Categorie
2012 Abbigliamento Armi Bastone Combattimento Corpo a Corpo Computer Database Dominatore di Poteri Foto Informazioni Kratos Mondo Oggetti Pandora Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Persone Presentazione Racconto Signori del Tempo Sport

Foto del Bastone visto da Kratos e da Pandora

 

Categorie
2012 Armi Bastone Combattimento Corpo a Corpo Computer Database Dominatore di Poteri Equipaggiamento Foto Informazioni Kratos Oggetti Pandora Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sport Storia Tempo

Spiego a Kratos e a Pandora il Bastone

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sulla tuta da moto e dopo avergli fatto vedere una foto di una tuta da moto , io dissi a loro < adesso vi dico tutto sul bastone > e Kratos disse < avanti voglio sapere cos’ e questo bastone > e io dissi a loro due tutto sul bastone < Il bastone è un pezzo di legno più o meno lavorato. Nel suo impiego più comune, è usato per appoggiarsi camminando. Secondariamente, viene impiegato anche in alcuni sport per colpire e per eseguire esercizi ginnici. Se si tratta di un bastone ferrato, è munito di pomo e di puntale, per assicurare un migliore appoggio.

 

Nello sport

 

Il bastone era un’arma più civile delle spade semplicemente perché non era affilato e non veniva usato per uccidere un avversario, ma piuttosto per stordirlo. Il bastone può essere di 2 tipi: il bastone singolo e il bastone doppio. Il bastone singolo o anche detto manganello era usato per stordire e per sedare le rivolte mentre il bastone doppio era più che altro una sorta di oggetto da torneo. I più famosi utilizzatori di bastoni erano i giapponesi che praticavano il combattimento orientale detto aikidō.

 

Arti marziali di bastone italiane

 

Bastone siciliano: l’antica arte siciliana della paranza, cioè del maneggiare il bastone ( ‘u vastuni) sia per attaccare che per difendersi, deriva da una tradizione dei pastori, in secoli passati anche per difendersi dai briganti Un autorevole maestro di bastone siciliano fu il pastore, poeta e scultore Vito Presti, di Barcellona Pozzo di Gotto.

 Il liu-bo è uno sport di combattimento basato sull’antico bastone siciliano. Il bastone è in legno di ulivo, arancio amaro, rosa selvatica detta anche “rusidda” o sorbo e viene usato, in base alle diverse tecniche, con una o con entrambe le mani. Nel 1999 il liu-bo entra a far parte del C.S.E.N. – Centro sportivo Educativo Nazionale, un ente di promozione Sportiva in Italia riconosciuto dal CONI.

 Bastone genovese: si pratica con un bastone corto (di origine ottocentesca) di circa 90 cm di lunghezza e con un bastone lungo di circa 120-130 cm di lunghezza. Il materiale adoperato per i bastoni da allenamento è il rattan, non facilmente scheggiabile.

 Bastone pugliese: è un’arte marziale pugliese piuttosto vicina a quella del bastone siciliano o paranza, come tecniche e combattimento, ma i bastoni sono lunghi 4 piedi e sono più pesanti, e i colpi più semplificati. E’ riconosciuto dal CONI.

 Varra: o bastone napoletano, è un’arte marziale napoletana con un bastone di 1,60 metri.Riconosciuto dallo CSEN

 Taccaro: altro bastone napoletano, lungo 60-70 cm, s’ingrossa verso la parte con cui colpisce.

 Piemontese: diversi tipi di bastone, uno simile al napoletano, uno di 90 cm e uno lungo.

 Milanese: con un bastone di 90 cm

 Veneziano: con un bastone di 90 cm

 Livornese: con un di 90 cm

 Calabrese: con un bastone lungo

 Corso: con un bastone lungo

 Patella vacche: del Canavese, con un bastone di 60/70 cm

 

In questi tipi di bastone, il bastone di 90 cm, derivato dal bastone da passeggio, si usa secondo le regole schermistiche di quel periodo, il bastone di 60/70 cm comprende azione fatte prendendo il bastone da sotto i vestiti, guardie, modi di colpire, parate e lotta corpo a corpo, e il bastone lungo mostra una certa preferenza per i mulinelli, a parte nel bastone genovese[8]. Ad essi bisogna poi aggiungere un tipo di bastone di 90 cm tratto dal manico di un piccone, con guardie adatte ad un combattimento tra la folla, e il bastone lungo insegnato nel REI (Regio Esercito Italiano.)>