Powers

Un mondo che io e Ada abbiamo esplorato oggi è quello di Powers . Volevamo entrarci per vedere come è questo mondo . Riguarda poteri , supereroi , superpoteri , polizia che accetta persona con poteri . Una volta entrati vedemmo una donna con una tuta rossa e la donna era molto bella . Il suo nome era Retro Girl ed è un simbolo di giustizia , altruismo e intelligenza imprenditoriale . Noi la vedemmo mentre stava in posa e le feci una foto . Non vedo l’ ora di vederla in azione . Se è rispettata da tutti vorrei tanto vederla in azione e togliere di mezzo qualche cattivo .

Dentro una stanza degli interrogatori o qualcosa di simile c’ era una donna che non era in costume ma era vestita molto bene . Aveva degli occhiali da aviatore e stava li ferma ad aspettare qualcuno

Dentro un corridoi tutto illuminato vicino al muro c’ era Christian Walter e Deena Pilgrim . Christian era vicino al muro e aveva lo sguardo puntato verso qualcuno e pure Deena puntava il suo sguardo verso qualcuno

Vicino a una cella di contenimento c’ era un uomo che sembrava un dottore e il suo nome era Johnny Royalle . Era li per ripararla visto che sembra rotta come se qualcuno fosse scappato

In un mondo pieno di super eroi con superpoteri ci sono anche super cattivi e uno di loro è un certo Eddie Izzard  . Non so chi è cosa e non so cosa ha fatto ma per è ammanettato non farà del male a qualcuno per molto tempo

 

The Flash: 1.05 Plastique

Io e Ada abbiamo visto che un uomo era entrato nel distretto di polizia a aveva puntato la pistola con il Detective Joe West e sua figlia Iris . Erano li e Joe cercava di farlo calmare e abbassare la pistola . Poi vedemmo che Barry stava correndo sull’ acqua e poi torno indietro e quando inizio a correre fece diventare l’ acqua un grande getto per alcuni minuti . Poi andammo in città di sera per vedere se potevamo fermare qualche crimine o qualche criminale . Li in mezzo alla strada e mentre stava spicciando un auto della polizia con una grossa jeep li c’ era un uomo che davanti a nostri occhi era divenuto di plastica o non so che di materiale . Poi vedemmo una donna entrare dentro un palazzo . Una volta usata la vista a raggi x vedemmo che li c’ era una bomba e alcune finestre del palazzo esplosero e Flash salvo qualcuno . Iris lo vide e ne rimase colpita ancora di più . Io e Ada stavamo seguendo ancora Flash e li c’ era un uomo davanti  a lui . Ma negli occhi aveva qualcosa di strano come se dentro di se c’ era una grande scarica elettrica pronta ad esplodere . Barry inizio a correre e poi noi lo perdemmo di vista visto che avevamo visto abbastanza del suo mondo . Per il momento io e Ada potevamo vedere solo quelle scene di quel mondo ma con il tempo potremmo vedere tutto il grande mondo di Barry Allen .

 

The District Protocollo 51 A

melinda-gordon-ghost-whisperer

Nei suoi primi giorni di lavoro Angela Ferrante vide che i vari casi riguardavano pazzi sadici che usavano i loro poteri nei modi peggiori . Uccidevano in modo molto brutto le varie persone . Quando vedeva i nuovi agenti di The District non sapeva cosa potevano fare e non sapevano se controllavano i loro poteri oppure no . Vedeva che in tutti i casi c’ era uno schema . Non erano stati fatti a caso ma le persone che usavano questi poteri sapevano il fatto loro e sapevano come agire per uccidere la loro vittima . Angela Ferrante vedendo quelle cose orribili non vomito . Resto calma , lucida e decise di fare una cosa . Decise di creare il famoso Protocollo 51 A . Questo protocollo diceva : Tutti gli agenti di The District . Non solo gli agenti normali ma anche quelli normali devono avere una laurea in Criminologia . Visto che tutti seguono uno schema e spesso queste persone possono diventare dei Serial Killer . Angela aveva bisogno che ogni suo agente dal primo all’ ultimo fosse pronto a vedere una cosa che era sulla scena del crimine  e poi ragionare li sul posto e cosi capire come agire di conseguenza .

 

 

Impedisco a Elsa di far del male ad Anna

E ora che vi dico una cosa che ho tenuto segreto , mi dispiace se l’ ho fatto . Adesso però è arrivato il momento di sentirla di dirvela . Elsa come sapete non riusciva a controllare i suo poteri del ghiaccio e per questo aveva ferito Anna ma il colpo era più potente del normale . Il giorno in cui Elsa e Anna avevano deciso di giocare con il ghiaccio , io ero li e vedevo la scena e tutte erano felici un sacco di giocare con la neve creata da Elsa ma più in alto Anna andava più Elsa doveva usare di più i suoi poteri e in quel momento i poteri di Elsa erano divenuti abbastanza sviluppati ma qualcosa andò storto l’ incantesimo era davvero troppo potente e io intervenni e cercai di fare del mio meglio per farlo diventare più debole e alla fine l’ incantesimo non colpi molto forte Anna . Io alla fine la presi e la misi per Terra e dissi ad Elsa – vai a chiamare i tuoi genitori , subito . Elsa fece come le avevo detto io , i suoi genitori accorsero e suo padre trovo subito una soluzione e poi chiese a me – Chi sei ? , io li guardai e dissi – Sono un amico . Il mio nome è Daniel Saintcall e sono venuto qui per impedire che vostra figlia colpisse troppo forte Anna . Adesso io posso curare la mente di Anna e poi se volete vi posso aiutare a fare in modo che Elsa impari a utilizzare i suoi poteri . Se lo volete , la posso aiutare e fare in modo che non succeda più una cosa del genere . Misi con calma e aiutai la mente di Anna a curare e aspettai il momento in cui Anna si risveglio e quando tornai vidi Elsa venire da me e disse – Ma il mio potere non era forte e io le dissi – Senti lo so che non volevi far del male a tua sorella ma il tuo potere stava crescendo dentro di te e ogni volta che tu facevi più alte le montagne succedeva che il tuo potere aumentava da dentro e tu non potevi fare niente per impedire quello che è successo meno male che io ero la al momento giusto e nel posto giusto per farti impedire questa cosa . Elsa mi chiese – posso vedere mia sorella e io le dissi – adesso no ,non si è ancora ripresa dall’ incidente ma appena si riprende te la faccio vedere  . Elsa mi disse – non volevo farlo e io la abbracciai e le disse – lo so che non lo volevi fare ma la magia ha sempre un pezzo .Il padre di Elsa e di Anna di nascosto andò a vedere una cosa dal suo libri e capì chi ero io . I Saintcall sono indicati come membri della famiglia di Elsa e di Anna ,quindi io invece di un estranio per Elsa e per Anna sarei tipo un cugino che non vedono da un sacco di tempo . I Genitori di Elsa e di Anna mi vennero a cercare e dissero – Tu saresti il figlio di Alukard e Helena Saintcall , quindi per Elsa e Anna tu saresti il cugino che Elsa e Anna non hanno e io dissi a loro – Si sono io . I Genitori di Elsa mi chiesero – aiutavi lo stesso Elsa e Anna anche se non eri loro parente e io li guardai e dissi a loro – si , lo avrei fatto lo stesso . Che ne dite se adesso lasciamo riposare Anna e poi domani inizio ad allenare Elsa per far controllare i suoi poteri . Elsa era fuori la porta e aveva sentito tutto anche del fatto che io ero loro parente e quando uscimmo dalla porta Elsa mi fece questa domanda – Sei mio cugino ? , io la guardai e le dissi -si , lo sono . Il libro che aveva il padre di Elsa non era un libro normale , mio padre lo diede a lui e cosi se succedeva qualcosa di importante nella mia famiglia li si sapeva e cosi quando lui andò a vedere vide che io e mia sorella Alyssa e mio fratello Damon siamo stati indicati sul libro come cugini di Elsa e di Anna .

Milano-9:35

A Milano nel 2010 era una bella gionata di sole , moltissime persone viaggiavano li per vedere quella bella città piene di cose da vedere . Io ero a casa e non volevo andare a Milano perchè per il momento li non ci dovevo fare niente , invece io dovevo andare a New York a prendermi un pezzo per il mio portatile per aumentarne le capacità di prestazioni e dovevo andare li . Nessuno mi potevo accompagnare , cosa una volta vestito decisi di provare a utilizzare il teletrasporto e stavo pensando intensamente a New York .Ma invece di andare a New York mi trovai per il centro di Milano ed erano le 9:35 , dopo pochi minuti arrivò Ottobre uno degli Osservatori che stava monitorando perchè li sarebbe dovuto accadere un evento importate o doveva parlare con qualcuno . Mi notò e si diresse verso di me – Daniel che ci fai qui ? .  Dovevo andare a New York a prendere un pezzo per il mio portatile e ho provato a utilizzare il teletrasporto e come puoi constatare che non ho avuto successo , apparte il fatto che l’ ho fatto però non sono arrivato al luogo desiderato . Cerca di trovare un posto dove nessuno ti puoi vedere e riprova a fare il teletrasporto e questa volta pensaci bene e cerca di non distrarti in nessuna cosa oppure la prossima volta potrsti ricapitare dovunque anche a Boston o in altre parti . Feci come aveva detto Ottobre e trovai un vecchio deposito abbandonato , dove non c’ era nessuno . Mi concentrai con tutte le mie forze e alla fine riusci ad arrivare a New York nell’ anno 2010 del mese di Novembre . Il mese dove volevo andare e il luogo dovevo volevo andare , adesso l’ unica cosa che dovevo fare era prendere il pezzo del mio computer e andarmene da li . Fu davvero molto difficile farlo perchè li la città era caotica , c’erano moltissime persone che andavano e venivano . Io alla fine con molta pazienza e trnquillità riusci ad arrivare al negozio per computer per prendere il pezzo , era un pezzo molto importate e non si doveva rompere . Una volta tornato a casa grazie al teletrasporto Sarah la Fenice Rossa mi chiese – dove sei andato ? . Sono andato a New York a prendere il pezzo per il mio computer portatile – la guardai in faccia in modo serio e poi lei capì che avevo utilizzato il teletrasporto . Come è stato utilizzare il teletrasporto ? – la guardai in faccia e le dissi – è stato bellissimo come non mai , apparte il fatto che prima di arrivare a New York sono arrivato nel centro di Milano e li ho incontrato l’ Osservatore Ottobre . Io la guardai e le dissi – Ottobre mi ha aiutato a capire come far funzionare il mio teletrasporto al meglio e grazie a questo suo aiuto io sono arrivato a New York per prendere il pezzo . Sarah Saintcall vedeva che io stavo migliorando giorno dopo giorno e un giorno sarei divenuto fortissimo .

Kick-Ass 2, il character poster di Aaron Taylor-Johnson

Dopo avervi mostrato il trailer vietato ai minori in italiano diKick-Ass 2, sequel diretto da Jeff Wadlow del folle cinecomic del 2010 e due nuovi character poster dedicati all’eroina interpretata da Chloë Moretz e al Colonel Stars & Stripes, oggi tocca a un altro character poster che ritrae il protagonista Aaron Taylor-Johnson. In questo secondo capitolo rivedremo la banda di supereroi senza superpoteri, che dovrà vedersela con il ritorno di Red Mist, che stavolta si presenterà con il nome The Motherfucker. Ad aiutarli il colonnello Colonel Stars & Stripes (interpretato da un camaleontico Jim Carrey) e la sua di giustizieri fai-da-te, la Justice Forever.

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: