Ronny vs Sue Miller

250px-AidenRender

Ronny decise di andare da Sue Miller e parlare di tutto quello che sapeva su Marshal Knight . Ma quando andò in quel bar non la trovo li . Ronny si mise a cercare Sue Miller in tutta la città di Napoli e la trovo dentro una palestra . Li ci stava solo Sue Miller . Sue Miller era vestita con una maglietta a maniche corte e dei pantaloni da tuta neri . Il look di Sue Miller era nero , invece quello di Ronny era rosso come il fuoco visto che era pronto a colpire senza sapere nulla sulla sua avversaria . Ronny si avvicino a lei e fece finta di non sapere chi lei fosse – vuoi fare uno scontro con me ? . Sue Miller indossava gli auricolari e se li tolse per un minuto e vide Ronny . Invece di fare finta di non sapere chi lui fosse decise di andare subito al sodo – cosi il topolino ha deciso di farsi vedere e finirla di nascondersi sopra il tetto di un palazzo . Ronny aveva capito cosa voleva dire Sue Miller – quando te ne sei accorta ? . Sue Miller si tolse gli auricolari e li mise nelle sue tasche – me ne sono accorta quando eri dietro a un angolo di strada . Io ero li vicino a una bancarella con Marshal Knight . Ci siamo fermati li vicino a uno specchio e abbiamo visto per pochi minuto il riflesso di una persona . Ecco come ti abbiamo visto . Pensi che io ti abbia fatto venire qui inutilmente . Qui ci sarà uno scontro tra noi due chi vince lascia stare per sempre Ada Knight e chi perde può fare tutto quello che vuole . Ronny fece un piccolo sorriso per dire “ ho vinto io “ . Ma poi Sue Miller fece una cosa che Ronny non si aspettava cioè diede un calcio voltante a girare contro il sacco molto forte e quello cadde a terra con un foro , tutta la sabbia inizio a girare e Ronny penso che non aveva più la vittoria in tasca . Ronny e Sue si misero una davanti all’ altro . Inizio Ronny e cerco di dare un pugno in faccia a Sue ma lei lo parò e fu lei a dare un pugno molto forte a Ronny . Ronny si fermo un attimo e cerco di bloccare Sue con un calcio al petto ma lei uso le sue belle gambe e molto allenate per bloccare il colpo . Ronny provava a muovere la gamba ma non pote fare nulla e Sue con la mano aperta fece tanto male a Ronny . Ronny aveva una gamba messa male e un braccio rotto . Ronny fece comparire un suo clone per avvantaggiarsi ma pure il clone era ridotto male . Sue vide il clone ridotto male e capì che non doveva colpire per forza Ronny e per fargli del male . Allora Sue inizio a correre e poi fece un salto e diede un forte calcio allo stomaco di Ronny . Con quel colpo il clone scomparve nel nulla e Ronny senti il colpo e cadde a terra svenuto . Sue lo rialzo da terra e lo guardo con una faccia molto seria – ora tu prova solo a fare del male ad Ada Knight e io ti uccido seduta stante . Sono stata chiara . Ronny con un filo di voce – cristallina . Ronny svenne a terra e nessuno sapeva se si sarebbe ripreso . Comunque adesso l’ obbiettivo di Ronny non era più Ada Knight ma era Sue Miller . Ronny non la voleva solo uccidere ma anche romperle ogni costola del corpo .

Ada Knight

Eva-Vittoria-crossing-lines-35431967-233-350Ada Knight era li con me sul tetto di un palazzo che dava proprio sul vicolo che era vicino all abitazione di Kay . Ada vide che sua madre era li e pensava di aver seminato quel demone . Ada la vide felice come non mai perchè era riuscita a seminare il demone ma poi Ada vide che davanti a quel vicolo apparve una barriera di fiamme nere e poi un portale nero . Da quel portale arrivo il demone e con un gesto della sua mano blocco l’ uscita di quel vicolo . Ada vide che sua madre era in pericolo e aveva molto paura . Ada vide il volto di sua madre che era ripieno di paura e lei stava per andare li e salvare sua madre . Io avevo chiuso gli occhi prima e avevo visto che il suo angelo sarebbe intervenuto . Mi misi davanti ad Ada Knight – aspetta tra poco arriva il suo angelo . L’ ho visto . Per favore non andare . Ada era li pronta a scattare e a strappare il cuore al demone ma poi apparve Serafina con i mano i suoi Sai ed era pronta a uccidere il demone . Ada si fermo e vide la scena insieme a me – avevi ragione è venuta adesso vediamo se ce la fa da sola oppure no . Io guardai con Ada Knight la scena e mentre guardava la scena teneva la mano stretta in modo molto forte . Ada voleva andare li e intervenire ma io glielo impedito perchè lei doveva rispettare le leggi del tempo e se fosse andata lei a salvare sua madre avrebbe dato inizio a nuovi eventi e se poi toccava se stessa avrebbe dato inizio a paradosso .

 

 

Dana Moretti dice il suo segreto a Melissa

Swiss-Fine-Line-minimalist-workspace-with-ocean-views-600x338-540x304

Dana Moretti dopo aver preso un pò di tempo per se andò nell’ ufficio di Melissa Mcarthur e le disse il suo segreto . Melissa si chiedeva come mai lei era viva e se gli aveva detto che era morta dentro le Torri Gemelle . Dana si mise seduta su una poltrona e fece un respiro lungo e cosi si inizio a calmare . Dana era nervosa come non mai visto che non sapeva come l’ avrebbe presa Melissa ma Dana era pronta a correre il rischio e cosi lo disse subito – io sono un angelo . Melissa si alzo dalla sedia – ecco adesso si spiega perchè sei viva e vegeta nonostante il tuo corpo sia morto e distrutto dentro quel posto orribile e pieni di memorie molto brutte . Dana si alzo dalla poltrona e fece vedere le sue belle e grandi ali . Melissa era li ferma che le vedeva come se fossero la cosa più bella in assoluto – le posso toccare . Dana non si fece nessun problema a farsi toccare le ali da Melissa visto che lei aveva un tocco delicato e dolce  . Una volta vicino alle ali le inizio a toccare e videro che erano belle , pieni di luci e bellissime come non mai . Dana vide gli occhi di Melissa e dicevano ” le vorrei avere tanto pure io ” . Melissa le fece sparire – ti leggo dentro e pure tu vorresti delle ali come queste ma non puoi . Solo gli angeli possono averle . Ma un giorno ti porto a volare con me . Un giorno andiamo sul tetto e noi voliamo insieme e cosi potremo vedere insieme l’ Universing dall’ alto . Melissa era felice di avere Dana come amica non solo per il fatto che era sua amica ma anche perchè lei era un angelo .

 

 

 

 

Assassin’s Creed Rogue

Shay è un ex assassino e quindi lui sa tutto dei suoi nemici . Lui ha deciso di uccidere tutti gli Assassini . Per farlo lui usa una nuova arma . Lui è molto bravo e la può usare su tutto . L’ arma che vi parlo sono le frecce berseker . Io visto che sono un Assassino dovevo vedere questa cosa di persona . Se un assassino si è unito agli Assassini allora doveva morire visto che si è messo contro le persone che noi abbiamo giurato di uccidere .Io e Ada andammo a vedere cosa succedeva . Vedemmo Shay su un tetto e usava un fucile e stava sparando contro una guardia . Andando in avanti uso le sue frecce Berseker contro gli orsi , contro gli Assassini . Shay visto che un tempo era un Assassino conosci tutti i trucchi dei suoi fratelli . Adesso Shay considera loro nemici e non più alleati o amici .

Anarchia – La notte del giudizio

Leo Barnes ha salvato cinque persone durante uno dei numerosi assalti che si stanno svolgendo in questa folle notte in cui ogni crimine e possibile . Lui sta facendo l’ eroe e questa cosa non va bene alle persone che hanno questa notte dove si possono uccidere persone e fare tutto quello che vuoi e senza essere arrestato per niente al mondo . Lui ha una borsa piena di armi e decide di abbandonare le persone che ha salvato per andare a svolgere la sua missione persone . Leo vuole prendere un auto e cercare la persona che ha ucciso il suo unico figlio . Prima di andarci da delle pistole a queste persone e li lascia li al loro destino . Leo Barnes all’ inizio se ne va ma poi una ragazza gli da un motivo per continuare a dar loro protezione . Leo vuole una macchina e questa ragazza dice che ha un amica che è fuori città e che dopo che li ha portati in un luogo sicuro lui può prendere l’ auto e andare via da li con l’ auto . Io e Ada per vedere questa scena ci siamo teletrasporti sul tetto e abbiamo visto questa scena . Lui ha voluto fare l’ eroe e quindi dovevamo vedere se lui ci sarebbe riuscito a fare quello che voleva oppure sarebbe morto provandoci .

Mei Cheng ferma il suicidio di Katrine Chandler

 

Mei Cheng aveva scatenato questa invasione di Zombie per far soffrire tutto il mondo e anche il padre di Katrine cioè David Chandler . David per fermare questa pazza aveva cercato di attivare gli armamenti che aveva messo da parte se un giorno Mei Cheng avesse fatto iniziare una cosa del genere . Mei Cheng aveva deciso che tutta la famiglia Chandler doveva soffrire per aver fermato il suo piano ma lo doveva fare lei con le sue mani . C’ era una cosa che Katrine non sapeva ed era che Mei Cheng aveva preso il padre di Katrine e poi lo aveva mandato contro degli zombie per non fargli attivare quelle misure di sicurezza . Mei Cheng aveva un sacco di telecamere e tra le quali vide Katrine Chandler sul tetto di un palazzo e portava con se uno sguardo spento come se non ci fosse più nulla da fare per salvare . Mei Cheng decise che era arrivato il momento di far soffrire ancora di più Katrine Chandler dentro al cuore e nell’ anima . Andò sul tetto e prese il suo elicottero che era pure con un buon pilota e disse una volta salito – portami vicino a Katrine Chandler . Una volta arrivata alla quota giusta , Mei apri lo sportello dell’ aero per vedere Katrine davanti gli occhi e cosi dirle la verità – Tu pensi che il fatto che tuo padre sia morto sia un incidente . Come sai tuo padre era molto bravo in molte cose ed è morto cosi . L’ ho gettato io contro quegli zombie ed morto mentre lo vedevo e sai che ho fatto ho riso quando e successo . Il fuoco che era dentro al corpo di Katrine Chandler si riaccese e decise di far soffrire Mei Cheng non appena sarebbe arrivato il suo momento visto che adesso doveva salvare i suoi amici dentro quell’ inferno . Mentre tornava alla base tutti si chiedevano come mai Mei Cheng abbia fatto tornare il fuoco della speranza dentro il corpo di Katrine Chandler . Alla fine i suoi uomini chiesero al loro capo di quella mossa che ai loro occhi era stupida – Voi non dovete pensare , dovete fare quello che dico io e se non vi sta bene come faccio le cose vi mandò li fuori e vi faccio uccidere dagli Zombie . Alla fine tutti non dissero più niente visto che avevano paura ad andare li fuori con tutti quegli zombie . Nessuno decise di toccare più quell’ argomento visto che se facevano di nuovo quella domanda era in gioco la loro vita e sarebbero divenuti degli Zombie come quelli che stavano dentro Storm City . Dentro quell’ inferno tutti volevano stare al sicuro e sopratutto le persone che si erano rifugiate dentro all attico del loro capo per vedere come il mondo soffriva dentro questa invasione di Zombie . Mei Cheng era inebriata nel vedere la gente soffrire , le faceva piacere vedere la gente urlare dal terrore e vederle mentre si trasformavano in zombie . Ogni volta che vedeva una cosa del genere beveva un po’ di champagne ma gli altri invece non resistevano a vedere quelle scene piene di orrore . Tutti appena vedevano una cosa del genere vomitavano ma invece Mei Cheng non vomitava , anzi ci prendeva gusto nel vedere quelle scene . Per lei era come vedere uno show televisione e ogni volta era sempre più bello vederlo visto che non era una cosa registrata ma una cosa dal vivo . Mei Cheng voleva vedere questa spettacolo ovunque e c’ era solo una persona che poteva fermare e sarebbe a dire Katrine Chandler . Mei Cheng non voleva che Katrine Chandler si suicidava ma fosse lei a ucciderla mentre teneva il suo cuore ancora caldo tra le mani e poi ucciderla con un bel coltello . Secondo Mei Cheng la persona che poteva fermare tutto doveva morire per mano sua come il resto della sua famiglia . Anche quello era opera di Mei Cheng e in che modo aveva mandato dei soldati feriti e gli zombie dopo aver preso il loro sangue iniziarono a cercare altro sangue e furono condotti a casa dei Chandler . Mei aveva scoperto che gli Zombi una volta sentito del sangue avevano olfatto incredibili e potevano capire dove ci potevano essere altre persone da prendere sotto il loro dominio .

 

Faccio foto su James Gordon in azione e fotografo Oswald Cobblepot

Tenevo sempre il mio pc acceso per vedere cosa succedeva e cosi sapere dove dovevo andare e la mia strada fu decisa e dovetti andare con Ada nell’ universo di Gotham visto che sapevo di due cose . James Gordon stava inseguendo un uomo per i tetti di questa città sporca e piena di criminali . Era pronto con la pistola a fermare il suo uomo che era davanti a lui , adesso vi faccio vedere le sue foto in azione . Se vede la macchina da presa e per fare in modo da fotografarlo dal davanti e se invece vedete una persona che gli da il suo giubbotto be quella e una persona che sta con me e l’ ha preso per aiutarlo e non fargli scappare il criminale .

Oswald Cobblepot un futuro nemico di Batman e di James Gordon e uno degli Osservatori per la precisione Ottobre . Ottobre sapeva che io con Ada ero sul tetto di un palazzo e venne verso di me e si avvicino a me e mi disse – Daniel se vuoi fotografare Il Pinguino in questo universo prima che diventi tale va in questo indirizzo . Ottobre diede ad Ada l’ indirizzo che era scritto su un foglio e poi andammo a vedere lui che girava per Gotham City mentre leggeva una notizia molto importante sul giornale e poi lo vedemmo andare via con un taxi .

 

L’ Ombra scopre tutto sulla persona misteriosa

L’ Ombra era sicura di poter scoprire chi era il membro che non aveva ancora scoperto l’ identità ma aveva bisogno di tempo visto che per il momento le ragazze fino a quando nessuno faceva cose avventate erano al sicuro . Prima di andarsene dall’ ufficio della preside dove era entrato prima disse a loro – Prima di fare questo piano dobbiamo scoprire chi è il nostro ultimo nemico se non sappiamo il suo volto e non sappiamo chi è cosa non possiamo fare il piano visto che non sappiamo niente su di lui noi potremmo anche attaccare una persona sbagliata e il piano va a farsi friggere . Alessandra vide che quello che diceva L’ Ombra era giusto se non scovavamo il membro che attraversare le pareti tutto poteva andare male visto che quello era il secondo obbiettivo e quello che poteva avvisare il capo che erano stati scoperti . Daphne per loro era un grande dono visto che poteva prendere le ragazze e portale fuori dall’ edificio in cinque minuti grazie al suo potere e noi eravamo rimasti a mani vuote . L’ Ombra vide che la Guerriera Oscura stava venendo con lui , si giro una volta che si era fermato e puntando il suo sguardo verso di lei – vuoi qualcosa ? . La Guerriera Oscura era pronta ad aiutare e voleva farlo subito e non dopo , non ce la faceva a stare ferma mentre tutto era in moto e visto che era pronto a farlo disse all’ Ombra – ti voglio aiutare ho il potere di leggere la mente e poi se mi dici tutto quello che sai visto che tu sai il nome del terzo membro lo sai ma non l’ hai voluto dire . Hai i tuoi segreti ma adesso mi dici il nome e io ti aiuto a vedere più luoghi e cosi noi possiamo sapere di più su questa persona . L’ Ombra sapeva che la Guerriera Oscura era una persona in gamba e per questo decise di portarsela dietro e disse – il suo nome è Daphne Strange ha provato pure con me a farmi rapire queste ragazze ma io ho detto no e quando l’ ho saputo ho provato di tutto per capire come mai di questi rapimenti ma non ho scoperto molto . La Guerriera Oscura voleva sapere tutto su questo collegamento e si mise davanti al suo nuovo alleato – tu mi dici tutto su questa storia oppure non ti mollo fino a quando non me lo dici . Per l’ Ombra era arrivato il momento di dirlo – mi ha contattato via un telefonino che non poteva essere rintracciato e mi ha detto “ Ombra tu puoi rapire un sacco di cose , che ne dici di rapire dei bambini “ . Quando mi ha detto quello mi si è quasi fermato il cuore e io le ho detto “ no visto che non rapisco ragazzi ma solo cose che per me hanno un valore “ . Dopo aver discusso di tale questione andarono al Distretto 18 e vicino al negozio dove c’ erano tutte le ragazze molto bella e carina e che era entrata dentro il negozio . L’ Ombra aveva sentito parlare di lei ma non l’ aveva mai vista in volto e decise di leggere la mente della ragazza . Questa cosa era pericolosa visto che se era stata manipolata poteva essere una cosa molto brutta e inizio a leggere tutto . Per non essere scoperti erano sopra un palazzo dove la visibilità era buona e si poteva vedere la ragazza senza alcun problema . L’ Ombra ci mise un po’ ma lesse tutto quello che c’ era nella mente della ragazza e poi prese la mano della Guerriera Oscura e se andarono da quel tetto prima che qualcuno li potesse vedere . Una volta ritornati a scuola e senza farsi vedere da nessuno andarono nell’ ufficio della preside visto che aveva scoperto tutto e anche una cosa che li poteva aiutare cioè che se facevano tornare la mente della ragazza normale lei poteva essere utilizzata per i nostri scopi . 

Valentina Richardson scopre il Flusso

Valentina Richardson sapeva tutto sulla disciplina sportiva Parkour ma una cosa non sapeva cioè che questa disciplina sportiva aveva una abilità unica e davvero molto bella e che se la imparava a utilizzare , a capirla nella sua interezza poteva andare nella città , trovare un nuovo modo di vedere la città con occhi nuovi . Il Flusso ti permette di andare in tutti i posti in cinque minuti , ti permette di andare dal punto A al punto B in una distanza minore . Questa non l’ ho potuta dire a Valentina Richardson perché proprio quando gli stava per spiegare questa cosa ha chiamato la sua amica e non mi ha ascoltato , visto che io oggi doveva imparare cosa è il Flusso a Rebecca Russo e non sapevo quanto ci avrei messo e cosi chiamai una vecchia amica cioè Faith Connors . Con la mia mano sinistra premo sull’ auricolare ed alta voce dico Faith Connors – Faith ci sei ? . Faith era su un tetto di u n palazzo a vedere quello spettacolo dall’ alto , quando senti la mia voce , con un tono calmo – Ciao Daniel in che modo ti posso aiutare ? . Faith sapeva che quando io la chiamava doveva essere successo qualcosa e andò subito al punto , visto che lei era molto diretta nelle questione , un modo per non perdere il tempo e cosi avendo il tempo poteva ancora ammirare in tutto il suo splendore la città visto dal palazzo più alto . Io sapevo che Faith era li – lo so che adesso non hai consegne e non ti voglio far perdere troppo tempo . Ma ho bisogno che mi aiuti con una mia amica che forse oggi impara il Flusso la stessa abilità oculare che hai tu e quindi mi sono chiesto se la puoi aiutare a capire cosa è il Flusso e come funziona . Faith visto che era mia amica mi chiese in modo molto cortese – non lo puoi fare tu ? . Lo potevo fare pure io ma lo oggi aveva una mattinata piena visto che lo doveva spiegare a Kratos , Pandora , Aqua – Senti lo so che vuoi il tuo tempo prima della prossima consegna ma io lo devo spiegare a Kratos , Pandora e Aqua e quindi lo puoi fare .

Alla fine Faith decise di accettare e sbuffando – lo faccio ma ricorda la prossima volta mi devi tu qualcosa e quando te lo chiedo non voglio sentire storie e non voglio sentirmi no . Valentina si era vestita in modo normale senza una tuta e lei con quei vestiti era normale e sopratutto era molto più leggera e si arrampico sulla Casa del Detective e poi inizio a saltare sui vari tetti e poi vide un cornicione tutto rosso e lo vide grazie alla sua vista . Valentina pensò “ Sto Impazzendo , non ci sono altre possibilità “ , cerco di capire cosa stava succedendo e non lo capiva proprio e dopo pochi minuti dietro le spalle di Valentina arrivo la mia amica Faith e disse – vedi il cornicione di un tetto tutto rosso e ti chiedi che se stai impazzendo oppure no . Valentina dopo essersi girata verso di lei e vide che la ragazza che era davanti a lei era molto più informata sull’ argomento e le chiese – sto impazzendo oppure no ? .

Faith capì che Valentina non aveva capito cosa era e alla fine glielo disse con un tono calmo – Io sono Faith e Daniel Saintcall mi ha detto ti trovati e di spiegarti questa abilità nota come il flusso . Valentina non capiva cosa era il flusso e cosi andando vicino a Faith e cosi da avere spiegazioni su Flusso – mi puoi dire cosa è questo flusso ? . Faith sapeva che la ragazzina aveva bisogno del suo aiuto e cosi decise di dire a lei tutto sul flusso – Il Flusso è una abilità oculare che ti aiuta a vedere un percorso e tutte le varie cose su cui ti puoi arrampicare per esempio per cornicione li . Faith voleva dare una spiegazione fisica a Valentina e cosi prese la rincorsa e arrivo dall’ altra parte del tetto . Valentina decise di seguire il flusso e arrivo vicino a Faith , solo un po’ più in avanti ma ci arrivo e ce la fece . Valentina pose la mano a Faith , penso visto che era mia amica poteva essere anche amica sua – Io sono Valentina piacere di conoscerti Faith . 

Rebecca Russo scopre il Flusso

Tutti i Runner hanno una abilità molto particolare e davvero molto utile per la loro disciplina sportiva e questa abilità si chiama il Flusso . Il Flusso non è una abilità normale come tutti , nel senso che questa abilità e come una abilità particolare . Il Flusso è una abilità oculare che tutti i Runner ce l’ha e serve a far vedere agli altri il loro percorso , la loro strada . Il Flusso è sia una abilità oculare e sia una forza che permette a tutti che fanno Parkour ti trovare il percorso giusto che si trova sulla loro strada . Rebecca Russo il giorno dopo andò a fare il Parkour per ricordare tutto quello che io gli avevo insegnato io , un modo per ricordarsi tutti i movimenti e tutte le mosse che aveva fatto . Chi ha il Flusso nei suoi occhi sa chi c’è l’ ha e chi non c’ e l’ha il flusso nei suoi occhi e cosi vedere il mondo o l’ universo con occhi nuovi e cosi avere una nuova visione . Molte persone ce l’ hanno per esempio io , la mia amica Faith Connors e adesso oggi lo impara Rebecca Russo che ieri ha imparato il Parkour da me . Rebecca Russo si arrampico su un tetto , poi su un ‘ altro e dopo quando era su un tetto e vide tutta la parte del cornicione di colore rosso . Io avevo seguito Rebecca Russo perché sapevo che prima o poi avrebbe ottenuto questa abilità oculare , mi misi dietro a lei e vicino a lei – vedi il cornicione di colore rosso . Rebecca mi vide accanto a lei e poi senti quello che avevo detto con molta attenzione e con uno sguardo serio – si , vedo il cornicione tutto rosso . Rebecca che era vestita con una tuta rosa e aveva i capelli raccolti in una coda di cavallo e mentre camminava avanti e indietro visto che pensava che era impazzita , io che ero vestito con una maglietta nera a mezze maniche , la parte di sotto di una tuta e mentre le stava parlando di molte cose che non centravano niente con il suo caso e per farla calmare misi le mie mani sulla sue spalle – fermati non sei impazzita . Questa che hai ottenuto è una abilità del Parkour che si chiama il Flusso , ti ho seguita perché sapevo che l’avresti ottenuta in un momento qualsiasi della giornata e quindi adesso sono per dirti come funziona . Rebecca Russo prima era arrabbiata che io l’ avevo inseguita ma quando seppe il motivo si calmo e disse – voglio sapere tutto su questo Flusso .

Io visto che ero la decisi di dirlo a Rebecca Russo – Il Flusso non è una abilità normale che può essere disattiva o attivata quando vuoi tu . Appare quando stai facendo Parkour e ti indica con un colore rosso tutte le cose a cui ti puoi appendere e tutto . Rebecca era molto svelta a capire le cose e me lo fece capire dicendo – quindi questa abilità mi permette di farmi seguire un persona e mi indica il modo in cui ci posso andare . Io ho sempre visto che Rebecca era in gamba e con quello parole me lo fece capire che aveva capito subito il Flusso cosa era e per cosa poteva essere . 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: