Categorie
Assassin's Creed 4 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Wiiu Xbox 360 Xbox One

Ubisoft prevede di vendere almeno 10 milioni di copie di Assassin’s Creed 4: Black Flag

Come riportato da Videogamer, Ubisoft prevede di vendere almeno 10 milioni di copie di Assassin’s Creed 4: Black Flag. Una cifra notevole ma comunque inferiore ai 12,5 milioni raggiunti da Assassin’s Creed 3 in sei mesi.

Nonostante la previsione di un calo di vendite della serie, Ubisoft crede che il gioco si rivelerà uno dei migliori dell’anno.

“Ci aspettiamo che Assassin’s Creed 4: Black Flag sia un gioco valutato molto bene”, ha dichiarato Yves Guillemot, CEO della compagnia, durante una conferenza. “Le preview sono state molto positive e il titolo sarà tra i migliori dell’anno”.

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 4 Assassino Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Wiiu Xbox 360 Xbox One

Ubisoft ha in mente il finale di Assassin’s Creed

Ubisoft ha rivelato di avere già delle idee per l’eventuale fine della saga di Assassin’s Creed.

Ashraf Ismail, game director di Assassin’s Creed 4: Black Flag ha spiegato a Eurogamer che i direttori della serie sanno, anche se approssimativamente, come si concluderà la saga.

“Abbiamo molteplici team di sviluppo e in cima a questi il team che gestisce la serie, a cui appartengono gli autori e i designer che si occupano dello svolgimento dell’intera saga”, ha spiegato Ismail. “C’è una trama principale ben delineata, e ogni episodio ha il suo posto ben preciso all’interno di essa”.

“Abbiamo un’idea di quale sia la fine, ma ovviamente produciamo un episodio all’anno come ha detto Yves Guillemot. A seconda dell’ambientazione e di ciò che vogliono i fan abbiamo spazio di manovra all’interno della trama principale, ma come ho detto c’è una fine”.

Uno dei vantaggi di avere più giochi in sviluppo allo stesso tempo è la condivisione di note e l’inclusione di accenni a episodi futuri della serie.

“Ora possiamo accennare a qualcosa molto prima che ciò venga mostrato”, ha proseguito Ismail. “Per esempio in AC4 abbiamo Edward, le cui radici sono state mostrate in AC3. Ma c’è molto di più nel nostro gioco che suggerisce possibilità future”.

Nonostante gli studi di Ubisoft abbiano almeno due anni per ogni nuovo capitolo, ci sono sempre dei contenuti che vengono rinviati.

L’abbordaggio ad esempio è stato ridotto a un intermezzo in AC3, nonostante all’inizio fosse stato previsto come un evento in tempo reale. Il team di AC4 è riuscito a implementare la sezione come si voleva in Black Flag, ma ha dovuto rinunciare ad altre cose.

“Il taglio più grande che abbiamo fatto, per cui abbiamo lavorato molto senza però riuscire ad arrivare a risultati accettabili, è stato il multiplayer per le battaglie navali”, spiega Ismail.

“Avevamo dei prototipi eccezionali, ma far funzionare tutto e bilanciare il sistema in multiplayer… semplicemente non ce l’abbiamo fatta per quest’episodio”.

Per quanto riguarda il prossimo Assassin’s Creed è già noto che uno degli studi principali al lavoro sul progetto è Ubisoft Toronto, diretto da Jade Raymond, co-creatrice della serie.

 

Categorie
2013 2014 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc PLaystation 4 Ps3 Ps4 Videogiochi Wiiu Xbox 360 Xbox 720

Watch Dogs: nuove informazioni sulla versione next-gen

In una recente intervista rilasciata ai colleghi inglesi di GamesTM e riportataci dai curatori diGaming Everything, il direttore creativo di Ubisoft Montreal Jonathan Morin ha rivelato delle nuove e interessanti informazioni sulla lunga fase di sviluppo di Watch Dogs e sulle caratteristiche che contraddistingueranno l’impianto di gioco del suo prossimo, attesissimo action sandbox, specie nella sua versione “maggiore” per PC e console next-gen:

“Quando la PlayStation 4 ci è stata mostrata abbiamo capito quante possibilità avremmo avuto per migliorare la grafica e tutti i sistemi di intelligenza artificiale che avevamo realizzato fino a quel momento, ma allo stesso tempo sapevamo che stavamo sviluppando queste cose già da 4 anni e che tutto ciò che avremmo potuto fare sarebbe stato in continuità con il lavoro svolto in precedenza.

La nostra intenzione è sempre stata quella di proiettarci al futuro per offrire sempre qualcosa di nuovo ai nostri utenti. Per questo, aspettatevi un’IA dal comportamento più raffinato, un maggiore realismo nelle conseguenze delle azioni che intraprenderete ingame e un miglioramento complessivo del comparto grafico.”

Per l’uomo di punta di Ubi, quindi, nonostante la grande differenza prestazionale tra le piattaforme di questa e della prossima generazione videoludica, gli sforzi profusi in questi ultimi 4 anni dagli sviluppatori per evolvere il gameplay e l’IA del loro titolo dovrebbero garantire al progetto di Watch Dogs un ampio “margine di crescita”, specie in considerazione della superiore potenza computazionale dei sistemi next-gen su cui sarà deputato a girare:

“Il nostro team ha lavorato sul complesso ecosistema di Watch Dogs per più di quattro anni, serve un lasso di tempo così lungo per dare forma a un sistema di gioco e di IA tanto vasto. Quello che porta una nuova macchina come PS4 è una più elevata potenza di elaborazione e un maggiore quantitativo di memoria per eseguire queste cose, ma il più grande investimento era e continua ad essere quello legato al tempo e alla qualità delle risorse necessarie per tirare fuori questa potenza computazionale. La prossima generazione videoludica non porterà solo possibilità, ma anche delle nuove sfide estremamente eccitanti sia dal punto di vista degli sviluppatori che dei giocatori.”

Proprio in ragione di queste “sfide”, poco più di un mese fa il presidente e amministratore delegato di Ubisoft, Yves Guillemot, ha confermato alla stampa di settore l’intenzione della compagnia di concentrare i propri sforzi nello sviluppo della versione next-gen del titolo. Per questo, nella speranza di avere ulteriori informazioni da offrirvi al riguardo, chiudiamo il pezzo ricordando a chi ci segue che la data d’uscita indicativa di Watch Dogs è prevista su PC, PS4 e “Xbox Next” a fine anno (giusto in tempo per il lancio delle nuove console casalinghe di Sony e Microsoft) e su PS3, X360 e Wii U nei primi mesi del 2014.