Categorie
Jane Powell Paura Universing Universo Xana Powell

Jane Powell

 

Jane Powell originaria dell’ Universing ed era la donna più felice del mondo quando aveva Xana Powell di 11 . Jane era una donna molto bella con i capelli neri e lunghi e questa caratteristica ce l’ aveva pure sua figlia Jane . Gli occhi di Xana erano di blu molto intenso come quello della madre . Jane quando vedeva gli di sua figlia Xana ci si perdeva visto che erano come delle gocce d’ acqua che cadevano dal cielo ed era un evento magnifico .Jane all’ inizio non era pazza , era felice come non mai e aveva un lavoro davvero molto felice cioè professoressa di Storia . Xana era molto felice di stare con sua madre anche quando stava a scuola . Grazie a questo fatto non doveva aspettare visto che grazie a lei poteva tornare a casa subito oppure grazie al suo lavoro poteva andare nelle classi più grandi e farsi dei nuovi amici e amiche . Jane voleva molto bene a Xana e alcune volte quando si metteva nei guai ci andava giù pesanti con le punizioni . Dopo tutto era uno dei suoi compiti far capire a Xana cosa era giusto e cosa era sbagliato . Se non lo capiva quando aveva 11 anni ,non lo avrebbe capito più visto che l’ infanzia e l’ adolescenza sono due momenti molto importanti . Jane cercava sempre di vedere dove stava Xana visto che era sua figlia e se le succedeva qualcosa , sarebbe divenuta triste e anche pazza in modo molto serio e patologico . Jane quando si arrabbiava perdeva le staffe molto spezzo e non si arrabbiava in modo molto normale ma come una pazza che voleva quasi ucciderti solo per un non nulla . Xana aveva notato questo comportamento nella madre , ma pensava che era una cosa normale e faceva finta visto che aveva paura a vedere quello sguardo in sua madre e sopratutto non voleva che quella pazzia si poteva scatenare su di lei . Xana era molto prudente in molte cose visto che voleva una vita molto lunga e duratura . Ma non ce la faceva con sua madre che era molto stressata con il suo lavoro . Ogni giorno doveva lavorare pure la sera a casa visto che doveva correggere i compiti e alcune volte farli .Una sera Xana prese una coperta e la mise su sua madre , ma fu li che Xana stava quasi per morire . Quando sei pazzo devi stare molto attento visto che non sai mai quando la tua pazzia si risvegli . La pazzia di Jane si risveglio quella sera e stava quasi per strangolare Xana . Jane non ricordava il viso di Xana – mamma lasciami andare . Jane si risveglio dal suo torpore e quando vide che aveva le mani sul collo di sua figlia e la lascio andare . Xana se ne andò in camera sua e chiuse la porta a chiave e si mise li a piangere a dirotto . Jane andò li vicino – apri tesoro . Mi dispiace non volevo farti del male . Per favore apri . Xana aveva il segno molto forte di una mano che stringe il suo collo – no , non voglio aprire . Adesso voglio solo essere lasciato in pace . Lasciami in pace e non ti voglio sentire fino a quando non starai bene e mi potrò fidare di te . Jane non sapeva come controllare quella natura che era dentro di se e quella era si era risvegliata e aveva quasi ucciso sua figlia . Per colpa di quello che aveva dentro di se , aveva quasi ucciso il suo unico tesoro . Xana non voleva saperne più di sua madre visto che adesso aveva una grande paura e nessuno gli poteva dire di non averne visto che era stata sua madre . Xana aveva paura che questa cosa potesse succedere di nuovo e si stava chiedendo se la prossima volta sarebbe stata ancora viva oppure sarebbe morta per mano di sua madre Jane . Xana il giorno in cui usci di scuola decise di porre fine alla sua vita . Jane vide quello che voleva fare sua figlia – non lo farai . Non ti suiciderai . Tu sei mia figlia . Xana stava soffrendo e quando sua madre Jane provo a darle un abbraccio lei si allontanò da lei – no non mi abbracci . Tu ieri sera mi hai quasi uccisa e stavo quasi per morire . Preferisco morire che stare accanto a te . Jane in quel momento torno ad ascoltare la natura che era dentro di lei e butto la figlia contro una macchina che stava correndo al massimo della velocità . Jane vide quello che aveva fatto e decise di restare li visto che era molto pericolosa per la società . Si fece rinchiudere dentro un istituito psichiatrico per 11 anni .

 

Categorie
criminali Francesco Rossi

Chiara Sergi

 

Chiara originaria di New York , 19 anni , capelli marroni lunghi e molto bella . Il suo grande sogno era fare la Criminologa visto che sua madre era morta in strane circostanze e nessuno seppe mai dare una spiegazione a tale morte . Chiara voleva diventare una Criminologa per capire tutto . Nessuno poteva credere che lei poteva capire qualcosa , visto che se non ci erano riusciti loro , non ci poteva mica riuscire una ragazzina . Ma Chiara non diede tanta corda a quello che dissero queste persone e cosi mise tutta se stessa per diventare una Criminologa . Ma non capiva alcune cose e cosi chiese aiuto al suo amico Francesco che ne sapeva più di lei in questo campo . Chiara andò da lui con i libri di Criminologa e busso alla sua porta con calma e senza bussare troppo forte . Francesco apri la porta e la fece accomodare sulla sedia che aveva preparato per lei . Francesco vedeva che Chiara aveva capito un sacco di cose su questo campo ma voleva saperne di più e cosi andò da Francesco . Francesco andò vicino alla sua libreria che era vicino alla finestra , alla fine della stanza e prese i libri di Criminologia . Francesco non si rifiuto di aiutare una amica che aveva bisogno di aiuto e prima di andare in avanti gli chiese perché era molto curioso visto che non era li per seguire le vecchie lezioni che non aveva capito , visto che Francesco inizio a vedere i suoi appunti e vide che aveva capito queste cose . Francesco aveva capito che Chiara non era li per ripetere ma per diventare ancora più brava – Vorrei sapere perché lo vuoi fare ? . Chiara non sapeva se dirlo oppure no , perché aveva paura che se lo diceva poteva essere visto da lui come una vittima e cosi provare pietà , ma alla fine deciso di dirlo – Quando avevo 10 anni , mia madre e morta in uno strano modo e io vorrei capire come sia morte . Ogni volta che ho detto che voleva diventare una Criminologa , mi hanno riso in faccia e mi hanno guardato con quello sguardo tipo per dire “ Non ci riuscirai mai “ . Ma io non sono mi sono arresa e adesso lo voglio fare per scoprire cosa sia successo a mia madre . Francesco decise di dare una mano alla sua amica e si mise sotto e cosi la fece diventare una grande criminologa . Francesco sapeva che Daniela era una potete criminale , visto che lo aveva capito da come si comportava nei diversi modi . Ma quando per lui divenne impossibile per lui , decise di rompere perché non ce la faceva più con tutta quella ossessione su di lui . Daniela aveva sentito tutto e decise di non fare niente a Chiara , anzi decise di fare una cosa diversa , la aiuto . Aveva visto le telecamere di sicurezza di quel luogo e aveva visto un auto senza targa andare via dalla scena del crimine subito dopo un grido . Chiara non sapeva cosa dire visto che si aspettava che lei poteva diventare gelosa perché era stata un po’ con il suo ragazzo . Daniela aveva visto che erano troppo vicino nel video , ma poi capì che erano rimasti cosi vicini perché Chiara stava soffrendo con il cuore e decise di non farle niente di cattivo . Ma decise di darle una mano visto che pure lei aveva perso sua madre e per colpa di questo evento scatenante , la sua ossessione era arrivata al massimo . Chiara e Daniela non erano cosi diverse , apparte per il danno mentale che Daniela aveva nella mente . Daniela decise di aiutare Chiara visto che pure sua amica e non voleva uccidere una ragazza che era stata gentile con lei e che non aveva provato a rubare il suo ragazzo Francesco . Chiara ringrazio Daniela e andò alla polizia e le fece vedere la prova . Daniela non era veramente una malata di mente , ma era solo una pazza omicida che era pronta a mietere vittime . Chiara incontro Daniela e le disse – grazie . Daniela non capiva di cosa stava parlando e poi decise di fare la pazza omicida – stai lontana da Francesco oppure te ne penti . Chiara non capiva come mai adesso si comportava cosi – noi siamo amiche . Daniela inizio a ridere in modo molto malvagio – no , noi non siamo amiche . Chiara non fece come aveva detto Daniela visto che aveva bisogno di aiuto per capire dove poteva essere andata quella macchina senza targa . Daniela fece venire Chiara in piscina e poi la butto dentro la piscina e chiuse la saracinesca con il suo potere di parlare con le macchine . Chiara stava provando ad uscire dalla saracinesca , ma non ci riusci visto che non aveva un coltellino e non aveva niente e Daniela fece finta di non sentire la sua voce . Chiara era li sotto da sola e nessuna la poteva aiutare , nemmeno Daniela .