Categorie
Elizabeth Storm Erica Storm Katrina Storm

Elizabeth Storm

 

Elizabeth Storm è una donna molto bella con i capelli marroni chiari e si trova a New York non come normale agente di polizia ma come Capitano . Elizabeth è una di 29 anni e non ha famiglia ma ha una cugina di cui si occupa e cerca di tenerla fuori dai guai ma non ci riesce molto visto che lei vuole fare la Writer a tutti i costi . Anche se il nome e Erica Storm quando va per le strade perde quel nome e utilizza il nome di Katrina Storm . Tutti la chiamano in questo mondo e il suo nome è conosciuto da molti e da altri e molto temuta visto che non si è fatta chiamare Katrina per caso . Ma perché sa combattere molto bene e chi si mette contro di lei e come mettersi come un urgano . Elizabeth si preoccupa davvero molto di Erica e un giorno le fece perdere quasi tutta la sua reputazione e cosi alcuni la chiamarono Toy di Merda . Quando successe una cosa del genere Erica che era ammanetta sputo in faccia di Elizabeth . Elizabeth la guardo storto e decide di chiedere a sua sorella – perché ti hanno chiamato in quel modo ? . Erica decise di dire a sua cugina il motivo di quel nome – per colpa tua ho perso la mia reputazione . L’ ho perso e quando l’ ho persa adesso devo stare molto attenta per colpa tua visto che la prossima volta me lo scriveranno sulla maglietta . Grazie cugina per questo . Elizabeth decise di togliere le manette a sua cugina e poi mentre cercava di farla scendere in un posto dove non poteva essere vista scendere da una macchina della polizia . Erica scese e se ne andò nel suo rifugio dove poteva essere al sicuro ma li trovo il suo più grande nemico che era li per scrivere Toy sulla sua maglietta rosa che portava . Kira era li con i suoi uomini che presero da dietro per i capelli e alcuni la tenevano a terra e poi Kira le tolse la giacca e poi scrisse sul suo petto Toy e poi una bella croce sulla maglietta per indicare lei . Kira prima di andarsene decise di dare un bel ricordo a Katrina e le diede un pugno nello stomaco e poi un bel pugno sull’ occhio destro . Erica decise di andare da sua sorella maggiore per farsi confortare da lei in questa brutta situazione . Una volta arrivata Elizabeth la fece venire nel suo ufficio e già da li vide qualcosa di strano , qualcosa che non aveva mai visto in sua sorella . Elizabeth decise di farle aprire la giacca di sua sorella e vide che c’era scritto Toy sulla sua maglietta rosa e dietro c’ era una croce . Elizabeth decise di abbracciare sua cugina per rassicurarla e per farle capire che adesso andava tutto bene . Erica decise di prendere la maglietta rosa e di buttarla quando usciva da li visto che non voleva una maglietta che le ricordasse questo . Ma poi incontro Trane che le fece capire che non doveva gettarla che anche se era considerata cosi poteva andare in avanti e riprendersi la sua vita da Writer . Cosi decise di rimettersi la maglietta di dosso e cerco di riprendere la sua vita da Writer facendo Murales e cercando di sconfiggere Kira la persona che l’ ha fatta diventare una Toy . Elizabeth dalla finestra vide che sua cugina aveva ripreso il suo coraggio e adesso poteva stare tranquilla , ma era sempre preoccupata per sua sorella visto che poteva morire da un momento all’ altro ma fino a quando non succedeva poteva stare tranquilla per sua cugina visto che dopo questo avvenimento brutto era tutto passato . Elizabeth Storm era una grande capo e se facevi le cose bene era come una sorella e ti aiutava ma se non facevi le cose bene era come una faina che ti veniva addosso e tu non potevi scappare da lei e dalla sua grande furia . Elizabeth Storm ci credeva alle persone con dei superpoteri e ai supereroi visto che aveva visto lo scontro tra queste persone e i Chitauri . Ma aveva visto anche molto altro e una tra questi casi c’ entrava sua cugina , ma non lei ad avere i poteri ma era la sua nemica Kira visto che grazie al potere delle macchine aveva scoperto che lei stava tornando nel suo rifugio e quello era il momento migliore per attaccarla .

 

 

 

Categorie
Adalind CCK Murales Tina Toy Trane

Trane dice a Tina di trovare un rifugio

Anche se Tina aveva un negozio e secondo lei era un rifugio ma non lo era per niente visto che se più persone ci andavano non sarebbe potuto stato più un luogo sicuro e quindi Tina sarebbe stata in pericolo . Trane dopo aver fatto il murales che era bellissimo e chi lo vedeva decise di non cancellarlo visto che era una cosa bella e visto che adesso quello era un messaggio di avvertimento di Micheal Sun . Trane aveva un rifugio nella vecchia zona di New York in cui c’ era una vecchia scuola abbandonata molto simile al rifugio che aveva dentro New Radius ma per colpa dei CCK è stato raso al suolo . Dentro quel rifugio si senti a casa come se non l’ avesse mai lasciata , certo li non c’ era più sua nonna ma era come stare a casa visto che li era al sicuro da tutti i suoi nemici . Trane torno da Tina che aveva visto dietro il muro di un palazzo nuovo e da li dietro aveva visto come combatteva Trane e le sembro bellissimo e doveva impararlo se voleva sopravvivere per la strada visto che era molto pericolosa la vita della strada . Una volta tornato Tina andò con Trane verso la zona vecchia della città di New York e gli fece vedere il suo rifugio segreto ma prima di andarci aveva visto che non era seguito da nessuno e che nessun Writer era entrato nel suo territorio . Una volta visto dappertutto Trane fece vedere la scuola abbandonata che era molto grande e teneva un grande spazio e molti muri dove fare Murales non solo dentro ma anche fuori . Trane la fece entrare nel suo modo segreto visto che per entrarci ci si doveva arrampicare da una cosa che si trovava nella zona di basket . Una volta entrati Tina vide che c’ erano dei Murales bellissimi visto che questo luogo era stato pure di alcune leggende e per questo non li aveva cancellati se no avrebbe perso la sua reputazione e non sarebbe stato più ritenuto come una leggenda ma solo come un inutile toy di merda . Tina con Trane arrivo nel posto dove ci stava molto spazio e poi prese due sedie molto comode e ne diede una a Tina che si mise sulla sedia con calma – siediti che adesso ti devo parlare di una cosa molto importante non solo per te ma anche per la tua sicurezza. Tina voleva ascoltare Trane visto che in questo mondo che gli era apparso davanti ai suoi bellissimi occhi blu come il mare – devi trovarti un rifugio , un luogo sicuro dove potrai stare tranquilla quando un tuo nemico ti sta seguendo . Tina mise le sue gambe una sopra l’ altra e ascolto e decise di dire a Trane – ma io c’ e l’ho un rifugio cioè il mio negozio . Trane sapeva che il suo negozio non era il posto più sicuro per lei e decise di dirlo in modo chiaro e senza nessun giro di parole visto che aveva paura per Tina e se moriva era colpa sua – il tuo negozio non è molto sicuro visto che se molto persone vengono nel tuo negozio e non hanno buone intenzioni tu non puoi fare niente visto che non puoi scappare da nessuna parte ma se hai un luogo come questo tu sarai al sicuro e io alla fine se io vedo che sono troppo posso scappare e nascondermi e prenderli alla sorpresa . Quindi te lo dico in modo chiaro trova un rifugio questo è il prossimo passo per diventare una vera Writer . Tina decise di trovarlo un rifugio dove poteva al sicuro e nelle vari parti della città di New York avrebbe avuto solo l’ imbarazzo della scelta del rifugio sicuro per se . Dentro il suo rifugio Trane aveva tutto quello che gli serviva visto che non stava sempre qua dentro ma sulla strada a trovare cose utili per lui e per chi entrava nel suo caldo rifugio visto che aveva riparato il riscaldamento per non stare sempre al freddo .