Affronto Michele Neri

Decisi di affrontarlo , lui non rispettava le leggi e poi se lui era cosi brutale con le donne non la poteva passare liscia . Lui aveva molta forza , anche troppa , quando vidi la ferita capì subito due cose su Michele Neri uno era un demone e seconda cosa che quando Cornelia de Angelis la nostra patologa forense avrebbe aperto il corpo per cercare di capire cosa era successa a lei , non avrebbe trovato il cuore . Se le mie ipotesi erano giuste , Michele Neri era un demone molto oscuro e per essere ancora più cattivo e crudele contro le altre donne lui doveva mangiare il cuore di Daniela . Michele Neri era stato accusato di Tentato Omicidio , Stupro e chissà quanti altri reati avrebbe fatto nella sua vita . Anche se Angela Ferrante mi aveva detto di lasciar perdere , andai nel suo ufficio e lo guardai negli occhi lui guardo i miei . Io chiusi la porta cosi potevamo non essere disturbati e vidi che i suoi occhi erano neri come l’ oscurità stessa e io dissi -Allora avevo ragione io tu sei un demone . Michele Neri guardo i miei occhi e videro che erano rossi e tutti e due entrammo nell’ Universing e ci scontrammo . Alla fine il duello lo vinci io utilizzando lo sguardo della penitenza e The Justice non pote fare niente , visto che lo avevo ucciso io e io me ne ero andato . Io ero alla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Angela Ferrante mi chiese – cosa è successo a Michele Neri ? e io le dissi – l’ ho dovuto uccidere , era un demone e quando vide che i miei vestiti erano strappati e disse – vedo che contro di lui hai avuto un duro scontro e io dissi -si , ho fatto una dura lotta e alla fine ho vinto io e ho coperto le mie tracce ho cancellato i ricordi della segretaria e ho fatto in modo che lui si fosse suicidato e cosi lui è morto e abbiamo tolto una minaccia dall’ Universing .

The Justice non so come abbia fatto ma trovò il mio numero di cellulare e disse – Vedo che uno dei due ha fatto giustizia . Io le dissi – si , l’ ho ucciso perché era un demone e tu lo sapevi in un modo o nell’ altro e adesso tu puoi smettere di nasconderti e venire fuori e tu puoi smettere di giocare al giustiziere  . The Justice mi disse – no , donne nel mondo vengono uccise in modo brutale e fino a quando succede io devo vivere e anche se uccido pero cerco di fare del bene . Secondo me tu dovresti andare in giro a fare il giustiziere , mettere una maschera e cosi andare in giro per il mondo , per il tempo e lo spazio e cosi salvare un sacco di persone , invece di stare in una scrivania o li dentro senza fare niente . Alla prossima Daniel .

Lei riattacco e io non ebbi nemmeno il tempo di dire niente , ma quello che aveva detto The Justice aveva ragione sotto stato li dentro a seguire delle regole e questo ha portato alla morte di un sacco di persone . Da quel giorno decisi che invece di stare li senza fare niente , sarei andato ovunque e avrei fatto qualcosa .

Annunci

Michele Neri

Michele Neri un avvocato di 27 anni , ha una moglie e una figlia e come lavoro lui fa l’ avvocato divorzista . Lui nel suo lavoro vede un sacco di donne che stanno con uomini cattivi o che sono state cattive con loro . Inizialmente lui era buono con loro ,troppo buono ma il tempo rovina tutto e anche la calma e la tua pazienza e nessuno ci poteva credere che lui alla luce del sole era un gentile avvocato divorzista e di notte di trasformava in un mostro che picchiava , violentava . La stampa aveva dato un nome a questa donna cioè The Justice perché aveva fatto una cosa che la legge non aveva fatto e quindi lei era acclamata dagli altri . The Justice ci mise poco a capire che Michele Neri era un mostro di notte , una creatura oscura che per sfogare la sua rabbia e frustrazione , usava le donne e se loro dicevano qualcosa lui rimaneva fuori le sbarre e loro invece erano donne disperate e dicevano che era colpa sua ma . La legge avrebbe creduto più a una donna oppure a stimato avvocato che lavorava con le persone di un certo valore e solo perché lo avevano accusato loro lo stesso non potevano fare niente perché le donne erano senza prove e quindi senza prove non ce niente e lui rimaneva fuori in carcere .

The Justice  vide l’ articolo della stampa della Gazzetta dell’ Universo e c’ era scritto ” Donne accusato avvocato di successo e lui rimanere fuori ” . The Justice disse se e se ” bel modo di fare giustizia ” , alla fine decise di intervenire ma in vari modi . Il primo passo che fece fu clonare il suo cellulare e poi lo segui e quando gli aveva dato quella paura che ogni persona aveva cioè quella di essere seguita . The Justice lascio il suo simbolo li sul suo ufficio e nel luogo dove lui potesse vedere il suo simbolo e da quella cosa significava che lui era nella sua rete e significava che se lui avesse fatto un ‘ altro passo nella cattiva strada lui sarebbe intervenuto .

La domanda era ci sarei arrivato prima io oppure lo avrebbe ucciso lei io come per altri cinque omicidi li avrei dopo quando sarebbe stato troppo .

Cornelia de Angelis

Cornelia de Angelis 28 anni , una donna davvero molto bella e carina e piace a tutti i bambini . I capelli di Cornelia sono castano rosso , un fisico atletico e lei è bravissima come patologa forense , possiamo dire che è la migliore nell’ Universing e alcune volte io e lei non andiamo d’ accordo perché vuole essere lei a dire come è morto la vittima e non io che dico ad Ada Knight e gli altri agenti come è morto il cadavere o se ce ne sono più . Mi ricordo di quando quella ragazzina d cinque anni e morta per colpa di uno stupro , appena io dissi a loro prima di Cornelia mi guardo storto e poi mi si avvicino e disse – smettila di soffiarmi il mestiere . Sono io la patologa forense , tu sei un detective e quindi fallo , ma smettila di fare il mio lavoro . Io in quella occasione dissi a lei – Va bene , Cornelia ma calmati noi dobbiamo risolvere un crimine e non fare in modo per colpa di questo piccolo battibecco un mostro se la cava . Quindi che ne dici se facciamo finta che questa cosa non è successa e tu puoi capire se ci sono o no , tracce di sperma sul cadere vi questo piccolo angioletto morto e io invece cerco di scoprire qualcosa su di lei .

Cornelia era molto protettiva e se qualcuno entrava nel suo campo di azione e le voleva togliere il lavoro , lei faceva di tutto per tenere quel caso . Non ho mai conosciuto un patologo forense più ossessionata di lei , era davvero molto testarda e doveva fare di tutto per capire come è morta la persona che era sul suo tavolo operatorio . Cornelia era anche molto sociale e cordiale e se doveva parlare con una ragazzina , lei non so come faceva o in che modo agiva ma in cinque minuti lei li conquistava e subito iniziavano a parlare con lei . Cornelia aveva visitato davvero molti bambini e alcune volte e ragazze e che fossero sotto shock lei li faceva scogliere e riusciva a far quello che andava fatto per fare in modo che loro parlassero . Una volta ci ho provato , mi ero messo dietro la porta e con l’ occhio della fenice volevo vedere come faceva . Ma non so in che modo ma lei capì che io ero li , apri la porta e mi disse – non mi piace essere osservata da dietro e se vuoi capire come faccio scogliere i bambini che vengono da me .Invece di stare dietro questa porta e vedere da dietro , entra e vedi . Io dissi a Cornelia – mi dispiace non volevo spiarti , ma tu per me sei un mistero e hai questo mistero modo di far parlare i ragazzi di tutte le età e io volevo capire come facevi .

Io alla fine entrai e capì come faceva Cornelia , cioè entrava dentro di lei e in qualche modo particolare e distruggeva dall’ interno quel senso di paura che hanno e fare in modo che non dissero niente perché hanno troppa paura di dire una cosa . Lei entrava dentro la loro mente e cercava come un detective la loro paura e poi con la spada della luce distruggeva i loro peccati . Questa cosa era abbastanza pericolosa e se non veniva fatta con calma e con attenzione la persona che faceva tale cosa o la persona a cui veniva fatta poteva morire oppure in casi davvero molto rari uno si poteva prendere la paura che aveva la persona che stava provando a curare .

Beatrice vuole un gattino

Beatrice dopo aver messo apposto le varie cose che sua madre Angela le aveva comprato era andata giù e andò a chiedere una cosa a sua madre . Non sapeva se avrebbe accettato oppure no , ma ci voleva provare e cosi andò da lei che era sul divano a vedere un fascicolo di un caso per vedere se poteva portarlo a termine lei . L’ agente che l’ aveva  iniziato era morto e cosi ci voleva provare lei e cosi poteva togliere un altro caso dalla lista che devono essere chiusi . Beatrice aspetto che lei finiva un po e poi andò a chiedere ad Angela – Ti vorrei chiedere di comprarmi una cosa ma non lo so se accetti oppure mi dici tu ? . Angela aveva sentito Beatrice e la prese tra le sue braccia e chiese – Angioletto mio cosa vuoi ? .Beatrice si fece forza e disse – vorrei un gatto con cui giocare e Angela disse – Se te lo compro tu te ne prendi cura , gli dai da mangiare e sopratutto devi giocare con lui .

Beatrice ci penso e disse – Si gli darò da mangiare e me ne prenderò cura , te lo prometto . Utilizzerò tutto il mio affetto per lui e come tu hai dato una casa a me , io la voglio dare a lui . Angela vedeva che Beatrice era molto responsabile e andava d’accordo con tutti quanti e quindi lei poteva andare d’ accordo anche con gli animali . Il tempo di vestirsi sia per Angela e sia per Beatrice e andarono non molto lontano visto che a 350 metri li c’ era un negozio di animali .Ma gli animali che c’ erano non erano cani e gatti normali ma erano cani e gatti con caratteristiche principali e sopratutto con poteri ed elementi . Entrarono li nel negozio e insieme guardano un sacco di cani e gatti e tra i quali c’e ne era uno elettrico e dalla gabbia lecco la mano di Beatrice e Beatrice lo inizio ad accarezzare e i due andarono subito d’ accordo . La proprietaria non ci pote credere  , il gatto elettrico che Beatrice stava accarezzando non si era mai fatto toccare da nessuno e aveva provato a elettrizzare tutto quelli che lo toccavano , invece a lei non lo aveva fatto e Angela vide che Beatrice e l’ animale andavano molto d’ accordo e la Proprietaria disse ad Angela Ferrante – lo potete portare via gratis . Aveva visto il lato affettuoso dei due e non li voleva separare perché forse la ragazzina non aveva i soldi o per altro . Beatrice si fece spiegare dalla proprietaria come allevarlo e cosa dargli da mangiare e quando lo doveva far mangiare . Una volta tornata a casa con Angela , Beatrice fu molto felice di giocare con il suo animale femmina ed gli aveva dato un nome bello cioè Beatrix .

Alister Rafferty prova a uccidersi

Alister Rafferty da quando era stato sbattuto nelle numerose celle della BlackStorm Prison non aveva più visto la sua famiglia . Avevo parlato con Angela Ferrante più volte e disse a lei – Fagli vedere la sua famiglia . Sarà fuori dalla polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi . Ma fagli vedere la sua famiglia . Angela si schiarì la voce e mi disse in tono gentile – Non posso fare niente , anche io farei di tutto per far vedere a lui la sua famiglia ma chi adesso gestisce quel posto , lo gestisce con il pugno di ferro e ha deciso che nessuno deve vedere le loro famiglie , nessuno anche Alister Rafferty che era un poliziotto e maggior parte di queste celle erano di persone che aveva messo lui in carcere , adesso lui non poteva vedere la sua famiglia . Io gli andai a fare visita e gli dissi queste esatte parole , non mi scorderò la sua reazione – Nessuno può vedere la propria famiglia , sopratutto tu non la puoi vedere . Non so perché ma chi gestisce questo posto non vuole far fare le visite e io non posso fare niente e neanche Angela Ferrante e ci abbiamo provato . Ma sembra che ti voglia fare come un esempio , per far vedere che ci andrà pesante con tutti i poliziotti che sono corrotti o no . Alister allora si arrabbio moltissimo un butto la sedia contro il vetro ma non si frantumo e lo sedarono con il tesar . Non ci potevo credere il mio migliore amico era li dentro e non poteva vedere la sua famiglia , mi sembrava di essere in incubo e anche lui . Ma non era incubo , era la realtà e nessuno ci poteva fare niente ,nemmeno io . Alister fu riportato nella sua cella e alla fine decise di tentare il suicidio , si era detto che se non poteva vedere la sua famiglia allora non voleva vivere . Alister per uccidersi si stava mettendo la testa nel cesso che aveva e dalla camera di sicurezza videro che lui stava provando a uccidersi e cosi scapparono subito e intervennero prima che si poteva uccidere . Fu portato in infermeria per farlo visitare al dottore della BlackStorm Prison e poi chiese al paziente – perché hai provato a ucciderti ? .

Alister rispose in modo brutto e disse – lo sai benissimo . Qui non ci fanno vedere i nostri parenti e io ero un poliziotto e  mia figlia sta morendo di paura perché dei mostri l’ hanno quasi uccisa e io non lo posso confortare . Quindi preferisco morire che stare qui dentro senza non vederla . Su una scaffale vide della morfina , il Dottore capì subito cosa stava facendo e lo stava per fermare a fare quella follia . Ma non ci riusci , perché Alister arrivo alla siringa prima del Dottore e la inietto nel cuore e poi subito dopo pochi minuti il suo corpo  stava per morire . Alister stava per terra e il suo cuore si stava per fermare ma il Dottore prese un medicinale e glielo inietto nel cuore e lui si riprese . Una volta questo lui torno nella sua cella e fu ammanettato con delle catene per impedire a lui di fare tale scemenze .

 

Beatrice si trasferisce da Angela Ferrante

Angela Ferrante dopo aver ottenuto il modulo firmato e la richiesta di portare Beatrice a casa sua ,loro andarono a casa loro . Beatrice dopo tanti anni poteva vivere in una casa che era casa sua e non in una casa cui era un fantasma e lei non poteva dormire , non poteva mangiare o bere . Li in invece nell’ Universing dove era la casa di Angela Ferrante lei ci poteva vivere , mangiare , bere e vivere come una persona umana . Li nell’ Universing non era un fantasma era una persona umana e a lei stava bene cioè in poche parole lei si sentiva viva e vegeta . Angela con la mano nella mano di Beatrice la stava portando a casa sua . La casa di Angela Ferrante era una villa ed era il luogo perfetto dove viverci e Angela prima di aprire la porta chiuse gli occhi di Beatrice con un nodo davanti agli occhi e poi glielo fece togliere e Beatrice con i suoi meravigliosi occhi pote vedere quel luogo in tutta la sua bellezza . Beatrice si girò verso Angela e disse – questo posto è magnifico , Angela fece vedere ad Angela dove sarebbe andata a dormire . Li c’erano moltissime stanze da letto e per questo Angela poteva scegliere una delle tante stanze e poi disse ad Angela andando ad abbracciarla – grazie per avermi donato una cosa e Angela disse a Beatrice – grazie a te ora sono felice perché ho te e anche se nelle tue vene non scorre il mo sangue tu per me sei mia figlia .  Angela e Beatrice erano uscite per comprare qualche vestito e qualcosa per loro e Beatrice andare per negozi , provare vestiti e fare altro con Angela le piaceva moltissimo . Beatrice non aveva mai fatto queste cose con i suoi genitori e quando erano in un bar Beatrice disse ad Angela – queste cose non le ho mai fatte con i miei genitori . Angela la guardo nei suoi occhi e disse – lo so che i tuoi genitori sono morti , ma adesso tu devi vivere la tua vita . Non puoi vivere nel passato ,se continui a passare nel passato puoi perdere tutto e non vai più avanti con la tua vita . Io non dico che devi dimenticare i tuo genitori ma devi andare in avanti .

Beatrice mise la mano su quella di Angela e poi disse in maniera molto felice visto che lei era riuscita a farla tornare su il morale e disse – grazie Angela . Angela alla fine disse a Beatrice – adesso dovrai vivere la tua vita e quindi io e te adesso ci mettiamo e facciamo tutto quello che ti possa servire per avere un brillante futuro e forse grazie al fatto che ti crei un futuro puoi entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e cosi scoprire cosa è successo a te e alla tua famiglia . Che ne dici ti va oppure vuoi fare altro , questa è la tua vita e puoi decidere tu cosa . Beatrice era ancora piccola ma voleva tantissime cose e poi disse – Quindi se mi faccio un futuro posso fare il tuo stesso lavoro e forse un giorno potrò scoprire se è successo oppure no qualcosa sui miei genitori e Angela Ferrante disse – si , voglio dire proprio questo .Ma solo se tu lo vuoi , io non ti voglio forzare a fare questa scelta . Dopo pochi minuti Beatrice ci penso e disse – si , lo voglio fare . Per favore aiutami a creare un futuro e cosi poi posso entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Angela la guardo e disse – certo che ti aiuto figlia e Beatrice la guardo e disse – grazie Mamma .

Cornelia de Angelis si prende cura di Beatrice mentre le fa la visita medica

Cornelia de Angelis la nostra patologa forense se la cava benissimo con i bambini , prima che tornasse da noi per tutto il tempo in cui era stata con Cornelia . Cornelia l’ aveva trattata con amore e le disse in modo molto affettuoso – ora sei al sicuro , se mi fai controllare se stai bene oppure no , io poi ti lascio andare . Beatrice aveva visto che lei non era Alister che la voleva uccidere , lei era gentile e buona e lo poteva vedere anche dai suoi bei occhi blu come i suoi . La visito inizio e prese la luce e inizio puntarla negli occhi di Beatrice e i suoi occhi seguirono la luce e poi con calma fece tutto quello che doveva fare e vedere se lei era stata violentata oppure no . Cornelia vide che era tutto apposta e poi per farle capire che era buona e disse – Piccolina se mi dici il tuo bel nome , io ti do una bella cosa . Beatrice guardo la donna e vedeva che aveva qualcosa dietro la schiena e le disse – io mi chiamo Beatrice e Cornelia lo diede a Beatrice visto che era stata una paziente modella e visto che era una bambina piccola e carina le diede il chupa chups al cioccolato e Beatrice disse – grazie . Beatrice inizio a scartarlo e lo inizio a succhiare e le piaceva moltissimo e poi se ne torno con Ada Knight vicino ai nostri uffici . Prima di andare Ada andò da Cornelia e chiese se era tutto apposto e disse – Va tutto bene e più lei in salute che uno dei miei cadaveri . Alla fine Ada e Beatrice tornarono verso il mio ufficio e lei andò ad abbracciare Angela Ferrante . Le notammo un chupa chups in bocca e le chiesi – chi te lo aveva dato e Beatrice – me l’ ha dato Cornelia la dottoressa che mi ha visitato e visto che sono stata tanta brava mi ha dato questo per essere stata buona e lei dissi – Cornelia è davvero molto brava con i bambini e tutti bambini le piacciano e tutti vanno d’ accordo con lei . Non so come Cornelia faccia ma in qualunque modo faccia lei riesce a ottenere un rapporto speciale con i bambini che visita e se visita un mostro lei non fa come gli altri medici legali . Cornelia ha una sola abilità da supereroe cioè parlare e vedere i morti e quindi lei non molte volte deve aprire un corpo per capire che cosa hanno ma quando sono in pericolo lei lo deve fare . Cornelia si deve ancora aprire con me , non sappiamo molto di lei e sopratutto Angela Ferrante mi ha impedite in modo categorico di non leggere la sua mente , lei ci deve dire le sue cose e non sono io che devo tirare fuori le cose dalla sua testa . Angela Ferrante mi ha detto che se faccio cosi lei non si può fidare di noi e se noi non lo facciamo piano piano e con molta calma e pazienza lei si fiderà di noi e ci dirà tutto su di lei e sulla vita privata .