Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Marion Stride T.A.R.D.I.S

Marion Stride annuncia una buona notizia nell’ universo di Dying Light

Marion era ancora agitata e il suo cuore che era piccolo ma stava battendo a mille grazie alla scarica di adrenalina che adesso aveva nel corpo grazie a quello che le era successo nell’ universo di Batman : Arkham Origins . Con calma si calmo e alla riprese il controllo del suo corpo che stava tremando come non mai e adesso non più grazie al riposo che aveva fatto in un letto che era davvero molto comodo e davvero ben fatto . Una volta alzata vide dal suo telefonino che doveva andare nell’ universo di Dying Light ma non poteva teletrasportarsi li  visto che era su una nave spaziale mi chiese se potevo andare con lei e controllare se tutto andasse bene come avevo fatto nell’ universo di Batman : Arkham Origins . Mentre Marion Stride stava dormendo ho fatto una cosa davvero molto utile per il lavoro che fa e che gli sarebbe stato davvero molto utile cioè un bracciale che copriva una parte del suo avambraccio e che grazie a quello lei era in un studio di registrazione con cui poteva comunicare le notizie in modo chiaro e sopratutto non poteva essere distrutto visto che era fatto di Adamantio .Io feci mettere il bracciale a Marion e gli spiegai a cosa serviva – Allora tu sai che questo lavoro che fai è molto pericoloso e ti ho fatto un bracciale con il quale può creare uno studio di registrazione con una lega indistruttibile e  cosi puoi fare i tuoi annunci in santa pace . Una volta arrivati li Marion attivo il bracciale come le aveva fatto vedere e attorno a lei si creo un grande studio di registrazione e sopratutto un luogo sicuro e protetto dove fare gli annunci . Una volta preso il microfono disse ad alta non troppa e abbassai io il volume per non far stordire le persone – Domani ci sarà un grande evento in questo mondo e forse domani in questo grande evento scopriremo quando si aprirà il vortice ufficiale di questo universo . Marion era al sicuro e cosi non si doveva più preoccupare di rimanere ferita per colpa della gente .