Categorie
Alessandra Neri Bright Falls Guerriera Oscura Pistolera Oscura Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri parlano dell’ incontro con l’ Ombra

Serena Rafferty non sapeva chi era L’ Ombra non né aveva mai sentito parlare visto che non c’ erano voci sul suo conto e per questo andarci da solo era una missione suicida . Serena non sapeva se andarci oppure no visto che quell’ invito poteva essere un tranello un modo per smascherare La Guerriera Oscura e poi farla diventare una schiava come le altre ragazze rapite . Meno male che pensarci avevano un intera giornata ma una persona non era d’ accordo sul fatto che lei ci doveva andare da sola li sopra . Quella persona era Alessandra Neri che aveva un certo senso molto particolare e in molte occasioni questo sesto senso le ha salvato il culo molte volte e per queste decise di seguire quella vocina dentro di se che diceva “ Serena Rafferty è una tua studentessa e adesso una tua aiutante e forse una tua futura Pistolera Nera , poteva tramandare la generazione e cosi far essere a lei il suo idolo e non puoi farla andare da sola “ . Alessandra aveva ascoltato la vocina che era dentro di se e decise di fare questo per salvare la vita di Serena visto che andando li da sola sulla torre dell’ orologio poteva essere una missione suicida e morire e per questo la responsabilità cadeva sulla preside Alessandra Neri . Alessandra fece sedere Serena sulla poltrona non aveva paura ma aveva un po’ di indecisione . Una volta seduta e messe le gambe accavalcate e per farla calmare la preside le fece bere un tè che era davvero molto buono e la fece calmare con calma . Una volta che la calma aveva preso il sopravvento sulle altre emozioni poterono parlare di questo incontro e a parlare per prima fu la preside visto che era grande e sopratutto la ragazza che era seduta sull’ altra poltrona era una sua responsabilità – Serena non ti posso mandare da sola li sopra e per questo che domani verrò con te sulla Torre dell’ Orologio e incontriamo insieme questa persona . Serena aveva ascoltato le parole della sua amata preside mentre stringeva in modo non molto forte le mani di Alessandra . Una volta pensato a cosa dire visto che aveva molti pensieri e non sapeva cosa sarebbe potuto succedere domani li sopra ma adesso aveva una persona che non le avrebbe fatto correre pericoli e non era una persona di cui non si fidava anzi era una persona di fiducia per lei e avrebbe affidata la sua stessa vita nelle sue mani visto che la preside era la nota “ Pistolera Nera “ . Serena Rafferty sapeva che se si sarebbe fidata della sua eroina tutto sarebbe andato bene e per ringraziarla le disse – sono felice di sapere che domani nell’ incontro con questa persona ci sarà qualcuno che mi guardi le spalle . Alessandra era felice di conoscere una persona che anche se era una cheerlader e spesso loro se ne fregano della gente questo non l’ha fermata e aveva fatto questa cosa cioè essere la sua eroina soltanto con un nome diverso ma non importa il nome importa quello che tramandi attraverso questo simbolo che stai portando . Alessandra Neri le accarezzo i capelli che erano soffici e molto lisci e poi le dissi per farla sentire meglio con se stessa e cosi farle dei sogni belli – io per te ci sarò sempre dopotutto noi siamo amiche e alleate e lo saremo sempre . Domani ci sarò li a vegliare su di te visto che tu sei una mia studentessa ma anche una persona cara a me e sopratutto una persona con un grande cuore . Serena dopo aver sentito che ci sarebbe andato con Alessandra li sopra perché non sapeva chi avrebbe incontrato li sopra e non sapeva se era un amico che la voleva aiutare oppure un nemico per prenderla per i capelli e trascinarla dentro al Distretto 18 mentre lei cercava in tutti i modi di non farsi portare li dentro . 

Categorie
Alessandra Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Federica Arcieri Gabriella Roccaforte Lazarus Hawking Roberto Auditore Serena Rafferty Sussurro

Sussurro ci racconta tutto

Sussurro prima di venire da noi aveva visto che Lazarus Hawking che era stato steso dal suo amico Roberto Auditore .Una volta visto che Lazarus era caduto a terra dal pugno forte ma non troppo forte del suo amico . Roberto lo aveva messo a terra in modo molto calmo e senza fargli sbattere la testa contro il pavimento della mensa ma non lo fece perché Roberto era come me cioè una persona molto buona e che era pronta a onorare la memoria della sua amica morta . Sussurro alla fine decise di andare nell’ ufficio della Preside Alessandra Neri e di dire tutto quello che le era successo . Sussurro adesso ci poteva andare con calma nell’ufficio della preside e cercare me visto che in quell’ occasione ero l’ unico che potevo aiutarlo visto che aveva saputo che io avevo aiutato Gabriella Roccaforte non né aveva sentito parlare ma lo aveva visto di persona non solo il mio salvataggio ma anche quello di mia sorella nel bagno delle ragazze e quindi se nell’ ufficio della preside avrebbe trovato non solo me , la preside ma anche mia sorella Alyssa avrebbe fatto il grande colpo . Sussurro arrivo all’ ufficio della preside e busso alla porta con calma e senza fare troppo casino e Sussurro entro con il permesso della preside che voleva vedere chi era visto che li c’ eravamo ancora noi che dovevamo proteggere Federica Arcieri . Quando Federica vide Sussurro si abbracciarono come vecchie amiche e alla fine capì grazie al suo potere che era lei quella che aveva detto tutto alla polizia . Prima era arrabbiata ma dopo poco si calmo visto che adesso avevano un problema molto più grande . Alyssa fece calmare Sussurro che era agitata e le fece fare dei respiri molto lunghi e alla fine si calmo e disse – adesso raccontaci tutto con calma . Se non ci dici tutto non possiamo aiutarti . Sussurro si mise comoda e mise la sedia dritto non solo verso la preside ma anche verso di noi e ci disse – Io ho visto tutto quello che hanno fatto nell’ omicidio di Serena Rafferty e ho fatto il palo con Federica ma lo faceva molto più lontano e nessuno sapeva che io ero la ma solo alcune cheerlader . Una volta saputo che le cheerlader erano state messe in carcere sono andata da Lazarus Hawking per farmi aiutare da lui ma Lazarus non mi ha aiutato e pochi minuti fa ha cercato di uccidermi ma grazie a Roberto Auditore che ha battuto Lazarus Hawking e l’ ha portato in infermeria e mi ha dato tutto il tempo per arrivare qui e darmi il tempo di raccontarvi tutto quello che è successo e anche di altre cose che le cheerlader hanno fatto . Se non è troppo tardi vorrei diventare buona e ed essere trattata come un testimone oculare e cosi io posso uscire da questa storia . Alessandra e non solo lei ma anche noi vedemmo una ragazza che aveva avuto un grande coraggio e avevamo deciso di aiutarla in questo dura scelta che aveva deciso di fare e la nostra prossima mossa era quella di chiamare Dana Sherman e Ronny Watson e se riuscivamo a far testimoniare anche Roberto Auditore potevamo mettere in carcere non solo le cheerlader ma anche il nostro più acerrimo nemico cioè Lazarus Hawking .

 

 

Categorie
Alessandra Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Federica Arcieri Lazarus Hawking Liceo

Alyssa rassicura Federica Arcieri e ci dice come è morta Serena Rafferty

Federica quando era arrivata nell’ ufficio della preside era ancora molto agitata e quindi aveva paura a chiedere alla preside di toglierla dalle cheerlader . Sapevo che Federica non si era ancora calmata e aveva ancora paura ma se c’ era una persona che sapeva farla sciogliere e renderla meno agita e molto più calma quella era mia sorella Alyssa . Alyssa che aveva deciso di restare con quel vestito nero per quel giorno ed era rimasta nell’ ufficio della preside che poteva vedere mia sorella con quel vestito che era favoloso . Federica e io entrammo nell’ ufficio della preside ma mentre io lo avevo fatto senza avere nessuna paura invece Federica aveva paura visto che non sapeva come era la preside . Alyssa si avvicino a Federica con passi lenti visto che sotto al vestito aveva delle scarpe davvero molto bello e ci aveva messo un po’ di tempo per capire come camminarci . Alyssa le strinse la mano e le disse – Io sono Alyssa Saintcall piacere di conoscerti . Federica vide che mia sorella Alyssa era una ragazza davvero molto bella e solare e ha questo entusiasmo che lo condivide con tutti quanti . Federica accompagnata da mia sorella su una delle due poltrone , si accomodo e noi aspettammo che fosse lei a dirci qualcosa visto che aveva paura . Alyssa spinse la seconda poltrona e la mise vicino a dove stava Federica e cosi le poteva la mano e con calma e senza correre farla calmare e cosi lei poteva chiedere alla preside quello che doveva chiedere e poi noi potevamo chiedere una cosa a lei . Alyssa preparo un po’ di te che era molto buono e pensava che facendolo bere Federica poteva calmarsi . Federica prese con calma la tazza di tè e verso mia sorella le disse – Grazie e poi inizio a bere con calma il suo tè . Una volta bevuto lo mise sul tavolino che era vicino alle due poltrone e mia sorella Alyssa vide che adesso era molto più calma e per convincerla a parlare – noi siamo amici e tu sei al sicuro con noi . Alessandra prese il suo giaccone e con molto amore lo mise sulle spalle di Federica , poi le prese la mano destra quella che non aveva presa mia sorella e con un tono tipo come se stesse parlando con sua figlia – noi siamo tuoi amici , ti puoi fidare di noi . Noi siamo qui per aiutarti e per toglierti dalla brutta situazione in cui ti sei cacciata . Federica lo poteva vedere nei nostri occhi che noi eravamo sinceri e cosi decise di dirci per filo e per segno quello che era successo nell’ omicidio di Serena Rafferty . Federica ci aveva detto che Serena stava facendo molto forza e non voleva andare con Lazarus e con intervennero le Amazzoni che picchiarono in modo molto forte Serena e poi la portarono nella mensa e poi Lazarus Hawking l’ ha uccisa con un coltello che poi lui ha distrutto e con il sangue di Serena aveva scritto il messaggio . Federica aveva ritrovato il suo coraggio e decise di chiedere alla preside di farla togliere dalle cheerlader ma aveva molto paura a tornare a casa visto che sua madre era un ex- cheerlader e poi era un amazzone e quindi aveva paura che se tornava a casa poteva essere uccisa . Federica aveva molti problemi e tra i quali quello di tornare a casa e io avevo sentito questo pensiero e le disse con un tono da vero amico – se hai paura di tornare a casa per quello che stai facendo puoi dire alla tua famiglia che vieni a casa mia e poi appena finisce questa brutta storia tu forse puoi tornare a casa . 

Categorie
Alessandra Neri Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kyra Saintcall Lazarus Hawking Serena Rafferty

Informo la preside e mia sorella Alyssa che forse ho trovato un testimone

Alessandra Neri dopo che era finito il funerale voleva sapere se io avevo scoperto chi erano le Amazzoni ma io avevo fatto molto di più e spero che questa notizia piaccia non solo a lei ma anche a Dana Sherman e al suo collega Ronny Watson ma prima a lei le dovevo dare questa buona notizia . Alessandra Neri non era l’ unica pure Rain Sheppard voleva sapere cosa avevo scoperto senza farmi scoprire né dalle Amazzoni e nemmeno da Lazarus Hawking o dall’ Informatico . La Rete aveva bloccato l’ Informatico del tutto e quindi non poteva vedere niente dalle sue telecamere . Rain Sheppard cercava di tenermi il più lontano possibile Lazarus Hawking cosi da permettermi di leggere la mente delle cheerlader colpevoli nell’ omicidio di Serena e cosi farmi scoprire che tra loro c’ era un punto debole che potevo utilizzare e non me lo sarei lasciato perdere senza combattere contro Lazarus o contro alcune persone . Alyssa vide che stavo andando nell’ ufficio della preside Alessandra Neri che pure lei era al funerale e per l’ occasione si era vestita di nero ma non solo lei ma anche tutti quanti gli altri . Alyssa si avvicino a me con il suo bellissimo vestito nero fatto da nostra madre Kyra ed era andato con questo vestito e tutti quanti era davvero molto felice del vestito ed erano molto dispiaciuti della morte di Serena Rafferty . Mia sorella Alyssa era una di quelle persone che era triste durante il funerale di Serena Rafferty e con i suoi occhi non mi aveva perso per tutto il tempo e quando vide che io ero tornato al mio posto aveva subito capito che io avevo scoperto qualcosa di bello e qualcosa di utile per la nostra indagine . Alyssa prese la mia mano e la mise nella sua che era coperta da un guanto nero trasparente e che faceva vedere la sua mano davvero molto bella e molto liscia . Alyssa e io andammo nell’ ufficio della preside che era un po’ triste della morte di Serena Rafferty e adesso grazie a quello che avevamo scoperto potevamo onorare la memoria di questa ragazza . Alyssa con la mano ancora nel guanto busso alla porta e poi la preside ci fece entrare con calma e poi chiuse a chiave la porta del suo ufficio e fece un incantesimo per non far sentire a nessuno quello che dicevano visto che quello che io e mia sorella Alyssa dovevamo dire alla preside Alessandra Neri era molto importante e per questo le informazioni non dovevano andare nelle mani nemiche . Alessandra ci fece sedere sulle poltrone poi tutti e due ascoltarono le mie parole con molta attenzione – Allora le cheerlader sono coinvolte ma non tutte quante . Una non è coinvolta e innocente e forse se ci riesco provo a farla diventare una mia amica e cosi forse lei può diventare un testimone per noi . Visto che il testimone è l’ unica cosa che ci manca per inchiodare le cheerlader . Abbiamo una opportunità più unica che rara di catturare le cheerlader coinvolte non ce la possiamo far perdere . Alessandra aveva sentito il mio discorso e concordava in tutto visto che adesso abbiamo una grande opportunità e quindi non ce la potevamo far perdere . Alessandra Neri voleva sapere il nome e decisi di fare questo per non farla dire ad alta voce mi avvicinai prima all’ orecchio di Alessandra Neri e poi a quello di mia sorella e le dissi a bassa voce – il testimone è Federica Arcieri . 

Categorie
Alessandra Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Rete

La Rete informa Alessandra Neri di quello che ha fatto L’ Informatico

L’ Informatico era un mostro di intelligenza e aveva fatto una cosa molto intelligente cioè creare un telefonino per me ma era molto di più visto che Lazarus Hawking aveva messo delle parti per spiarmi . La Rete decise di fare questo dopo che mi aveva dato questo telefonino e alla fine lei decise di dire alla preside Alessandra Neri . La Rete lascio il suo posto nella sezione informatica e andò dalla preside , prese la sua borsa a tracolla che dentro aveva il portatile e dentro la sua tasca sinistra aveva un telefonino molto bello e che proveniva dal 2048 . La Rete prese tutto quello che le serviva e andò dalla preside che erano amiche da molto tempo e aveva chiesto a lei di tenermi sotto stressa sorveglianza visto che sapeva che L’ Informatico mi poteva chiamare e mi poteva spiare tramite un telefonino o peggio e per questo Alessandra aveva chiesto alla Rete di fare qualunque cosa per mettermi sotto controllo . La Rete arrivo all’ ufficio della preside , busso con calma e la preside e la fece entrare e gli disse con un tono serio – Entra Rete . Rete entro nell’ ufficio che era davvero molto bello e accogliente e quindi la Rete li si trovava molto bene e sopratutto stava in ottima compagnia cioè la compagnia di una grande amica che era li ad aiutarla in tutto . Alessandra fece sedere La Rete su una delle due poltrone che erano tutti e due molto comode e poi prima di chiedere cosa stava succedendo con Daniel le offri dei biscotti al cioccolato che aveva fatto poco fa senza magia . La Rete ne prese uno con la sua mano sinistra che era coperta da un bel capotto bianco e tutto il suo braccio era nascosto visto che aveva qualche tatuaggio ma non lo voleva far vedere né a me né a mia sorella Alyssa . Se noi avessimo visto uno solo di quei tatuaggi tutto sarebbe andato male e per questo Daniel del futuro le aveva detto che se voleva fare una cosa del genere doveva nascondere tutto quello che aveva sul corpo e non doveva farmi vedere il suo volto visto che questo avrebbe portato a quello che si chiama Paradosso e sarebbero intervenuti gli Osservatori che avrebbe fatto delle cose e la storia sarebbe stata riscritta o peggio e io con La Rete ero stato molto chiaro come dovevo fare e per questo lei decise di attenersi a tale cosa . Dopo che si era messa comoda e con calma magio l’ ottima biscotto al cioccolato fatto dalla preside Alessandra Neri . La Rete decise di parlare della cosa che aveva provato a fare per scoprire i nostri piani -L’Informatico aveva dato a Daniel Saintcall un nuovo telefonino per spiarlo ma io sono intervenuta e glie no ho dato uno nuovo di zecca visto che li c’ erano molte cose per spiarlo e per capire dove andava e spiare ogni sua mossa ma menomale che sua sorella Alyssa l’ ha fatto venire da me e io ho impedito all’ Informatico di fare questa cosa . Alessandra era felice di sapere che L’ Informatico non aveva scoperto niente sui nostri piani e poi non era felice di sapere che L’ Informatico voleva spiare Daniel ma adesso grazie alla Rete non poteva succedere visto che la prossima volta ci sarebbe stato una lotta tra due persona che parlano con le macchine . 

Categorie
Alessandra Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Rain Sheppard Serena Rafferty

Sarah Saintcall decide con Alessandra Neri se farmi partecipare o no alla cattura delle Amazzoni

Sarah era molto preoccupata per il fatto delle Amazzoni e stava pensando se farmi partecipare oppure no alla cattura delle Amazzoni . Era molto pericolosa questa missione e se falliva io o tutti quanti in quel funerale poteva morire e quindi invece di avere solo un morto né potevamo avere due o tre . Per questo motivo Sarah stava decidendo se farmi partecipare oppure no alla cattura delle Amazzoni nel funerale . Sarah decise di andare dalla preside della mia scuola , andò vicino al suo ufficio e con la sua mano sinistra busso con calma e senza usare la superforza . Dopotutto Sarah doveva parlare in modo calmo e tranquillo con la mia preside e non spaventarla a morte utilizzando la sua superforza distruggendo la porta . Alessandra che stava guardando i fogli mentre era seduta sulla sua poltrona molto comoda ma poi senti bussare alla sua porta con molta calma – Avanti . Sarah entro nell’ ufficio di Alessandra Neri e si mise seduta sulla sedia che Alessandra le aveva indicato con il suo dito mignolo della mano destra . Sarah si mise seduta su quella sedia che era un incrocio tra una sedia e una poltrona ed era davvero molto ben comoda e quindi stava molto bene . Sarah mentre era seduta sulla sedia era preoccupata per me e per mia sorella Alyssa visto che noi dovevamo preoccuparci delle Amazzoni . Alessandra si era seduta e voleva sapere per quale motivo Sarah era li nel suo ufficio e li sulla poltrona sulla destra con le gambe accavalcate e poi Sarah con un tono calmo e ben diretto – Se Daniel Saintcall e Alyssa Saintcall devono fare questa missione , devono esseri protetti visto che abbiamo scoperti che ci sono le Amazzoni e per questo bisogna stare molto attenti per loro . Alessandra Neri prima che Sarah entrasse nel suo ufficio aveva pensato la stessa cosa su questo fatto . Sul fatto di proteggere me e mia sorella contro le Amazzoni . Alessandra prima di rispondere ci penso un po’ su questo problema e alla fine capì chi poteva salvare tutti quanti da questa situazione davvero molto difficile . Rain Sheppard era la persona giusta visto che prima di stare qui nel Liceo Scientifico A.M De Carlo era andata in diversi luoghi e tra le sue avventure aveva affrontato di tutto e anche le Amazzoni . Le Amazzoni era molto ben addestrate e quindi Alessandra Neri prese il suo telefono tra le mani e mando un annuncio a Rain Sheppard – Rain Sheppard deve venire nel mio ufficio per discutere su una cosa molto importante . Rain Sheppard sapeva che se la preside l’aveva chiamata significa che era molto importante e cosi dopo aver bevuto un po’ d’ acqua visto che prima di essere chiamata aveva fatto un allenamento che aveva creato lei . Il corpo di Rain era tutto sudato e prima di andare dalla preside decise di andare a farsi una doccia calda . Una volta che si era messo un look tutto scuso e con un cappuccio nero andò dalla preside e vide che con una persona che non sapeva chi era . Rain e Sarah Saintcall si presentarono l’ uno l’ altro e poi decise di chiedere alla preside perché l’ aveva chiamato . Rain Sheppard era tutto orecchie per sapere per quale motivo l’ aveva chiamata – Perché mi ha chiamato ? . Alessandra Neri non avrebbe disturbato Rain Sheppard se non aveva niente di importante da dirle e poi le disse con un tono calmo e anche un po’ serio – Ci sono delle Amazzoni nella nostra scuola e sono coinvolte nell’omicidio di Serena Rafferty e adesso abbiamo deciso di proteggere Daniel Saintcall e sua sorella Alyssa durante la loro missione nel funerale di Serena Rafferty . Rain Sheppard adesso era divenuta la nostra guardia del corpo nella nostra missione nel funerale di Serena Rafferty e visto che non voleva vederci morti decise di farlo e poi lo avrebbe fatto lo stesso anche senza che la preside Alessandra Neri .