Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Dark

Dana impara da Laura come utilizzare i suoi poteri da angelo

Dana anche se era un angelo non aveva scelto un look da angelo ma aveva scelto il look dark che aveva prima di essere trasformata in un angelo . Laura quando la vide con questo look oscuro le disse con calma – togliti quei vestiti e indossa un look che porta luce . Ma Dana guardò la madre e disse con molta serietà e un po’ sconvolta visto che lei non era nemmeno tornata e già gli stava dicendo come vestirsi e poi dopo quello gli avrebbe detto come comportarsi con gli altri – questo è il mio look e mi piace davvero molto e non me lo tolgo solo perché me lo dici . Comunque ho bisogno del tuo aiuto e quelle parole le pronuncio con garbo perché dopotutto Laura era sua madre e se la trattava male sarebbe venuto suo padre Roberto che se la trattava male le avrebbe dato uno schiaffo e sulla faccia e poi fino a quando non chiedeva scusa le teneva molto forte l’ orecchio sull’ orecchio sinistro aveva un orecchino e se l’ era fatto mettere dalla sua amica dark che frequenta e lei gli piaceva davvero molto . La sua amica tra i vari accessori che aveva un orecchino nel ombelico e come lei se lo voleva far mettere ma la sua amica aveva visto che era troppo piccola e come se una sorellina per lei le disse – no , questo non te lo faccio fare . Laura alla fine con calma andò verso sua figlia e le disse con calma – vuoi il mio aiuto nel controllare i poteri degli angeli . Molto bene adesso mi chiedi aiuto e se vuoi il mio aiuto devi vestirti con vestiti più colorati invece del nero e solo allora lo faccio .

Dana non aveva altra scelta e decise di entrare in camera e la chiuse a chiave e poi si mise dei vestiti molto colorati che aveva e quando Laura la vide la abbraccio e Dana le stava per venire il voltastomaco . Dopo tutto era una ragazzina e nessuno vuole farsi vedere abbracciato dalla propria madre e Dana non voleva farsi vedere da lei mentre era abbracciata a sua madre per lei era davvero molto imbarazzante .

Laura dopo che Dana aveva fatto questo immane sforzo di non stare con il suo solito look dark disse a Dana – va bene ti aiuto a capire come utilizzare i tuoi poteri da angelo .

Dana voleva saperlo a tutti i costi come farlo visto che voleva aiutare gli altri e per farlo si era messa una maglietta con una stella rossa , pantaloni blu con una stella rosa e scarpe blu e alla fine dopotutto quei vestiti non gli stavano cosi male e farglieli piacere fu Laura che quando erano abbracciati disse in maniera molto affettuosa – sei bellissima con questo look . Dana un po’ imbarazzata guardò sua madre negli occhi e disse – sei sicura ? , Laura la bacio sulla fronte come faceva prima e le disse – certo che lo sei , sei un amore con un questo look . Alla fine Dana e Laura andarono nella sua stanza e disse – lo so cosa devi fare per far funzionare i tuoi poteri da angelo ? . Laura era davvero molto curiosa di saperlo e non vedeva l’ ora e poi la mano di sua madre andò vicino al suo cuore e con molto amore le disse – per far funzionare i tuoi poteri devi usare il cuore e non il cervello ma il tuo cuore e solo con quello puoi aiutare gli altri . Quando facevano quella conversazioni erano sul letto e uno affianco all’ altro e Dana poi abbraccio sua madre Laura quando se ne stava andando e disse con davvero molto affetto – mi sei mancata tantissimo e Laura la guardo e togliendo i capelli dalla sua fronte e la bacio sulla fronte e disse – pure tu piccolina . 

Categorie
Alexander Wood Angelica Wood Angelina Angelo Demone Demoni Federica Luca Mutaforme Tara Wood

Angelica Wood parte 6

Angelica Wood quando si era nascosta con Federica e Angelo era piccola cioè 11 anni ma con loro aveva passato molti anni per la precisione 5 anni e quando lei perse Federica e Angelo fu il suo compleanno . Ma Angelica non lo poteva dire con certezza quando compieva gli anni visto che non lo sapevano nemmeno Alexander e Tara Wood . Anche se loro avevano adottato Angelica loro non sapevano molto della ragazzina e negli anni avevano provato a farle ricordare qualcosa ma non c’ era niente da ricordare . Visto che i suoi genitori l’ avevano abbandonata quando era in fascia davanti al centro adozione in un cestino e li c’era scritto Angelica . Quello erano le informazioni che aveva lasciato e per questo Angelica non poteva mai festeggiare il suo compleanno visto che non sapeva nemmeno lei quando era nata . Angelina decise di insegnare ad Angelica come sedurre gli uomini e disse – Se vuoi sedurre un uomo devi essere bellissima . Tipo un angelo sceso in terra . Angelica disse a lei – nessuno mi ha mai insegnato come essere carina . Nessuno mi ha dato nessun addestramento su questa cosa e nessuno mi ha mai insegnato niente . Angelina la guardo e disse – da oggi imparerai molte cose e tra le quali e come sedurre . Quando farai questa cosa l’ uomo abbassa la guardia tu hai tutto il tempo di mangiare e cosi essere nutrita per almeno tre settimane . Se vieni interrotta e non finisci di sfamarti tu potresti morire dopo pochi minuti . Quelle parole fecero diventare Angelica bianca simile a un cadavere e poi calmandosi un po’ – quindi se mentre mi nutro vengo interrotta posso morire ? . Angelina le disse la dura verità – si purtroppo ? , Angelica chiese ad Angelina – a te e mai successo ? . Angelina le dissi – si e stavo quasi per morire e poi vidi un uomo che non aveva niente e anche se non mi piace uccidere , lo uccisi e tornai in salute . Se vuoi ti dico i sintomi di quello che ti succede se stai in questa situazione . Angelica era in uno stallo , lo voleva sapere ma dentro la sua mente diceva che non voleva sapere niente di questa situazione e poi disse – si lo voglio sapere , cosi se sto in questo stato lo posso riconoscere subito e so cosa posso fare per non morire . Angelina inizio a dire ad Angelica – allora senti che il tuo cuore palpita più veloce del normale , i tuoi capelli diventano bianchi e tu diventi meno bella passo dopo passo e tu senti come se dovessi morire per ogni passo che fai . Per sopravvivere anche se non è bello , devi mangiare la prima persona che trovi ma devi procedere in fretta , più lentamente lo fai e più hai possibilità di morire . Angelina aveva detto la dura verità ad Angelica e poi le disse – adesso tu sotto la mia guida capirai come fare tutto e anche prendere il controllo di questa tua cosa e alla fine la potrai utilizzare come meglio credi . Angelina si alzo dal tavolo e vide i capelli di Angelica e inizio a toccarglieli e vide che erano belli e soffici , il corpo di Angelica era molto bello e se si faceva un bagno non sarebbe stata male . Angelica aveva sicuro bisogno di una lavata e nessun uomo dell’ Universing l’ avrebbe toccata se puzzava o altro . Angelica non si voleva fare una bella doccia calda e Angelina escogito un piano e la fece venire nel bagno e poi da dietro le disse – Senti ho dei nuovi vestiti per te , se ti togli questi , io te li faccio mettere . Angelica per stare in pace e avere un po’ di privacy si tolse i vestiti in bagno e appena se li era tolti . Angelina fece finta che aveva dimenticato una cosa in bagno e le disse – Senti Angelica ho dimenticato una cosa nella doccia me la puoi prendere . Angelica non vide niente e in quel momento senti l’ acqua addosso a lei e la porta era chiusa e Angelica si guardo dietro di lei e vide Angelina e disse – molta brava , un modo abbastanza ingegnoso per farmi fare una bella doccia calda . Angelica le disse un po’ con voce alta ma non troppa – non mi volevo fare la doccia , Angelina le disse – lo so che non la volevi fare ma se non la vedi nessun uomo si avvicina a te e quindi per colpa di questa tua puzza nessuno si avvicina a te in nessun modo possibile . Quindi una nuova regola per te ? . Angelica le chiese mentre si faceva la doccia – quale è questa nuova regola ? , Angelina che era li e metteva un asciugamano e i nuovi vestiti per Angelica e le disse – tu ogni giorno ti fai una bella doccia calda e se non lo fai non ti alleno . Angelina era una tipa tosta e con la testa di acciaio e se si metteva in mente una cosa non se la sarebbe tolta dalla testa e alla fine Angelica dovette sottostare a questa regola . 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Fantasmi Mondo Universing

Beatrice si trasferisce da Angela Ferrante

Angela Ferrante dopo aver ottenuto il modulo firmato e la richiesta di portare Beatrice a casa sua ,loro andarono a casa loro . Beatrice dopo tanti anni poteva vivere in una casa che era casa sua e non in una casa cui era un fantasma e lei non poteva dormire , non poteva mangiare o bere . Li in invece nell’ Universing dove era la casa di Angela Ferrante lei ci poteva vivere , mangiare , bere e vivere come una persona umana . Li nell’ Universing non era un fantasma era una persona umana e a lei stava bene cioè in poche parole lei si sentiva viva e vegeta . Angela con la mano nella mano di Beatrice la stava portando a casa sua . La casa di Angela Ferrante era una villa ed era il luogo perfetto dove viverci e Angela prima di aprire la porta chiuse gli occhi di Beatrice con un nodo davanti agli occhi e poi glielo fece togliere e Beatrice con i suoi meravigliosi occhi pote vedere quel luogo in tutta la sua bellezza . Beatrice si girò verso Angela e disse – questo posto è magnifico , Angela fece vedere ad Angela dove sarebbe andata a dormire . Li c’erano moltissime stanze da letto e per questo Angela poteva scegliere una delle tante stanze e poi disse ad Angela andando ad abbracciarla – grazie per avermi donato una cosa e Angela disse a Beatrice – grazie a te ora sono felice perché ho te e anche se nelle tue vene non scorre il mo sangue tu per me sei mia figlia .  Angela e Beatrice erano uscite per comprare qualche vestito e qualcosa per loro e Beatrice andare per negozi , provare vestiti e fare altro con Angela le piaceva moltissimo . Beatrice non aveva mai fatto queste cose con i suoi genitori e quando erano in un bar Beatrice disse ad Angela – queste cose non le ho mai fatte con i miei genitori . Angela la guardo nei suoi occhi e disse – lo so che i tuoi genitori sono morti , ma adesso tu devi vivere la tua vita . Non puoi vivere nel passato ,se continui a passare nel passato puoi perdere tutto e non vai più avanti con la tua vita . Io non dico che devi dimenticare i tuo genitori ma devi andare in avanti .

Beatrice mise la mano su quella di Angela e poi disse in maniera molto felice visto che lei era riuscita a farla tornare su il morale e disse – grazie Angela . Angela alla fine disse a Beatrice – adesso dovrai vivere la tua vita e quindi io e te adesso ci mettiamo e facciamo tutto quello che ti possa servire per avere un brillante futuro e forse grazie al fatto che ti crei un futuro puoi entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e cosi scoprire cosa è successo a te e alla tua famiglia . Che ne dici ti va oppure vuoi fare altro , questa è la tua vita e puoi decidere tu cosa . Beatrice era ancora piccola ma voleva tantissime cose e poi disse – Quindi se mi faccio un futuro posso fare il tuo stesso lavoro e forse un giorno potrò scoprire se è successo oppure no qualcosa sui miei genitori e Angela Ferrante disse – si , voglio dire proprio questo .Ma solo se tu lo vuoi , io non ti voglio forzare a fare questa scelta . Dopo pochi minuti Beatrice ci penso e disse – si , lo voglio fare . Per favore aiutami a creare un futuro e cosi poi posso entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Angela la guardo e disse – certo che ti aiuto figlia e Beatrice la guardo e disse – grazie Mamma .

Categorie
Ada Knight Beatrice Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Fantasmi Polizia Internazionale

Ragazzina Bruciata Viva parte 1

Ero andato nel Quartier Generale della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e sulla mia scrivania trovai un fascicolo di una ragazzina che era stata bruciata viva . Sfoglai il fascicolo e decisi accettare il caso , sono d’ accordo a un pò di violenta ma sui bambini non si fa del male , chi lo per me è feccia , non un uomo è solo un mostro . Andai li dove avevano trovato il corpo della ragazzina , cioè sulla quinta strada ma sopratutto in una casa abbandonata . La casa era stata abbandonata nel 1898 e da li nessuno più ci ha vissuto , ma poi la mia radio quasi esplodeva di segnalazioni . Ma non si avvistamenti di una persona viva e vegata ma di un fantasma e cosi mi diressi li , il fantasma era quella della ragazzina morta ma nessuno poteva dire con certezza chi era , nemmeno io ma per un motivo perchè se io l’ avessi toccata la sua mano sarebbe divenuta polvere perchè era talmente carbonizzata che se uno la toccava il corpo nè poteva perdere un pezzo . Grazie ai poteri di Ada Knight la miserò sulla barella tramite il potere della telecinesi e cosi il medico legale la poteva mettere li . Io ero andato con la mia macchina , presi tutto quello che mi poteva servire cioè la mia spada e le mie pistole e mi diressi dentro . La ragazzina era morta nel centro della casa e quandai andai li , io vidi il suo spretto e lei disse – Ciao . La ragazzina stava giocorellando con il piede e poi si avvicino a me e le dissi – Tu sei la ragazina che è stata bruciata qui ? . La ragazzina però non si ricordava come era morta e disse – io non mi ricordo come sono morta e cose è successo qui dentro . Io capì che la ragazzina prima di essere uccisa le era successo qualcosa di brutto , qualcosa che non voleva ricorda e cosi anche essendo un fantasma lei non voleva ricordare . Io segnai sul mio diario quello che avevo capito li e poi dissi a lei – ti aiuto a ricordare quello che è successo . La ragazzina smise di giocare con il suo piede , lei aveva 8 anni e indossava un vestito bianco e un cerchietto bianco in testa e le sue scarpette erano bianche . Era vestita cosi perchè doveva andare a una comunione , ma li non ci arrivò mai e il suo nome era Beatrice ed era molto carina nonostante l’ età . Per capire quello che le era successo tocca il punto preciso dove era stata bruciata e vidi quello che le era successo . Lei non vide mai in faccia il suo aggrssore perchè portava una maschera , quello che le era successo è stato orribile e disumano . Dico cosi perchè quello l’ uomo era un mostro , prima le fece togliere i vestiti e poi la violento e poi la brucio con i suoi poteri . Non aveva mostrato nessuna pietà , nessuna anche se era piccola lui l’ ha uccisa e non ha mostrato rimorso . Una volta che aveva fatto togliere i vestiti a Beatrice prese un bidone della spazzatura , prese i suoi vestiti e li butto li dentro e poi brucio i suoi vestiti e cosi lei era li nuda e indifesa . Una volta visto decisi di non raccontarlo al suo fantasma , ma lei mi vide e disse – se è successo qualcosa ti brutto a me , lo voglio sapere . Alla fine decisi di dirlo e dissi – Senti tu sei stava violentata e poi l’uomo che ti ha rapito ti ha bruciato i vestiti e poi ti ha ucciso senza mostrare nessuna pietà . Beatrice mi chiese – come mai non ne lo ricordo ? , io la guardai nei suoi bellissimi occhi blu – non te lo ricordo perchè quando tu hai subbito questo bruttisimo trauma , il cervello ha erroto questa difesa e ti ha fatto dimenticare cosa ti è successo . Io inizai a guardare Beatrice e sulla sua mano c’ era un tatuaggio con scritto Beatrice e cosi dissi a lei – Beatrice e lei si girò verso e disse – si che c’ e . Beatrice mi guardò e disse – come mai ho reagito quando mi hai chiamato Beatrice ? . Perchè Beatrice e il tuo nome e adesso siamo già a una cosa importante . La ragazzina mi guardò e disse – Grazie a te ho riscoperto il mio nome , adesso però mi aiuti a scoprire anche il resto . Certo ti aiuto – le misi una mano sulla spalla e capì che io ero diverso da chi poteva parlare e vedere i fantasmi , io li potevo anche toccare e fare cose che gli altri non riuscivano a fare . Visto che avevo scoperto questa cosa io provai ad abbracciare Beatrice , non sapevo se ci sarei riuscito oppure no ma ci dovevo provare e alla fine ci riusci e Beatrice disse – io sono un fantasma , tu come mai mi puoi toccare e abbracciare . Lo vorrei sapere anche io Beatrice – le dissi , non lo sapevo nemmeno io . Ero sorpreso proprio quanto Beatrice , pure io pensavo che io non potevo fare niente con loro . Io invece capì era grazie ai miei poteri io li potevo toccare e sopratutto io potevo fare cose che gli altri non potevano fare .

Fine Parte 1

Categorie
2011 Alieni Emily Lake Pandora Parlare con Emily Lake Parlare con Pandora Racconto Realta Aumentata Supercriminali supereroi Superpoteri Switched Uccidere Universing Vampiri

Pandora viene quasi uccisa nell’ Universing

Pandora si era messa a fare un giro con la bicicletta , inizialmente dentro il nostro grande giardino , pieno di rose e fiori davvero molto belli . La bicicletta di Pandora era di colore rosa perché quello era il colore preferito , me l’ aveva detto lei che voleva una bicicletta per poter andare in giro , vedere la città . Non dico che Pandora non volesse stare con me sempre ma in alcuni momenti voleva andare in giro iniziare a fare qualcosa , visitare posti nuovi e fare cose . Stare a casa con me e con mia sorella Alyssa e con i miei genitori era davvero molto bello ma Pandora un po’ si scocciava perché mentre noi tutti avevamo qualcosa da fare lei invece stava li dentro e non sapeva cosa fare . Un giorno una domenica vide dei ragazzi della sua età divertirsi con la bicicletta , ognuna del colore preferito . Alla fine lei venne da me e mi disse – Marcello vorrei avere una bicicletta per favore , io dissi – certo te la compro , ma che ci devi fare ? . Pandora rispose – in casa mi scoccio e vorrei andare in giro con la bicicletta da sola , non dico che non mi piace stare qui con te , ma vorrei andare in giro e fare cose . Dopo una lunga decisione dissi a lei – va bene te la compro , io e Pandora ci vestimmo e andammo in un negozio di biciclette , ce ne era non molto lontano da dove abitavo io . Pandora inizio a vedere le varie biciclette , li ce ne erano un sacco e inizio a vedere quale voleva . Il proprietario vide Pandora vedere le biciclette e disse – Ragazzina ti posso aiutare ? . Pandora vide l’ uomo che era molto alto , occhi neri lui indossava maglietta e pantaloni neri e Pandora le disse – si cerco una bicicletta . Il proprietario che si chiama Salvatore fece vedere a Pandora diverse biciclette tra le quali una di colore rosa , come il colore che gli piaceva . Io mi avvicinai e Pandora disse – voglio questa bicicletta rosa , la pagammo e tornammo a casa con la bicicletta . Per guidare la bicicletta Pandora inizio a metterci un po’ , ma dopo pochi giorni ci riusci , inizialmente utilizzava la bicicletta solo nel nostro giardino ma poi lo fece anche in altri posti . La domenica successiva Pandora andò con la bicicletta in un posto dove non c’ erano molte case , era un luogo non molto bello e infondo vide un gattino che stava entrando dentro un palazzo che secondo la vista di Pandora stava per cadere . Ma non era cosi quella era una trappola , appena entrò li non so come e nemmeno come l’ occhio della fenice di Pandora si risveglio e disse – c’ e nessuno . Nessuno rispose , il posto era talmente desolato che a tutte le persone faceva paura , poi si avvicino a un corridoio , inizialmente non c’ era nessuna mai poi Pandora stava quasi per non credere ai suoi occhi quando vide il posto stava diventando più grande all’ interno . Stavano apparendo strani segni sul muro e anche moltissime persone all’interno . Da quello che sembrava un semplice salvataggio di un gatto si era trasformata in un ‘ avventura in una cosa unica e spettacolare che Pandora non aveva mai visto . Pandora inizio a guardarsi in giro e vedeva persone dall’ aspetto strano e incredibile , non sapeva dove trovarsi e non sapeva cosa , ma invece di perdere la calma . Lei rimase calma e cerco un posto o una persona da cui ottenere risposte , inizio a vedere i posti e vide un posto . Il nome di questo posto era La Lanterna , un bar dove le persone possono bere , fare conversazione e sopratutto stare in compagnia . Pandora entrò , il proprietario vide Pandora in faccia e già dalla sua capì tutto , lei era un po’ con la faccia stupita e il proprietario si risolve a lei – prima volta qui a Universing ? . Pandora non sapeva nemmeno il proprietario cosa diceva – Universing . Il proprietario spiego a Pandora cosa è l’ Universing e inizio a spiegare a Pandora le varie razze che esistevano li dentro . Chiese un bicchiere d’ acqua e poi se ne usci a cercare il gatto nero che aveva inseguito e grazie a lui era entrato li dentro . Una ragazza di due anni più grande di Pandora , il suo nome Emily Lake , era una vampira e si poteva vedere dalla sua pelle fredda come il ghiaccio . Ma non solo da quello , ma anche da un aspetto bellissimo , Pandora vide che la ragazza era bellissima e i suoi occhi erano rossi . Emily si avvicinò a Pandora e disse – se vuoi ti aiuto a trovare il gatto . Pandora accetto visto che una ragazza più grande si era proposta di aiutarla , lei accetto . Iniziarono a cercare il gatto nero , anche nei posti più bui , ma niente , alla fine cercarono in un posto che era molto buio , silenzioso e emetteva paura . Pandora inizio a sentire un po’ la paura del luogo , invece la Emily non sentiva niente , Pandora disse – andiamo via . Ma Emily prese Pandora per un braccio gli disse – tu non vai da nessuna parte . Per non farla muovere più le spezzo in entrambi le parti l’ osso per farla sostenere , l’ urlo di Pandora era straziante ma nessuno poteva sentire le sue grida di dolore . Nessuno senti le urla di Pandora anche quando Emily prese Pandora per i suoi bei capelli gialli e inizio a tenerla molto stretta per li e Pandora disse – per favore lasciami andare . Emily vide Pandora come era vestita e inizio a strappare una parte del vestito , lei non voleva mordere Pandora , voleva ucciderla . Io ti voglio uccidere e basta – si vedeva che Emily voleva ucciderla , le voleva strappare i vestiti e poi prenderle tutto il suo sangue . Emily non era un vampiro normale , era un vampiro alieno , lei sentiva il sangue di Pandora dentro di lei , lo vedeva dalle sue vene e dentro il suo corpo . Emily sentiva il buonissimo odore del sangue di Pandora , lo aveva sentito appena era entrata dentro la Lanterna e subito dentro di lei era scattato un impulso che dentro le orecchie le sussurrava “ Prendi tutto il sangue buono che è dentro di lei . Guarda è come vestita , è vestita come una di quelle ragazze che fanno sesso o altro . Le possiamo prendere e il sangue e nessuno lo saprà mai”  . Il Proprietario della Lanterna mi conosceva , mi chiamo e disse – Marcello , è venuta una certa Pandora qui e poi se andata con una vampira a cercare un gatto nero . Avevo detto al proprietario che Pandora era tornata e l’ aveva descritta a lui , cosi se Pandora era in periciolo o no , lui mi poteva avvisare  . Sapevo che Pandora era in pericolo , cosi mi iniziai a muovere velocissimo e dentro l’ Universing andai a cercare Pandora . Dopo molto tempo a cercare trovai Pandora era li per terra e il vampiro Emily stava per mordere il collo a Pandora . Stava per bere quel sangue cosi gustoso che l’ avrebbe saziata per molto tempo , il punto è che lei non voleva solo un sorso , lo voleva tutto e lo voleva subito . Io arrivai in tempo e lanciai lontano Emily , lei cadde in piedi , le ferite di Pandora guarirono in fretta facendo entrare Pandora dentro una sfera rossa con tutti i simboli e tutti gli elementi . E cosi che gli Switched si rigenerano e dopo Pandora fu molto felice di vederti . Inizia a combattere contro Emily , lei attaccava e io bloccavo tutti i suoi attacchi . Poi mi iniziai a muovere alla sua stessa velocità e iniziai a colpirla molto forte al petto e il altre parti e alla fine quando era a terra le stavo per tagliare la testa ma prima di farlo io dissi a Pandora – non guardare quello che faccio , quello che sto facendo non ti piacerà . Pandora fece come le avevo detto e non guardò e io con la mia spada le taglia la testa , mentre andavamo alla Lanterna Pandora mi chiese – era proprio necessario ucciderla ? , io risposi – si , se non l’ avessi fatto lei ti avrebbe uccisa prendendo tutto il sangue che hai . Pandora era una ragazza forte e capì che quella volta dovevo uccidere per forza quel vampiro . Non so se nel futuro per caso incontriamo un vampiro buono o no , può essere , questo dipende dalla persona . 

 

Categorie
2012 Cleopatra Dialoghi Dominatore di Poteri eroi Heartless Keyblade Gunblade Kratos Lingue Me Mondo Pandora Parlare con Aqua Parlare con Cleopatra Parlare con Kratos Parlare con Pandora Parlare con Tolomeo XII Persone Posti Incredibili Presentazione Racconto Storia supereroi Superpoteri Tardis Tempo

Cleopatra nei guai con gli Heartless

Io insieme a Kratos , Pandora e Aqua avevamo deciso di andare a fare un viaggio nel tempo nella antica Alessandria di Egitto al tempo in cui c’ era Cleopatra . Una volta arrivati col T.A.R.D.I.S al 4 agosto dell’ anno 67 che era sabato uscimmo dal T.A.R.D.I.S e noi eravamo pronti a qualsiasi problema era li , tipo se c’ erano nemici che volevano uccidere Cleopatra prima che morisse o era li per uccidere il padre di Cleopatra che grazie a lui , lei doveva imparare tutto da lui . Cioè come comandare un esercito e molto altro . Comunque io chiusi il T.A.R.D.I.S a chiave e misi la chiave nella mia tasca e poi iniziammo un po’ ad esplorare il luogo , tipo le piramidi che era molte alte . Uno dei vari luoghi che visitammo furono le piramidi e Pandora quando le vide mi chiese – Marcello ma quando ci voleva per costruire queste costruzioni ? , io risposi a Pandora – molto tempo , visto che loro non avevano nessuno degli attrezzi che avevano ai tempi nostri , adesso noi siamo nel 4 agosto che sarebbe sabato e l’ anno il 67 a. C e Pandora disse – quindi ci volevano ore , forse giorni e io gli dissi – alcune volte anche mesi o forse anni . Cleopatra che a quel’ epoca aveva soltanto due anni da quando era nata e lei era molto legata al padre anche se lui era molto severo con lei e da lei voleva il massimo impegno . Comunque lei e suo padre erano nella stanza del trono , il padre Tolomeo XII che era un re che non utilizzava il pugno di ferro , ma quando veniva tradito secondo me il pugno di ferro lo utilizzava è come se lo utilizzava . Cleopatra stava li vicino a suo padre sia per vederlo regnare il suo popolo , sia per giocare con i pesci che aveva preso vicino al Nilo , il fiume più importante di quel regno . Nella sala del trono che era molto grande , molto più grande del mia camera da letto , li c’ era tutto quello che serviva a un re per regnare sul suo popolo . Quando lui aveva impartito l’ ultimo ordine per poi andare vicino a Cleopatra e vedere che cosa stava facendo della creature fatte di oscurità arrivarono , erano gli Heartless che volevano il cuore puro e innocente di Cleopatra . Il re Tolomeo XII chiamò le guardie e le guardie attaccarono , ma le guardie furono attaccate e i nemici gli tolsero il cuore . Cleopatra spaventa grido – AIUTO , QUALCUNO MI AIUTI . Noi eravamo li vicino dove eravamo Cleopatra e suo padre Tolomeo XII entrammo nella sala del trono sfoderammo le armi e iniziammo ad attaccare i nemici che si erano piombati su Cleopatra e iniziammo ad attaccare tutti gli Heartless che arrivano . Cleopatra andò dal padre e re Tolomeo XII abbraccio sua figlia Cleopatra e si mi guardare noi , i nostri vestiti e quelle creature , lui aveva capito subito che noi non eravamo del luogo e poi si rivolse a noi – Grazie per aver salvato mia figlia Cleopatra . Io dissi a Tolomeo XII – Io sono il Dominatore di Poteri e questi invece sono Kratos , Pandora e Aqua . Dopo aver finito le presentazioni , Aqua andò vicino a Cleopatra e Cleopatra guardò lei e disse – io sono Aqua , piacere di conoscerti e tutto finito adesso , adesso sei al sicuro , noi le abbiamo fatto scappare via . Cleopatra disse sia a me e sia a Cleopatra – grazie per avermi salvato . Dopo io dissi a Kratos – è meglio rimanere qui nella vicinanze , perché ci erano gli Heartless , allora ci sarà anche un mostro o qualcosa del genere . Tolomeo XII anche se poco aveva ascoltato la nostra chiacchierata e disse ad alta voce – se ce qualcuno che vuole far fuori mia figlia , lo deve fare prima a me . Cleopatra che era vicino al padre disse – se devi dare la caccia a quel mostro sta attento . Poi io mi rivolsi verso Aqua e gli dissi – Aqua mi fai un favore , porta Cleopatra in camera sua e poi io con calma vada da lei e la rassicuro e Aqua disse – va bene . Dopo Aqua si avvicino a Cleopatra per portala in camera sua e disse – vieni adesso ti porto in camera e Cleopatra disse – va bene . Dopo Aqua inizio a portare Aqua in camera sua ed era molto bella , piena di tutte le sue cose , tipo la lingua egizia che doveva studiare , i suoi vestiti , i suoi trucchi e altre cose . Mentre Aqua vedeva la camera di Cleopatra , io dissi a Tolomeo XII – ho fatto portare vostra figlia , in camera sua perché se va la fuori a dare la caccia a quel mostro , lei forse non verrà soltanto ucciso , ma il suo cuore potrebbe essere portato via come ha visto per i suoi soldati . Lei non può morire adesso , perché Cleopatra ha ancora tanto da imparare da lei e poi sopratutto lei ha ancora un impero da mandare in avanti e Cleopatra , non è abbastanza grande da mandare in avanti il suo impero e sopratutto per lei sarebbe un peso troppo grande nonostante la sua giovane età , lasciate che mi ne occupi io . Il Re Tolomeo XII non interrompe il mio discorso perché sapeva che stavo dicendo cose che lui erano capiva e disse – va bene non ci vado , ma a una condizione e io dissi – quale ? E Tolomeo XII disse – vorrei sapere se mia figlia Cleopatra sarà una buona regina , voi provenite dal futuro e io dissi a lui – l’ ho capito dai nostri vestiti , dalle nostre armi e sopratutto dai nemici che ha visto e Tolomeo XII disse – si per questo motivo ho capito che voi provenite dal futuro . Io dissi a Tolomeo XII – si sua figlia avrà un ottimo futuro , anzi sarà molto bello , il suo impero sarà grande e sopratutto lei diventerà molto bella tanto da riuscire a far innamorare due grandi imperatori . Ora mi scusi ma devo andare a consolare sua figlia . Tolomeo XII disse – grazie per avermelo detto e ora cerca di rassicurare mia figlia e poi vai a cercare il nemico che ha ucciso mia figlia e io dissi – certamente dopo ci vado Re Tolomeo XII .

Categorie
2012 Abbigliamento Aqua Dominatore di Poteri Kratos Mare Me Oggetti Pandora Panorama Parlare con Aqua Parlare con Kratos Parlare con Pandora Persone Presentazione Racconto Storia

Compro dei vestiti per Aqua , per Kratos e per Pandora

Dopo essere arrivati a Parco Commerciale , Aqua si guardò attorno e vide che c’ erano migliaia di persone e il posto era grandissimo e l’ unica cosa che disse < WOW è bellissimo questo posto > . Entrammo e io dissi a Kratos , a Pandora e ad Aqua , mentre gli indicavo con il dito il McDonald < vedete quel posto li , quelle vede varie cose , patatine fritte e molte altre cose tipo cheeseburger e molto altro > . Andammo in avanti e trovammo dei vestiti blu del colore dei capelli e dei vestiti di Aqua , entrammo dentro al locale e ci avvicinammo alla cassa e dissi < mi puoi indicare dei vestiti blu come il mare , ho visto che ne avete qualcuno nelle vetrine > e il commesso disse < si , ce ne sono qualcuno > , ci accompagno vicino a dei vestiti blu come il mare . Io ne presi tre o quattro , Aqua mi segui vicino a dove si provano i vestiti , feci entrare Aqua , appesi in tre vestiti che avevo preso e li avevo messo da una parte dove erano visibili ad Aqua , poi usci . Aqua si inizio a provare il primo usci e ce lo fece vedere ed era molto bello , era lungo e blu come il mare e dissi non solo io < ti sta benissimo , prova gli altri due e se ti stanno bene li compriamo > e Aqua disse < ok > . Torno dentro il camerino e si provo il secondo che lungo ma con le maniche più corte ed era blu e sopra aveva delle alghe marine di colore verde per far vedere che era il mare , Aqua usci con il secondo abito e io , Kratos e Pandora dicemmo < con quel vestito stai molto bene e poi questo vestito si abbina   ai tuoi capelli e ai tuoi occhi > e Aqua disse < grazie a tutti > e Io dissi < poi con quelle alghe di colore verde sembra quasi che tu sia sotto il mare > . Aqua vide che sulla sua maglietta c’ era delle alghe verde e disse < infatti hai ragione Marcello > . Dopo rientro nel camerino e si mise il terzo abbigliamento , che era un vestito lungo con le maniche lunghe ed era di un blu intenso e davanti c’ era scritto “I love the sea “ e disse < molto bella questa scritta , usci con indosso il terzo abito e io , Pandora e Kratos dissero < bellissimo vestito > e  poi Pandora  disse < bellissima maglietta è con quella scritta è proprio azzeccata per te , visto che a te piace il mare > . Visto che ad Aqua piacevano tutte e tre decidemmo di comprarle , poi tornammo dal commesso e chiedemmo < stiamo cercando maglietta rosse e rose > , il commesso ci porto li , presi due o tre vestiti rossi per Kratos e io dissi ad Aqua < cerca di aiutare Pandora a trovare dei vestiti adatti per lei > e Aqua disse < va bene > . Mentre io aiutavo Kratos , Aqua era andata ad aiutare Pandora a trovare dei vestiti , dopo un po’ di ricerche Pandora ne trovo tre grazie all’ aiuto di Aqua . Dopo loro due insieme andarono al camerino e Pandora si provo quei tre vestiti , e Aqua disse < sono  molto carini e belli > . Dopo pagammo questi tre vestiti e ce ne tornammo a casa .

Categorie
Colazione Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora quello che facciamo oggi

Il giorno dopo io , Kratos e Pandora ci svegliammo verso le 6 e con molta calma andamo in cucina , Kratos e Pandora si miserò a sedere dove si sidevano le alte volte , mentre loro si sedevano e aspettavano io stavo preparando i cornetti al ciccolato con un coltello a punta arrotondata . Una volta finiti di prepararli e, porta a kratos a Pandora il loro cornetto e poi portai il mio e iniziammo a fare colazione insieme . Una volta finiti di fare colazione insieme io disi a Kratos – ieri non ti ho spiegato tutto quello che ti dovevo spiegare , ma oggi ti spiego quello che non ti ho spiegato più altre cose e Kratos disse – quali cose ? e io risposi – slip , maglietta , pantaloni , camicia , centro commerciale e poi iniziamo a vestirti e Kratos disse – avrò gli stessi di Pandora e io dissi – non proprio , perché guardati tu sei grande e grosso e molto muscoloso , quindi tu avrai magliette un po’ più grandi di quelle di Pandora e Kratos – grazie per avermelo spiegato comunque nelle cose che ci spiegi se ci sono foto faccele vedere e io dissi a Kratos – certamente .

Categorie
Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Alyssa spiega a Pandora l’ armadio

Karen-Gillan-London-Film-Comic-Con-July-9th-2011-matt-smith-and-karen-gillan-23711108-500-650

Alyssa era con Pandora e vedeva che la sua compagna di stanza cercava di capire in che stanza si trovasse e Alyssa una volta messo a posto i suoi orecchini – Pandora questo che vedi è un armadio . Io ho una stanza armadio e questo mi concede più spazio e grazie a questo spazio ci posso mettere più abiti e più accessori . Se vuoi quando faccio la tua stanza io posso usare il mio tocco femminile per farti una cosa del genere e cosi tu li ci potrai mettere tutti i tuoi abiti e tutto quello che vuoi ma lo faccio solo se fai la brava . Fa la cattiva e non ottieni nulla . Pandora si mise sul suo letto – quindi l’ armadio serve a tenere tutti i miei abiti e tutte le mie cose . Molto utili per dare inizio a dei look molto belli e giusti per ogni occasione . Pandora aveva visto che Alyssa era interessata alla sua storia d’ amore con Apollon e cosi chiese a mia sorella – tu per i tuoi cosi detti appuntamenti crei i tuoi look li dentro . Alyssa usci dalla sua stanza armadio e si mise vicino a Pandora – ora siamo diventate curiose . Pandora alzo la testa dal cuscino – ho visto che tu eri curiosa riguardo la mia storia di amore con Apollon e adesso voglio sapere qualcosa su di te .

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Alyssa mostra a Pandora il reggiseno

Karen-Gillan-London-Film-Comic-Con-July-9th-2011-matt-smith-and-karen-gillan-23711108-500-650

Alyssa aveva visto che Pandora era molto incuriosita sui vestiti e la biancheria intima visto dentro la stanza armadio di mia sorella Alyssa . Alyssa decise di far vedere a Pandora con calma queste e non solo fargliele vedere ma anche fargliele provare e oggi avrebbe provato il reggiseno . Alyssa scese dalle scale con calma senza correre e senza andare a sbattere da nessuna parte ed entro in camera mia e prese Pandora per la mano . Pandora si senti trascinare da mia sorella Alyssa e poi una volta arrivata alle scale la lascio andare – dove mi porti ? . Alyssa e Pandora stavano una vicina all’ altra sulle scale – ti porto nella mia stanza armadio e tutto per farti provare una cosa che nel futuro indosserai . Se vieni te lo faccio vedere e te lo faccio provare pure anche se è troppo grande per te . Alyssa arrivo al secondo piano e sali in camera sua e poi ci entro Pandora . Alyssa era arrivata e apri le due porte della stanza armadio e prese un suo reggiseno rosso e Pandora quando lo vide e quando lo tocco vide che era molto bello e molto soffice – a cosa serve ? . Alyssa si mise vicino a Pandora – vedi le donne hanno delle cose che non hanno i maschi e per non far restare fredda quella parte devi indossare . Tra poco ti faccio vedere dove si indossa cosi nel futuro lo potrai mettere quando vuoi .