpool), gli sviluppatori e produttori giapponesi di Namco Bandai hanno pensato di ampliare ulteriormente il loro bacino d’utenza abbracciando la rivoluzione videoludica degli smartphone e dei tablet di ultimissima generazione con Ridge Racer Slipstream.

Un po’ come tutti gli altri episodi della famosa serie di Ridge Racer, naturalmente anche Slipstream abbandonerà ogni velleità simulativa per concentrarsi su di un’esperienza di gioco di stampo smaccatamente arcade, con gare di derapate, eventi a tempo e sfide in rete ad alto numero di ottani, così come possiamo intuire osservando la prima serie di immagini e le scene di gameplay dateci in pasto in queste ore dal team interno di Namco Bandai impegnato nel progetto.

Il lancio di Slipstream sarà l’evento clou delle celebrazioni per il ventesimo anniversario dalla commercializzazione del primo capitolo di questa storica saga: per questo, e perchè l’hardware delle piattaforme portatili moderne è abbastanza maturo da permetterglielo, gli sviluppatori hanno ben pensato di arricchire di contenuti il titolo, cominciando dai tracciati, che saranno 20 e verranno suddivisi in 10 differenti ambientazioni. Le modalità Arcade e Carriera garantiranno l’accesso a 6 Gran Premi e a decine di eventi multiplayer con lobby da massimo 8 giocatori: in tutto, ci saranno ben 108 competizioni diverse, ciascuna delle quali affrontabile a bordo di 12 auto con 300 opzioni uniche di customizzazione sia estetica che funzionale (in quest’ultimo caso nei limiti imposti dal genere in questione, ovviamente).

Quale sarà l’accoglienza degli appassionati di lungo corso e dei nuovi seguaci della bella Reiko all’ultimo progetto di Namco Bandai? Per avere la risposta a questa domanda non dovremo fare altro che attendere il 19 dicembre, ossia il giorno in cui Ridge Racer Slipstream sarà disponibile su App Store per iPhone e iPad, oltrechè su Google Play per smartphone e tablet Android.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps Vita Ps4 Sony

PlayStation 4: l’applicazione per realtà aumentata PlayRoom sarà inclusa

Sony ha confermato che il gioco di realtà aumentata The PlayRoom sarà gratuito e pre-caricato in ogni PlayStation 4.

The PlayRoom, mostrato durante lo scorso E3 2013, usa la combinazione di PlayStation Camera e DualShock 4 per far interagire gli utenti con un esercito di robot “AR bots” su schermo. C’è la possibilità di disegnare oggetti sul proprio smartphone, tablet o PlayStation Vita e “condividerli” con i piccoli robot, che potranno interargire con essi. Oltre a ciò, si possono giocare alcuni mini-giochi.

Nel filmato che trovate in apertura potete ammirare le funzioni di cui vi abbiamo appena parlato e altro ancora. Ma vale la pena notare una cosa: nella confezione di PlayStation 4 sarà sì compreso The PlayRoom, precaricato su hard disk, ma non la PlayStation Camera necessaria per usufruire del gioco. Giusto per precisare!

 

Categorie
2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4

Nvidia Shield posticipato a luglio, c’è “un problema meccanico” da risolvere

Brutte notizia per Nvidia e chi aspettava Shield: la console portatile Android subirà un ritardo dell’ultimissima ora e non debutterà quindi nella giornata di domani come annunciato. La notizia è apparsa sul blog ufficiale Nvidia e risale a poche ore fa e annulla il lancio previsto per il 27 giugno sul mercato statunitense e canadese.

Le cause? Un “problema meccanico” a quanto pare. Ecco alcuni estratti dal comunicato di Nvidia:

“[…] Alcuni test finali sulla qualità hanno evidenziato un problema meccanico di cui non siamo contenti. Quindi, anche se abbiamo annunciato la scorsa settimana che Shield sarebbe stata disponibile giovedì, abbiamo deciso di ritardare le spedizioni fino al prossimo mese. Il problema è relativo a un componente meccanico di terze parti e stiamo lavorando con celerità con il fornitore per aggiornarlo alle nostre aspettative”

Shield sarebbe dovuto arrivare domani sui mercati nordamericani al costo di 349$, un prezzo pericolosamente vicino a quello della PlayStation 4, annunciato successivamente al prezzo fissato da Nvidia. Una vicinanza pericolosa che ha spinto il produttore di GPU per PC e dispositivi mobili a ritoccarlo verso il basso fino a scendere a 299$.

Un prezzo che ci permette di accedere un dispositivo tutto sommato non troppo differente da uno smartphone o un tablet evoluto, con cui condivide anche la piattaforma software che non è altro che Android 4.2.1 Jelly Bean. La differenza sostanziale però è la forma a conchiglia, che integra un controller tradizionale da console, il SoC Tegra 4 fresco di lancio, uno schermo integrato HD da 5″ e alcune funzioni uniche come la possibilità di streaming di alcuni titoli compatibili dal nostro PC casalingo (con GPU di tipo Kepler) verso la console.

Ecco un riepilogo delle specifiche tecniche finali:

  • SoC: Nvidia Tegra 4 1,9GHz, quad-core Cortex-A15 con GPU GeForce a 72 core
  • memoria: 2GB
  • storage: 16GB espandibili via microSD
  • OS: Android Jelly Bean 4.2.1
  • schermo: 5″ HD (294ppi) multitouch
  • audio: custom, bass-reflex
  • controller: D-PAD, 2 stick analogici, 4+1 bottoni e uno posteriore
  • connettività: Wi-Fi, audio jack 3,5mm, mini HDMI, micro USB
  • dimensioni: 158×135x57mm per 579g di peso

 

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Storia

Foto dello Smartphone visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora lo Smartphone

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’ Apple e dopo avergli fatto vedere alcune foto , io dissi a Kratos e Pandora – adesso vi spiego tutto sullo Smartphone e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sullo Smartphone – Uno smartphone o in italiano telefonino intelligente, cellulare intelligente è un dispositivo portatile che abbina funzionalità di telefono cellulare a quelle di gestione di dati personali.

 

Può derivare dall’evoluzione di un PDA a cui si aggiungono funzioni (non sempre tutte) di telefono (per questo detti anche PDA-Phones) o viceversa, di un telefono mobile a cui si aggiungono funzioni di PDA.

 

La caratteristica più interessante degli smartphone è la possibilità di installarvi ulteriori applicazioni, che aggiungono nuove funzionalità. Questi programmi possono essere sviluppati dal produttore dello smartphone, dallo stesso utilizzatore, o da terze parti.

 

Storia

 

Il primo smartphone, chiamato Simon, è stato progettato nel 1992 dalla IBM e commercializzato nel 1993 dalla BellSouth. Oltre alle normali funzioni di telefono, incorporava calendario, rubrica, orologio, calcolatrice, blocco note, E-mail e giochi. Era dotato di una penna a stilo per scrivere direttamente sullo schermo.

 

Mercato

 

Negli ultimi anni gli smartphone stanno conquistando quote sempre maggiori del mercato della telefonia mobile, raddoppiando quasi fra il 2004 ed il 2005 (più di 12 milioni di apparecchi venduti nell’ultimo anno).

 Nel secondo trimestre 2011 si è verificato in Europa una maggiore vendita di smartphone rispetto ai normali telefonini, arrivando a 21,8 milioni di unità vendute (i telefonini tradizionali arrivano a 20,4 milioni).

 

Sistemi operativi

 

I sistemi operativi più usati per gli smartphone sono:

 Android

 Apple iOS

 BlackBerry OS (RIM)

 Windows Mobile

 Symbian OS

 Bada

 Linux-based

 

Dagli inizi del 2007 ha fatto la comparsa sul mercato anche lo smartphone di casa Apple, denominato iPhone, un misto tra iPod, telefono e palmare.

 

La caratteristica principale degli smartphone moderni è la possibilità di installare applicazioni di terze parti (software, giochi, temi) per aumentare le funzionalità del dispositivo mobile.

 

Caratteristiche e funzionalità

 

Mentre negli USA gli smartphone tendono ad essere PDA a cui si aggiungono funzioni di telefono, al contrario, in Europa e Giappone sono telefoni con aggiunta di funzioni di PDA. Sono quasi sempre inclusi l’accesso a internet, le E-mail, la pianificazione delle attività (“Scheduler”), la fotocamera, rubrica e contatti personali. Su alcuni modelli sono disponibili la navigazione satellitare con GPS e la compatibilità con i più comuni formati di file, come PDF e quelli della suite Microsoft Office.

 

Il microbrowser Opera, installato su alcuni modelli di smartphone, renderizza le pagine web in modo da poterle leggere senza dover scrollare orizzontalmente.

 

Oggi esistono smartphone con connessione GSM/GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA/HSUPA e che utilizzano le tecnologie Bluetooth e Wi-Fi per le comunicazioni con altri dispositivi.

 

Lista degli smartphone più diffusi

 

Suddivisione per sistema operativo:

 

Symbian

 S 60

 LG KS10

 LG KT610

 LG KT615

 Lenovo P930

 Nokia 3230

 Nokia 3250

 Nokia 3620 (GSM 850/1900 successore del 3650)

 Nokia 3650

 Nokia 3660 (GSM 900/1800/1900 successore del 3650)

 Nokia 5800 XpressMusic

 Nokia 5228

 Nokia 5230

 Nokia 5250

 Nokia 5530 XpressMusic

 Nokia 6120 classic (EGSM 850/900/1800/1900, WCDMA/HSDPA 850/2100)

 Nokia 6210 Navigator

 Nokia 6260

 Nokia 6600

 Nokia 6620

 Nokia 6630

 Nokia 6638

 Nokia 6670

 Nokia 6680

 Nokia 6681

 Nokia 6682

 Nokia 7610

 Nokia 7650

 Nokia E50

 Nokia E51

 Nokia E52

 Nokia E60

 Nokia E61

 Nokia E65

 Nokia E71

 Nokia N70

 Nokia N71

 Nokia N72

 Nokia N73

 Nokia N78

 Nokia N79

 Nokia N80

 Nokia N81

 Nokia N82

 Nokia N85

 Nokia N90

 Nokia N91

 Nokia N92

 Nokia N93

 Nokia N95

 Nokia N95 8GB

 Nokia N96

 Nokia N97

 Nokia N97 mini

 Nokia X6

 Nokia N-Gage

 Nokia N-Gage QD

 Panasonic X700

 Panasonic X800

 Samsung SGH-D700

 Samsung SGH-D710

 Samsung SGH-D720

 Samsung SGH-D730

 Samsung SGH-i450

 Samsung SGH-i550

 Samsung GT – i8910

 Sendo X

 Sendo X2

 Siemens SX1

 Nokia Serie 80

 Nokia 9210

 Nokia 9290

 Nokia 9300

 Nokia 9500

 Nokia Serie 90

 Nokia 7700 (Non disponibile sul mercato. Viene utilizzato solo per il testing di servizi multimediali mobili con partner chiave del settore.)

 Nokia 7710

 UIQ

 Arima U300

 BenQ P30

 BenQ P31

 FOMA M1000

 Motorola A920

 Motorola A925

 Motorola A1000

 Motorola A1010

 Motorola RIZR Z8

 Motorola RIZR Z10

 Nokia 6708

 Sony Ericsson P800

 Sony Ericsson P900

 Sony Ericsson P910

 Sony Ericsson P990

 Sony Ericsson P1

 Sony Ericsson M600

 Sony Ericsson W950

 Sony Ericsson W960

 Sony Ericsson G700

 Sony Ericsson G900

 MOAP

 FOMA D901i

 FOMA D901iS

 FOMA F2051

 FOMA F2102V

 FOMA F700i

 FOMA F880iES

 FOMA F900i

 FOMA F900iC

 FOMA F900iS

 FOMA F900iT

 Bada

 Samsung Wave

 Blackberry OS

 BlackBerry Bold

 BlackBerry Curve

 BlackBerry Pearl

 BlackBerry Storm

 BlackBerry Torch

 Apple iOS

 iPhone

 iPhone 3G

 iPhone 3GS

 iPhone 4 Android

 Nexus S

 Nexus One

 Motorola Milestone Droid

 Motorola Defy MB525

 Motorola backflip

 Eee phone

 Htc Dream

 Htc Magic

 Htc Tattoo

 Htc Hero

 Htc Legend

 Htc Desire

 HTC Desire HD

 HTC Wildfire

 Samsung I5500 Corby Smartphone

 Samsung Galaxy

 Samsung Galaxy Spica

 Samsung GT-i9003 Galaxy S SCL

 Samsung Galaxy S

 Samsung Galaxy S II

 Acer Liquid

 Sony Ericsson Xperia X10

 XPERIA X10

 Dell Streak

 LG Optimus One

 LG Optimus 3D

 Huawei IDEOS u8150

 

Palm OS

 

Palm Treo

 Handspring Treo 180

 Handspring Treo 270

 Handspring Treo 300

 Kyocera 6035

 Kyocera 7135

 PalmOne (Handspring) Treo 600

 PalmOne Treo 650

 PalmOne Tungsten W

 Samsung SGH-i500

 Samsung SGH-i505

 Samsung SPH-i300

 Samsung SPH-i330

 Samsung SPH-i500

 Samsung SPH-i550

 Samsung i 8910

 Windows CE / Windows Mobile

 Asus P505

 Audiovox PPC4100

 Audiovox PPC6600

 Audiovox SMT5600

 Compal AR-11

 Hitachi G1000

 HP h6310

 HP h6315

 HP rw6815

 HTC Diamond e Diamond2

 HTC HD2

 HTC S420 codename Erato

 HTC TyTN

 HTC Touch, Touch2 e HD

 HTC Touch Pro e Pro2

 HTC TyTN II

 i-mate SP3

 i-mate SP3i

 MiTAC Mio 8380

 MiTAC Mio 8390

 MiTAC Mio A701

 Motorola MPx200 codename Beethoven (Motorola/Microsoft) e MPx220

 Motorola Q

 Motorola i930

 Orange SPV

 Orange E200

 Orange C500

 O2 xda

 O2 xda II

 Qtek 2020

 Qtek 9090

 Qtek 8080

 Qtek 8010

 Qtek 8300

 Qtek 8310

 Qtek S100

 Qtek 9000

 Sagem My S7

 Samsung GT-B7610 Omnia Pro

 Samsung SCH-i600

 Samsung SGH-i700

 Samsung SGH-i900 Omnia

 Samsung GT-i8000 Omnia II

 Samsung GT-B7330 Omnia Pro

 Siemens SX45

 Siemens SX56

 Siemens SX66

 Sierra Wireless Voq A11

 T-Mobile SDA

 Telit SP600

 Xplore G99

 Windows Phone

 LG Optimus 7

 HTC HD 7

 Samsung Omnia 7

 HTC Mozart

 WebOS

 Palm Pre, Pre 2 e HP Pre³

 Palm Pixi

 Linux [modifica]

 

La versione embedded di Linux OS per gli smartphone Motorola è in via di sviluppo al Personal Communication Sector (PCS) di Pechino. La NEC e la Panasonic hanno sviluppato modelli per la rete FOMA 3G giapponese.

 Motorola A760 (il primo ad usare Linux)

 Motorola A780

 Motorola A910

 Motorola E680

 Motorola E680i

 Motorola E895

 E2 E2800

 NEC N901iC

 NEC N700i

 NEC N900il

 NEC N901iS

 Panasonic P700i

 Panasonic P901i

 Panasonic P901iS

 OpenMoko

 Neo1973

 Neo FreeRunner

 Altri

 T-Mobile Sidekick e Sidekick II

 Progetto “Frodo” di Loginix Technologies – CPU Intel Xscale PXA271 a 208 MHz – WIFI – WAP – TriBand – Lettore MP3 – MP4 – GNU/Linux Based

 

Sicurezza

 

Data l’elevata crescita dei smartphone e del loro maggiore utilizzo in sostituzione dei PC con un sorpasso previsto per il 2013, si ha un aumento delle aggressioni informatiche sui smartphone, tramite vendita di applicazioni malevole, sua in modo diretto sia tramite le vulnerabilità del software delle applicazioni popolari, generalmente si verifica il furto di dati riservati e personali.

 

Per questo la European Network and Information Security Agency (ENISA), un centro d’eccellenza per gli Stati membri dell’Unione europea e le istituzioni europee in sicurezza delle reti e dell’informazione, dando consigli e suggerimenti e qualità di un quadro di informazioni per le buone pratiche, ha evidenziato delle linee guida sulla sicurezza e gestione delle applicazioni