Dentro al misterioso mondo di Get Even

 

Nella dimensione nota come Universing ci sono molti mondi veramente unici e alcuni sono davvero molto misteriosi e tu li allora ti devi fare una domanda “ cosa sta succedendo li dentro ? “. Tu li hai visto numerosi eventi passati e futuri, sei stata su delle scene del crimine e sembra che li sia accaduto qualcosa di brutto ad alcune persone. Poi a un certo momento della tua giornata tu ti ritrovi dentro un manicomio abbandonato tutto quando distrutto e tu puoi vedere dal cielo e tutto attorno che quello è il posto peggiore del mondo. Inizi a vedere che quel posto è stato abbandonato da 20 anni al massimo e tu allora ti chiedi perché sono li dentro , ma ti chiedi anche un altra cosa più importante chi sono io e sopratutto come sono finito qui. Cole Black sa solo poche cose , sa che si trova dentro a un manicomio e poi sa che il suo nome è Cole Black e il che il suo unico scopo li dentro è salvare una ragazza con una bomba attaccata al corpo ed è rinchiusa dentro una stanza ed è bendata, inoltre io e Cole abbiamo visto che li sul pavimento ci sono due strumenti che impediscono alla ragazza di parlare con noi e di muoversi. Dentro al mondo di Get Even ho visto molte cose e solo grazie agli occhi della fenice io ho potuto capire cosa è reale e cosa non era reale. Cole Black si inizio a muovere li dentro non solo grazie ai suoi occhi, ma anche grazie al suo telefonino che ha un sacco di funzione. Io adesso sono li e sto vedendo lui muoversi avanti e indietro quel posto e lui adesso sta cercando di capire se quello che sta vedendo è reale oppure lui si sta trovando dentro a una trappola mentale che è li per ucciderlo e tutto questo a che fare con il suo passato. Grazie a un telefonino che gli ho dato io visto che il suo vecchio telefonino era del tutto distrutto, io gli ho dato uno dei miei e gli ho dato i mezzi per capire dove andare visto che lui deve fare un viaggio interdimensionale e un viaggio tra quello che sembra e quello che non lo è. Io e Cole assieme abbiamo capito che la ragazza li è dentro è vera e pure la bomba, ma noi non ancora non siamo riusciti a capire se il manicomio è vero oppure pure quello è finzione. In un mondo dove tutto è invertito devi pensare sia a quello che vedi e sia a quello che non vedi. In un mondo dove tutto ti sembra una finzione devi stare attento visto che stai per fare in azione dentro al manicomio e hai colpito un pazzo con un oggetto strano in testa e invece tu ti ritrovi in un luogo pubblico con attorno persone che ti puntano la pistola addosso e tu hai fatto fuori la persona sbagliata. Cole per trovare la ragazza in fretta usa l’ ascensore che ha trovato 

Grazie al suo telefonino lui sta trovando tracce, prove e sopratutto segni che gli indicano dove andare e sopratutto le persone che hanno cercato di scappare da li dove si sono diretti Cole Black seguendo le tracce e i segni ha trovato un posto del tutto insolito e lui non sa se è reale oppure no. Noi siamo dentro a un manicomio e poi Cole Black si trova dentro a una foresta molto fitta e con un tempio

Grazie al telefonino che Cole Black ha può fare delle foto e cosi vedere quello che non riesce a vedere con i suoi occhi

Io ho seguito Cole Black per maggior parte del suo viaggio e dopo un lungo tempo lui ha trovato la postazione del suo nemico e forse lo riesce a vedere in faccia e cosi capire una parte del suo passato

Dopo aver visto una parte del volto del suo nemico, lui decide di trovare la ragazza e andare via da li e cosi tornare alla sua vecchia vita

 

Cole Black con i suoi occhi ha visto un oggetto sotto al letto e ha deciso di usare il telefonino per fare una foto e vedere se ha realmente visto quell’ oggetto oppure no. Cole Black sembra che ha visto un braccio o qualcosa di molto brutto li sotto

Dopo aver visto quella scena cosi orrenda, lui  trovato la pistola e adesso lui può fermare i nemici pazzi che sono li dentro e stanno cercando di ucciderci e con quella scene verso uno scantinato e forse la ragazza si trova li

Una volta visto che Cole Black va li sotto, decido di seguirlo e li dentro vedo che il suo telefonino ha pure la visione termica visto che li sotto fa molto freddo

Cole brandendo la pistola va verso una stanza rossa molto arrugginita e forse la ragazza che lui deve salvare è li dentro

A quanto pare la ragazza è li dentro ma non può muoversi e non può fare nulla oppure il mostro che l’ ha messa li dentro fa esplodere la bomba

Alla fine del mio lungo viaggio con Cole Black noi potemmo vedere da una finestra qualcosa o qualcuno oppure lui stava per accadere qualcosa di brutto

 

 

Irisa Prince codifica il telefonino

defiance103-1

Irisa Prince già dalla prima volta che era arrivata qui nell’ Universing non si era mai fidata di nessuno e faceva bene visto che li ci sono ladri che usano i loro poteri per prenderti telefonini , portafogli e cose . Irisa sapeva che in ogni posto dove vai ci sono mostri , ladri , persone con i poteri che cercano di avere tutto con la forza . Irisa Prince aveva deciso di essere una informatrice nel grande mondo dell’ Universing ma aveva paura di perdere il suo telefonino , farlo capitare nelle mani di un altro Votan o di una persona che ha una grande rabbia per coloro che hanno ucciso i Votan e cosi usa il suo potere per fare una grande vendetta . Irisa allora una volta preso il telefonino , si rimise seduto li in quel bar e usa le conoscenze che aveva imparato a New York . Li aveva imparato a programmare e cosi con calma si mise a codificare il suo telefonino . Irisa lo fece per precauzione non solo contro le persone che sono qui dentro , ma anche per non far ottenere informazioni alle persone sbagliate tipo le persone che hanno distrutto Votan e la loro grande razza . Irisa sapeva se qualcuno avesse trovato il suo telefonino e avrebbe visto quella lista di noi , allora il suo nome sarebbe finito presto nella loro e lei sarebbe morta visto che ci sarebbe stata una grande caccia all’ alieno . Per farlo ci mise tre ore ma alla fine lei fece in modo che solo lei poteva capire quello che c’ era scritto li

Samsung Galaxy S6 di Irisa Prince

galaxy6_render_t04021530

Irisa Prince quando era entrata dentro l’ Universing non sapeva esattamente chi uccidere e chi non uccidere . chi aveva informazioni che le avrebbero fatto capire chi aveva dato l’ ordine di distruggere il pianeta dei Votan , ma sopratutto sterminare tutti i Votan . Irisa li dentro vedeva un sacco di gente e quindi capire chi aveva fatto una cosa del genere a lei , al suo popolo e alla sua razza sarebbe stato molto difficile visto che tutti quanti potevano essere stati . Allora Irisa andò in un bar , si mise seduta li a bere un boccale di birra e poi inizio a pensare in grande . Inizio a pensare cosa fare e cosa non fare . Ci mise pochi minuti a capire cosa diventare per sapere chi uccidere e chi non uccidere ma sopratutto chi aveva dato quell’ ordine . Prima di prendere quella scelta acquisto questo telefonino visto che era appena uscito . Una volta preso capì subito come funziona e lo trovo utile , interessante e molto comodo . Irisa Prince non mise da parte la sua missione di vendetta . Irisa Prince diventò una informatrice cioè una persona che sapeva tutto di tutto . Irisa Prince lo era divenuta per sapere di più su tutte le persone che erano li dentro l’ Universing ma anche nello spazio , nei mondi e cosi capire tutto . Irisa fece in modo che questo telefonino sarebbe divenuto il suo database pieno di informazioni , note personali e lista delle persone che forse erano collegato all’ attacco di Votan .

Aspetto dell’ Uomo Invisibile

11021243_10206179583753978_6116950572732551905_n

Nell’ Universing sono iniziate alcune rapine molto strane e particolari . Voglio dire particolari perchè è come se non fossero mai iniziate e quindi nessuno sapeva che c’ era stato un furto . Il furto si sapeva solo dopo . La prima foto a questa persona non l’ ho fatta io ma Ada Knight . Ada Knight era andata in un bar che era sulla sesta strada di New York . Mentre beveva vicino alla finestra vedeva una persona con delle bende salire li sopra ed entrare dentro una stanza . Ada era li e sentiva che i suoi passi erano lenti , calmi e lui aveva degli occhiali tipo se fosse un Dottore o qualcosa di simile . Prima di andare in avanti lui guardo se qualcuno lo aveva visto oppure no . In quel momento Ada fece scattare la sua mano destra verso il telefonino e fece le foto a quell’ uomo . Ada dopo aver fatto la foto e avergli dato una rapida occhiata capì che era l’ Uomo Invisibile cioè la persona che aveva rubato un sacco di soldi a banche e a persone . Decise di andare da sola . Si avvicino al bancone e saluto il barista e se ne andò a fare il suo lavoro . Si mosse con calma e andò li vicino alla casa dove il ladro voleva entrare .

 

Sony Xperia Z3 di Serena Rossi

Wiki-background

Serena Rossi come telefonino ha il Sony Xperia Z3 e li sopra ha un sacco di informazioni non solo su di lei ma anche sul suo passato e suoi sui poteri . Quando è arrivata nella Casa del Detective ha smesso di funzionare e non funziona fino a quando non ci metti una scheda che ti permette di agganciatati non solo alla rete telefonica che si trova qui dentro l’ Universing ma anche quelle della Terra . Zane ha lo stesso telefonino e ci messo davvero poco a capire come funziona e visto che ha lo stesso telefonino può aiutare Serena a riottenere il suo telefonino . Serena era molto brava anche in informatica e fece in modo che solo lei poteva accedere alle informazioni che stanno li sopra . Serena lo ha fatto per tenere al sicuro i suoi segreti e questi segreti possono mettere in pericolo tutti quanti . Serena prima aveva fatto toccare il telefonino a Zane e lo ha visto fare una faccia molto strana – quando hai toccato il mio telefonino hai avuto delle visioni ? . Zane non menti a Serena visto che se voleva scoprire tutto di lei voleva essere sincero – si e so chi sei ma non lo dirò a nessuno . Se tu ti sei creata questa nuova vita mi sta bene e poi non posso decidere per te se andare in avanti con questa oppure no . Zane la guardo e sapeva che gli mancava sentire le canzoni e stare in contatto con i suoi amici – lo so che a voi ragazzi manca stare sempre in collegamento con il telefonino e se mi fai fare una cosa in The District io prendo e ti porto a mettere una scheda telefonica nera per il tuo telefonino .

Serena Rossi incontra Zane Taylor

clouds-dream-fantasy-house-light-Favim.com-427749

Serena Rossi aveva 25 anni , capelli lunghi rossi e arricciolati gli piacevano cosi e li voleva cosi e pure a Zane piacevano . Serena abitava con Zane Taylor da un anno e lo aiutava non solo nelle faccende di casa ma anche nei casi . Lei era una Criminologa ed era apparsa nella Casa del Detective cosi per caso e in occasione proprio sbagliata . Zane era li a leggere la Gazzetta dell’ Universo e vide sulle scale Serena Rossi che stava correndo ma poi si fermo visto che si trovava in un luogo diverso . Si fermo – questa non è la New York University . Dove sono ? . Zane arrivo da lei , prese il suo distintivo e glielo mostro con cura e si presento con calma – io sono Zane Taylor capo di The District e lei chi è ? . Serena prese il distintivo e vide che era vero e si presento stringendo la mano a Zane – io sono Serena Rossi e sono una Criminologa . Stavo per andare alla New York University per vedere l’ esame di un mio amico e credo che essendo qui non ci posso più andare . Zane e Serena scesero insieme le scale con calma e senza cadere – mi dispiace per questa cosa ma lei deve stare qui . Questa casa è magica e in alcuni momenti porta le persone in questo mondo . Devo ancora capire perché lo fa . Forse lo fa per portare qui persone che cercano di trovare un destino oppure cercano un lavoro o per altro . Serena capiva quello che diceva Zane visto che lui diceva le cose in modo chiaro e faceva capire tutto . Serena lo interruppe un attimo e prese il suo telefonino per chiamare sua madre ma li non c’ era campo e sopratutto non ci accende – che sta succedendo al mio telefonino ? . Zane vide che il telefonino di Serena non prendeva e – vede deve mettere una scheda nera dentro al suo telefonino e cosi lei puoi chiamare tutti . Per il momento prenda il mio e poi insieme ce la mettiamo . Serena prese il telefonino di Zane e fece il numero dell’ amico – Senti non posso venire mi sento male e quindi scusami . Enrico era li dall’altro capo del telefonino – se ti senti male cerca di stare meglio ma se è una scusa allora non mi chiamare più . Già il fatto che tu non starnutisci stai bene allora è un bugia . Enrico che era il fidanzato di Serena e lui era bravissimo a capire chi dice le bugie capì che Serena ne aveva detta un altra e cosi chiuse la telefonata in faccia . Zane aveva sentito e dopo aver preso il suo telefonino dalle mani di Serena – ho sentito che tu e il tuo ragazzo avete rotto e mi dispiace . Ma forse in questo nuovo mondo ne può trovare un altro bello e carino . Ma forse e meglio se dopo lo richiama e gli dice la verità su alcune cose . Serena senti il tono di Zane e senti un po’ di dolore e sofferenza come se lui ci era passato – quindi secondo lei lo devo richiamare e dirgli i miei segreti ? . Zane era li vicino a Serena senza toccarla ma solo guardarla negli occhi – i segreti possono distruggere tutto e se ne hai troppi distruggono pure i matrimoni . Io ne ho avuti tre e per i miei segreti sono finiti male . Dipende da quando gli vuoi bene . Perché se sono segreti grandi del tipo ho dei poteri oppure sono un aliena allora per quelli ci devi pensare visto che non sai come possono reagire alcune persone . Serena era li e quando senti parole come poteri decise di far vedere il potere a Zane . Lei aveva il potere di leggere la mente e di capire chi dice bugie . Zane invece gli mostro i suoi . Zane era davanti a lei e disse a voce non molta alta – portafogli e poco dopo il portafogli di Serena Rossi era nella sua mano . Serena vide che Zane aveva i poteri – ha solo questo potere oppure ce ne ha altri . Zane era li davanti al portone di casa e stava per andare a lavoro – se lo vuole scoprire mi venga dietro . Serena vide che li non aveva niente da fare e non aveva il potere del teletrasporto e quindi andare dal suo ragazzo era impossibile e cosi decise di seguire Zane Taylor verso di The District .

 

Beatrix

199846_10150107812242477_2910477_n

Beatrice voleva farmi vedere il suo gatto nero ma lui non stava mai fermo . Si muoveva un sacco e non voleva farsi fare una foto . Beatrice aveva in mano il suo telefonino – stai fermo che ti faccio una bella foto . Beatrix si fermo dietro a Beatrice – no non mi sto ferma . Ti sto mettendo alla prova . Voglio vedere se sai resistere a questa voglia di fare la foto a me . Voglio vedere se io mi muovo tu vuoi continuare a fare la foto a me oppure dopo i cinque minuti molli . Beatrice inizio a seguire Beatrix in tutte le stanze fino a sera . Non voleva mollare Beatrice e il gatto lo vide . Vide che aveva scelta una padroncina buona e che era pronta a tutto per fare qualcosa . Beatrix vide che era sera e salto vicino a una finestra . Li si mise a vedere Beatrice e si lascio fare la foto . Beatrice la fece e poi Beatrix si lascio coccolare da Beatrice . Beatrix se ne andò in salotto a fare un riposino ma prima – brava vedo che sei una persona dura e che non molla davanti a nulla . Vedo che ho scelto bene . Se vuoi che io resto con te devi fare altre due sfide e appena mi verranno in mente te lo dirò . Ora va a dormire come andrò a fare io .

 

Selfie

MrAngry_grill

Io e Ada abbiamo visto con i nostri occhi che Eliza ha un grande rapporto con i social network cioè in poche parole ci vorrà parecchio tempo prima che sarà come le persone che escono di casa e parla con la gente senza telefonino alla mano . Io e Ada eravamo e la vedevamo fare foto e altre cose – credo che se Eliza non la smette di fare queste cose non credo che avrà una vita da vivere . Ada era d’ accordo con me – hai ragione continua di questo passo la vita scorre e lei non se nemmeno accorta perchè era troppo impegnata per fare foto o stare vicino ai social network . Andammo nel futuro e li vedemmo che c’ era la sorella di Eliza e il suo nome era Bethany . Bethany non era ossessionata dai social network ma era li a parlare con la gente in modo normale e faceva un sacco di cose che Eliza non faceva . Quando io e Ada vedemmo che Bethany era diversa di Eliza – forse se Eliza chiede aiuto alla sorella e non solo a Henry impara a uscire di più di casa e cosi essere una ragazza normale che esce di casa e fa quello che fa la gente normale . Ada come me vide che Bethany era una persona perfetta per far imparare a Eliza a uscire dal mondo dei social network .

Alina Conte

Skater_girl_by_tatareen

Alina Conte prima di scendere e fare colazione dentro quella bella cucina si era fatta con il suo telefonino una foto al piercing . Lo voleva mostrare alle sue amiche non solo dal vivo ma anche tramite foto . Per il momento non poteva mandarla ma almeno aveva una foto che lo provava che se lo era fatto . Una volta preso il telefonino se lo mise vicino all’ ombelico e si fece la foto . Si vedeva la pancia di Alina che era piatta come la voleva lei per fare meglio trick sullo skateboard . Alina se lo era fatto perchè voleva dimostrare la sua età e voleva far capire a tutti che poteva fare cose da sole e non doveva chiedere sempre a sua madre o a suo padre che dicevano solo no a tutto quello che chiedeva . Ecco la foto che Alina Conte si fece all’ ombelico e che poi nel futuro mando a tutte le sue amiche per far vedere a loro che avevano deciso di farselo pure lei .

Daniel Saintcall

MrAngry_grill

Al negozio di Serena Ricci ci eravamo arrivati . Abbiamo dovuti fare tanti giri non per colpa mia ma per colpa di alcuni ragazzini che non sapevano dove andare per allenarsi nei loro poteri e avevano deciso di farlo in strada . Alina quando vide il negozio non vedeva l’ ora di vedere Serena Ricci che era preoccupata per lei e per la morte dei suoi genitori . Prima di scendere dalla mia auto e cosi andare insieme da Serena – mi puoi spiegare perchè ci abbiamo messo tanto ad arrivare ? . Io non ero ancora uscito dall’ auto ma lo stavo per fare – vedi i ragazzini che sono nella zona non hanno posti per tenere in allenamento i loro poteri e per questo lo fanno in strada . Ho dovuto tenere gli occhi sulla strada per non andare su queste grandi buche . Una volta scesi dall’ auto entrammo tutti e due insieme dentro a SkaterWorld il negozio di Serena . Sopra al negozio c’ era una grande insegna con la scritta ” SkaterWorld ” e li sopra c’ era un ragazzo e una ragazza che fanno skate . Era bellissima e visibile ovunque . Una volta entrati vedemmo che il negozio non era molto affollato visto che Serena Ricci aveva chiuso per risolvere questo problema . Alina non corse incontro a Serena ma fu Serena a venire verso Alina ed abbracciarla forte e inizio a vedere se aveva ferite sul corpo e non nè aveva . Alina vide Serena negli dopo il lungo abbraccio – grazie per ospitarmi non ho un posto dove stare e della gente pericolosa mi vuole fare fuori o mi vuole catturare e farmi qualcosa . Serena era li ed era felice di vedere che Alina era al sicuro e tutto grazie a me gli altri . Prima di parlare con me – Alina puoi salire sopra . La tua stanza si trova nella seconda porta a sinistra . Cioè sali le scali e vai alla seconda porta . Alina prese il suo skateboard dalla mia auto e lo mise nella borsa e poi sali sopra e si mise li sul letto . Chiuse gli occhi e inizio a pensare alla sua famiglia che oramai era un vago ricordo . Io non avevo il capello il testa e lo mise sulla cassa di Serena – i Cyberman hanno ucciso i genitori di Alina Conte . Io non so chi sono o per quali motivo lo hanno fatto ma te lo giuro che lo capirò . Serena vide il mio volto – lo so che lo farai . Io invece mi occupo di Alina Conte cerco di aiutarla a superare questo momento cosi brutto . Anche se lei non ha detto niente ho capito che ha rabbia dentro di se . Ha bisogno di aiuto per gestirla oppure tutta quella rabbia nel corpo la ucciderà . Io non me stavo andando ancora – io per il momento devo fare una cosa al telefonino di Alina Conte cosi i Cyberman non possono entrare nel suo telefonino e capire dove è lei .

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: