Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Los Angeles NCIS

NCIS Los Angeles – Spoils of War

Afganistan un luogo davvero molto pericoloso per gli Americani .Se sei Americano e ci devi andare allora stai molto attento e cerca di non farti catturare dai Talebani sopratutto se sei un agente speciale . L’ Agente Speciale Kensi Blye non è stats attenta e si fatta catturare dai Talebani che è dentro la loro base e forse potrebbe morire . Quando vai li devi stare attento visto che se non fai attenzione potresti morire per mano di una bomba o per colpa della crudeltà dei Talebani . Per l’ Agente Speciale Sam Hanna deve essere più dura visto che lui li ci è stato e quindi deve stare attento a non farsi prendere dalle emozioni visto che li forse ha perso amici oppure no . Questa missione deve riuscire visto che se va male potrebbe essere l’ inizio di una nuova guerra tra gli Stati Uniti e l’Afghanistan . Questa missione e molto pericolosa visto che i Talebani potrebbero uccidere l’ agente speciale Kensy Blye in pochi minuti e solo per il gusto di sparare a un agente speciale ma prima vogliono sapere perchè era qui e poi le spareranno .

Io e Ada quando abbiamo saputo di questa cosa andammo li visto che volevamo evitare un’ altra guerra tra questi due paesi . Se iniziava non sarebbe più finita e tante persone sarebbero morte e tutto era successo perchè un agente speciale non aveva fatto attenzione e si era fatta catturare . Si doveva impedire questa guerra a tutti i costi visto che se iniziava poteva uccidere davvero un sacco di gente innocente .

 

Categorie
2013 Foto Foto del Giono Mondo

Foto del Giorno : Papaveri per la guerra

Il burqa svolazza intorno al corpo di una donna afgana mentre cammina su una strada alla periferia di Kabul. Mentre proseguono i lunghi preparativi in vista del ritiro delle truppe NATO previsto per dicembre 2014, il processo di pace in Afghanistan è ancora lontano dal definirsi concluso.
Ad alimentare una guerra che dura da 12 anni contribuisce in buona parte la coltivazione del papavero su cui si basa fortemente l’economia del paese asiatico. E mentre non si contano gli attentati kamikaze contro le forze di sicurezza afgane e occidentali, dall’ONU arriva un preoccupante segnale: per il terzo anno consecutivo, la produzione di oppio del paese sarebbe in aumento.
Secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine (Unodc), l’Afghanistan esporta oppio per 1,9 miliardi di dollari, pari al 10% del Pil, con una produzione che lo scorso anno si è attestata sulle 3.700 tonnellate; numeri che mettono il paese in vetta alla classifica mondiale dei magiori produttori di oppio, davanti alla Birmania. La produzione afgana coprirebbe così il 90% dell’oppio mondiale, da cui si ricava l’eroina.
Secondo gli esperti, l’incertezza sul futuro del paese, dopo il ritiro della maggior parte delle forze straniere, potrebbe contribuire a una intensificazione nella coltivazione del papavero grazie agli alti prezzi della sostanza, andando ad arricchire sempre più tanto i narcotrafficanti quanto i gruppi guerriglieri talebani.