Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Comic-Con – Harrison Ford super-star al panel di Il gioco di Ender

Nella notte di ieri, il Comic-Con è partito alla grande ospitando nella sala H alcuni dei film più attesi. Tra i grandi nomi di quest’edizione 2013 c’è stato Il Gioco di Ender: l’adattamento cinematografico del Ciclo di Ender, i romanzi fantascientifici per ragazzi scritti da Orson Scott Card. Ecco quindi che sono sbarcati a San Diego il veterano Harrison Ford insieme alle due giovani star Asa Butterfield(Hugo Cabret) e Hailee Steinfeld (Il Grinta) per parlare col pubblico della manifestazione del loro film. All’incontro, moderato da Chris Hardwicke, hanno anche partecipato il produttore Bob Orci e il regista Gavin Hood. Un bel gruppetto di ospiti, anche se c’è da dire – come ci racconta Collider che era presenta in sala – che il pubblico è andato in delirio soprattutto per il “vecchio” Ford  aka Han Solo.

All’inizio è stata mostrata una lunga clip, tanto lunga che era praticamente un nuovo trailer, in cui si sono potute vedere delle battaglie epiche tra l’International Fleet e degli alieni “bastardelli” (cit.), il tutto con uno stile visivo molto raffinato che puntava sulle simmetrie e la profondità di campo [il video non è ancora disponibile in rete, purtroppo]. Dopo il video, il produttore Orci ha parlato dellasfida di “tradurre” per immagini il romanzo e, sebbene lui stesso non si sia occupato in prima persona della sceneggiatura, ha voluto studiare e indagare a fondo per capire come mai quella serie di libri fosse così popolare.

Anche il giovane Asa Butterfield ha avuto le sue belle sfide: il ragazzino ha così raccontato del lungo lavoro svolto e delle lunghe chiacchierate fatte col regista Gavin per riuscire a portare in vita il personaggio di Ender. E una volta sul set, confessa Asa, l’emozione di aver davanti niente meno che una leggenda come Harrison Ford era così forte da fargli perdere la testa… «Cavolo, davanti a me c’è Han Solo!» continuava a ripetersi incredulo.

L’altra giovane star della pellicola Hailee Steinfeld si è invece concentrata nel parlare dellapreparazione fisica che ha dovuto affrontare per calarsi nel ruolo, e per lei era la prima volta che per un film doveva “trasformare il suo corpo”. La giovane attrice si è sottoposta a un intenso training di 3 settimane in un campo militare in Alabama dove ha anche “studiato” i principali comportamenti dei soldati come marciare, salutare e così via.

Per quel che riguarda Harrison Ford, che è stato il vero mattatore dell’incontro, la star ha dichiarato che l’aspetto che l’ha più convinto nel prender parte a questo film è stata la “questione morale, specialmente la questione morale legata all’aspetto militare”: per lui questi libri sono molto contemporanei in quanto parlano di controllo, di guerre, della complessa manipolazione dei giovani.

Per il regista Gavin Hood, invece, l’aspetto più interessante del libro era il contesto: lui ha subito amato l’ambientazione anche perché gli dava tantissimi spunti visivi. Ma gli è anche piaciuto il messaggio di questo romanzo: “non è solo una storia di buoni contro cattivi, e questo era importante perché gli effetti visivi non sono niente se alla spalle non c’è una grande storia”.

Per concludere, vi riportiamo un surreale domanda-risposta tra il pubblico e la super-star Harrison Ford che ha un qualcosa di backettiano:

Domanda dal pubblico: Se Indiana Jones e Han Solo si incontrassero, cosa si direbbero come prima cosa? 
Risposta di Ford: “Hey, ciao! Come stai?”

Applausi!

Qui sotto trovate la sinossi ufficiale di Il Gioco di Ender:

In un prossimo futuro, una ostile razza aliena, che va sotto il nome degli Scorpioni, ha attaccato la Terra. Se non fosse stato per le gesta eroiche del Comandante della Flotta Internazionale, Mazer Reckham (Ben Kingsley), tutto sarebbe andato perduto. In preparazione per il prossimo attacco, lo stimato Colonnello Graff (Harrison Ford) e l’Esercito Internazionale stanno addestrando solo i più promettenti giovani al fine trovare il futuro Mazer. Ender Wiggin (Asa Butterfield) è un ragazzino timido ma che cela una grande intelligenza strategica e che viene estratto dalla sua scuola e arruolato nella elite.Arrivato alla Scuola di Guerra, Ender si destreggia facilmente nelle più difficili simulazioni di battaglia, facendosi notare e guadagnando il rispetto dei suoi compagni. Ender viene presto consacrato da Graff come la prossima grande speranza dell’esercito e inviato alla Scuola di Comando. Là verrà addestrato dallo stesso Mazer Racham per guidare l’esercito in un’epica battaglia che determinerà il futuro della Terra e salverà la razza umana.

A completare il cast del film troviamo inoltre  Ben KingsleyBrendan Meyer,Jimmy Jax PinchakAbigail BreslinIl Gioco di Ender farà il suo ingresso nelle sale americane il 1° novembre 2013; in Italia non c’è ancora una data di uscita ufficiale.

 

Categorie
2013 2014 2015 android ipad iphone Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc

I Soldi di Kickstar non sono bastiti per finire Broken Age

A quanto pare il modello Kickstarter sta iniziando a mostrare le prime incrinature. Tim Schafer, il boss di Double Fine, ha infatti dichiarato che i fondi raccolti tramite la celebre piattaforma di crowdsourcing non sono bastati per completare lo sviluppo di Broken Age (conosciuto inizialmente come Double Fine’s Adventure).

Per risolvere la situazione, l’anno prossimo la prima metà del gioco sarà messa in vendita su Steam come early access e con i soldi raccolti il progetto verrà quindi chiuso.

La situazione è comunque alquanto strana, se ci permettete di dirlo, visto che la raccolta di Kickstarter aveva come obiettivo di ottenere 400 mila dollari, ma ne riuscì a racimolare la bellezza di 3,3 milioni, ossia una cifra molto più grossa. Non per niente fu proprio Broken Age l’evento che lanciò la moda Kickstarter nel mondo videoludico (e non solo).

Schafer ha affermato che il problema è stato lui, ossia che il progetto gli è praticamente sfuggito di mano diventando più grande di quanto pensasse. Addirittura la data di rilascio prevista, luglio 2014 (fra un anno esatto), è slittata e ora si parla apertamente di 2015.

Di nostro siamo molto dubbiosi su tutta la faccenda: possibile che un veterano dell’industria come Tim Schafer, con decine di titoli all’attivo, abbia fatto i calcoli per un progetto da 400mila dollari, ne abbia ottenuti otto volte tanti, ma non sia comunque riuscito a gestirlo?

Scusate la malignità, ma non sarà che Double Fine si è lanciata in troppi progetti contemporaneamente? Oltre a Broken Age, infatti, ha appena raccolto fondi (sempre su Kickstarter) per uno strategico, Massive Chalice, e ha ottenuto un finanziamento per altri due progetti dei quali finora non si sa nulla. Che il simpatico Tim non ce la racconti giusta?

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Storia

Robert De Niro e Shia LaBeouf saranno padre e figlio per il thriller Spy’s Kid

Da quel che riporta Heat VisionRobert De Niro e Shia LaBeouf potrebbero dividere presto il grande schermo e vestire i panni di padre e figlio in un thriller spionistico “old fashioned”, come lo descriveCollider. La pellicola in questione è intitolata Spy’s Kid e la Paramount che produce la descrive come una storia in stile Prova a prendermi ambientata nel mondo delle indagini segrete ispirandosi liberamente a una serie di articoli pubblicati da Bryan Denson su The Oregonian. Articoli che racconterebbero la storia vera di un veterano della CIA che avrebbe poi assoldato il figlio per continuare il suo lavoro quando lui finisce dietro le sbarre con l’accusa di passare informazioni riversate ai Russi.

Alla regia potrebbe essere chiamato D.J. Caruso (ultima sua prova: Sono il numero quattro) che tra l’altro ha già diretto LaBeouf in Disturbia e Eagle Eye. Deve ancora esser trovato uno sceneggiatore; vi terremo aggiornati sull’evoluzione del progetto.