Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto del Solstizio visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora il Solstizio

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’ Inverno , dissi a loro – adesso vi spiego tutto sul Solstizio e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sul Solstizio – Il solstizio in astronomia è definito come il momento in cui il Sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l’eclittica, il punto di declinazione massima o minima . Il fenomeno è dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica; il valore di declinazione raggiunta coincide con l’angolo di inclinazione terrestre e varia con un periodo di 41000 anni tra 22.1° e 24.5°. Attualmente è di 23°27′ e l’angolo è in diminuzione.

 

Il Sole raggiunge il valore massimo di declinazione positiva nel mese di giugno in occasione del solstizio di estate boreale, mentre raggiunge il massimo valore di declinazione negativa in dicembre, in occasione del solstizio di inverno boreale, corrispondente all’estate nell’emisfero australe.

 

Da un esame di una tabella dei tempi dei solstizi si può verificare che il fenomeno ritarda di circa sei ore ogni anno (5 ore, 48 minuti e 46 secondi per la precisione), salvo subire un nuovo riposizionamento indietro ogni quattro anni, in conseguenza degli anni bisestili, introdotti proprio per evitare un progressivo disallineamento delle stagioni con il calendario. A causa di queste variazioni può capitare che il solstizio astronomico cada nell’emisfero nord (emisfero boreale) il 20 o il 21 giugno per l’estate, o il 21 o 22 dicembre per l’inverno.

 

Fenomeni correlati

 

Dal punto di vista astronomico, il raggiungimento del solstizio causa una serie di fenomeni osservabili tra i quali:

 

Sole allo zenit ai tropici

 

Nella fascia di latitudini comprese tra il tropico del Cancro e il tropico del Capricorno, il Sole raggiunge lo zenit due volte l’anno. In altre parole, in ogni luogo compreso tra i tropici, per due giorni all’anno, il Sole è a perpendicolo al mezzogiorno locale (una meridiana non proietta ombra); all’equatore questo accade durante gli equinozi.

 

A differenza di quanto accade nella fascia tra i tropici, le località poste esattamente su uno dei due tropici sperimentano il fenomeno una sola volta e proprio in corrispondenza di uno dei due solstizi: il Sole è allo zenit a dicembre nelle località del tropico del Capricorno ed è allo zenit a giugno nei luoghi attraversati dal tropico del Cancro.

 

Il fenomeno invece non si verifica per le località poste tra uno dei tropici e il relativo polo geografico, in quanto in queste latitudini, il sole non raggiunge mai lo zenit.

 

Massima o minima altezza sull’orizzonte

 

Ogni giorno, il Sole compie un cammino apparente nel cielo che lo porta alla massima altezza rispetto all’orizzonte in un istante che prende il nome di mezzogiorno locale. Il giorno del solstizio di estate, al mezzogiorno locale, il Sole nei luoghi non compresi tra i tropici raggiunge la massima altezza sull’orizzonte possibile per quella latitudine

 

Il Sole di mezzanotte

 

Nelle località comprese tra i circoli polari e i poli, il Sole rimane tutto il giorno sopra l’orizzonte durante l’estate, quindi anche a mezzanotte. La durata di questo fenomeno dipende dalla latitudine: ai poli (90° di latitudine) il Sole non tramonta per metà dell’anno, a 80° per 71 giorni consecutivi, a 70° per 17 giorni. Il solstizio d’estate è l’unico giorno in cui il Sole non tramonta per le località poste sul circolo polare (66° 33′ 38″ di latitudine), latitudine limite inferiore di visibilità del fenomeno.

 

Durata del dì e della notte

 

I giorni del solstizio sono quelli in cui si ha il massimo o il minimo di ore di luce. A causa di vari fenomeni valutati tramite l’equazione del tempo, quali l’eccentricità dell’orbita terrestre e altri, il solstizio non è il giorno in cui si ha l’alba o il tramonto più anticipati o ritardati e non coincide con i giorni nei quali la Terra è all’afelio o al perielio.

 

Di seguito un esempio per una località italiana in cui si può verificare come il giorno in cui si ha il minimo orario per il tramonto, il giorno in cui si ha la minima durata del dì, il solstizio astronomico, il giorno in cui si ha il massimo orario per l’alba e il giorno in cui la terra è al perielio, non coincidono.

 Alba e tramonto a Milano (122 m s.l.m.)

 in prossimità del solstizio del 2009

 tempo civile locale[2]data alba tramonto durata del dì note

 1 dic 2009 h 07 43 h 16 42 h 08 59 .

 8 dic 2009 h 07 55 h 16 40 h 08 45 minimo orario per il tramonto

 20 dic 2009 h 08 00 h 16 42 h 08 42 minima durata del dì

 21 dic 2009 h 08 00 h 16 43 h 08 43 solstizio astronomico

 alle h 18 46 (CET)

 1 gen 2010 h 08 03 h 16 51 h 08 48 massimo orario per l’alba

 3 gen 2010 h 08 03 h 16 52 h 08 49 perielio alla h 1 (CET)

 10 gen 2010 h 08 02 h 17 00 h 08 58 .

 

Alba e tramonto al sostizio d’estate

 e durata dell’oscurità[3]città alba tramonto durata del dì aurora crepuscolo durata dell’oscurità

 Palermo h 05 44 h 20 35 h 14 51 h 05 13 h 21 05 h 08 08

 Bari h 05 20 h 20 29 h 15 09 h 04 46 h 21 02 h 07 44

 Roma h 05 36 h 20 49 h 15 13 h 05 02 h 21 23 h 07 39

 Firenze h 05 33 h 21 01 h 15 28 h 04 55 h 21 29 h 07 26

 Milano h 05 34 h 21 16 h 15 42 h 04 56 h 21 54 h 07 02

 Aosta h 05 41 h 21 24 h 15 43 h 05 02 h 22 02 h 07 00.

 

Aspetti culturali

 

Il solstizio d’inverno ha rappresentato nei secoli occasione di festività di vario genere: il Sol Invictus per i pagani, i Saturnalia nell’antica Roma (dal 17 al 23), o il Natale per il Cristianesimo, Yule nel Neopaganesimo.

 

Anche il solstizio d’estate, rappresentando l’inizio dell’omonima stagione, è sempre stato nella storia occasione di feste, come i Litha nel Neopaganesimo o la natività cristiana di Giovanni Battista.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto dell’ Inverno visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora l’ Inverno

Dopo aver detto a Kratos e Pandora tutto sull’ Autunno , a loro dissi – adesso vi spiego tutto sull’Inverno e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sull’ Inverno – L’inverno è una delle quattro stagioni dell’anno.

 

Astronomia

 

L’inverno astronomico è il periodo dell’anno in cui il sole, raggiunto il suo punto più basso sull’orizzonte nel giorno del solstizio d’inverno, inizia a risalire, fino al giorno dell’equinozio di primavera. Nell’emisfero boreale l’inverno astronomico va dal 23 dicembre al 20 marzo.

 

Meteorologia

 

L’inverno meteorologico è il periodo dell’anno comprendente i tre mesi più freddi, sovrapposto in gran parte con l’inverno astronomico. In tal senso l’inizio dell’inverno meteorologico varierà da paese a paese in base, principalmente, alla latitudine.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto dell’ Autunno visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Pianeti Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora la Primavera

Dopo aver detto a Kratos tutto sulle stagioni , dissi a loro – adesso vi spiego la primavera e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sulla primavera – La primavera è una delle quattro stagioni delle zone temperate. Astronomicamente inizia con l’equinozio di primavera (il 20 marzo o 21 marzo circa nell’emisfero nord, e il 22 o 23 settembre nell’emisfero sud), e finisce con il solstizio d’estate (il 21 giugno circa nell’emisfero Nord ed il 21 dicembre nell’emisfero sud).Meteorologicamente invece si considerano estate e inverno i periodi di tre mesi rispettivamente più caldi e più freddi: in tal modo primavera e autunno sono definiti come i periodi intermedi. In tal senso l’inizio della primavera meteorologica varierà da paese a paese in base, principalmente, alla latitudine.

 

Arte

 

Nelle arti la primavera è il tema di molte composizioni di diverse discipline:

 Nella musica:

 La primavera è uno dei movimenti delle Quattro stagioni di Antonio Vivaldi

 La sagra della primavera di Igor Stravinsky

 Nella pittura:

 La primavera è un celeberrimo quadro di Sandro Botticelli.

 Nella scultura:

 La Primavera è una statua allegorica di Benedetto Antelami.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto dell’ Estate visto da Kratos

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Pandora Presentazione Storia

Foto dell’ estate vista da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora l’ estate

Dopo aver detto a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sull’ orecchino e aver fatto vedere a Pandora due foto sugli orecchini , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ era da sapere sull’ estate e Pandora disse – ok , inizia quando vuoi . Dopo pochi minuti inizia a dire a pandora tutto quello che c’ era da sapere sull’ estate – L’estate è una delle quattro stagioni dell’anno. Deriva il nome dal latino aestate(m), col significato di “calore bruciante”, da aestus (come il greco aìthos) “calore”, richiamando il caldo fastidioso.

 

L’estate astronomica ha inizio il giorno del solstizio d’estate, il 20 o 21 giugno nell’emisfero boreale (nell’emisfero australe il 21 o 22 dicembre) e termina nel giorno dell’equinozio d’autunno (22 o 23 settembre e nell’emisfero australe il 20 o 21 marzo). Si tratta del periodo dell’anno in cui il sole, raggiunto il suo punto più alto sull’orizzonte, il 20 giugno, inizia a scendere, fino al 23 settembre, giorno dell’equinozio d’autunno, quando la durata del giorno è uguale a quella della notte. In media, durante l’estate astronomica, si raggiungono le temperature più alte nella seconda metà di luglio.

 

Meteorologicamente invece si considerano estate e inverno i periodi di tre mesi rispettivamente più caldi e più freddi: in tal modo primavera e autunno sono definiti come i periodi intermedi. In tal senso l’inizio dell’estate meteorologica varierà in da paese a paese in base, principalmente, alla latitudine..

 

Effetti

 

L’estate meteorologica è la stagione in cui le temperature sono più elevate e l’aria è più calda. Nell’estate astronomica la durata del dì progressivamente incomincia a diminuire e, conseguentemente, ad allungarsi quella della notte.