Categorie
Cassandra Wood Giulio Londra Willard

Cassandra Wood

Cassandra Wood era una mutante che aveva il potere di leggere nella mente delle persone e il suo potere molto forte e davvero molto potente ma per questa cosa che aveva tutti la chiamavano mostro visto che per tutti era cosi . Se una persona leggeva la mente di una persona non era giusto visto che non era una cosa possibile e invece Cassandra lo aveva fatto e si era vergognata moltissimo per questa cosa che le era successo . Visto che era un mostro per tutti decise un giorno di fare una cosa che avrebbe fatto smettere di sentire le voci e cosi non essere più un mostro per tutti cioè si voleva suicidare . Decise di andare a scuola un giorno e stava andando verso il palazzo più alto che conosceva di Londra , andò fino in cima e si butto . Proprio in quel momento arrivo Giulio un suo compagno di banco e lo era stato per 9 anni ed era superamici e con il potere dell’ aria fece venire un vento che porto la ragazza nelle sue braccia . Cassandra era felice di sapere che non era sola a fare questa cosa e pensava che il potere che aveva era una maledizione invece di un dono . Giulio le fece capire che se voleva una vita normale come tutti quanti doveva cercare di controllare il suo potere e cosi leggere i pensieri delle persone quando voleva lei e non in ogni momento . Se avrebbe fatto questo forse sarebbe potuta diventare una persona che faceva parte di questa comunità e avere un lavoro normale come tutti . Ma il fatto che di telepati ce ne sono pochi nei mutanti e proprio il fatto che il loro potere e molto potente e quindi questo è il potere più difficile da controllare . Cassandra non sapeva se ce la poteva fare oppure no a fare questa cosa ma per non essere più un mostro verso gli occhi di tutti e essere una ragazzina che vuole vivere la sua vita con i poteri ma essere trattata come una persona . Ma non tutte le persone che vivono nella Londra che c’ e nell’ Universing sono tutte persone con dei poteri e proprio per questo molte persone hanno paura che uno dei loro poteri può loro fare del male visto che è una mutante . Cassandra ci provo con tutte le sue forze a fare quello che andava fatto per avere una vita normale ma non era per niente facile visto che non aveva nessuno che la poteva aiutare e nessuno le poteva spiegare le cose . Non era come gli alieni che hanno già da subito il totale controllo dei loro poteri visto che alcuni li hanno già e altri no ma Cassandra era una mutante e quindi un mostro . Giulio aveva provato di tutto ma non conosceva molti telepati visto che quelli si contano sulle dita di una mano e quindi molto difficili da trovare . Cassandra visto che tutti la considerarono come un mostro decise di cambiare il colore dei suoi capelli da neri a corvini rossi e poi inizio ad andare di città in città e fare in modo che il suo potere non entrasse in azione visto che non appena sarebbe successo se ne sarebbe dovuta andare via visto che tutti quanti l’ avrebbero data del mostro . Tutto le stava andando a rotoli , aveva perso 5 lavori e aveva perso l’ appartamento dove stava e cosi decise di fare un ultimo tentativo con un negozio di scarpe . La proprietaria di nome Aisha non era persona normale, era una mutante come Cassandra ma lei non lo sapeva ancora . Aisha aveva bisogno di una mano per il negozio visto che da sola non ce la faceva e aveva come potere quello di volare . Cassandra entro nel negozio e vide che era molto in disordine e visto che non c’ era nessuno decise di mettere a posto le scarpe . Aisha aveva visto da lontano Cassandra che era stata trattata male da molte persone e aveva bisogno di una persona per essere trattata come una persona normale e decise di entrare qui . Aisha senza farsi sentire vide che Cassandra aveva messo il negozio a nuovo e poi scese e si avvicino a Cassandra andando dietro le sue spalle – grazie tesoro per aver messo apposto il mio negozio . Cassandra era molto curiosa di sapere cosa era successo e visto che Aisha era una donna che voleva cercare di fare un legame con Cassandra – è stato un cliente e visto che stava facendo tardi ha usato la super velocità ma ha corso troppo veloce e mi ha buttato all’ aria tutto il negozio . Cassandra aveva visto che Aisha era alla cassa e stava mettendo a posto i soldi visto che non li lasciava mai sul bancone ma dentro le sue tasche e poi mise sul tavolo il tesserino con scritto Cassandra e disse – sei assunta . Cassandra era felice di sapere che era assunta e poi volle sapere – mi puoi dire come facevi a sapere che stava cercando un lavoro ? . Aisha decise di essere sincera – in verità ti ho vista per le strade chiedendo molti lavori ma tutti dicevano no visto che sei un mutante , giusto tesoro . Cassandra decise di accettare un lavoro visto che quello era il posto giusto per lei visto che aveva due cose che rendevano quel posto di lavoro perfetto cioè l’ amicizia visto che aveva una nuova amica e la seconda che la proprietaria era una mutante e quindi nessuno le poteva dire niente . Quando Cassandra era stata rapita era notte e stava chiudendo il negozio visto che Aisha si era molto fidata di Cassandra ed era come una figlia per lei . Willard vide che Cassandra era una ragazzina sola e quindi una persona che non poteva mancare a nessuno e decise di rapirla . Willard scese dalla macchina e le disse – ti posso accompagnare da una parte , ma Cassandra non accetto il passaggio e stava per andare a piedi ma Willard la prese per i capelli e la porto dentro la macchina e le mise un ago nel collo e dormi subito . Quando Aisha andò ad aprire il negozio vide che per terra c’ erano tutte le sue cose il telefonino , le chiavi del negozio e il bracciale che aveva fatto e che significava la loro amicizia . Aisha decise di chiamare The District per vedere se potevano trovarla ma visto che non aveva nessuna traccia non potevano fare niente e poi pensavano che era scappata e quindi se ne era andata nel mondo . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Dark Demone Demoni

Dana impara a combattere per aiutare Cassandra

Dana aveva visto Cassandra aiutarla in quel modo cosi coraggioso , si era messa ed era riuscita a non farsi mettere i piedi né da un demone e nemmeno dagli angeli . Dana aveva visto Cassandra e alla fine si guardo allo specchio e disse – che cazzo sto combinando ? . Cassandra è riuscita a mettersi in chiaro con gli angeli ed è riuscita a non farsi sconfiggere nemmeno dai demoni . Io invece ho fatto un casino . Aggiuntiamo la mia vita e cerchiamo di aiutare Cassandra . Dana scese e disse a Francesca – voglio lavorare nel tuo negozio come fa Cassandra . Francesca diede un tesserino a Dana e da li inizio a lavorare li alla cassa e a Dana andava bene , gli andava qualunque lavoro basta che lavorava . Mano a Mano guadagnava soldi fino ad arrivare 890 euro e alla fine si iscrisse in una di quelle palestre per imparare le arti marziali e molto alto . Uno dei vecchi amici di Dana era venuto nel negozio e disse – Puttanella voglio i miei soldi . Dana lo guardo negli occhi e disse – tu non mi fai paura , si ricordo quello che disse il suo maestro “ Se ti manca prestanza attacca con velocità e destrezza “ . L’ uomo era grosso e stava colpendo Dana con pugni e calci ma Dana li stava bloccando tutti e poi colpi il suo punto debole al collo . Dana lo aveva visto durante i suoi attacchi ma per il momento non era riuscito a colpire quel punto visto che si muoveva molto . Dana alla fine trovo il momento giusto , fece un salto e con un calcio ben assestato colpi li e lui cadde a terra e Cassandra e Francesca erano stupefate e dissero – si può sapere dove hai imparato a fare tali mosse ? . Dana alla fine decise di rispondere alla domanda fatta con tanta curiosità da loro – Ho guadagnato soldi e sono andato in una scuola dove mi insegnavano le arti marziale e ha ottenere la calma e dopo un sacco di tempo io ci sono riuscito a farlo . Cassandra disse – allora e per questo che verso le 16:30 te ne andavi e tornavi tardi e stremata e Dana disse – si , l’ ho fatto anche per fare in modo che se tu non sai ancora come utilizzare i tuoi poteri angelici e qualcuno ti vuole attaccare io ti posso proteggere . Cassandra disse a Dana – se lo hai fatto per me e per Francesca allora va bene e vedo che hai deciso di mettere la testa a posto sorellina . Dana disse – l’ ho capito quando in quel bar nonostante questo look da dura io sia stata li e non ho fatto niente contro quei demoni e tu invece hai fatto qualcosa . Non avrò i tuoi poteri ma almeno mi posso difendere con le arti marziali e grazie a questo tu o Francesca non vi dovete più preoccupare di me . Francesca chiamo la polizia e fece arrestare il tipo a terra e dopo tanto tempo che Dana si era comportata da cattiva , aveva deciso di comportarsi da brava ragazza e non mettersi più nei casini che si metteva prima . 

Categorie
Beatrice Beatrix Daniel Saintcall Demoni Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dottore Dr Alyssa Saintcall Fantasmi Tecnologie Telefonini Torturatori

Alyssa incontra Beatrice Ferrante

Mia sorella Alyssa era sempre in movimento e un giorno era andata al negozio di animali per curare qualche animali e quel giorno Beatrice e mia sorella Alyssa si incontrarono . Beatrice aveva visto che Beatrix era un po strana e non mangiava molto e cosi prese la sua bicicletta e la porto al negozio di animali . Alyssa andò li con la sua moto e arrivo li a curare gli animali ,entro e saluto Amelia baciandola sulle guance e disse – Buon Giorno Amelia e lei disse – Buon Giorno Alyssa . Alyssa aveva visitato molti animali e alla fine tocco a Beatrice e porto Beatrix con lei . Beatrice era molto preoccupata per Beatrix e si avvicino a mia sorella Alyssa con calma e disse – come sta Beatrix ? e mia sorella Alyssa mise Beatrice sul tavolo dove c’ era Beatrix e disse – sta bene , però aveva mangiato troppo e per questo non mangiava più . Beatrice vide il tesserino di mia sorella e vide che c’ era scritto Dr Alyssa Saintcall e poi lei penso lo stesso cognome di Daniel , non saranno fratello e sorella . Alyssa aveva letto il pensiero di Beatrice e disse – si Daniel è mio fratello , piacere di conoscerti Beatrice .

Beatrice la guardo e disse – Daniel non mi ha detto che aveva una sorella . So soltanto che io sono un  fantasma e lui mi ha salvato dai Torturatori . Alyssa si mise accanto a lei , le bacio la fronte e disse – Se hai bisogno di auto , puoi chiamare me oppure mio fratello Daniel . Prese il suo Samsung Galaxy S4 e le scrisse il suo numero telefonico su un foglio e prima di farla andare via le disse – se hai bisogno di aiuto per la tua gatta o sei sola a casa e hai paura di stare da sola mi puoi chiamare e poi Beatrice prendendo Beatrix e mettendola nel cestino che Angela le aveva messo sulla bici e torno a casa e Angels le dissi una volta tornata a casa – come è andata la visita medica della tua gatta . Beatrice andò in cucina e disse a sua madre Angela – è andata molto bene e li ho incontrata la sorella di Daniel , Alyssa Saintcall e lei mi ha dato un foglietto di carta e li c’ e scritto il  suo numero di telefonino e Angela disse a sua figlia Beatrice – vedi , sei andata li e per caso hai incontrata la sorella di Daniel . Cosi se sei in pericolo o se io non ci sono tu puoi chiamare lei e farti aiutare da lei . Beatrice inizio a bere un po del latte che sua madre Angela si era versata nel bicchiere e poi per gentilezza e vedeva che sua figlia aveva bisogno di bere , glielo verso a lei .

Categorie
Cortana Daniel Saintcall Dominatore di Poteri John-117 Me

Ricostruisco la I.A Cortana

John-117 era molto legato alla I.A Cortana , quando lei era morta lui fu molto disperata . Cortana aveva fatto di tutto per salvarlo e adesso se ne era andata , dentro la sua testa c’ erano ancora lei sue ultime parole cioè – Bentornato a Casa e poi era scomparsa . Visto che ora mai non poteva più essere usata lui lascio da qualche il disco dato di Cortana , io da settimana dentro la mia testa senti dei lamenti , mi stava scoppiando la testa . Alla fine misi al computer e grazie ai miei poteri cercai di trovare il segnale e capì che proveniva dallo spazio infinito nell’ anno 2557 . Mi diressi verso il T.A.R.D.I.S e utilizzai il mio telefonino per ricevere tutti i dati di Cortana , erano pochissimi che era quasi morta . Per rimetterla in sesto mi ci vollero tre giorni visto che ci dovevo mettere dati pere far scansionare pianeti , dati e moltissimi . Alla fine io inizai a parlare con Cortana e lei mi disse tutto , io le chiesi – mi puoi dire dove si trova in questo momento John-117 , mi ci volle davvero molto visto che stavo 150 mila anni luce dalla mia posizione ma con il mio T.A.R.D.I.S ci mettemmo cinque minuti . Apparvi dietro John-117, lui si giro e stava cercando di capire che nave era , quando io apri non parlai io ma inizio a parlare  Cortana – Salve John . John era davvero molto felice di rivedere Cortana e poi mi guardò e disse – tu chi sei ? . Io sono Daniel Saintcall e ti ho riportato Cortana , non voglio essere ringraziato l’ unica cosa che mi importa e che Cortana ti sia riuscita a trovare . Io dalla mia giacca tirai fuori il vecchio comunicatore di Cortana e io la misi li dentro fino all’ ultimo dato e poi io dissi a Cortana – ti ho fatto pure un upgrade adesso tu vivrai per sempre e non morirai mai e quindi non succederà come è successo prima . Cortana che era li , non sapeva cosa dire e poi mi dissi – grazie , io tornai alla mia nave e me ne andai . John-117 mi guardò e vide che sul giubbotto c’ era il tesserino del laborarrio dove lui aveva lasciato il vecchio comunicatore di Cortana e cosi lui capì come lo avevo preso . L’ ho rubato però mi serviva per fare questa cosa .