Categorie
Beyond : Two Souls Foto GTA V Jodie Jodie Holmes

Foto della mappa di Grand Theft Auto V

Dopo essere andato nell’ universo di Beyond Two Souls , non solo per fare delle foto ma anche a tenere d’occhio Jodie . Volevo essere sicuro che lei stava bene , cosi presi il mio camice da dottore e mi misi a girare e a salutare i miei vari colleghi e poi la vidi , lei era li e stava guardando il posto . Pure io la guardavo con molta attenzione , adesso non potevo avvicinarmi lei doveva un esperimento . La sera lei non riusci a dormire non sa il motivo , io andai da lei e dissi – non riesci a dormire ? . Jody vide che avevo il camice e non disse molto , io la presi per mano e la riaccompagnai in camera sua . Io me ne stavo andando , ma poi Jody mi prese per il camice , io mi girai e dissi – vedo che non hai proprio voglia di dormire , piccolina . Per farla dormire , dovevo fare qualcosa cosi decisi di fare una cosa che non fece molto male a Jody , le tolsi gli incubi che lei aveva . Dopo lei si mise a dormire , io dopo me ne andai nel mondo di Grand Theft Auto quello nuovo , cioè il cinque . Poi vidi che c’ era la mappa del luogo e decisi di far apparire la mia fotocamera digitale e scattai la foto .

Mappa Intera di Grand Theft Auto 5

Feci la foto della mappa per fare in modo che se mi perdo potevo almeno trovare la strada e sopratutto vedere le varie cose che potevo fare in questa enorme città .

Categorie
2013 Melissa Mcarthur Osservatore Settembre Uccidere

Melissa Mcarthur parte 1

Gli osservatori sono quelle persone che grazie a un duro insegnamento sono riuscite a seppellire dentro di loro le loro emozioni . Il duro addestramento era quello di far vedere a loro scene che facevano paura o da quali si provavano emozioni felice , il risultato della prova era non fare niente , restare a guardare senza la più minima emozione . Quello era la prova che tutti le persone devono fare per diventare un Osservatore . Melissa era una donna di 25 anni , una poliziotta della omicidi , molto decisa e sempre pronta a fare tutto . Lei era quella che stava più tempo a leggere le scartoffie per fare in modo che i suoi nemici andassero in galera , ma poi le successe qualcosa di inaspettato , qualcosa che lei non seppe spiegare nemmeno a suoi genitori o alle persone che conosceva . Cioè vide un Osservatore che aveva la testa rasata senza capelli , con un abito molto bello ed elegante ed era nero e aveva pure un cappello nero . Lui sapeva già il nemico che stava cacciando dove era , cosa faceva , cosa diceva , per l’ Osservatore il nemico era un libro aperto . Si erano fermati in un vicolo e L’ Osservatore aveva preso la sua pistola a impulsi sonici e uccise la donna davanti a lei . L’ osservatore sapeva che lei era li e disse – Melissa puoi venire fuori da dietro il bidone . Chi sei ? , Come fai a sapere il mio nome , dentro la testa di Melissa era pervenute moltissime domande , chi era lui , come sapeva il mio nome e sopratutto chi era la persona che aveva ucciso . Non ti deve importare chi sono io – e Melissa prese la pistola e si identifico e all’ unisono , come nello stesso momento – ti dichiaro in arresto per l’ omicidio ti questa persona , qualunque cosa dirai sarà usata contro di te , se non hai un avvocato te ne sarà dato uno di ufficio . L’ osservatore non doveva essere arrestato , visto che sapeva già cosa fare , non uccise Melissa ma la mise fuori combattimento . L’ osservatore scappò via e se andò al ristorante dove si erano messi gli altri Osservatori .Settembre lo guardo in faccia , ma rimase per tutto il senza nessuna emozioni in faccia e poi disse – L’ hai uccisa ? . Lui guardando il suo capo Settembre senza nessuna emozione – si , ho ucciso Kara King .La donna che era stato uccisa , era una pericolo pubblico per gli Osservatori sapevano chi erano , dove abitavano e sopratutto avevano tantissime informazioni su di loro . Avevano foto , audio di loro conversazione , indirizzi e moltissime altre cose su di loro . Il nome di questa persone era Kara King , niente a che fare con Stephen King , però lei sapeva tantissime cose su di loro . Cosi gli osservatori mandarono due loro osservatori a fare due cose a uno a ucciderla , l’ altra ad andare in casa sua a prendere tutto quello che c’ era li e brucialo . La persone che avevano mandato a casa di Kara , entro scassinando la porta , vide che tutta la stanza era piena di loro informazioni , prese il cestino della spazzatura , lo mise al centro della stanza . Inizio a prendere tutti i vari documenti , gli audio e molto altro , mise tutto dentro cestino della spazzatura . Prese il suo accendino lo inizio a mettere contro dei documenti che aveva in mano . I documenti iniziarono a bruciare , poi li lascio cadere dentro il cestino della spazzatura e tutto brucio . Quando fini di bruciare , L’ osservatore spense l’ incendio e prese quello che era rimasto e fece la cosa più logica da fare cioè gettare tutto dentro l’ acqua . Le cose che impediscono agli agenti di polizia o altre forze dell’ ordine di andare in avanti con il loro lavoro era l’ acqua e il fuoco . Melissa si risveglio ore dopo , ma sopratutto grazie alla radio della polizia che aveva intorno alla cinture dei pantaloni . L’ osservatore aveva portato via il corpo di Kara King , ma con la fretta aveva fatto cadere il comunicatore con il quale tutti gli osservatori comunicano . Lui non se ne era accorto e neanche gli altri se ne fossero accorti . Melissa torno al commissariato e andò dalla sua amica dottoressa Lara che vide che subito che Melissa era stata attaccata e disse – stenditi un attimo , voglio vedere cosa ti ha fatto . Melissa la guardò e disse – sto bene , non ti preoccupare , mi riprendo subito io . Lara era la migliore amica di Melissa e si preoccupava moltissimo , era come una piccola sorellina . Lara però come posso dire si preoccupava anche troppo e disse – per favore fammi dare un ‘ occhiata . Melissa dopo molto tempo si fece dare un ‘ occhiata e disse – non è niente di grave , mettici solo un po’ di ghiaccio e tutto passerà. Gli Osservatori possono scegliere chiunque sia uomo o donna , non importa di che età sia , per loro era solo importante avere nuovi membri da far diventare come loro . Se avrebbero mostrato un po’ di emozioni , uno di loro ti avrebbe tolto i poteri e tutte le informazioni che loro ti avevano dato sarebbero state uniti , visto che loro avrebbero coperto subito le sue traccie . Lara lo stesso disse molto preoccupata – non è niente di grave , mettici del ghiaccio , ma come amica ti voglio chiedere di stare più attenta e torna a casa . Melissa non era quel tipo di persona che ascolta gli altri , ma alcune volte lo faceva . Quando stava per tornare a casa , il capo la fermo e disse – Melissa , devi andare all’ appartamento di Kara King , i suoi amici dicono che è da 3 giorni che non la sentono e sono molto preoccupati , quindi vai a controllare se + scomparsa veramente oppure è soltanto andare a bere qualcosa . Melissa prese la sua macchina e con molta calma all’ appartamento di Kara . Melissa quando vide , era come spoglio , vuoto , come se quasi non ci abitasse li dentro . Tutto era scomparso li dentro , li dentro non avrebbero trovato niente perché quando un Osservatore fa un lavoro , lo fa in modo molto accurato e preciso . Non avrebbero lasciato niente di intentato e niente se non lo volevano loro . Melissa inizio a frugare nei cassetti , nei risposti o in qualche altro posto ,ma non trovo niente . Poi la cosa che suscito più interesse a Melissa , improvvisamente la donna che era morta per colpa di quell’ Osservatore torno a casa . Entro si tolse il capotto rosso e Melissa andò in cucina e disse – lei chi è ? . Io sono Kara King , lei chi è ? . Melissa spiego la situazione a Kara e Kara disse a Melissa – ero andata per qualche giorno in America . Melissa noto che lei era andata in America senza bagagli e disse – come mai non ha portato bagagli con se . Kara le chiese – sono sospettata di qualcosa agente ? . No , non è sospettata di niente , grazie per aver risposto alle mie domande , ora vado se ha bisogno di aiuto o di altro mi chiami , questo è il mio biglietto da visita . Kara prese il biglietto da visita e lo mise nei suoi pantaloni corti e poi disse – non c’ e di che , se ho bisogno la chiamo . Melissa torno al commissariato e disse al suo capo – Kara era andata in America , non era scomparsa o altro . Melissa alla fine decise di tonare a casa e di studiare l’ oggetto per utilizzavano gli osservatori per comunicare tra di loro , voleva vedere se riuscire a capirne il funzionamento . Non disse niente né al suo capo , né ai suoi collegi non disse niente seno l’ avrebbero presa per pazza e non avrebbe fatto più niente . Cioè voglio dire che con sua volontà o l’ avrebbero trascinata a forza e l’ avrebbero messa su una macchina e l’ avrebbero portata a casa . Melissa mentre era casa , aveva un sacco di domande , chi era la persona nel vicolo ? , chi ha ucciso nel vicolo ? , moltissime domande aveva ma nessuna delle quali potevano essere risposte perché senza un corpo o senza una traccia lei non poteva fare niente.

 

Continua … 

Categorie
2013 Allenamento Landris Mondo Parlare con la Rete Parlare con Rebecca Schiava Shadow Black Spazio Tempo Universo

Rebecca disperata per la morte di Gabriele

Dopo essere tornata a casa e aver pianto sul corpo di suo fratello Gabriele che era molto per salvare la sua dolce sorellina da quel mostro che non disse il suo nome , non disse niente . Uccise Gabriele e basta , senza pensarci due volte , lo fece e basta , quanto a Rebecca non lo fece , nessuno lo sa perchè non uccise la ragazzina o non fece come gli aveva detto qualcuno di portala sul pianeta Landris dove si commerciavano schiave sia belle , sia brutte . Forse perchè non gli andava o forse perchè vide la ragazza negli occhi e vide che se andava in quel posto cosi brutto , lei non sarebbe mai tornata viva . Visto che in Landris , gli schiavi vengono trattati peggio , nel senso vengo frustati , le persone gli fanno delle cicatrici sul qualunque parte del corpo e poi ridevano , facevano quelle cicatrici perchè non dovevano essere più belle dei loro padroni . Una volta ho visto una cosa del genere e Sarah la Fenice Rossa mi vide che stavo per intervenire , ma mi blocco e disse – non puoi intervenire ? io la guardai negli occhi – che succede se intervengo ? e lei mi disse – vieni uccisa davanti a tutta questa persona , senza nessuna possibilità di sopravivvere , per favore non fare niente .Purtroppo dovetti stare fermo , senza poter far niente , vidi una persona intervenire quello che vidi fu peggio di qualunque altra cosa che ho visto . Delle persone preserò la ragazzina e anche  l’ uomo che stava provando a prendere la ragazzina per portala via da quel luogo disumano  , altri disserò – mettegli dritta la testa e fategli aprire gli occhi . Gli uomini lo tenevano fermo li e poi davanti agli occhi dell’ uomo ucciserò la sua bambina senza poter far niente .Anche se loro avevano ucciso una ragazzina innocente o una donna , nessuno verrà arrestato li , perchè li c’ e una persona che fa leggi e se qualcuno prova a fare qualcosa lui li uccide con i poteri dell’ oscurità senza nessuna pietà . Sarah la Fenice Rossa mi disse – non potevi fare niente per salvare la ragazzina . Rebecca che era tornata in camera sua era disperata , stava sul letto a pensare a suo fratello morto e lei e stata inutile , non ha potuto fare niente . Inizio a piangere moltissime lacrime , il suo pianto er infinito e senza tregua , neanche la notte finiva . La madre andò li a coccolare la sua piccolina , cercò di risollevarle il morale perso dopo quella missione nella quale lei è tornata viva e lui no . Per questo Rebecca si sentiva in colpa , alla fine dopo diversi giorni il fantasma di suo fratello arrivò e disse – sorellina smettila di sentirti in colpa , non potevi fare niente per , non potevi salvarmi , non avreti potuto fare proprio niente . Alla fine lei si addomentò e nei suoi sogni apparì Shadow Black . Rebecca ebbè un pò paura e disse a lui che era davanti a lui – cosa vuoi da me ? eShadow Black disse – voglio farti diventare una persona forte , decisa , sempre pronta ad agire e non impotente come quel giorno in cui è morto tuo fratello . Comunque condoglianze . Rebecca disse – come vuoi diventare forte , voglio sapero . Shadow Black disse – voglio darti dei poteri , dei grandi poteri . Rebecca disse – forse stai scegliando la persona sbagliata , non ho fatto niente per aiutare mio fratello . Shadow Black le disse – alcune volte non fare niente è la cosa più saggia , voglio dire hai fatto bene a scappare , non potevi fare niente contro quel tizio . Rebecca disse – se mi alleno sia con questi poteri , sia fisicamente , sia mentalmente pensi che un giorno potrò diventare una persona forte , pronta a tutto . Shadow Black – non lo so , devi solo credere in te stessa e solo tu potrai sapere se ci riuscirai oppure no a superare questo brutto momento . Rebecca alla fine decise di non piangere più , inizio ad allenarsi , a diventare più forte sia fisicamente sia mentalmente . Il padre vide che sua figlia Rebecca non era più quella ragazzina che non riusciva a fare niente , lei era in gamba ed era diventata molto forte . Lei voleva esserlo sia con i poteri sia senza .

Categorie
2013 Pandora Parlare con Pandora Racconto

Allenamento tra me e Pandora

Pandora si stava allenado da molto tempo , io mi avvicinai a lei e dissi – che ne dici se facciamo un allenamento insieme devo farti capire alcune cose e lei mi guardò negli occhi e disse – certo . Io feci apparire un bastone dello stesso materiale che aveva Pandora , io mifeci indietro e poi iniziammo a combattere , mi avvicinai con calma verso Pandora i nostri bastoni si scontrarono molto forti provocando un onda d’urto , poi mentre i nostri bastoni erano uno contro l’ altro diedi quasi un pugno nello stomaco a Pandora , non era nè troppo forte nè troppo debole . Pandora mi disse – perchè mi stavi per colpire nello stomaco ? , io la guardai e dissi a lei – ora ti spiego , quando incontrerai i tuoi nemici non ti pensare che ci andranno piano con te oppure non ti colpiranno nello stomaco o in altre parti del corpo solo perchè voi avete detto che dovete giocare con le regole . Loro approfitteranno di ogni tuo punto debole , cioè giocheranno sporco e pre tu lo devi fare se vuoi vincere contro dui loro . Poi Pandora utilizzo tutta la sua forza per cercare di togliermi il bastone dalle mani ma non ci riusci e l’ unico risultato fu che indietregiammo tutti e due . Quindi vuoi dire che i miei nemici anche se sono a terra sofferente o mezzamorta , poroveranno a uccidermi senza alcuna compassione – , io la guardai negli occhi da lontano e le dissi – si , loro faranno di tutto per ucciderti e utilizzeranno qualasiasi cosa per farlo , quindi devi essere preparata , motivata e però tu devi essere diversa da questi nemici , loro ti vogliono uccidere , ma se tu nè ha l’ oppurtina non lo devi fare , se nè hai l’ oppurtina li devi catturare come abbiamo fatto l’ altra volta con Hugh Darrow , lui ha ucciso tutte quelle persone ma se avcessi ucciso lui sarei stato uguale a lui e io non sono uguale a lui . Pandora capi dal mio discorso che doveva essere pronta e decisa in ogni mossa , non arrendersi mai e che non doveva uccidere per non diventare come la persona che ha fatto tutto quel male . Ogni volta che colpivo vedevo che Pandora si era allenata molto con il bastone e io dissi – sei diventata davvero molto brava con il bastone , anche se le parlavo Pandora mi guardava e non mi toglieva gli occhi da dosso sembrava un fucile con il puntatore laser e il suo laser era puntato su di me . Ogni colpo che faceva io lo paravo e lei cercava un modo per sconfiggermi , ma io era molto gamba , poi vollli provare a vedere se lei sapeva distingere tra una copia a una persona reale . Mi dospiai talmente veloce che Pandora non se ne accorse , inizio a combattere contro il mio doppio e stava quasi per buttarlo ,poi io dall’ inizio arrivai e stavo quasi per colpire Pandora alla testa , ma mi fermai e io le dissi – allenamento finito , ti ho sconfitto . Pandora mi disse con sguardo incredulo – come hai fatto , siete due . Io le dissi – questa è la tecniche dello sdoppiamento , volevo vedere se eri capace di capire chi era reale e chi non lo era e sopratutto volevo vedere se avevi i riflessi pronti a capire dov’era il tuo avversario e Pandora mi disse – la prossima volta devo fare , meglio , la prossima volta ti sconfiggerò . Io dissi a lei – se ti alleni tutti i giorni con me ce la farai a capire chi è reale e chi non è reale . In uno scontro devi capire dov’ e il tuo avversario quando scompare come ho fatto io .

Categorie
2013 Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Kratos Mondo Pandora Parlare con Kratos Pioners 5 Racconto Sarah la Fenice Rossa Sistema Solare Spazio Tempo Universo

Parlo con Kratos di alcune cose

Era da un pò di tempo che volevo fare un discorso con Kratos , per tutti lui era morto e io facendogli usare questa cosa volevo farlo diventare qualcosa di migliore . Allora andai da lui che si stava allenando come al solito , con molta intesita , lui non voleva smettersi allenarsi perchè non sapeva mai quando il suo prossimo avversario sarebbe arrivato . Io dissi a Kratos – ti devo parlare di alcune cose che ti riguardano , Kratos mi disse – è di cosa vuoi parlarmi ? , io risposi a lui stostenendo il suo sguardo – tu per il mondo intero sei morto , anche per gli dei dell’ olimpo , quindi perchè non utilizzare questa faccenda che tu sei morto per far cambiare , per trasformarti in una cosa buona . Di far uscire sia il lato buone con le persone che ti trattano bene , ma cerca di utilizzare il tuo lato più cattivo contro i tuoi nemici , perchè in questo mondo ci sono persone che ti alcune volte ti aiutano e altre invece cercano di ucciderti e alcune volte fanno vedere il lato peggiore . Poi Kratos mi guardò e disse – devo vedere se ci riesco a far uscire il lato positivo che dici che è dentro di me , perchè è dura io ho ucciso gli dei dell’ olimpo e l’ ho fatto per vendetta ma adesso io con pò di aiuto posso diventare qualcosa di migliore qualcosa di buono , anche se mi ci vorrà tanto ci riuscirò . Poi Kratos vide al mio collo un medaglione , tutto all’ esterno  era d’ oro e c’ era una gemma e mi chiese – cos’ e quel medaglione ? , io risposi -riguarda quello che è successo al mio pianeta natale Maraxus e quello che è successo al mio popolo . Kratos chiese – cosa è successo al tuo popolo e al tuo pianeta ? , io lo guardai e gli dissi – il mio pianeta e il mio popolo non ci sono più sono stati distrutti dai Distruttori , mostri senza emozioni , volevano uccidere e hanno uccisono tutti quanti tranne me e mia sorella , io però lo shock di quello che è successo l’ ho subito due volte , perchè c’ e una cosa che non ho detto a Sarah la Fenice Rossa , io ci sono stato li e ho cercato di fare tutto il possibile per fermare tutti quei morti e la distruzione del mio pianeta , ma niente non c’ e l’ ho fatta . Kratos disse – pure io ho fatto qualcosa di molto grave e per colpa delle Furie e di Ares non ho potuto fare niente per impedirlo . Io dissi a Kratos prima di andarmene – tra tre 3 giorni noi andiamo in cui alcuni posti per migliore l’ equipaggiamento di tutti , ma miglioriamo anche i tuoi vestiti e altro . Kratos disse – quindi ci porterai in mondi che noi non abbiamo mai visto ? e io dissi – si , questo lo devo ancora a Pandora ed Aqua . Comunque adesso vado , salutai Kratos e me ne tornai in camera mia per cefcare di capire chi sono i nuovi nemici di Faith Connors nel suo nuovo universo che è stato modificato pochi giorni fa .

Categorie
2013 Dominatore di Poteri eroi Fenice Fenix Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Parlare con Sarah Racconto

Sarah la Fenice Rossa mi porta nel mondo di Nexus .

Nel mondo di Nexus ci sono venuto la prima volta con Sarah la Fenice Rossa , i miei poteri si erano rivelati e io non le avevo detto niente , volevo provare da solo a controllare i miei poteri . Vi chiedete come Sarah la Fenice Rossa abbia scoperto questa cosa , devo ringraziare un Osservatore di nome Ottobre , che senza che io lo sapessi mi stava osservando già da un bel po’ di tempo . Ottobre andò cercare Sarah la Fenice Rossa che era in un posto molto lontano , per essere più precisi a Nexus . Ottobre la trovò li mentre era un po’ in giro a vedere se poteva trovare qualcosa da fare . L’ osservatore si avvicino a lei e Sarah lo guardò e disse – cosa posso fare per te Osservatore ? , Ottobre mantenendo il suo sangue freddo e non facendo uscire nemmeno una emozione – Daniel Saintcall , cioè L’ Ultimo Dominatore di Poteri , sta cercando di controllare da solo i suoi poteri , senza dirti niente . Sarah rimase un po’ stupita da questa cosa e guardò l’ Ottobre e gli chiese – puoi dirmi dove si trova . Ottobre sapeva che sarebbe dovuta andare , prima di prendere quella decisione , aveva visto tutto quello succedeva negli altri universi e poi gli diede il luogo . Dove mi stavo allenando io era un capanno abbandonato , un luogo completamente abbandonato , un luogo dove io non potevo far del male a nessuno . Sarah la Fenice Rossa arrivò dietro le mie spalle – Daniel perché non mi hai detto niente di quello che stai facendo qui dentro ? , io risposi – volevo provare da solo , cercare di controllare da solo i miei poteri , cercare di fare da solo . Certo lo so che tu sei qui e c’ e pure mia sorella Alyssa , però volevo provare a fare da solo . Sarah la Fenice Rossa mi guardo e disse – non sono arrabbiata , però volevo solo sapere dove eri andato e cosa stavi facendo , non lo dovevo sapere da un Osservatore . Dopo Sarah mi disse – se vuoi puoi continuare con me allenamento in un posto migliore, io la guarda in faccia e dissi – si , vengo con te . Quel posto abbandonato dove ero andato era il posto giusto come dicevo , però li era pericoloso , perché se le persone avrebbero scoperto che io mi allenavo li , mi avrebbero potuto scambiare per un mutante o qualcosa di peggio . Prendimi la mano- io feci come diceva lei e ci teletrasportammo nel mondo di Nexus , proprio nella città di Raven City . Questa città è molto grande e molto bella , le case per ognuno che ci abitava era diversa ed molto bella e alcune facevano venire i brividi e alcune erano talmente fatte bene che facevano veramente paura . Maghi e Streghe vivano li pacificamente , ma in quella città che era molto grande non c’ erano solo maghi , streghe , ma c’ erano anche moltissime creature . Sarah mi disse – Daniel , benvenuto in Raven City , questa città ospita tantissime persone come maghi , streghe , lupi mannari , Wendigo , Hexenbiest , Alieni e molte altre creature . Raven City è vicino a una montagna , che era davvero molto paurosa è alta 7 metri e 20 . Il nome di questa montagna si chiama ancora tuttora La Montagna del Terrore , si chiama cosi perché quando porti i tuoi occhi a vedere tale montagna , il cielo diventa nero e arrivano fulmini e tuoni e sembra quasi che la montagna si anima e da lei inizia a uscire una faccia malefica , tanto che ti fa davvero venire paura . Raven City è una città davvero molto bella e molto popolare , Sarah la Fenice Rossa si girò verso di me e mi disse – ora ascoltami, ti dirò un po’ di cose su Raven City , tiene le orecchie aperte . Io ero pronto ad ascoltarla visto che lei né sapeva molto di più di questa città – Raven City è città molto grande e molto popolare , molte persone famose sono venuti qui anche alieni . Io chiesi a lei perché ero curioso di sapere qualcosa sui i miei veri genitori – Pure i miei genitori venivano qui , ed erano famosi in questa città oppure no . Sarah la Fenice Rossa si volto e mi guardò nei miei occhi che volevano sapere se i miei genitori che erano morti su Maraxus erano noti qui oppure no . Sarah alla fine disse – si , loro erano molto conosciuti in questa città , ma non solo in questa ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi . Adesso ti faccio vedere una cosa , la Stanza degli Eroi dove vengono fatte statue di cera degli eroi che sono ancora vivi , ma anche di eroi che sono deceduti nel tempo , nello spazio e nei mondi . Sarah la Fenice Rossa mi portò nella stanza degli eroi che era accanto al Museo Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi dove li c’ erano tutte le storie passate degli eroi passati e degli eroi che sono venuti nel mondo e sopratutto delle invenzioni tecnologiche . Sarah la Fenice Rossa mi portò li dentro e andammo verso le statue degli eroi caduti e tra le persone più importanti c’ erano i miei genitori che erano morti sul pianeta Maraxus , sotto la loro statua c’ era scritto Alukard e Helena Saintcall , Dominatore e Dominatrice di Poteri e degli Elementi , Eroi degli Eroi di Nexus . Vederli da cosi lontano mi fece un po’ soffrire , ma dovevo pur conoscere la verità sui miei veri genitori e se erano noti li oppure . Dopo avermi fatto vedere quel posto , noi uscimmo con molta calma e ci dirigemmo dove eravamo diretti , cioè il campo base di Sarah la Fenice Rossa . Sarah la Fenice Rossa aveva creato quel posto per essere al sicuro , un posto da chiamare casa anche se non lo era , però se era in pericolo o doveva fare altre cose andava li . Prima di andare nel suo campo base , si girò verso di me e mi parlò delle due cose che si occupano di portare giustizia e leggi nel mondo di Nexus e in altre parti dell’ Universo – Qui a Raven City ci sono due cose che portano giustizia e leggi nel mondo di Nexus e in altre parti del mondo , del tempo e dello Spazio , cioè il Ministero della Magia e La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Adesso ti spiego la differenza tra questa due . La Differenza tra queste due e che Il Mistero della Magia non può attuare leggi ad alieni e altre creature invece , io intervenni io – Invece la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi può intervenire sia su maghi , streghe , lupi mannari e altre creature e dare leggi pure a loro . Prima di portarmi nella sua casa che lei aveva l’ aveva decorata come il suo pianeta natale Fenix , su questo pianeta lei era la regina del suo popolo . Ma i Distruttori vennero li e distrussero interamente il suo pianeta , tutti quanti combatterono e cercavano di mettere al sicuro i più piccoli , ma niente solo Sarah la Fenice Rossa sopravvisse a questa terribile tragedia . Come stavo dicendo lei mi portò nel Bar Luna Rossa , li ci potevano stare 200 o 300 persone al massimo . In quel bar si poteva bere , si poteva mangiare , si poteva giocare a diversi sport e fare scommesse sportive su qualsiasi gioco anche poker . Dopo lei mi portò a casa sua che era davvero molto grande , lei in verità ci stava molto poco , visto che li dentro era da sola anche se in diverse occasioni veniva qualcuno li sia per allenarsi , sia perché aveva causato qualche problema e li aiutava . Adesso Sarah la Fenice Rossa doveva aiutare me a diventare il Dominatore di Poteri e degli Elementi , cioè l’ eroe che avrebbe sostituito i miei genitori . Loro non famosi e conosciuti solo nel mondo di Nexus , loro erano conosciuti in tutti gli universi , i tutti i mondi e conoscevano moltissime persone . Quando morirono , tutti quanti nella città di Raven City , chi riusciva a vedere il bene , adesso vedeva solo il male , non tantissimo ma poco . Alcuni eroi resistevano , ma i puoi forti erano i miei genitori , adesso toccava a me fare qualcosa , diventare il Dominatore di Poteri e degli Elementi e essere un grande eroe . Alla fine Sarah la Fenice Rossa mi portò a casa sua , mi fece fare un giro , iniziammo prima dalla cucina e poi dalle altre parti e poi ci dirigemmo verso la Stanza degli Allenamenti , dove li mi potevo allenare sia con i miei poteri che senza e potevo usarla quando volevo . Visto che ero li in quel posto , decisi di iniziare ad allenarmi con la superforza e altri superpoteri , Sarah la Fenice Rossa vide che io mi ero già messo a fare allenamento per controllare tutti i miei poteri e tutti gli elementi .