Categorie
Ada Knight Beatrice Ferrante Criminologa Criminologia Dana Pellegrini Daniel Saintcall Daniela Pellegrini Dominatore di Poteri Luca Pellegrini Universing Università

Beatrice Ferrante parla con Daniela Pellegrini

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Durante tutta la prima lezione di Criminologia la testa di Beatrice non stava pensando alla lezione ma stava pensando a quello che aveva fatto la sua amica Daniela . Beatrice si stava chiedendo come mai lei aveva deciso di usare i poteri della telecinesi e non fare come aveva detto il professore Benjamin Black . Beatrice non se lo spiegava per nulla al mondo e voleva una risposta e non una fuga . Dopo la lezione Beatrice trovo Daniela fuori l’ università che era li pronta a portala a casa . Una volta salita in macchina e prima che Daniela mettesse in moto – ferma l’ auto . Noi non ce ne andiamo di qua fino a quando non mi dai una spiegazione . Daniela era li sul sedile davanti e aveva lo sguardo di Beatrice . Era serio e non si muoveva di un millimetro . Io ero li vicino alla mia auto che era dietro a quella di Daniela . Visto che nessuna delle due voleva fare una mossa decisi di farlo io . Sali con Ada nel sedile di dietro . Daniela e Beatrice ci videro salire e all’ unisono – cosa volete ? . Parlai prima io visto che la scelta di salire dentro l’ auto con una strega e con una mia amica era stata mia – siete in una situazione di stallo e io sono qui per sbloccare questa situazione . Daniela era arrabbiata – nessuno te lo ha chiesto . Io guardai Daniela negli occhi e capì cosa c’era in lei – lo so che hai paura . Te lo leggo negli occhi . Hai paura che dicendo il tuo passato a Beatrice le ti possa vedere come una persona che non ha niente e che non sa fare niente . Ma Beatrice non ti vedrà mai in quel modo . Daniela segui il mio discorso e invece di rispondere io lascia rispondere lei – non lo farei mai perché sono una tua amica . Io e Ada scendemmo dall’ auto . Ada mi guardo negli occhi – tu sei pazzo . Lo sai che non si deve salire in un auto nella quale c’ e una strega visto che loro perdono le staffe subito . Io sali in auto – lo so ma se non facevo qualcosa Beatrice andava a casa con il morale a terra e senza un amica . Daniela prima di mettere in moto l’ auto che era li ferma davanti all’ università dell’ Universing – ti devo molte spiegazioni e mi dispiace se te l’ ho tenute nascoste . Inoltre ti devo dire del mio rapporto con Daniel Saintcall . Beatrice era li pronta ad ascoltare ma poi i loro stomaci ebbero un po’ di fame – che ne dici se prima mangiamo qualcosa e poi ti parlo di tutto . Beatrice porto a casa sua Daniela e li mangiarono un hamburger buonissimo era fatto da Beatrice . Una volta entrati in camera i Beatrice , Daniela si mise sul letto e Beatrice sulla sedia . Daniela inizio a dire tutto – Allora mio padre Luca Pellegrini e in prigione per aver cercato di uccidermi a cinque anni . Se non fosse per mia madre sarei morta . Beatrice quando senti quelle parole abbraccio la sua amica Daniela e con un fazzoletto le fece asciugare le lacrime che erano uscite dai suoi occhi . Beatrice non aveva saputo tutta la storia . Non sapeva cosa era successa alla madre di Daniela visto che l’ aveva conosciuta un giorno . Daniela ancora sul letto e li vicino c’ era Beatrice ancora sulla sedia – io non vedo tua madre da quattro anni mi puoi dire dove è ? . Daniela con calma inizio a tirare fuori le parole – è stata uccisa sotto i miei occhi e ho potuto solo guardare . Beatrice era li e voleva sentire tutto – noi due non eravamo ancora ottime amiche ma sono amiche . Avevo 16 anni ed ero tornata casa per dire a mia madre della mia giornata a scuola . Li vidi una strega tutta questa vestita di nero . Aveva un completo nero , scalza ed era stata molto cattiva con mia madre . Le aveva strappato il cuore dal petto e lo sbriciolo davanti a me e poi brucio il corpo di mia madre . Poi prima che io potessi fare qualcosa si teletrasporto dietro di me e mi sussurro nell’ orecchio destro mentre con la sua mano sinistra mi teneva i capelli in modo molto forte per farmi vedere quella scena orribile tutto il tempo . Ecco perché non ho potuto imparare a capire cosa fa una persona solo guardandola negli occhi perché nessuno me lo ha potuto insegnare . Beatrice allora diede un calcio al passato di Daniela e si mise a sedere sul letto con Daniela – adesso te lo insegno io . Preoccupiamoci del presente . Adesso io ti insegno questo e cosi se il Professore vuole fare un altro test tu non dovrai più barare ma lo sai fare . Daniela abbraccio in modo molto forte Beatrice – grazie amica .

Categorie
Beatrice Ferrante criminali Criminologa Criminologia Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Professore Benjamin Black Universing Università

Beatrice Ferrante supera il test di Criminologia

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Tutte le persone che devono entrare dentro l’ università di Criminologia devono fare un test . Il professore che c’ e li vuole capire subito se gli studenti prendono sul serio la sua materia oppure sono venuti li per metterla da parte e mettersi a prendere droghe o fare sesso con le studentesse dentro al suo corso . Nell’ università di Criminologia dell’ Universing c’ era il Professore Benjamin Black . Un uomo alto vicino a 1.98 e possiamo dire che era un gigante . Capelli blu come la notte e molto corti . Occhi neri come la notte . Molti studenti erano li per fare il test . Il Professore Benjamin era già da li dalle 6 del mattino . Lui dormiva poco visto che sapeva che li ci sono criminali con poteri che vogliono la sua testa . Gli studenti erano tutti li e pure Beatrice . Lei era si era svegliata alle 5 e mezza del mattino e fece in modo di arrivare dopo il professore . Benjamin guardo negli occhi Beatrice e capì che lei era una persona motivata nel fare questo corso . Se si era presa la briga di arrivare dopo di lui significava che aveva deciso con passione di fare questa cosa . Dopo Beatrice arrivarono gli altri . Il Professore non si mise sulla sedia ma resto alzato e poi disse a tutti a voce chiara e molto alta – prima che voi entrate in Criminologia dovete fare un piccolo test . Tutti si parlarono per capire di quale test . Tutti cercavano qualcuno che leggesse dentro la mente del professore per capire quale era questo test . Il Professore Benjamin sapeva che questi studenti avrebbero cercato di copiare e di fare di tutto per superare il test . Benjamin resto vicino alla cattedra – adesso tutti devono guardare gli occhi del vostro compagno e dirmi quello che vuole fare . Lo dovete fare senza usare i vostri poteri . Quando siete vicino a un criminale che ha il potere di bloccare i vostri poteri voi non potete metterlo fuori combattimento con uno dei vostri poteri . Ma almeno dovreste guardarlo negli occhi e capire quello che vuole fare . Se capite cosa vuole fare allora siete tre passi in avanti a lui . Una volta capito quello che vuole fare potete prevedere le sue mosse e quindi anche fermare i colpi che lui vi sta per dare . Tutti iniziarono il test . Beatrice si mise a vedere gli occhi della sua amica Daniela . Daniela era una grande amica di Beatrice e aveva il potere di vedere dentro la mente delle persone . Beatrice vide i suoi occhi neri e dicevano solo una cosa ” voglio entrare in questo corso a tutti i costi anche usando i miei poteri ” . Beatrice alzo la mano e prima di farlo vide pure gli altri suoi compagni e vide che avevano tutti lo stesso pensiero che aveva Daniela . Prima di alzare quella mano guardo Daniela e le disse dentro la mente – per favore amica mia non dirmi che vuoi usare i tuoi poteri . Daniela invece lo voleva fare . Daniela voleva usare i tuoi poteri – mi dispiace . Beatrice prima di dire tutto al professore aiuto la sua amica a padroneggiare l’ arte di vedere negli occhi e capire quello che uno vuole fare – non lo fare . Daniela guarda dentro i miei occhi e concentrati . Una volta che ti sei concentrata guarda e osserva . Daniela fece come diceva Beatrice e capi quello che voleva  fare adesso e quello che voleva fare dopo . Daniela entro nella mente degli altri – non lo faccio . Adesso ho imparato grazie alla mia amica Beatrice . Se volete usare i vostri poteri lo fate . Io invece con la mia amica Beatrice l’ usato per dire che non li uso per capire cosa c’ e dentro di voi . Beatrice e Daniela alzarono le mani insieme – abbiamo capito insieme cosa volevamo fare . Non abbiamo usato i poteri . Daniela si alzo in piedi – prima volevo usare i miei poteri ma Beatrice mi ha insegnato a studiare gli occhi e adesso ho capito cosa vuole fare . Pure io ero li . Ero nascosto dentro la classe . Ero vicino all’ entrata e vedevo che tutti avevano l’ intenzione di usare i poteri per superare il test tranne due persone cioè Daniela e Beatrice . Il Professore Benjamin Black decise di accettare anche le persone che avevano usato il potere di leggere la mente . Non poteva perdere tutti gli studenti . Benjamin andò vicino a Daniela che si era messa sulla sedia e vicino a Beatrice – voi siete promosse e pure gli altri . Beatrice tu hai qualcosa di grande dentro di te . Tu sei riuscita a far cambiare idea alla tua amica e devo dire che solo in pochi riescono a far cambiare idea a una persona che ha intrapreso il cammino dell’ oscurità . Ma tu ce l’ hai fatta e posso dire che se continui cosi tu sarai grande come tua madre . Io me ne andai fuori ed ero felice di sapere che Beatrice era stata promossa . Beatrice era sveglia e quando usci e mi vide li fuori . Una volta che le andai vicino – tu eri dentro ? . Io non potevo mentire – si ero dentro . Ero io a dire al Professore chi voleva usare i poteri . Sapevo che la tua amica voleva fare questa cosa . Cosi ti ho messa in questa situazione e cosi tu e la tua amica potete fare Criminologia insieme . Beatrice era un pò arrabbiata ma poi mi disse – tu hai un gran bella faccia tosta . Io ci risi sopra – tu sei la settima persona che me l’ ha detto .

 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Ferrante Criminologa Criminologia Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto The District Universing

Borsa a tracolla di Beatrice Ferrante

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Il giorno in cui Beatrice entro nell’ università di Criminologia fu un giorno molto felice . Angela Ferrante era molto felice di sapere che sua figlia aveva superato il test per entrare . Il test che aveva svolto che era guardare uno dei suoi compagni e capire tutto di loro o almeno capire cosa volevano fare . Capire se nei loro occhi c’ era quella passione per essere Criminologi . Beatrice era in gamba e sapeva fare questa cosa . Angela decise di andarle a comprare una borsa a tracolla per l’ università . Io che ero libero andai con lei . Una volta entrati in un negozio li Angela vide una borsa a tracolla bellissima e che era adatta per Beatrice . Pure io vedevo che era bellissima – prendila e quella giusta per tua figlia . Con questa sarà una studentessa universitaria molto bella e intelligente . Angela prese la borsa a tracolla che costava 180 skulls ma Angela ce la poteva fare visto che era il mio capo ed era capo di The District .

unionst_tan_large_3

Categorie
Alice Battaglia Criminologa Criminologia Federica Laura Battaglia Roberta

Alice Battaglia

Alice ha 22 anni , capelli rossi lunghi e molto ben curati . Alice ha molta cura dei suoi capelli per lei devono essere perfetti . Alice ha deciso di farsi i capelli rossi visto che uno dei colori che gli piace è il rosso . Gli piace questo colore perché gli piace il fuoco ma non solo nel vederlo . Gli piaceva anche per il fatto che si poteva vedere nei suoi occhi il fuoco . Lei era pronta a tutto per essere la migliore . Voleva essere una grande Criminologa e non si sarebbe fermata davanti a lui . Gli occhi di Alice erano blu come il cielo ma grazie a delle lenti messe dentro gli occhi , i suoi divennero rossi come il fuoco che arde . Gli piaceva il colore rosso e lo voleva mettere in mostra . Alice sembrava una donna molto gentile , altruista e davvero molto cordiale . I suoi genitori volevano il massimo da lei e non voleva che lei prendesse voti bassi . Alice cercava di farlo e per questo decise di avere un nuovo carattere . Alice capiva che se voleva essere in gamba doveva dare inizio a un nuovo carattere più scaltro . Il suo vecchio carattere lo lascio stare come se lo avesse buttato fuori dalla finestra . Per alcuni aspetti era lo stesso gentile e altruista ma alla fine una vera stronza . Alice voleva far vedere a tutti che era la migliore sia dentro e sia nel capire quello che fanno gli altri . Tutti hanno i loro segreti e tutti cercano di nasconderli . Alice era un vero e autentico mostro a scoprirli . Ad esempio un giorno era nel bagno delle donne e li vide Federica e Rebecca che una volta finite di mettersi il trucco si diedero un caldo bacio sulle labbra . Alice era li dentro al secondo bagno , apri per poco l’ anta e fece il video . Una volta caricato sul suo telefonino lo mise a posto e poi aspetto che Federica e Roberta se ne andarono . Loro due non saperono mai chi era nel bagno . Alice riusciva a stare ferma e muta per sette ore di fila . Decise di imparare a fare una cosa del genere per prendersi il meglio della vita . La madre di Alice si chiedeva cosa ci poteva essere di bello stare fermo in un posto e stare muta per sette ore . Alice era li in cucina con lei . La loro cucina era molto bella . Lei si mise a sedere su una delle sedie del tavolo e con grande disinvoltura – vedi l’ ho imparato a fare perché sei stai in un posto prima o poi vedi segreti e cose che nessuno può vedere . Se stai zitta e nessuno ti vede allora tu puoi scoprire i segreti di tutte le persone di questo mondo . Invece se ti vedono e ti sentono li non puoi scoprire mai . Laura era felice di vedere che sua figlia aveva trovato un modo per essere la migliore all’ università di Criminologia . Alice studiava moltissimo , ma voleva essere la migliore . Una volta tornata alla sua università andò ad affrontare Federica e Roberta . Erano li al settimo banco e in posti vicini . Federica non sapeva cosa voleva Alice – che cosa vuoi ? . Alice prese il suo telefonino e mostro il video . Federica e Roberta si videro nel video – se non fate quello che voglio io adesso questo video farà il giro della università . Invece di essere delle grandi profiler , sareste solo delle stupide lesbiche e tutti vi guardando con odio e disprezzo . Federica e Roberta non poterono fare altrimenti – che cosa vuoi per non mandare il video ? . Alice ci penso e poi disse con quell’ aria da stronza – voglio che se il professore vi chiede qualcosa non parlate e fate rispondere a me a tutte le risposte . Roberta alzo la voce – non ci puoi fare questo . Noi come diventiamo delle Criminologhe . Alice si mise a ridere – non è un problema mio . La prossima volta che andate in un posto dovete controllare ogni angolo . Anche se non sentite nessun rumore dovete aprire e vedere oppure i vostri più grandi segreti verranno svelati . Adesso fate come dico io oppure questo video sarà la vostra rovina . Federica e Roberta non poterono fare altro che accettare . Alice con quello sguardo da stronza – allora che fate accettate oppure devo mandare il video . Roberta decise di fare la coraggiosa – io non ho nessuna paura . Alice andò vicino a lei . Adesso Alice era davanti a lei – mocciosa pensi che tu sia solo la prima a cui ho fatto questa cosa . Ti sei mai chiesta dove sono finiti alcuni studenti . Roberta da cinque mesi non vedeva venire cinque studenti e si stava chiedendo come mai si erano ritirati . Roberta e Federica decisero di accettare . Abbassarono la testa in segno di resa incondizionata e Alice andò avanti sulla sua strada per essere una grande Criminologa . Voleva essere la migliore e avrebbe fatto di tutto per esserlo anche togliere di mezzo gli altri studenti con ricatti e tutto quello gli frullava nella mente . Tutti ben presto capirono che Alice era una vera e autentica stronza . Alice non era solo per il suo comportamento ma anche perché faceva uso di droghe , molte droghe e le usava per essere ancora più stronza . Ma furono quelle a ucciderla dentro l’ Università proprio durante l’ ora di Criminologia .

Categorie
Alice Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Fantasma Vendicativo Osservatore Osservatori Sarah la Fenice Rossa Settembre

Il Fantasma di Alice cerca di fermare le sue sparizioni

fringe-september-donald

Un fantasma sa fare molte cose ad esempio scomparire e riapparire in un altro posto , attraversare le pareti e molte altre cose . Alice adesso doveva fare la sua più impegnative fra tutte , doveva fermare le sue sparizioni . Per stare li ferma in un posto oppure in un altro doveva prima fermare le sue sparizioni e poi avrebbe potuto fare tutto . Alice adesso era in una casa vuota . Una cosa molto brutta e senza finestre . Anche li scompari e poi riappari vicino al divano di casa . Alice era li vicino al divano e poi si teletrasporto vicino al televisore . Non riusciva a stare ferma in un solo posto . Ce la doveva fare . Alice non si era mai impegnata nello studio ma solo essere una grande stronza dentro la scuola . Ogni studente li dentro la odiava perchè Alice sapeva i segreti di tutti e li diceva cosi per mettere zizzania tra gli altri . Solo Alice doveva essere felice , invece tutti gli altri dovevano essere tristi e senza nessuno . Poi penso a me e a quello che avevo cercato di fare . Si concentro su di me . Ma sul fatto che avevo provato di tutto per salvarla ma sul fatto che non ci ero riuscito . Li grazie a quella grande e furiosa rabbia si riusci a concentrare e fermo le sue sparizioni . Grazie a quella grande e furiosa rabbia Alice era riuscita a fermarsi . Adesso non scompariva più e voleva fare una cosa prima di andare a mettere paura , rabbia e dolore nel mondo intero . Voleva vendicarsi su di me e sul fatto che io non ero riuscito a salvarla . Nessuno la poteva sentire e cosi ad alta voce disse – Daniel Saintcall non appena avrò capito cosa posso fare in questa mia nuova forma io verrò da te . Metterò la mia mano dentro al  tuo petto e ti strappo il cuore . Settembre era li e aveva assistito alla scena . Settembre sapeva che io ero in grande pericolo e cosi decise di andare ad avvisare Sarah la Fenice Rossa . Settembre sapeva che nel futuro io e lui ci saremo incontrati numerose volte e se non fermava questo potente fantasma vendicativo io e lui non avremo mai vissuto questo futuro che io adesso vivo . Settembre poteva vedere che questo fantasma era un grande recipiente di odio , rabbia e dolore . Anche le stava soffrendo dentro di se e non lo aveva detto a nessuno . Non voleva essere presa in giro e cosi decise di fare la dura e essere una vera e autentica stronza con tutti gli altri . Grazie a questa grande corazza da dura non lasciava avvicinare nessuna .

 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Ferrante Figlia Gazzetta dell' Universo Genio Salvare Secondo Anno Spazio Tempo The District Universing Università Universo

Beatrice Ferrante legge la Gazzetta dell’ Universo

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Beatrice Ferrante era all’ università secondo anno di Criminologia . Voleva essere come sua madre . Voleva essere una brava Detective che viaggia nel tempo , nello spazio e nei mondi e salva persona da qualunque pericolo . Ma per farlo doveva studiare per altri tre anni . Credeva che poteva fare subito il passo in avanti . Nel senso andare da sua madre e avere da lei il permesso di entrare dentro The District prima di finire l’ Università . Quando era libera da una lezione la Gazzetta dell’ Universo si aggiorno a tutti . Non solo a Beatrice ma anche agli altri . Le persone che avevano deciso di studiare Criminologia avevano scelto bene visto che l’ articolo parlava del Protocollo 51 A e B . I due dicevano che le persone che avevano preso la laurea in Criminologia . Quindi tutte le persone che si erano laureate in quel campo avevano la possibilità di entrare dentro The District . Beatrice lesse con calma l’ articolo e sussurro dentro di se – ho scelto bene . Visto che ho scelto Criminologia nel futuro posso entrare dentro The District , Grazie a Daniel Saintcall controllo i miei poteri . Adesso per entrare dentro The District mi serve solo la laurea in Criminologia . Visto che sono un genio ce la posso fare . Beatrice Ferrante aveva tutte le carte in regola per entrare in The District . Angela Ferrante non vedeva l’ ora di essere li e vedere Beatrice entrare dentro The District . Certo all’ inizio sarebbe divenuta una normale agente . Ma con il suo genio che allineava tutti i fili di un caso all’ altro sarebbe divenuta ben presto una Detective .

Categorie
Aida Brown Dana White Londra Luca Marino New York New York University Paul Lambert Sarah White

Sarah White

 

Sarah White 22 anni e viene da Londra e poi per una decisione da parte dei suoi genitori e dovuta andare alla New York University . Grazie al fatto che Sarah era molto carina , capelli neri lunghi fu facile stringere amicizia con gli altri li dentro . Sarah non era la solita ragazza che era debole e si faceva sottomettere dagli altri ma era una dura visto che nella vecchia scuola era stata sospesa due volte per aver fatto delle risse . In quelle rise che aveva fatto le persone che la volevano mettere sotto e picchiare a sangue e poi lasciarla li a terra non lo potevano più fare visto che Sarah diede loro una bella lezione . Fu sospesa due volte ma almeno non aveva nessuno che la picchiava e gli voleva scrivere sul corpo “ Bitch “ perché secondo loro andava a letto con un ragazzo che gli piaceva . Sarah in questa università cerco di non farsi cacciare visto che voleva essere una Medico Legale e quindi studiare medicina e andarsene . Se qui si innamorava allora era li destino che le diceva che arrivato il momento giusto per farlo . Dana la madre di Sarah prima di farla scendere dall’ auto – per favore cerca non farti sospendere pure in questa scuola . Sarah sbuffo e fece finta di stare alle direttive di sua madre visto che se avesse iniziato non avrebbe più finito – ci provo . Ma se qualcuno mi da fastidio oppure mi vuole scrivere sul petto una parola offensiva le lascio fare . Una volta entrata a scuola la prima persona che Sarah incontro fu Paul Lambert 22 anni , molto robusto e forte , capelli rasati a zero ed era è molto carino . Paul era li vicino a Sarah e si innamorato di lei – io sono Paul , benvenuta alla New York University .Sarah fu molto felice di essere in questa scuola visto che pure lei si era innamorata di Paul e aveva trovato un modo per non odiare questa università . Aida Brown ci aveva provato a far innamorare Paul di lei ma con tutte le sue mosse non ci era riuscita . Quando vide Paul e Sarah stare vicini non le piace per niente al mondo e andò verso Sarah con quella aria da stronza che ha una come lei . Sarah sapeva che tra poco si sarebbe messa nei guai e aveva promessa a sua madre di non mettersi nei guai . Aida andò vicino a Sarah e tra loro c’era aria di sfida – Come tu sei la nuova pivella qui dentro . Aida non aveva saputo molto su Sarah e pensava che poteva sottomettere Sarah con la sua aria e con il suo sguardo da stronza . Sarah non si mise nessuna paura – tu saresti la stronza di turno che deve cercare di mettermi sotto per mostrare a tutti chi è . Io non ho nessuna paura di te . Aida non fece niente visto che in quel momento c’ erano tutti gli studenti e tre professori . Ma prima di andare per la sua strada – e meglio se stai lontano da Paul e cerca di stare attenta gli incidenti possono capitare e ti potresti fare molto male . Sarah non aveva nessuna paura e poi lascio stare Aida e prese tutto quello che gli serviva per la sua prima lezione . Paul non aveva dato ascolto a Sarah visto che per lui era solo una amica e non una persona con cui fare sul serio . Luca Marino era stato preso in giro da Paul e decise di non agire su di lui ma su Sarah . Luca per colpa di Paul aveva un occhio nero sull’ occhio destro ed era molto gonfio e poi gli faceva male lo stomaco per un pugno nello stomaco . Paul sapeva che Luca era il migliore del corso e aveva deciso di fargli una cosa del genere per avere i compiti e anche il fatto che lui doveva dirgli tutte le risposte a tutti gli esami . Luca si rifiuto sputandogli nell’ occhio destro e quello gli fece questo . Luca sapeva come agire e sapeva che tutto gli sarebbe andato bene . Luca aspetto che Sarah arrivava alla sua macchina e una volta dentro mosse le chiavi per azionare l’ auto . Luca con il suo potere impedì che l’ auto funzionava . Sarah scese dall’ auto – maledetta auto . Non dovevi funzionare proprio in quel momento . Prese il cellulare e Luca con un piccolo gesto della mano glielo fece volare via dalla mano e Sarah inizio ad avere paura – se c’ e qualcuno non è divertente . Esca fuori . Sarah aveva molto paura visto che non aveva mai visto persone con i poteri e provo a scappare ma Luca uso la telecinesi per farla cadere a terra . Luca era con un costume nero che gli copriva tutto il volto e poi prese per i capelli Sarah e con la telecinesi gli spezzo il collo . Non gli diede il tempo di dire a Sarah qualcosa e poi con una corda che le mise intorno al collo e poi la alzo sopra al lampione e fece in modo che fosse un suicidio . Luca entro nella scuola di sera tardi e vide Paul che era vicino alle porte visto che stava andando a casa e poi vide Luca e gli disse – devi venire fuori e successo qualcosa a Sarah ? . Paul e Luca andarono fuori e videro che Sarah si era suicidata . Paul era triste e invece Luca era li dietro di lui e aveva quello sguardo di felicità visto che vedeva il suo nemico a terra che piangeva come una femminuccia .

 

Categorie
Armi Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Foto Sarah la Fenice Rossa

Uccido dei demoni

300px-Weapons_CA_01_DmC

Avevo 16 anni ed ero all’ università e stavo uscendo da li e non so in che modo ma loro scoprirono che io ero la . Stavo tornado a casa come le altre volte e invece mi ritrovai nel Limbo . Davanti a me erano apparsi dei demoni e per mia sfortuna non aveva nemmeno una arma buona per uccidere questi demoni . All’ improvviso arrivo Sarah la Fenice Rossa mi era venuta a cercare visto che stavo facendo tardi . Uno di loro mi stava attaccando e Sarah lo uccide con un calcio ben piazzato nello stomaco – tieni fottuto demone . Apri il suo giubbotto nero e mi diede Ebony e Ivory e me le diede in mano . Una volta avute in mano iniziai a sparare contro questi demoni . Una di loro venne contro di me e lo bloccai con un calcio il suo colpo e poi gli fracassai la testa con un bel proiettile in testa . Un altro demone con una ascia venne verso di me ed era pronto a ficcarmela dentro lo stomaco . Lui era veloce ma per colpa dell’ ascia era lento e prima che lui potesse fare una mossa gli sparai un proiettile in fronte e non solo uno ma anche un altro . Alla fine gli altri demoni se ne andarono . Una volta uccisi tornai a casa con Sarah la Fenice Rossa . Prima di tornare a casa – posso sapere dove ero finito ? . Mi misi davanti a lei fino a quando non avrebbe risposto – visto che tanto lo devi sapere in un modo o nell’ altro . Quello era il Limbo e ogni volta che affronti dei demoni tu entri li dentro . Quando ero entrato nel Limbo tutto era molto diverso . Vedeva che le persone che erano scomparse e c’ erano solo i demoni e pure i luoghi erano cambiati .Pure l’ università era cambiata era divenuta un luogo davvero infernale come se fossimo all’ inferno o come se avesse preso fuoco . Li dentro non c’ era nessuno visto che erano da un altra parte . Sarah me le fece tenere le pistole visto che prima o poi me le doveva dare e adesso era il momento giusto . Sarah venne in camera mia e mi vide vedere le pistola e capì che erano pistola demoniache – ti piacciano queste pistole demoniache . Io ero li e le osservavo e pure la loro aura oscura – certo voglio capire tutto sul loro vero potere e devo capire come sparare . Visto che tu sei molto brava insegnami a usarle alla grande e cosi se incontro qualche demone sono pronto a ucciderlo quando tu non ci sei . Come hai visto i demoni sono pronti a uccidermi senza che tu ci sia e quindi voglio essere pronto e non voglio trovarmi impreparato e senza nessuna arma . Sarah decise di farlo ma non oggi .

 

Categorie
Aurora Neri Daniela Ferrari Francesco Rossi New York New York University Rebecca Olivieri

Francesco Rossi parla con Aurora Neri

 

Francesco adesso aveva un grande compito ed era anche molto difficile visto che aveva a che fare con una persona che non si arrende mai . Con persone del genere dire di abbandonare una cosa e come parlare a un muro che tu provi a dire a lui una cosa e non ti potrà mai ascoltare . Mark il preside della New York University sapeva che Aurora era viva e vegeta e con Rebecca decise di dire che lei era morta . Francesco convoco Rebecca nel suo ufficio . Rebecca era li dentro la sua stanza e sapeva che era una faccenda molto importante – si tratta di Aurora ? . Mark non disse niente visto che già lo dicevano i suoi occhi – si , si tratta di Aurora . Io penso sia meglio dire che lei è morta . Anche se grazie ad Anna sappiamo che lei è viva e vegeta dobbiamo dire che è morta . Perché ho paura che se quello che mi ha detto Anna sia vero , Aurora la prossima volta potrebbe morire in modo più grave . Quindi per il suo bene diciamo che lei è morta . Rebecca era d’ accordo visto che aveva visto come era ridotto e capì che doveva essere qualcosa in più di un semplice incidente . Rebecca non aveva detto una cosa a Mark . Quando Daniela era andata a fare visita ad Aurora , lei era agitata e molto spaventata , Daniela si avvicino al letto di Aurora e le senti dire – questo è per aver dato un bacio con la lingua a Francesco . Rebecca decise di non dirlo visto che sapeva cosa sarebbe successo . Sapeva che Mark avrebbe fatto lasciare a tutti la scuola e questo non avrebbe reso Daniela più possessiva nei confronti di Francesco . Francesco era arrivato a casa di Aurora con calma e busso alla porta . Federica era felice di vedere che Francesco era li . Francesco andò in camera di Aurora , una volta chiusa la porta non a chiave , decise di affrontare subito il problema . Aurora lo vedeva nei suoi occhi che aveva qualcosa di importante da dire e cosi si mise sul letto e cosi poterlo vedere negli occhi . Francesco stava per dire qualcosa che avrebbe fatto arrabbiare Aurora per davvero molto tempo . Anche se sapeva che poteva accadere , doveva dirlo visto che era una questione di vita o di morte nei suoi confronti – Devi lasciare la New York University . La faccia di Aurora era divenuta bianca come quando vedi un fantasma , il suo cuore inizia a pompare moltissimo . Poi inizio a fare dei respiri e poi inizio a vedere Francesco con quello sguardo di rabbia con cui vede i suoi nemici – se sei venuto per dirmi questo te ne puoi andare ? . Aurora era davvero arrabbiata e Francesco inizio ad alzare la voce pure lui – io non me ne vado . Puoi dire tutto quello che vuoi , ma se torni potresti morire . Io sono molto innamorato di te , ma non voglio una fidanzata morta . Lo so che non hai nessuna paura . Te lo leggo in faccia e pure prima di conoscerti , te lo vedevo fare . Ma questa volta è una questione di vita o di morte . Se torni nella New York University puoi morire e io non voglio perdere nessun altro . Ho già perso due persone che mi sono amiche , non voglio perdere te . Aurora vide che Francesco era preoccupato per la situazione in cui erano – lo so che non vuoi che io muoia , ma ci devo andare . Francesco non le stava dicendo una cosa visto che prima di andare a casa sua era stato nell’ ufficio del preside . Mark sapeva che la persona migliore per dire questa cosa era lui . Francesco era nell’ufficio del preside e pensava di essere nei guai . Francesco vedeva che lo sguardo del preside ed era molto serio – ho bisogno del tuo aiuto per dire questa cosa ad Aurora . Tu sei il suo fidanzato e ho bisogno del tuo aiuto per dirle che non può più venire a questa università . Francesco sapeva che era una cosa dura , ma anche prima che il preside Mark gli diceva una cosa del genere lui ci aveva già pensato . Francesco era seduto sulla sedia e poi disse al preside – sa prima che lei mi convocasse stavo andando da Aurora a dirle che deve abbandonare questa università . Aurora decise di farlo anche se stava lasciando il posto dove aveva trascorso molto tempo della sua vita . Ma per la sua vita , doveva far finta di essere morta agli occhi di tutto e cosi non venire più alla New York University .

 

Categorie
Daniela Dr . Laura Rossi Foto Francesco Rossi

Aspetto di Daniela

Daniela era bellissima e si era innamorato di Francesco . Ma le cose tra loro non funzionarono visto che Daniela era troppo possessiva e per questo Francesco ruppe con lei . Da quel giorno Daniela decise di uccidere tutte le persone che provavano ad avere un legame con il suo fidanzato . Anche se Francesco aveva rotto con lei , Daniela non ci poteva credere e nella sua mente pensava che quello che era solo un incubo . Da quel giorno Daniela uccise tutte le persone che diventavano le fidanzate di Francesco , anche chi era suo amico non era al sicuro . Daniela prima le dava dei consigli e poi se vedeva che loro non prendevano questo avvertimento sul serio , le uccideva . Adesso toccava a Laura quella puttana che l’ aveva fatta finire in carcere , ma per Daniela non era niente visto che se ne poteva andare via da li in qualunque momento . Prima di uscire voleva capire cosa fare per uccidere Laura , adesso era lei il suo nemico non solo da uccidere ma da fare molte cose . Non si sarebbe fermata per nulla al mondo e nemmeno se Francesco le avrebbe chiesto scusa , lei avrebbe risposto – troppo tardi tesoro . Adesso tu e quella stronza di Laura dovete morire e lo farò io e non mi fermerò per nulla al mondo .

Heroes