Categorie
Alice Miller Foto Telefonini Universing Universo

Foto dell’HTC One di Katrine Chandler

Katrine Chandler come telefonino ha l’ HTC One e l’ ha tenuto da sempre visto che quello proviene da tutta la sua famiglia . I suoi genitori e i suoi fratelli hanno usato una parte dei loro soldi per prenderglielo . Katrine fu davvero molto felice di ottenere quel telefonino e ogni giorno che vede il suo telefonino rivede la sua famiglia che ora mai sono morti . Katrine l’ ha dovuto lasciare li dentro la sua borsa visto che in quella zona c’ era un sacco di zombie e per questo se ne andato da li in fretta e furia .

 

Categorie
Adalind Shade Foto Oggetti Tina Trane Zara

Foto dello Zaino Nero di Tina

Questo è lo zaino che Tina ha trovato visto che nessuno lo aveva preso lo aveva preso lei cosi poteva metterci il suo book e tutto quello che le serviva o che trovava durante il suo cammino nella strada visto che da adesso in poi avrebbe vissuto li tra pericoli , risse e forse quello che un giorno l’ avrebbe colpita cioè la morte . Ma tutto questa era i pericoli del mestiere di un Writer e se voleva sconfiggere Zara li doveva correre tutti quanti .

 

Categorie
Adalind Shade Davis Shade Tina Toy Trane

Tina trova un equipaggiamento nella scuola abbandonata

La scuola era molto grande e non era stata esplorata tutta quanta e quindi ci poteva essere tutto o niente ma se non si cercava non trovavi niente . Trane una volta entrata nella scuola abbandonata che era a New Radius non era trovato poco ma aveva trovato una cosa che stava cercando da molto tempo cioè lui . Una volta entrato li dentro aveva trovato tutto quello che gli serviva per esempio il suo cappotto che adesso indossa sempre visto che adesso è il suo marchio di fabbrica cioè il suo modo per essere riconosciuto da tutti . Trane aveva trovato se stesso li dentro e Tina decise di andare li dentro per vedere se poteva trovare qualcosa di utile per lei visto che poteva trovare delle bombolette spray e qualcosa altro . Andò prima nelle varie parti , la prima zona fu il bagno ma non ci trovo molto e decise di andare per le varie aule e neanche li ci trovo niente apparte qualche tavola di legno e decise di prenderle visto che potevano essere delle armi contro i suoi nemici . Tina aveva già trovato un arma per difendersi e anche se non era utile come la bomboletta spray visto che quella era utile non solo per fare murales ma anche per essere usata come arma per sconfiggere i nemici da dietro , gli dava la bomboletta spray dietro la testa e il nemico cadeva a terra oppure potevi usarla come arma per incenerire i tuoi nemici visto che se facevi in un modo poteva lanciare fuoco visto che se avevi un accendino con te e lo mettevi vicino all’ apertura dove buttava la pittura invece di buttare quella buttava fiamme . Mentre andava per i corridoi dietro a delle macerie che tolse dopo cinque minuti trovo uno zaino nero molto grande e ci mise tutto quello che aveva trovato li dentro . Ma prima di metterci le varie cerco dentro tutte le tasche dello zaino per vedere se c’ era qualcosa e non ci pote credere a quello che c’ era cioè un accendino e una mappa della zona vecchia di New York . Non pensava di essere cosi fortunata nel trovare queste cose e decise di esplorare il sotto della scuola cioè il primo piano che nessuno aveva esplorato ci mise un po’ visto che era tutto bloccato e delle travi bloccavano l’ ingresso . Tina non era sempre stata una buona ragazzina infatti nella sua giovane vita aveva imparato a scassinare le porte e cosi andò dalla porta di ingresso e la scassino e non tolse la sbarra di legno per non far passare tutti quanti ma solo lei .Una volta entrata vide il posto era bello grande e ci mise un po’ a esplorare il tutto e lo stava facendo con molta calma visto che voleva vedere sotto ogni banco e dentro i bagni visto che li dentro poteva trovare tutto quello che le serviva per sopravvivere per la strada . Li dentro ci trovo 7 bombolette spray che mise nello zaino e fece molto attenzione nel non mettere vicino all’ accendino per non far bruciare lo zaino che aveva trovato . Dentro uno degli armadietti che era chiuso a chiava ma se aveva imparato qualcosa da suo fratello Davis Shade cioè aveva imparato a scassinare anche gli armadietti chiusi a chiave . Dentro l’ ultimo armadietto sulla destra dentro ci vide un cappotto nero molto bello e c’ era una scritta molto bella e che da li in poi divento un motto per Tina “ Rest Freedom . Rest Alive , Rest Awake” questo c’ era scritto sulla maglietta e se la mise addosso e vide che c’era tutto lo spazio per metterci le bombolette spray e poi si mise il cappuccio addosso . Una volta trovato tutte queste cose torno da Trane che appena la vide , non vide Tina una toy ma vide Tina una Writer che adesso ce lo aveva il look adatto . 

Categorie
Alessandra Neri Daphne Strange Dottoressa Amelia Neri Guerriera Oscura L' Ombra Roberto Auditore Serena Rafferty

Daphne Strange chiede aiuto all’ Ombra

Adesso che Daphne aveva superato quello che per tutte le persone è la cosa più difficile visto che non tutti sono brave ad accettare quello che uno fa e quindi per questo scatta il rifiuto . Adesso che dentro la mente di Daphne era scattato l’ accettazione adesso era possibile dirle tutte e cosi lei con calma e senza ritornare al suicidio . Daphne era stata messa sotto le coperte per farla dormire un po’ ma prima di farlo , si giro verso l’ Ombra che era seduto su una sedia che era vicino al suo letto . Una volta girata disse con un tono molto gentile e molto calmo – grazie per avermi salvata , stavo per fare una scemenza e se tu non me lo avessi impedito non sarei qui ad aiutarti nel salvare quelle ragazze . Dopo aver detto quelle cose all’ Ombra , Daphne inizio a dormire molto profondamente e come darle torto lei negli ultimi non aveva mai dormito e adesso era la sua prima unica occasione per farsi un sonno vero . L’ Ombra decise di farla dormire visto se voleva aiuto nel ricordare quello che aveva fatto doveva riposare non solo il corpo ma anche la mente visto che se la sua mente era molto oscura significava una cosa sola incubi molto orrendi ben peggiori di quelli che aveva visto nella sua mente . L’ Ombra mentre andava nella sua stanza per togliersi da dosso tutto quello che aveva per farsi una bella doccia calda e farsi una bella dormita visto che ne aveva bisogno . Se voleva aiutare Daphne a riprendere i suoi ricordi che era nella parte più oscura nella sua mente aveva bisogno di riposo e non essere stanco visto che se muori nella mente di un’ altra persona non muori solo tu ma succede qualcosa di molto brutto dentro la mente dell’ altra persona cioè una lotta tra queste due personalità e solo una avrebbe preso il sopravvento sull’altra . Tutto questo sarebbe successo se non si stava attento nel fare qualcosa nella mente dell’ altra persona . L’ Ombra lo sapeva visto che in segreto quando era in camera studiava cose di un livello maggiore e cosi era più in gamba degli altri e se qualcuno era in pericolo lui poteva aiutarlo . Il giorno dopo L’ Ombra andò a vedere dove stava Daphne e la trovo in infermeria mentre si stava mettendo qualcosa di bello da mettersi . Aveva chiesto alla Dottoressa Amelia che anche se si stava suicidando era stata gentile con lei e le aveva permesso di fare una buona doccia calda visto che dopo un sacco di anni non se la faceva e poi si era messa dei nuovi vestiti di Amelia . Una volta aspettato fuori in modo che lei avesse la sua privacy visto che seno sarebbe stato scambiato per un pervertito e questo l’ Ombra non voleva . Dopo entro e fu Daphne a venire verso di lui con molto coraggio visto che voleva chiedere una cosa molto pericolosa non solo per lei ma anche per lui cioè entrare di nuovo nella sua mente ma questa volta in quelle zone che aveva deciso di evitare . Daphne era molto coraggioso e gli disse con le mani vicino ai fianchi e gli disse sena avere nessuna paura – Ombra sei vuoi che io aiuti te e le tue amiche in questa operazione tu devi tornare dentro la mia mente e andare nelle parti più oscure e farmi riprendere quei ricordi che sono dentro di me ma che io non mi ricordo . L’ Ombra che aveva faccia a faccia Daphne le disse in modo molto preoccupato – senti se la dobbiamo fare , lo facciamo domani e con molta calma visto che questa cosa è molto pericolosa e quindi una volta fatta tu potresti riprendere abitudini che hai preso durante questi anni come fumare e molte altre cose e se dovesse andare male la tua stessa identità potrebbe andare male . Daphne seppe dei rischi e decise di correrli , avrebbe fatto di tutto per togliersi quel peso dal cuore . Anche se avrebbero distrutto la sua stessa identità ma almeno sarebbe stata libera da tutto il peso che aveva . Sul cuore né aveva uno molto grande e per questo durante la notte non dormi molto e si mise a vedere cosa aveva nello zaino che aveva con se . Daphne vide che aveva i mezzi per scassinare una serratura , un diario ma non era come gli altri visto che aveva un meccanismo molto ben progettato visto che se sbagliavi 7 volte tutto quello che c’ era scritto poteva essere perduto per sempre . Non lo disse all’ Ombra visto che voleva sapere prima dei ricordi e se la persona di cui si stava fidando glieli poteva far ottenere e cosi avrebbe avuto la totale conferma della sua fiducia . Voleva una prova della fiducia e questo lo sapeva anche L’ Ombra visto che aveva letto i suoi pensieri senza volerlo . Per ottenere la sua fiducia decise di fare finta di niente e fare questa cosa per ottenere la sua fiducia e cosi avrebbe avuto la possibilità di vedere quel diario con il suo consenso e non complottando dietro le sue spalle . Secondo lui era l’ unico modo per fare in modo per ottenere la sua totale fiducia visto che nei pochi ricordi che aveva visto aveva perso la totale fiducia nelle persone e forse cosi grazie a questo suo modo gli avrebbe fatto riottenere la fiducia che da tempo immemore aveva perso .  

Categorie
Amelia Strong Daphne Strange

Daphne Strange

Daphne era una ragazza che aveva il potere di attraversare le pareti e quando all’ età di 7 anni scopri di avere questo potere e decise di utilizzarlo per prendere il meglio dalla vita . Visto che a quell’ età di scappo di casa visto che per i suoi genitori quella non era sua figlia era un mostro che aveva preso le sue sembianze e aveva quel potere . Secondo i suoi genitori quella non era più la loro piccola principessa era un mostro e visto che ogni sera ascoltava quei discorsi una sera prima che suo padre mise l’ antifurto se ne andò di casa . Non gli importava dove andare ma il suo unico obbiettivo era quello di andarsene il più lontano possibile da i suoi genitori . Quando se ne andò non lascio nemmeno un biglietto , non lascio niente e prese solo uno zaino dove avrebbe messo tutto quello che avrebbe trovato nel suo nuovo viaggio . Daphne non torno mai a casa visto che per lei i suoi genitori erano morti e per questo se uno le chiedeva dove sono i tuoi genitori piccolina . Daphne rispondeva in modo molto triste e faceva cadere qualche lacrima e diceva con quei occhi davvero molto tristi che si poteva vedere l’ emozione nei suoi occhi – i miei genitori sono morti . Daphne visto che non aveva mai saputo cosa era il bene decise di seguire la parte del male e visto che sapeva attraversare le pareti senza dirlo alle persone con cui stava rubava loro qualcosa tipo biancheria intima e molte altre cose . Dopo aver rubato qualcosa da loro se ne andava nel cuore della notte senza dire niente e senza lasciare nessuna prova della sua presenza per non mettersi troppo in pericolo . Visto che dal giorno in cui lei se ne era andata di casa aveva pensato solo a una persona cioè se stessa e a nessuna altro visto che i suoi genitori l’ hanno fatta sembrare un mostro da odiare . Nessuno le aveva insegnato a essere buona con gli altri e per questo aveva deciso di essere molto cattivi visto gli altri lo erano sempre stati con lei . Quando andava con i suoi amici tutti la chiamavano mostro e per questo tutti la evitavano anche se era molto carina ma a loro importava il fatto che aveva il potere . Con il tempo lei andò con le persone sbagliate e che c’ entravano con i rapimenti di ragazzine e grazie a lei furono rapite queste dodici ragazze . Daphne lo faceva perché era stata plagiata da queste ragazze visto che non vedeva delle ragazze normali ma ragazze che la prendevano in giro e la chiamavano mostro davanti a tutti quanti e lo scrivevano pure sui muri e per questo che i suoi genitori non la volevano più visto che secondo loro era una cosa brutta e il padre la voleva uccidere anche se era la loro piccolina loro l’ avrebbero uccisa . Daphne aveva conosciuta Amelia Strong quando era arrivata in una casa per vedere se c’ era qualcosa da rubare e Amelia riconobbe subito che lei era debole e quindi una persona molto fragile da plagiare e cosi inizio a farlo . Ci mise un bel po’ perché questo processo ebbe successo ma ci riusci e ogni volta che vedeva una ragazzina di 14 anni vedeva le sue amiche che la prendevano in giro . Daphne anche se era stata sempre gentile con tutti nessuno le ha dimostrato gentilezza tranne una cioè Amelia ma anche lei l’ ha utilizzata per i suoi scopi e quando lo scoprirà chissà come reagisce visto che una cosa del genere può essere una grande questione nella sua mente e quindi se uno la voleva aiutare doveva fare con calma visto che se uno non affrontava la questione con tatto poteva finire molto male non solo per la persona ma anche per la mente della ragazza visto che poteva finire come una pioggia di specchi che cade quando uno rompe uno specchio e cosi si sarebbe frantumata la mente di Daphne . 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Foto della borsa vista da Pandora

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Alyssa si tolse dal suo portatile e fece mettere Pandora e li digito borse e ne trovo una molto bella ma era pesante e non le piaceva sopratutto per il colore perchè era un colore spento e molto brutto .

Pandora se voleva qualcosa , la voleva bella e con un colore molto accesso come il rosso oppure il nero tipo per dire ” sono un ombra e mi nascondo nella notte ” . Cosi si mise a cercare il mono-spalla di colore nero e ne trovo davvero molto

Ma non lo trovo solo di colore nero ma anche di colore celeste come il cieloPandora non sapeva quale scegliere ma si capiva che se voleva andare in città voleva uno zaino non molto ingombrante ma uno zaino che poteva portare su una sola spalla e andare in giro .