Categorie
Alex Chendler David Chandler Governo Katrine Chandler Storm City Zombie

Alex Chandler capisce che suo padre ha un segreto

 

Tutte le famiglie hanno dei grandi segreti e non ce li dicono per tenerci al sicuro dalle loro conseguenze visto che più sono grandi e più portano dolore . Questo segreto che David Chandler si portava dentro era uno di quei segreti molto pericolosi visto che non sapeva quando ma la sua vecchia nemica avrebbe fatto la sua mossa . Mei Cheng era una pazza a una prima vista ma con calma capivi che non era pazza , era solo una donna con un piano cioè uccidere tutta la ragazza umana ed essere considerata da tutti gli zombie la loro regina . Alex aveva già capito da un po’ che suo padre nascondeva qualcosa di grosso e di pericoloso . Alex aveva visto che non gli era stato permesso di leggere informazioni sugli Zombie . David non voleva che lui andasse a vedere il film Zombieland , che era un semplice film fantastico ma lui non voleva basta . Alex da quel giorno capì che suo padre aveva un segreto e riguardava gli Zombie . Il giorno in cui non pote andare a vedere il film Zombieland si mise a creare uno schema segreto in camera sua e tutto riguardava non solo suo padre ma anche sua madre e tutto quello che c’ era sugli Zombie . Ogni volta che un membro della sua famiglia entrava nella sua stanza lo nascondeva visto che non voleva essere scoperto da suo padre David e sua madre Morgana . Non voleva che loro capissero che era vicino alla verità che loro da anni cercavano di non dire . Ogni volta che Alex e non solo lui ma anche altri membri della sua famiglia parlavano di Zombie . Il volto dei loro genitori diventava buoi come se avessero paura e che da un momento all’ altro sentivano quel rumore fatto dagli Zombie che era impresso nella loro mente . Lo schema di Alex era diventato grande visto che aveva capito che se i suoi genitori non potevano parlare di questa cosa con loro significava che nel passato avevano fatto parte del Governo o avevano lavorato per loro a un grande progetto segreto sugli Zombie . Alex aveva capito che doveva essere cosi visto che lo aveva capito dalla loro faccia che un attimo prima era immersa da una grande luce adesso era piena di oscurità come se il loro segreto fosse davvero molto prezioso tanto da uccidere un sacco di gente . David non sapeva cosa faceva suo figlio Alex nella sua stanza visto che aveva provato a prendere lo schema segreto di suo figlio ma non lo trovo più li dentro . Alex sapeva che il padre non ero uno sciocco e prima o poi avrebbe capito che suo figlio era bravo quasi quanto lui a capire quando uno stava mentendo oppure no . Alex aveva decise di nascondere il suo schema dentro un luogo che sapeva solo lui e prima di entrarci voleva vedere se era solo oppure era seguito da suo padre oppure da uno dei suoi fratelli o una sua sorella . Alex capiva che prima di dire qualcosa a loro ci doveva capire prima lui qualcosa . Prima di dire al lupo a lupo voleva essere sicuro di quello che diceva . Il posto in cui era entrato era la vecchia torre dell’ orologio che non era stata più usata e decise di usarla come suo covo segreto . Alex aveva messo li il suo schema e alla fine capì quello che doveva fare anche se era molto pericoloso per lui visto che stava per entrare dentro il database del Governo e se non fosse stato attento avrebbe potuto subire un grande danno e andare in prigione e poi vedere i suoi genitori tristi e tutto era stata colpa loro visto che non avevano voluto dire la verità sul loro lavoro al Governo . Alex Chandler per scoprire quello che stavano nascondendo i suoi genitori avrebbe fatto di tutto e ora mai aveva deciso di entrare nel database del Governo e scoprire tutto su un progetto che anni aveva detto di fare cioè Operazione Occhio Rosso .

 

Categorie
Ada Knight Arkham Knight Barbara Gordon Batman Batman Arkham Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto James Gordon

Esploro Batman: Arkham Knight

Un uomo con armatura tutta nera e un po rossa sta mettendo in caos la città . Tutti si chiedono ma chi è questo mostro che ha messo sotto il suo piede metallico pure Batman . Nessuno sa chi è questo uomo con questa armatura ma questo nemico da come si può vedere da queste immagini e molto potente .

Pure il Capitano James Gordon ha dei problemi per capire chi e questo terribile nemico e cosi chiede aiuto al suo amico Batman usando il simbolo sul suo Dipartimento .

Batman anche se adesso ha un costume tutto fatto di tecnologia e non come il suo vecchio costume viene messo a terra da quest’uomo tutto mascherato e sembra essere molto forte .

Oracle si è rifugiata dentro una Torre dell’ Orologio e dall’ altra parte del logo c’e Batman che parla con lei . Non ho ben capito di cosa parlavano visto che una conversazione privata tra loro due .

Tra le varie cose che Batman ha potenziato e la sua Batman adesso e molto aerodinamica e molto più resistente visto che come si vede nel trailer viene colpita un bazooka e non si fa niente .

Dopo lungo cercare a vuoto lo trova su un posto e lo si vede fermo sotto questa pioggia che non si ferma mai . Ma la pioggia e non solo del cielo ma anche del nostro amico metallico visto che dopo aver trovato Batman gli inizia a sparare .

 

Categorie
Alice Alice Miller Katrine Chandler Kora The Watcher Universing Universo

Katrine Chandler chiede aiuto ad Alice Miller e The Watcher per riprendere la sua roba

 

Dopo che se ne era scappata dal rifugio dove era andata ad abitare anche dopo che aveva preso quell’ aspetto da ragazzina di 16 ferita alla guancia destra e con dei vestiti molto brutti e tagliati in alcune parti . Katrine sapeva che prima di andare li aveva bisogno di due cose due un aiuto contro gli zombie e poi le serviva un supporto tecnico visto che li dentro per sopravvivere aveva bisogno di un sacco di occhi . Li dentro i nemici sarebbero arrivati un sacco e solo grazie all’aiuto di Alice e The Watcher , Katrine poteva avere una possibilità per prendere la sua roba e sopratutto la sua arma . Katrine aveva dovuto abbandonare la sua arma dentro la stanza della terza figlia visto che era troppo pesante e per un ragazzina di 16 anni riuscire a prendere un arma del genere non era una cosa molto geniale visto che con quel peso e avere degli Zombie alle calcagna non era una grande mossa . Katrine la mise sotto il letto della figlia visto gli Zombie sono scemi e non avrebbero guardato sotto al letto e solo un pazzo ci sarebbe andato . Katrine lo era un po’ pazza e pure Alice ma aveva visto cosa sapeva fare con il potere del fuoco e quindi grazie a lei e al suo poter del fuoco ce la poteva pure fare . Katrine andò verso Alice mentre stava parlando con The Watcher visto che gli aveva detto degli zombie e stavano dove c’ era il rifugio di Katrine . Alice fece venire Katrine nella conversazione tra lei e The Watcher e inizio a parlare Alice – allora ho saputo che dove c’ e il tuo rifugio ci sono un sacco di zombie . Katrine aveva ascoltato bene e decise di chiedere una cosa a loro due e anche se era una pazzia – sentite ho bisogno del vostro aiuto per andare li per riprendere la mia roba . Alice sapeva che andare li era una pazzia ma non per una persona che ha il potere del fuoco e del fumo e che sopratutto accanto a lei c’ e la famosa Katrine Chandler l’ Ammazza Zombie e si rivolse verso Katrine – Quando andiamo a fare questa cosa . Katrine ci voleva andare domani visto che prima voleva dormire un po’ visto che poco dopo svenne a terra ma fu prese da Alice . Alice porto Katrine dentro al suo letto visto che si poteva vedere che era molto stanza e che se ci andava cosi non sarebbe sopravvissuta per niente al mondo e se c’ era bisogno di aiuto nel prendere il suo equipaggiamento . Secondo il piano fatto da Alice era questo ed era diviso in due parti e la secondo era molto pericolosa visto che riguardava Katrine . Katrine doveva andare da sola dentro la casa e prendere il suo equipaggiamento ma da quando aveva visto The Watcher grazie alle telecamera sul posto dentro la casa c’erano un sacco di Zombie . Dentro la borsa che aveva nascosta vicino alla sua arma c’ erano il suo telefonino e tutte le cose che aveva preso nelle case abbandonate . Katrine anche se non era incosciente era felice di andare li a riprendersi la sua roba . Katrine doveva dormire e si vedeva da un po’ di giorni che non chiudeva occhi ma non puoi smettere di dormire . Se non dormi potresti avere illusioni ottiche e cosi sbagliare e per il piano di Alice che era per domani sera Katrine doveva essere sveglia e cosi saper distinguere il sonno dalla realtà . Se sarebbe andata quando vedeva cose che non erano vere tutto sarebbe andato male e l’ unica cosa che sarebbe venuto la sarebbe la morte di Katrine Chandler .

 

Categorie
Alice Alice Miller Jenna Jenna Milton Karma Katrine Chandler

Alice comprende il collegamento karmiko

 

Dopo aver parlato con Katrine decise di fare un po’ di allenamento dentro la sua stanza speciale che l’ aveva creata The Watcher . La stanza poteva essere regolata anche un sacco di calore e cosi la mise alla stessa quantità di calore che si sentiva dentro la Montagna del Fuoco . Alcune persone avrebbero mollato dopo i primi cinque minuti dentro quella stanza ma non Alice . Una volta entrata inizio con 14 addominali e li fece senza alcun problema visto che lei il fuoco che c’ era dentro quella stanza era come se non lo sentisse per niente al mondo . Dopo aver finito le 14 addominali inizio a fare le 17 flessioni e poi rendere questi due esercizi più difficili fece che mentre faceva questi due esercizi tra le mani aveva il suo bastone di ferro . Alice si chiedeva cosa c’ era dentro il simbolo visto che voleva saperlo a tutti i costi visto che era una cosa che le interessava davvero molto . Da quello che aveva sentito parlare Katrine la sua curiosità non era diminuita ma era aumentata e non vedeva l’ ora di scoprirlo . Gli esercizi che doveva fare erano molti visto che faceva pure esercizi di ginnastica artistica visto che quelli avrebbero aumentato la sua capacità di fare salti , capriole e acrobazie varie . Il primo esercizio che fece fu la trave e fece esercizi uno meglio dell’ altro e non cadde nemmeno una volta visto che prima aveva iniziati a farli con la sua maglietta nera e poi se l’ era tolta e aveva iniziato a farli solo con il reggiseno sulla parte superiore del corpo . Alice dopo aver finito i suoi esercizi e una volta finito aveva tutto il corpo sudato e cosi si fece un’ altra doccia calda . Una volta fatta la doccia e mettersi qualcosa di pulito li in camera sua il simbolo karmiko entro in azione e porto Alice dentro questa sua dimensione dopo c’ era il simbolo sopra di lei . Alice era al centro e poteva vedere che quello che aveva fatto era stato messo nella parte bianca che tutti sapevano che rappresentava la luce e dall’ altra parte c’ era l’ oscurità . Il Karma si mise a parlare con Alice – Salve Alice ti stai chiedendo chi sono e perché sei qui . Adesso te lo dico . Alice non vedeva l’ora di sapere come mai era li e cosi aspetto – io sono il Karma ho visto che tu potresti essere una nuova eroina e per guidarti verso il bene ti ho messo il mio simbolo ma anche per farti capire come prendere decisione malvagie oppure no . Quando dovrai prendere una decisione tu entrerai in questa dimensione che si unirà a quella normale in cui stai e dipende da te cosa vuoi fare e oppure no . Prima che io ti rimanda indietro tu per il momento sei un Protettore , questo e il primo rango per essere un eroe e non appena tu dovrai passare a un altro rango te lo dirò qui . Alice non capiva e chiese – come mi hai portato in questo luogo ? . Una mia amica mi ha detto che questo è un collegamento karmiko ma non mi ha detto molto . Il Karma decise di rispondere alla domanda fatta da Alice – Questo spazio nero che vedi attorno a te ti permette se non lo combatti di farti vedere tutte le tue azioni passate e presenti . Ma come ti ho detto anche un collegamento tra due mondi per farti vedere che succede se prendi la decisione giusta oppure quella sbagliata . Alice aveva capito e dopo poco torno nel suo rifugio nella Torre dell’ Orologio che era molto bello e prima di farla tornare a casa sua le disse – hai scelto bene il rifugio per questa tua missione .

 

Categorie
Alice Alice Miller Foto The Watcher

Aspetto della Torre dell’ Orologio dopo l’ intervento di The Watcher

The Watcher non era bravo solo con l’ informatica ma anche con il riparare gli oggetti e infatti ci riusci a riparare le cose dentro questa torre . Dovevate vedere la torre prima del suo arrivo era stata saccheggiata e distrutte alcune cose . Ma se c’ era una persona che poteva fare un miracolo nel trasformare la vecchia torre dell’ orologio in un rifugio adatto ad Alice quello era The Watcher . Come potete vedere dalla foto che Alice ha fatto dopo che The Watcher gli ha dato il Nokia Lumia 1020 e con quella fece questa magnifica foto del restauro della torre . Alice quando la vide fu meravigliata e disse a The Watcher – grazie per tutto quello che hai fatto per me . Adesso però mi devi fare un favore mi devi procurare degli oggetti . The Watcher sapeva che era una delle cosa che sapeva fare Alice era fare armi e cucire – Vorrei che tu mi portassi dentro il mio rifugio un martello e tutto quello che serve per fare un martello di ferro e poi mi serve della lana nera per fare un costume di pelle nero aderente al mio corpo .

p206099-620x350

Dopo aver abbracciato Alice andò a prendere le cose dal suo mercante di fiducia cioè Kora che era una donna di 27 anni capelli neri lunghi e molto carina e se le davi soldi lei ti dava tutto quello che volevi . The Watcher pagò un pò di soldi ma riusci a mettere dentro il rifugio di Alice tutto quello che le serviva . Dentro il nokia lumia 1020 che gli aveva dato c’era tutto quello che c’ era nel suo vecchio telefonino .

 

Categorie
Alice Miller Jenna Milton New York The District The Watcher

Alice Miller va alla Torre dell’ Orologio

Alice sapeva che dentro la città vecchia di New York che era dentro l’ Universing c’ era una vecchia torre dell’ orologio che faceva paura a molte persone . Nessuno si avvicinava li visto che tutti sapevano cosa era successo li . Li era successo una cosa che nessuno dovrebbe sapere ma Alice lo scopri il giorno in cui andò li . Le persone che erano morte li dentro erano morte per suicidio e nessuno seppe il motivo di tale gesto . Per questo motivo nessuno ci sarebbe dovuto andare li e se qualcuno lo faceva non ci stava bene con la testa . Alice se ne fregava se era un luogo proibito oppure no le serviva un luogo dove operare le sue missione senza essere scoperta da nessuno . In qualunque mondo tu vada ci sono agenti di polizia ma le persone di cui parlo sono diversi e sarebbe a dire agenti corrotti . Agenti di Polizia che lavarono per il male visto che secondo loro si prendono più soldi lavorando per il male che lavorare per il bene e ottenere pochi soldi . Alice lo sapeva e cosi aveva deciso che le serviva un luogo molto oscuro e sicuro a cui nessuno si sarebbe avvicinato . Alice aveva paura che quegli agenti di polizia potevano distruggere prove o documenti e cosi fare in modo che se prima c’ era caso aperto ma adesso secondo la loro giustizia il caso era chiuso per sempre . Alice non sapeva molto di questa versione della città e non si portava sua sorella minore Jenna con lei . Anche se Alice era nata da un’ altra famiglia e aveva un altro nome e sarebbe a dire Miller riteneva Jenna sempre sua sorella minore anche se erano sorellastre . Alice era andata con The Watcher dentro un bar e lei teneva la testa coperta per non far vedere il suo volto . Si misero a sedere verso la fine del bar e The Watcher chiese ad Alice dopo aver bevuto una birra – dove lo vorresti questo rifugio che hai mente . Alice ci penso un attimo e poi dopo aver bevuto il suo martini liscio – lo vorrei in un posto isolato e oscuro . Un luogo molto alto dove io posso vedere tutta la città dall’ alto come se fosse ai miei piedi . Un luogo oscuro e proibito . The Watcher sapeva già cosa voleva dire Alice e aveva capito dalla descrizione che non era un luogo normale ma la vecchia torre dell’ orologio dedicata a New York ma per colpa di quei suicidi nessuno ci entro più . The Watcher dopo aver ordinato un Martini liscio come lo aveva fatto Alice – Ho capito cosa vuoi fare ? . Alice guardo negli occhi The Watcher e vide che lui aveva quegli occhi neri molto accesi e sempre pronti a capire tutto quello che vede – cosa vorrei fare secondo te . The Watcher fini di bere il suo Martini liscio e guardo negli occhi Alice che stava guardando i suoi bei occhi neri – vuoi trasformare la vecchia torre dell’ orologio nel tuo rifugio . Alice era pronta ad andare a vederla visto che voleva capire se era fattibile oppure no questa cosa . The Watcher si alzo dopo aver tolto la gamba destra sopra la gamba sinistra e poi andò con Alice a vedere questa cosa – vengo pure io visto che dopo mi chiederai se io posso fare delle modifiche dopo oppure no . Alice insieme a The Watcher andò nella zona vecchia della città e con calma vide la vecchia torre dove nessuno ci entrava da molto . Una volta entrata Alice dal portone principale vide un uomo a terra e vide che solo teschio e ossa visto che era li da molto tempo . Nessuno si era preoccupato di togliere i corpi da li visto che secondo loro tutto questo avrebbe dovuto mettere paura a tutti . Alice visto che era un agente di The District non si metteva nessuna paura visto che aveva visto persone morte con ferite da superpoteri e quindi un suicidio non gli faceva nessuna paura . The Watcher era fuori con un quaderno in mano visto che stava scrivendo che era fattibile trasformare la vecchia torre dell’ orologio in un rifugio per Alice . Alice capì che quelle persone erano morte per suicidio e nessuno aveva capito il perché . Alice una volta esplorato il posto sapeva già quello che voleva fare Alice cioè fare in modo che il posto fosse un posto dove lei ci poteva abitare e sopratutto un rifugio dove vivere . The Watcher voleva fare che il primo piano era con gli scheletri per dare quel senso di paura e sopra fare tutto quello che serve per rendere il posto abitabile per Alice . 

Categorie
Alessandra Neri Amelia Strong Daphne Strange Dottoressa Amelia Neri Guerriera Oscura L' Ombra Roberto Auditore Serena Rafferty

L’ Ombra cattura Daphne Strange

Dopo che L’ Ombra aveva detto a loro del suo folle piano cioè quello di aiutare Daphne Strange la donna che aveva rapito queste ragazze . Ma Daphne non lo voleva fare veramente perché era stata manipolata visto che se uno gli andava vicino lo poteva vedere osservando i suoi occhi che da neri erano divenuti viola . Amelia Strong lo aveva fatto perché aveva sentito parlare di lei e per lei era una persona debole e quindi una persona molto facile da manipolare con o senza questa cosa che gli aveva fatto la sua cosiddetta amica . L’ Ombra dopo aver parlato stava vedendo che la Guerriera Oscura stava venendo con lui per aiutarla ma lui si fermo con la mano davanti e le disse con un tono calmo e davvero molto serio – Tu non puoi venire con me , questa volta devo operare da solo . Non ti posso coinvolgere in un rapimento e quindi tu stai qui e mi aspetti nell’ ufficio della preside . La Guerriera Oscura tolse la mano dell’ Ombra e poi le disse mentre stava camminando vicino a lui visto che l’ Ombra stava andando a prendere il suo equipaggiamento nella Torre dell’ Orologio . L’ Ombra la stava guardando La Guerriera Oscura che era vicino a lui e poi si fermo di-nuovo e cerco di non alzare troppo la voce visto che era una sua alleata e non voleva attirare l’ attenzione su di loro – Senti non puoi venire con me perché la persona che sto per prendere attraversa le pareti e quindi io devo andare da solo e devo concentrarmi alla grande per sentire i rumori che fa , dove va , cosa fa e sopratutto devo stare attento a tirare frecce in modo preciso per prenderla e poi portarla qui . La Guerriera Oscura alla fine capì che doveva lasciare operare L’ Ombra . Una volta finito di parlare con la sua nuova alleata se ne entro nella Torre dell’ Orologio e ed entro nel suo nascondiglio segreto che sapevo solo lui come entrare . Una volta entrato lasciando alle spalle La Guerriera Oscura e prese la sua faretra con le 29 frecce che si era fatta fare da Fiona e poi aveva preso il bastone nero . Una volta preso tutto se ne andò nel Distretto 18 passando dalle fogne e poi se ne andò vicino al negozio e aspetto che Daphne se ne andasse da li . Ci mise davvero un bel po’ di tempo ad andarsene dal negozio visto che stavano per discutere che un ‘ altra ragazza doveva essere rapita . Una volta aspettato Daphne se ne stava andando nel suo alloggio per la precisione il numero sette che era nell’ ultimo piano dell’ albergo e il suo albergo sulla settimana strada e da li ci voleva un po’ di tempo ad andarci . Daphne si inizio a fermare in un vicolo che era vicino alle fogne e quindi grazie a questo poteva essere un modo per andarsene più veloce da li una volta stesa la ragazza . L’ Ombra scese dal tetto del palazzo ed entro nel suo ambiente cioè l’ oscurità e poi con estrema calma e senza fare nessun rumore diede un colpo non molto forte dietro la testa di Daphne ed era svenuta e poi se ne andò da li passando per le fogne . Una volta tornato nel suo nascondiglio poso tutto il suo equipaggiamento e poi porto la donna dentro l’ infermeria . Mise Daphne su un letto e poi prese dell stock e inizio a leggere in modo che lei non muovesse le mani e le sue gambe . Daphne era legate al letto e grazie all’ aiuto della Dottoressa Amelia Neri era sedata visto che prima dell’ arrivo dell’ Ombra aveva avvisato la sua amica di tutto questo e per questo aveva deciso di aiutare non solo perché era giusto ma perché era la loro unica possibilità di salvare quelle ragazze che era prigioniere e solo loro potevano salvarle . La Dottoressa Amelia Neri voleva aiutare L’ Ombra in tutti i modi e cosi si avvicino a lui e le disse con un tono davvero calmo – ti posso aiutare ? . L’ Ombra sapeva che quello che stava per fare era molto pericoloso e quindi mentre era dentro la sua mente la donna si poteva agitare e fare un sacco di cose molte brutte e poi le disse – si mi puoi aiutare chiamando Alessandra Neri e La Guerriera Oscura solo possono aiutarmi . Visto che quando inizio quello che sto per fare la ragazza si potrebbe svegliare e dare di matto e quindi loro due devono bloccare la donna fino a quando non finisce quello che sto per fare che è dentro la sua mente . Amelia decise di fare come aveva detto quella persona e mentre la guardava vide un tatuaggio sulla mano destra cioè un teschio . Amelia fece quello che aveva detto lui visto che aveva capito chi era ma non lo disse visto che non né era sicura e alla fine decise di aiutarlo più di prima visto che stava facendo una cosa molto buona cioè salvare delle ragazze . 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto New York Spiderman The Amazing Spiderman

Aggiornamento The Amazing Spiderman 2 – Green Goblin uccide quasi Spiderman

Avevo avuto un aggiornamento nell’ universo di The Amazing Spiderman 2 e sopra la Gazzetta dell’Universo c’era scritto che il Green Goblin era arrivato e tra loro era iniziato uno scontro ed era andata a finire dentro una torre dell’ orologio e da a poco Green Goblin stava per uccidere Spiderman visto che lo teneva tra le sue mani e Spiderman stava provando a liberarsi dalla sua morsa che era stretta . Io sapendo la notizia andai li dove c’ era questa scena e mi portai appresso Ada Knight ma non solo per fare la foto ma anche per dare un sostegno al nostro grande eroe per non farlo soccombere contro il Green Goblin . Non appena uscimmo dal T.A.R.D.I.S iniziammo a dire ad alta voce – Spiderman , Spiderman . Io feci la foto in cui c’ era lo scontro tra Green Goblin e Spiderman e poi iniziammo ad urlare per cercare di distrarre il nemico .

Alla fine Spiderman si libera dalla morsa di Green Goblin e poi noi ce ne andammo prima che lui ci potesse vedere , dovevamo dargli una mano e noi lo abbiamo fatto visto che Spiderman per New York era la luce della speranza e non potevamo perdere la speranza visto che nel futuro a New York verranno un sacco di pericoli molto più potenti di quelli che sta per affrontare in questa avventura .

 

Categorie
Alessandra Neri Guerriera Oscura Pistolera Oscura Roberto Auditore Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri incontrano L’ Ombra

La Torre dell’ Orologio era stata costruita per far capire a tutti gli studenti quando era ora di andare in un altra classe e cosi iniziare un’ altra lezione . Era stata la preside a farla mettere ma non Alessandra Neri ma la prima preside che aveva fatto lei stessa questa scuola con le sue mani . Si era messa e aveva la scuola si internamente e sia esternamente lo aveva fatto lei e tra le varie parti della scuola aveva fatto anche una Torre dell’ Orologio visto che c’ erano molti studenti e tutti dovevano ascoltare la fece con molto gusto . La Torre dell’Orologio era una cosa bellissima e se ti mettevi li sopra potevi vedere un grandissimo spettacolo cioè vedere tutta la scuola da li sopra . L’ Ombra aveva scelto quel posto visto che era il luogo molto utile per nascondersi e sopratutto se volevi incontrare qualcuno in segreto era il luogo perfetto . Alessandra lo aveva capito perché L’ Ombra voleva incontrare li sopra Serena Rafferty . Aveva pensato due cose una era una opzione bella cioè il fatto che voleva incontrare li sopra per parlare delle sparizione delle ragazzine rapite oppure voleva rapire Serena Rafferty prenderla per i capelli e farla diventare una schiava . Alessandra Neri non importava cosa voleva fare L’ Ombra , se solo avesse fatto qualcosa di male a Serena avrebbe incontrato la grande furia della Pistolera Nera . Contro quella furia quasi nessuno era sopravvissuto visto che quando è arrabbiata non perde le sue grandi capacità e riesce a uccidere un uomo con un colpo solo dritto in fronte anche è arrabbiata . La sera arrivo molto lentamente e Serena era in camera sua vestita in modo normale visto che aveva avuto tutto il tempo di stare un po’ in camera sua e fare i compiti per le lezioni che aveva avuto quel giorno . Serena verso le 17 di sera ricevette la visita della sua preside che chiuse la porta della camera da letto di Serena per non far sentire alle altre cosa aveva da dire . Una volta arrivata la preside si era un attimo tolto il costume da Pistolera Nera e poi più tardi lo avrebbe rimesso per accompagnare Serena a questo incontro . Alessandra aveva preso una cosa dal suo potente equipaggiamento una pistola nera che era piccola ma una buona pistola che l’ aveva aiutata nelle sue missioni più pericolose . Serena vide che la sua eroina Alessandra aveva questa pistola in mano e poi la diede in mano a lei e le disse prima di farle fare qualcosa – Allora ti io do questa pistola ma la devi utilizzare solo se li sopra se in grande difficoltà e solo se mi vedi in pericolo . Serena capiva cosa significava avere una pistola in mano era una grande responsabilità e anche molto grande visto che era un pezzo di storia e sopratutto era una delle armi più care della Pistolera Nera . Serena avrebbe utilizzato questa pistola solo per difesa oppure Alessandra se la sarebbe riprese visto che se veniva utilizzata per fare del male poteva fare una cosa molto brutta al suo possessore cioè ti succhiava il sangue che hai dentro il corpo e ti fa morire in modo molto lento . Era arrivate le 22 e tutte e due erano pronte ad ascoltare quello che diceva L’ Ombra visto che era pronto a fare tutto per farsi aiutare dalla Guerriera Oscura . Una volta arrivate li sulla Torre dell’ Orologio videro L’ Ombra che era li ferma ad aspettare il loro e poi vide che erano arrivate . L’ Ombra si giro di scatto e disse a tutte e due – adesso che ci siamo tutti possiamo discutere del caso , con quelle parole si era rivolto sia alla Guerriera Oscura e sia alla sua preside che sapeva grazie al suo potere di leggere la mente era la sua preside che era la Pistolera Oscura . Una volta che erano salite sul tetto con loro decisero di fare questo di farsi aiutare da lui visto che non aveva nessuna arma e poi disse – Sentite noi vogliamo la stessa cosa salvare queste tre ragazzine ma non ce la faccio da solo e per questo uniamo le forze e salviamole . Alla fine decisero di farlo visto che in due non ce l’ avrebbero mai fatta visto che forse dentro quel negozio c’ erano molti nemici . Una volta detto questo L’ Ombra non vedeva l’ ora di lavorare con loro e disse – Domani pomeriggio verso le 16 ci incontriamo nell’ ufficio della preside e discutiamo come procedere per il salvataggio . Tutti e tre erano d’ accordi con tale cosa visto che nessuno dei tre avevano impegni . 

Categorie
Alessandra Neri Bright Falls Guerriera Oscura Pistolera Oscura Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri parlano dell’ incontro con l’ Ombra

Serena Rafferty non sapeva chi era L’ Ombra non né aveva mai sentito parlare visto che non c’ erano voci sul suo conto e per questo andarci da solo era una missione suicida . Serena non sapeva se andarci oppure no visto che quell’ invito poteva essere un tranello un modo per smascherare La Guerriera Oscura e poi farla diventare una schiava come le altre ragazze rapite . Meno male che pensarci avevano un intera giornata ma una persona non era d’ accordo sul fatto che lei ci doveva andare da sola li sopra . Quella persona era Alessandra Neri che aveva un certo senso molto particolare e in molte occasioni questo sesto senso le ha salvato il culo molte volte e per queste decise di seguire quella vocina dentro di se che diceva “ Serena Rafferty è una tua studentessa e adesso una tua aiutante e forse una tua futura Pistolera Nera , poteva tramandare la generazione e cosi far essere a lei il suo idolo e non puoi farla andare da sola “ . Alessandra aveva ascoltato la vocina che era dentro di se e decise di fare questo per salvare la vita di Serena visto che andando li da sola sulla torre dell’ orologio poteva essere una missione suicida e morire e per questo la responsabilità cadeva sulla preside Alessandra Neri . Alessandra fece sedere Serena sulla poltrona non aveva paura ma aveva un po’ di indecisione . Una volta seduta e messe le gambe accavalcate e per farla calmare la preside le fece bere un tè che era davvero molto buono e la fece calmare con calma . Una volta che la calma aveva preso il sopravvento sulle altre emozioni poterono parlare di questo incontro e a parlare per prima fu la preside visto che era grande e sopratutto la ragazza che era seduta sull’ altra poltrona era una sua responsabilità – Serena non ti posso mandare da sola li sopra e per questo che domani verrò con te sulla Torre dell’ Orologio e incontriamo insieme questa persona . Serena aveva ascoltato le parole della sua amata preside mentre stringeva in modo non molto forte le mani di Alessandra . Una volta pensato a cosa dire visto che aveva molti pensieri e non sapeva cosa sarebbe potuto succedere domani li sopra ma adesso aveva una persona che non le avrebbe fatto correre pericoli e non era una persona di cui non si fidava anzi era una persona di fiducia per lei e avrebbe affidata la sua stessa vita nelle sue mani visto che la preside era la nota “ Pistolera Nera “ . Serena Rafferty sapeva che se si sarebbe fidata della sua eroina tutto sarebbe andato bene e per ringraziarla le disse – sono felice di sapere che domani nell’ incontro con questa persona ci sarà qualcuno che mi guardi le spalle . Alessandra era felice di conoscere una persona che anche se era una cheerlader e spesso loro se ne fregano della gente questo non l’ha fermata e aveva fatto questa cosa cioè essere la sua eroina soltanto con un nome diverso ma non importa il nome importa quello che tramandi attraverso questo simbolo che stai portando . Alessandra Neri le accarezzo i capelli che erano soffici e molto lisci e poi le dissi per farla sentire meglio con se stessa e cosi farle dei sogni belli – io per te ci sarò sempre dopotutto noi siamo amiche e alleate e lo saremo sempre . Domani ci sarò li a vegliare su di te visto che tu sei una mia studentessa ma anche una persona cara a me e sopratutto una persona con un grande cuore . Serena dopo aver sentito che ci sarebbe andato con Alessandra li sopra perché non sapeva chi avrebbe incontrato li sopra e non sapeva se era un amico che la voleva aiutare oppure un nemico per prenderla per i capelli e trascinarla dentro al Distretto 18 mentre lei cercava in tutti i modi di non farsi portare li dentro .