Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z 2 – Juan Antonio Bayona alla regia

Chi scrive non ha affatto amato World War Z, kolossal da 190 milioni di Marc Forster considerato un po’ da tutti un flop annunciato e invece riuscito ad incassare 540,007,876 dollari worldwide. Un risultato inatteso, tanto da generare l’ovvio e scontato sequel, quest’oggi diventato realtà. La Paramount Pictures ha infatti ingaggiato lo spagnolo Juan Antonio Bayonain sostituzione di Marc Forster, dilaniato dai problemi durante la lavorazione del primo capitolo.

Decine i milioni di dollari sperperati per rigirare un’intera parte della pellicola, con frizioni anche accese tra l’allora regista e Brad Pitt, non solo protagonista ma anche produttore. Che Forster sarebbe stato sostituito era ovvio, anche se mai ufficializzato. Juan Antonio Bayona, esploso nel 2007 grazie al successo dello straordinario The Orphanage, è tornato in sala proprio lo scorso anno grazie al catastrofico The Impossible, produzione sempre spagnola ma con divi hollywoodiani, vedi Ewan McGregor e Naomi Watts. Addirittura 180,274,123 i dollari incassati in tutto il mondo, confermando così le qualità di un giovane regista spagnolo chiamato in quest’occasione al grande salto negli States.

Al momento non si anno altre notizie riguardanti World War Z 2, con sceneggiatori da trovare e una produzione da far avviare. La prima ‘pietra’ è stata però attentamente posata, per un capitolo due che potrebbe entrare in lavorazione nel 2014, per poi farsi vedere in sala nel 2016. Con il primo capitolo tratto da un romanzo di Max Brooks, World War Z 2 potrebbe nuovamente affidarsi al suo creatore ‘originale’ oppure fare di testa sua, spaziando sapientemente tra l’idea di prequel, visto che tanto ci sarebbe da raccontare sull’epidemia zombie, o sul concetto di sequel, con il ritorno del virus dopo l’apparente soluzione trovata nel primo capitolo.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Sabotage: primo trailer sottotitolato in italiano dell’action-thriller con Arnold Schwarzenegger

Open Road Films ha reso disponibile un primo trailer (che vi proponiamo sottotitolato in italiano) di Sabotage, il nuovo action-thriller del regista David Ayer (End of Watch – Tolleranza zero).

Il film precedentemente noto con il titolo “Ten” è vagamente ispirato al giallo di Agatha Christie “Dieci piccoli indiani”, in questo caso gli “indiani” sono i membri di una task force della DEAguidati da Arnold Schwarzenegger che rapinano un cartello della droga e dopo aver messo al sicuro il bottino si ritrovano nel mirino di un misterioso assassino che comincia ad eliminali uno ad uno. Sarà uno di loro che brama l’intero malloppo o il cartello ha deciso di recuperare il maltolto e punire chi ha osato sfidarlo?

Trailer davvero  molto promettente, Ayer ha già dimostrato di avere del notevole talento visivo e un appeal “action” piuttosto dinamico, il film non mostra un eccesso di look “patinato” alla Michael Bay e il team guidato da uno Schwarzy in gran forma (che per l’occasione ha rispolverato un taglio di capelli alla militare stile Commando) ci ha ricordato la baldanza dei marines coloniali di Aliens – Scontro finale (inclusa tostissimo elemento femminile).

Il film è interpretato anche da un cast di supporto di volti noti: c’è il Joe Manganiello licantropo biker della serie tv True Blood e spogliarellista in Magic Mike; c’è il Sam Worthington di AvatarScontro tra titani; ci sono Harold Perrineau e Josh Holloway meglio noti come Sawyer e Dawson della serie tv Lost; il Terrence Howard alias “Rhodey” di Iron ManMax Martini pilota di Jaeger in Pacific Rim a cui si aggiungono Olivia Williams (L’uomo nell’ombra, A Royal Weekend) e Mireille Enos (World War Z, Gangster Squad).

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Transformers – Age of Extinction: nuovo poster e video che racconta l’aggressione a Michael Bay

Dopo la prima action figures ufficiale della Hasbro grazie al sito Movieweb e ad un nuovo poster possiamo dare un ulteriore sguardo al nuovo sgargiante look di Optimus Prime nel quarto capitolo della serie Transformers che vede ancora al timo,ne il regista Michael Bay che ha ideato questo sequel come un vero e proprio reboot con cast ex novo e robot aggiornati, da notare che in questa riprogettazione Optimus Prime ha perduto le tipiche “finestre” collocate sul petto.

Prima di lasciarvi al poster che trovate a seguire vi segnaliamo la notizia di uno spiacevole episodio avvenuto sul set di Hong Kong che ha coinvolto il regista Michael Bay e alcuni uomini del posto. A quanto riportato dai siti Collider e THR sembra che il regista si sia rifiutato di pagare 13.000$ chiesti da alcuni uomini e che da un alterco con loro ne sia scaturito un pugno al viso di Bay e una colluttazione con alcuni agenti di polizia intervenuti per arrestare gli aggressori.

A seguito della notizia è arrivata una rettifica ufficiale via Empire dello studio e dello stesso Bay:

Contrariamente a diverse notizie errate circolate Bay non si ferito in uno scontro sul suo set. La società di produzione ha avuto un incontro piuttosto bizzarro con un uomo (presumibilmente sotto l’effetto di una sostanza stupefacente), che stava brandendo un condizionatore d’aria come un’arma.

Il giovane, che in precedenza aveva avvicinato molti altri membri della troupe è arrivato sul set in Quarry Bay tentando colpire Bay alla testa con l’ingombrante apparecchio. Il regista ha schivato il colpo e strappato il condizionatore d’aria dalle mani del suo aggressore, impedendo quello che poteva diventare un grave incidente. Il team di sicurezza della società è subito intervenuto ed ha bloccato l’assalitore. La polizia, che ha anche avuto una colluttaziione con l’aggressore e due suoi compagni, ha arrestato i tre uomini. Nessuno del cast o della troupe è rimasto ferito e la produzione ha ripreso immediatamente a girare senza ulteriori incidenti.

Ecco la dichiarazione di Bay:

Ciao, sono Michael.

Sì, la storia circolata non è del tutto vera! Sì, alcuni bellicosi ragazzi drogati hanno molestato la mia troupe per ore la mattina del nostro primo giorno di riprese a Hong Kong. Un ragazzo ha lanciato alcuni carrelli metallici contro alcuni dei miei attori cercando poi di estorcere migliaia di dollari per abbassare la musica che tenevano appositamente ad alto volume e ci hanno anche lanciato dei mattoni.

Ad ogni venditore di ogni negozio dove abbiamo girato è stato pagato un prezzo equo per il disturbo, ma loro volevano quattro volte tale importo. Io personalmente ho detto a quest’uomo e ai suoi amici di dimenticarselo, che non avevamo intenzione di lasciarci derubare. Non gli è piaciuta quella risposta e un’ora più tardi è venuto dalla mia troupe mentre stavamo girando portando con sè una grosso condizionatore. Si è diretto verso di me ed ha cercato di colpirmi al viso, ma mi sono abbassato buttando l’apparecchio in terra  e spingendolo via. Questo quando la sicurezza gli è saltata addosso. Ma ci sono voluti sette ragazzi robusti per renderlo inoffensivo. E’ stato come uno degli zombie di Brad Pitt nel film World War Z. si è liberato di sette ragazzi e ha tentato di morderli. In realtà il folle è riuscito a mordere uno dei ragazzi ad una delle sue scarpe Nike. Fortunatamente era una Air Max, quelle con il cuscinetto d’aria e quindi le dita si sono salvate.

Poi ci sono voluti quindici poliziotti di Hong Kong in tenuta antisommossa per far fronte a questi punk. In tutto sono stati arrestati quattro ragazzi per aver aggredito gli agenti. Dopo di che abbiamo avuto un grande giorno di riprese qui a Hong Kong.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z 2 – Marc Foster NON sarà il regista

Una notizia che è una non notizia. Anche se sbalorditivo al box office, con oltre mezzo miliardo di dollari incassati in tutto il mondo, World War Z ha dovuto sopportare una produzione che definire difficoltosa, se non disastrosa, è dire poco. Tutto questo a causa di alcune diatribe traMarc Foster, regista, e Brad Pitt, non solo protagonista ma anche produttore. Per Forster, già alquanto deludente nel 2008 con un altro kolossal (Quantum of Solace) la bocciatura probabilmente definitiva, anche se la pellicola in fin dei conti è clamorosamente piaciuta, tanto da partorire degni utili per la Paramount.

Chi scrive ha trovato pessimo World War Z, tanto da cogliere con un sospiro di sollievo la notizia del giorno. Perché il capitolo due non vedrà Marc Foster in cabina di regia. A spifferare la notizia lo stesso regista, a quanto pare tutt’altro che pronto a dover rivivere le tribolazioni digerite con il film originale. Tutto questo con Pitt impegnato giorno e notte nella lavorazione del sequel, con una sceneggiatura al momento in fase di ‘ideazione’.

Quel che è certo è che il romanzo scritto da Max Brooks tornerà in sala, possibilmente con una produzione meno monster (200 i milioni di dollari spesi per World War Z), un risultato finale più vicino al mondo degli zombie e una regia decisamente più ispirata, e magari meno conflittuale nei confronti della produzione. Il primo film ha infatti visto lievitare maledettamente i costi, rigirare totalmente da capo alcune scene, rimettere mano prima alla sceneggiatura ed infine al montaggio. Gli esperti americani del box office avevano dato per scontato un flop sonoro una volta arrivato in sala, ma così non è stato. Anche se alla fine una vittima, ovvero il ‘povero’ Marc Foster, World War Z è riuscito a farla.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z 2: Brad Pitt apre al sequel

Sembrava dovesse essere uno dei flop ‘certi’ dell’estate, e invece si è tramutato in un clamoroso ed impensabile successo. World War Z di Marc Foster ha infatti incassato la bellezza di 536,344,000 euro, dopo esserne costati poco meno di 200. Un’enormità, a causa di problemi produttivi, scene rigirate, post-produzione infinita e a quanto pare non pochi ‘litigi’ con il regista, ma Brad Pitt, suo protagonista nonché produttore, ci aveva visto giusto.

Perché il titolo Paramount, inizialmente pensato come una trilogia, potrà continuare a vivere, sfornando almeno un sequel. Intercettato al Festival di Toronto da Variety, il divo ha sottolineato che…

“Stiamo certamente parlando di questo, è vero. Abbiamo tante idee sul tavolo da quando abbiamo iniziare a sviluppare questa cosa, cercando di capire come lavorare su un mondo di zombie. Abbiamo così tante idee e tante informazioni, pensiamo di avere davvero un sacco di roba. Stiamo facendo del nostro meglio e vedremo cosa tireremo fuori da tutto questo”.

Tralasciando tempistiche, annunci più o meno ufficiali, casting e cabina di regia, che al 99% cambierà, World War Z 2 si farà. Questo è poco ma sicuro. La speranza, a detta di uno che non ha particolarmente amato il primo capitolo, è che Pitt si ricordi del genere che andrà nuovamente a trattare, puntando con serenità a quel R-Rated in questo caso volutamente evitato, tanto da non mostrare una goccia di sangue nell’arco dell’intera opera. Meno demenzialità e più ‘horror’, anche per ‘rispetto’ nei confronti dei ‘povero zombie’, sarebbe cosa gradita.

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Wolverine imbattibile al box office italiano: non sfonda La notte del Giudizio

E’ agosto, e gli italiani vanno al mare. Ci andavano a luglio, quindi figurarsi in questo primo weekend del mese, che ha visto gli incassi ovviamente ridotti al lumicino. Mattatore unico, neanche a dirlo, Wolverine – L’immortale, riuscito a sfondare il muro dei 3 milioni di euro. Inarrivabili i 5 milioni di euro del 2009 targati X-Men le origini: Wolverine, uscito però a fine aprile, dato di non poco conto.

A vincere la sfida delle new entry, com’era ovvio che fosse, La notte del Giudizio. 325.009 gli euro raccolti in 4 giorni da The Purge, con 47.816 ticket staccati. Era lecito attendersi numeri più ‘corposi’. Decisamente peggio è andata ad ESP2 – Fenomeni Paranormali, con 142.516 euro in cassa, e 20.480 ticket staccati.

Briciole per tutti nel resto della chart, con Now You See Me – I maghi del crimine che agguanta i 3 milioni e mezzo di euro, confermando l’ottimo passaparola che lo ha visto protagonista nell’ultimo mese, mentre Pacific Rim supera di un niente i 2 milioni e mezzo, risultato che definire sconfortante è dire poco. Sono invece 3.7 i milioni di euro tra le mani diThe Lone Ranger, con Se sposti un posto a tavola arrivato ai 240.000 euro, Pain & Gain – Muscoli e denaro disastroso con meno di 700.000 euro, World War Z ad un niente dai 5 milioni e The Last Exorcism – Liberaci dal male a quota 360.000 euro.

Weekend molto povero quello in arrivo, grazie alle uscite di Io sono tuBody Language e Drift – Cavalca l’onda, per poi passare la palla a Cani scioltiOpen GraveApache e Kick-Ass 2, in uscita tra il 14 e il 15 agosto.

 

Categorie
2013 Cinema Film Marvel Marvel Comics Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Wolverine – L’Immortale: buon esordio in Italia da 345mila euro

Primi dati di incasso per Wolverine: L’immortale, l’atteso nuovo capitolo della avventure del mutante Marvel interpretato da Hugh Jackman e diretto da James Mangold, che sta uscendo in day-and-date in molti paesi del mondo (oggi è il turno degli USA).

Ieri il kolossal 3D è sbarcato in oltre 500 schermi e ha già incassato 345mila euro (media 640 euro), un dato che spicca nella desolazione delle ultime settimane. Per fare un confronto, Pacific Rim aveva raccolto 216mila euro il suo primo giorno, The Lone Ranger 276mila (mercoledì, ma in 2D), World War Z poco meno di 300mila euro mentre L’Uomo d’Acciaio nelle prime 24 ore aveva raccolto418mila euro (media per sala simile) per chiudere il weekend a quota 1.8 milioni di euro.

L’ultima pellicola standalone di Wolverine (Le Origini), aveva esordito a fine aprile 2009 con 279mila euro per chiudere la sua corsa a 5 milioni di euro. X-Men L’Inizio invece deluse due anni fa quando a giugno 2011 esordì con 215mila euro e un totale solamente di 2.7 milioni nonostante il gradimento della pellicola.

Quanto incasserà il nuovo Wolverine nel weekend? Riuscirà ad avvicinarsi ai 2 milioni? Fate la vostra previsione nel round della BoxOfficeCup.

 

Categorie
2007 2008 2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo The Amazing Spiderman

The Lone Ranger non sfonda neanche in Italia: 1.4 milioni di euro in 5 giorni

Solo 49 milioni di dollari negli Usa, diventati 73 in tutto il mondo. Di quei 73 poco meno di 2 arrivano proprio dal nostro Paese. Perché The Lone Ranger ha deluso un po’ ovunque, Italia compresa. 5 i giorni a disposizioni per il kolossal Disney, lanciato in ben 700 copie eppure incapace di andare oltre i 1.420.130 euro, con appena 216.929 spettatori paganti. ‘Ma è luglio e gli italiani vanno al mare‘, diranno in molti. Vero ma solo in parte. Esattamente un anno fa uscivaThe Amazing Spider-Man, e gli euro in cassa, in quel caso, furono 4.490.262. Stesso fine settimana del 4 luglio. Sempre in 5 giorni di programmazione (ma con sovrapprezzo 3D). Netto il calo rispetto a 12 mesi fa, per un blockbuster che difficilmente arriverà alla soglia minima dei 5 milioni.

Chi si avvicina lentamente ai 4 milioni è World War Z, ex primatista, mentre L’uomo d’acciaionon ha proprio ‘attecchito’ nelle nostre sale, avendo di poco superato la soglia dei 4 milioni. Difficilmente andrà oltre i 6. Persino i 6.854.000 euro di Batman Begins appaiono irragiungibili. Briciole, briciole e soltanto briciole per tutti gli altri titoli, ovviamente cannibalizzati dall’uscita monster del film di Verbinski.

4.3 i milioni di euro raggiunti da After Earth – Dopo la fine del mondo, con Into Darkness – Star Trek flop confermato a 2.3 milioni. Un mezzo disastro. 12.475.858 gli euro in cassa perUna notte da Leoni 3, con il pluri-premiato Salvo che supera la soglia dei 100.000 euro, dopo 11 giorni di programmazione. Ottima la media per sala di Dino e la macchina del tempo, cartoon coreano della Notorious, riuscito ad incassare 134.461 euro, mentre il sottovalutatoDoppio Gioco – La verità si nasconde nell’ombra ha sfondato il muro dei 100.000.

Altro fine settimana da ‘blockbuster’ quello in arrivo, grazie all’uscita kolossal di Pacific Rim, affiancato dal curioso Now You See Me – I maghi del crimineParental GuidanceUomini di parola ed Oggetti Smarriti. Riuscirà Guillermo Del Toro a ‘risvegliare’ un botteghino da troppe settimane andato in letargo? Da battere, per lui, gli 835.000 euro all’esordio del ’suo’Hellboy – The Golden Army, uscito il 16 luglio del 2008, e i 2.086.000 euro di Transformers, uscito il 28 giugno del 2007.

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Impressionante esordio per Cattivissimo Me 2 negli USA, pronto a dominare il 4 Luglio

Dopo aver incassato quasi 50 milioni di dollari nel primo weekend di Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera francese e Svezia (anzi, siamo già a 64 milioni totali), Cattivissimo Me 2il nuovo attesissimo cartoon della Illumination Entertainment, è finalmente sbarcato in quasi 4mila cinema americani.

Il sequel del film che aveva sorpreso tutti tre anni fa con ben 251 milioni raccolti è riuscito ad incassare ben 35 milioni solamente nel giorno d’esordio (4.7 milioni alle anteprime di mezzanotte!). Si tratta di uno dei migliori esordi di sempre nella giornata del mercoledì (parliamo di una cifra simile a quella di Transformers 3, vicino con 37 milioni in un weekend simile), il maggiore per un film d’animazione. Le previsioni del lungo fine settimana del 4 Luglio, la Festa dell’Indipendenza americana, salgono ad oltre 100 milioni di dollari in 5 giorni, ma c’è chi parla anche di 130 milioni! Abbiamo tra le mani il primo cartoon pronto a raggiungere il miliardo di dollari dopo Toy Story 3? Questi primi impressionanti dati globali sembrerebbero suggerire così…

Si piazza al secondo posto The Lone Ranger, la pellicola Disney diretta da Gore Verbinski e prodotta da Jerry Bruckheimer, con protagonisti Armie Hammer e Johnny Depp. Il kolossal ha raccolto 2 milioni di dollari alle anteprime notturne, e si parla di un esordio intorno ai 12 milioni nella giornata di ieri. Lo studio vorrebbe incassare circa 65 milioni in questo weekend lungo (45 milioni nel fine settimana classico), ma non sarà semplice vista la concorrenza di Cattivissimo Me 2 sul target delle famiglie e non solo.

Ieri la pellicola ha esordito anche in Italia rubando per un soffio la prima posizione a World War Z: si parla di 269mila euro raccolti, con una media di circa 450 euro per sala. Lo zombie movie della Paramount si è fermato poco sotto a 265mila euro (e con un maggior numero di spettatori, nonostante il 3D) chiudendo la sua prima settimana nelle sale con un positivo 2.84 milioni di euro.

L’Uomo d’Acciaio è ad un passo dai 4 milioni (ieri 102mila euro raccolti), mentre in quarta posizione si sprofonda ai 16mila euro di After Earth e Into Darkness, rispettivamente a 4.1 milioni e 2.1 milioni totali.

Quanto incasserà Cattivissimo Me 2 negli USA e quando The Lone Ranger in Italia? Fate le vostre previsioni nei round della Box Office Cup.

Cliccate MI PIACE sulla nostra PAGINA FACEBOOK: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi nei prossimi, come sempre anche nella nostra sezione dedicata al Boxoffice e sulla bacheca della nostra Box Office Cup!

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

World War Z batte Man of Steel al botteghino italiano

Passaggio di consegne sul trono del botteghino italiano, grazie all’ultima uscita monster in grado di dar fiato alle sale tricolori. World War Z ha infatti rastrellato 2.020.296 euro in 4 giorni di programmazione, facendo meglio di Superman, After Earth – Dopo la fine del mondo e Star Trek 2, inferiori all’esordio. 278.601 i ticket staccati, per un titolo che dovrebbe facilmente superare la soglia dei 5 milioni sul suolo italiano.

Dopo solo 7 giorni di dominio ha così dovuto cedere lo scettro Man of Steel. Calo importante per la pellicola di Zack Snyder e totale che lentamente si avvicina ai 4 milioni di euro, risultato oggettivamente al di sotto delle aspettative della vigilia. Finita la pacchia cinematografica grazie a questi due titoli, arriva poi il vuoto. Ovvero le briciole d’incasso per tutti gli altri film in programmazione.

Chi supera la soglia dei 4 milioni di euro è After Earth – Dopo la fine del mondo, mentre Una notte da Leoni 3 arriva ai 12.351.312 euro e La Grande Bellezza abbatte il muro dei 6 milioni. Se Le Avventure di Peter Pan riesce ad incassare ben 240.527 euro, con 53.357 ticket staccati, in solo 48 ore, tra le vecchie conoscenze troviamo Cha Cha Cha, arrivato ai 200.000 euro, traguardo quasi raggiunto anche da Passione e Desideri e già toccato dal franceseDream TeamInto Darkness – Star Trek è invece arrivato al suo fine corsa, con meno di 2 milioni di euro in cassa. Un’altra cocente delusione, dopo il flop del primo capitolo. Segno che Kirk e Spock, in Italia, non piacciono.

Altro fine settimana da blockbuster il prossimo, grazie allo sbarco di The Lone Ranger, in sala da mercoledì, a cui seguiranno Questi sono i 40To The Wander, The East e The Last Exorcism – Liberaci dal male. In attesa di Pacific Rim, dall’11 luglio al cinema. Perché l’estate cinematografica, quest’anno, non va in vacanza neanche in Italia.